Home Page Riflessioni.it

EnciclopediaEnciclopedia   Indice

 

Virginia Woolf

 

Biografia di Virginia Woolf - scrittrice

Londra 25 gennaio 1882 - Rodmell 28 marzo 1941.

Virginia Woolf, figlia di sir Leslie Stephen, cresce e viene educata nella casa paterna, a Hyde Park Gate, luogo di incontri tra intellettuali dell'epoca vittoriana.

 

Maestri privati e libertà di scelta delle letture e degli interessi fanno in modo che Virginia, fin da piccola, dimostri una propensione per la grande letteratura e per la scrittura e acquisisca sempre di più un'emancipazione culturale. Questa personalità spiccata non frena però l'aumentare della fragilità emotiva. Virginia Woolf presenta fin da piccola problemi di depressione e nevrosi che la costringono a lunghi periodi di convalescenza: la sua psiche è ferita dalla morte di alcuni componenti della famiglia, da atti di libidine subiti dai fratellastri, da paure e insicurezze.
Alla morte del padre, la nuova casa di Bloomsbury diventa un vero e proprio centro di cultura: E.M. Forster, D.H. Lawrence, Lytton Strachey e Aldous Huxley amano frequentare questo salotto. Virginia e la sorella Vanessa ne sono le perle. Perfette ospiti, senza la pretesa di alcun rigore formale, delicate e libertarie. Intellettuali raffinate e appassionate, a tratti insopportabili, che difendono a spada tratta le loro teorie letterarie durante le disquisizioni a Bloomsbury. Virginia e sua sorella sintetizzano perfettamente il nuovo ruolo della donna emancipata e colta all'inizio del Novecento.
Nel 1912 Virginia sposa Leonard Woolf e pubblica il suo primo romanzo (La crociera). Non si dedica soltanto alla scrittura, ma fonda e gestisce una casa editrice - The Hogart Press - attenta alla produzione contemporanea, e si interessa ai problemi della condizione femminile (e il saggio Una stanza tutta per sé del 1929 ne è una celebre testimonianza). Tra i numerosi racconti, saggi critici, interventi di vario genere, sono da ritenere fondamentali i romanzi Mrs. Dalloway (1925), Gita al faro (1927), Orlando (1928) e Le onde (1931). Importantissimo è l'incontro con Vita Sackville-West, che resterà l'amata compagna fino alla morte, sua musa, suo desiderio. Soggetta ancora a crisi depressive, non riesce a superare quella che la coglie dopo i bombardamenti, e nel marzo del 1941 si toglie la vita annegandosi nel fiume Ouse.

Fonte: www.holdenlab.it


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...