Home Page Riflessioni.it

        DOVE IL WEB RIFLETTE!  17° ANNO

Enciclopedia   Indice

 

John Ronald Reuel Tolkien

 

Biografia e opere

John Ronald Reuel Tolkien nasce nel 1892 a Bloemfontain in Sud Africa.
Alla morte del padre nel 1896 la famiglia si trasferisce in Inghilterra a Sarehole, un sobborgo di Birmingham città d'origine dei genitori.
Alla morte della madre nel 1904, Tolkien viene affidato al sacerdote cattolico padre Francis Xavier Morgan, sotto la sua guida inizia gli studi dimostrando ben presto capacità linguistiche notevoli: eccelle in latino e greco e diviene competente anche di altre lingue tra cui il gotico e l’antico finnico.
Proprio in questi anni comincia a lavorare ad un linguaggio inventato da lui. A diciotto anni si innamora di Edith Brath ma il suo tutore gli impedisce di vederla e di scriverle fino ai ventun anni. Tolkien così si immerge anima e corpo nello studio dei classici, dell’antico inglese e delle lingue germaniche.

Nel 1913 torna con Edith, e nel 1915 ottiene il titolo di Bachelor of Arts all'Exeter College di Oxford. Scoppiata la guerra si arruola e combatte sul fronte occidentale; nello stesso anno, 1916, si sposa. Viene mandato in trincea e qui i suoi tre migliori amici perdono la vita; in seguito si ammala e gli è concesso il ritorno in patria. Nel 1917 nasce John, il primo figlio e Tolkien collabora per due anni alla stesura dell'Oxford English Dictionary. L'anno dopo nasce il secondo figlio Michael. Finita la guerra prosegue gli studi all'Exeter College, conseguendo nel 1919 il titolo di Master of Arts.

Nel 1921 diventa docente di Lettere all’università di Leeds e continua a scrivere e a perfezionare i suoi “racconti perduti” e il suo linguaggio inventato. Tre anni dopo nasce il terzo figlio Christopher, la quarta ed ultima figlia, Priscilla, nascerà nel 1929. Nel 1925 viene nominato professore di Filologia Anglosassone al Pembroke College di Oxford e nel 1945 gli viene affidata la cattedra di Lingua Inglese e Letteratura Medioevale del Merton College, dove insegna fino al suo ritiro dall'attività didattica avvenuto nel 1959. Non a torto Tolkien è considerato il maggior esperto di Letteratura Anglosassone e Medioevale del '900.

Soprattutto negli anni tra il 1920 ed il 1930, scrive e fa correre la sua fervida immaginazione.
I suoi lavori si distinguono in due categorie: le storie inventate per i suoi figli e le leggende e le mitologie del suo mondo. Il tassello che unisce queste due realtà arriva all’improvviso quando, mentre correggeva le prove d'esame dei suoi studenti, gli capitò un foglio lasciato in bianco su cui scrisse, quasi per caso, "In una buca del terreno viveva un Hobbit". Quel nome colpì a tal punto la sua sensibilità di filologo che scrisse una storia avente come protagonista un Hobbit, per spiegare meglio cosa fossero queste strane creature. Nel 1937 tale opera vide le stampe con il titolo "The Hobbit" e riscosse un immediato successo; il libro era stato pensato per i più piccoli, ma vi si poteva intravedere uno sfondo ben più vasto e complesso. Tolkien infatti aveva già cominciato fin dal 1917 a "costruire" la Terra di Mezzo, ovvero il mondo incantato in cui si svolgono tutte le avventure che ci ha narrato.
Nonostante The Hobbit sia la sua opera prima, rappresenta una tappa fondamentale nella sua carriera di scrittore è infatti attorno al nucleo originario di quest'opera che Tolkien andrà sviluppando, nel decennio successivo, il suo regno immaginario che lo renderà famoso e celebre in tutto il mondo, quello della Terra di Mezzo, che prenderà forma nelle sue opere successive quali Farmer Giles of Ham (1949) e The Adventures of Tom Bombadil (1962) e soprattutto in quell'epica fantastica che è la trilogia di The Lord of the Rings (Il signore degli anelli), unanimemente riconosciuta come la sua opera più importante. Scritta in una lingua molto ricercata che imita il lindore dell'inglese medievale, la trilogia si compose inizialmente di tre distinti volumi: The Followship of the Ring (1954), The Two Towers (1955) e The Return of the King (1955), che verranno poi riuniti nel 1956 in un unico libro. Nel 1965 il Libro viene stampato in un edizione economica pirata e anche il grande pubblico comincia a conoscerlo. Tolkien dedica alla stesura del suo capolavoro tutte le sue ricerche di studioso.
La lunghissima, ricchissima ed immaginifica epica di The Lord of the Rings (Il signore degli anelli), che qualcuno ha voluto leggere come una complessa e ricca allegoria della condizione umana, riprende tutti gli elementi più classici delle leggende e delle fiabe fondendoli in un colossale affresco sull'eterna lotta tra il Bene e il Male... è infatti una sorta di moderno poema cavalleresco che mescola gli influssi e le tradizioni culturali più disparate: dall'epica classica alla saga nordica, alla tragedia.
The Lord of the Rings, che ha influenzato in maniera molto significativa lo sviluppo della moderna narrativa fantasy, è stato ad oggi tradotto in dozzine di lingue ed ha avuto tirature di oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo, risultando essere uno dei libri più venduti dopo la Bibbia. Tolkien è stato il primo scrittore ad aver ricreato totalmente e fedelmente un mondo alternativo (la Terra di Mezzo). Il suo lavoro maniacale raggiunge l'apice nell'accurata ricostruzione di cartine geografiche, nella descrizione degli alberi genealogici dei personaggi principali, nella narrazione storica degli avvenimenti passati e addirittura nella creazione di un intero alfabeto.
Negli anni seguenti Tolkien lavora ad un'altra opera, The Silmarillon, che porterà avanti fino alla morte, ma che tuttavia non riesce a concludere. L'intera epica tolkiniana ha trovato il suo completamento nella costruzione di un vero e proprio edificio mitico nel Silmarillion. Né romanzo, né favola è imperniato sull'antitesi eterna tra brama di possesso e poteri creativi, tra l'etica dell'essere e quella dell'avere. Un antitesi cantata in un linguaggio sublime e semplice, nello stesso tempo tipico dell'epos antico.
Dall'immenso repertorio mitico lasciato in eredità da Tolkien sono nate opere come I Racconti Perduti, I racconti Ritrovati e I Racconti incompiuti di Numenor e della Terra di Mezzo. Opere pubblicate dopo la morte dell'autore grazie, sopratutto, al paziente lavoro di ricostruzione compiuto dal figlio Christopher.
Dopo il suo ritiro nel 1969 lui e la moglie si trasferiscono a Bournemouth. Nel 1971 Edith muore. John Ronald Reuel Tolkien la segue il 2 settembre del 1973.

 

 

Il signore degli anelli

 

"Il Signore degli anelli" è un romanzo d'eccezione, al di fuori del tempo. E' un libro d'avventure in luoghi remoti e terribili, episodi di inesauribile allegria, segreti paurosi che si svelano a poco a poco, draghi crudeli e alberi che camminano, città d'argento e di diamante poco lontane da necropoli tenebrose in cui dimorano esseri che spaventano solo al nominarli, urti giganteschi di eserciti luminosi e oscuri; e tutto questo in un mondo immaginario ma ricostruito con cura meticolosa, e in effetti assolutamente verosimile, perché dietro i suoi simboli si nasconde una realtà che dura oltre e malgrado la storia: la lotta, senza tregua, fra il bene e il male.

 

- Suggeriamo la lettura del saggio: Tolkien e le stelle presente nella rubrica di Daniele Mansuino Riflessioni sull'esoterismo.

 

 

Bibliografia di J.R.R. Tolkien

 

- Lo Hobbit o la Riconquista del Tesoro - The Hobbit or There and Back Again, 1937, 1966
- Il cacciatore di draghi ovverossia Giles l'agricoltore di Ham - Farmer Giles of Ham, 1949
- La compagnia dell'anello - The Fellowship of the Ring, 1954
- Albero e foglia - Tree and Leaf, 1955
- Il signore degli anelli - Lord of the Rings, 1956
Contiene:
La compagnia dell'anello - The Fellowship of the Ring, 1954;
Le due Torri - The Two Towers, 1954;
Il ritorno del re - The Return of the King, 1955
- Le avventure di Tom Bombadil - The Adventures of Tom Bombadil, 1962
- Il Silmarillion - The Silmarillion, 1977
Contiene:
Ainulindale "La musica degli Ainur" - Ainulindalë "The Music of the Ainur";
Valaquenta "Novero dei Valar" - Valaquenta "Account of the Valar and Maiar According to the Lore of the Eldar";
Quenta Silmarillion "La storia dei Silmaril" - Quenta Silmarillion "The History of the Silmarils";
Akallabêth. La caduta di Nümenor - Akallabêth. "The Downfall of Nümenor";
Gli anelli del potere e la Terza Età - Of the Rings of Power and the Third Age.
- Racconti incompiuti di Nümenor e della Terra-di-Mezzo - Unfinished Tales of Nümenor and Middle-Earth, 1980
Contiene:
Tuor e il suo arrivo a Gondolin - When Tuor Went to Gondolin;
Narn I Hîn Hürin - Narn I Hîn Hürin;
Descrizione dell'isola di Nümenor - Nümenor Island;
Aldarion ed Erendis: La moglie del Marinaio - Aldarion and Erendis;
Il lignaggio di Elros: Re di Nümenor - Elros, King of Nümenor;
La storia di Galadriel e Celeborn e di Amroth Re del Lórien - The History of Galadriel and Celeborn;
I disastri dei campi iridati - The Disaster of the Iridazed Grounds;
Cirion ed Eorl e l'amicizia di Gondor e Rohan - Cirion and Eorl;
La cerca di Erebor - The Quest of Erebor;
La caccia all'anello - The Hunt of the Ring;
Le battaglie dei Guadi dell'Isen - The Battles of Isen Fords;
I Drüedain - The Drüedain;
Gli Istari - The Istari;
Le Palantÿri - The Palantyr
- Racconti ritrovati I - The Book of Lost Tales, 1983
Contiene:
La casetta del Gioco Perduto;
La musica degli Ainur;
L'avvento di Valar e la costruzione di Valinor;
L'incatenamento di Melko;
L'avvento degli Elfi e la costruzione di Kôr;
Il furto di Melko e l'ottenebramento di Valinor;
La fuga di Noldoli;
Il racconto del Sole e della Luna;
L'occultamento di Valinor;
Il racconto di Gilfanon: il travaglio dei Noldoli e l'avvento dell'Umanità.
- Racconti perduti II - The Book of Lost Tales - Part II, 1984
Contiene:
Il racconto di Tinüviel;
Turambar e Foalókë;
La caduta di Gondolin;
La Nauglafring: la Collana dei Nani;
Il racconto di Eärendel;
La storia di Eriol o Elfwine e la conclusione dei racconti Elfwine d'Inghlterra.

Utenti connessi


Cerca nel sito


Iscriviti alla Newsletter
Un solo invio al mese

Iscriviti alla Newsletter mensile


seguici su facebook



I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2017

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...