Home Page Riflessioni.it

Esperienze di vita      Indice


Sul Sentiero

Anonimo - novembre 2007
capitolo 1 -
Manifestazione e “ordine implicito
capitolo successivo - indice

 

Manifestazione e “ordine implicito

 

Appare evidente, in questo nostro tempo, che la tecnologia, l’etica e la ricerca metafisica non sono procedute di pari passo nella storia dell’umanità. Tuttavia,  l’uomo non è si è fermato nelle sue potenzialità “spirituali”. Vi è già, e si rileva sempre più chiaramente, un’insoddisfazione crescente per la materialità, per il consumismo e la ricerca di comfort, che si esprime anche nella ricerca di una spiritualità ampia e “universale”, lontana da dogmatismi e separativismi.
In altri tempi gli uomini raggiungevano l’elevazione spirituale per lo più  in modo emotivo, “mistico”, devozionalistico e fideistico; oggi l’umanità si avvia in massa al piano mentale, e sempre più richiede conferme scientifiche alla spiritualità.
I mistici sono sostituiti dagli occultisti e dagli esoteristi metodici e razionali. Essi prospettano una visione del reale in cui tutti gli elementi dell’universo sono gerarchicamente ordinati, e ogni Essere guida il perfezionamento di mondi e sostanze.
In questa visione, l’Ente supremo (o l’Ente che regge questo particolare Uni-verso) ha emanato da Sé la Manifestazione per meglio conoscersi, sperimentandosi attraverso la sua Creazione. Esso evolve insieme all’universo o agli universi, che ha emanato da Sé con un atto di “pensiero volitivo”. Gli universi si succedono, manifestazione dopo manifestazione, intervallati da periodi di ritorno all’immanifestato; per manifestazione si intende il ciclo visibile, l’immersione nella materia dell’Energia universale, cui segue un ciclo immateriale.
In modo simile si avvicendano il giorno e la notte, la vita e la cosiddetta “morte”, che è il passaggio ad un altro stato di esistenza.
La condizione che precede la Manifestazione è pertanto il “nucleo originario” di Energia immateriale; l’universo fisico è la Manifestazione di tale Grande Energia in cui tutto, anche il genere umano, esiste ed evolve:

 

Ogni creazione dell’universo è un passaggio dall’Uno alla molteplicità, dal non manifestato al manifesto ed è allo stesso tempo il ritorno della molteplicità all’Uno, del manifesto all’Immanifesto.    (Rig Veda, X, 63.2)

 

Analogo concetto è espresso nella Cabbala: “Tutto dall’Uno – tutto all’Uno”.

 

 Chiedersi se l’Universo sia stato creato per l’uomo o se l’uomo sia conseguenza del creato, in questa ottica non ha senso. Noi tutti siamo particelle dell’Uomo celeste, cellule del suo corpo, ed evolviamo “con” e “dentro” questo grande Essere, che è immanente e trascendente al tempo stesso.
Ne siamo la riproduzione “in piccolo” (macrocosmo e microcosmo), secondo la Legge di Analogia; nella Bibbia si dice che l’uomo è fatto “a immagine e somiglianza di Dio”.
Anche per Giordano Bruno, grande iniziato e martire, siamo parti di uno stesso Essere:

 

In tutte le cose c’è una connessione ordinata, in modo che i corpi inferiori succedano a quelli mediani e questi ai superiori.

Allora i corpi composti si uniscono ai semplici e quelli semplici ai più semplici, quelli materiali si accostano agli spirituali e quelli spirituali, a loro volta, a quelli immateriali, sicchè uno solo è il corpo dell’essere universale.
(Giordano Bruno De umbris idearum, settima intenzione).

 

Abbiamo acquistato ragione e libero arbitrio più avanzati rispetto agli altri elementi del creato mediante l’esperienza di eoni di evoluzione, anche attraverso gli altri regni di natura, ma non abbiamo sempre chiara la connessione alla Grande Energia alla quale apparteniamo:

 

Noi vediamo, sentiamo, parliamo, pensiamo, ma non sappiamo quale energia ci fa vedere, sentire, parlare, pensare. E quel che è peggio, non ce ne importa nulla. Eppure siamo noi quell’energia. Questa è l’apoteosi dell’ignoranza dell’uomo.
(Einstein)

 


Cerca nel sito


Utenti connessi

seguici su facebook



Iscriviti alla Newsletter mensile

Iscriviti alla NEWSLETTER

Riceverai Gratis la Newsletter mensile

con gli aggiornamenti di Riflessioni.it

Un solo invio al mese

IN TUTTE LE LIBRERIE

 

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

RIFLESSIONI SUL SENSO DELLA VITA

Ivo Nardi ha posto dieci domande esistenziali a più di cento personaggi della cultura, una preziosa raccolta di riflessioni che mettono in luce le prospettive della società contemporanea.

L’intento è quello di offrirti più punti di vista possibili sul senso della vita, così da aiutarti in maniera più obiettiva davanti alle circostanze della tua esistenza. Approfondisci


Leggi l’introduzione
e scarica gratuitamente l'eBook contenente gli aforismi tratti dalle risposte.

 

I contenuti pubblicati su www.riflessioni.it sono soggetti a "Riproduzione Riservata", per maggiori informazioni NOTE LEGALI

Riflessioni.it - ideato, realizzato e gestito da Ivo Nardi - P.IVA 09009801003 - copyright©2000-2018

Privacy e Cookies - Informazioni sito e Contatti - Feed - Rss
RIFLESSIONI.IT  -  Dove il Web Riflette!  -  Per Comprendere quell'Universo che avvolge ogni Essere che contiene un Universo...