Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 03-08-2004, 20.42.24   #1
Lai
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2004
Messaggi: 85
Arte sotto pelle.....

siamo tutti un pò artisti...

talvolta mi capita di sentir scorrere nelle vene un fluido disinibito....

quando ascolto alcune musiche....
e non posso trattenere il mio corpo....

quando mi siedo di fronte ad un foglio bianco
e la matita è come se non fosse più sotto il mio controllo....

sono momenti in cui sembra esistiamo solo io e quel fluido.....
e se esiste qualcosa d'altro non importa....

di solito....quando poi tutto quello che sta attorno diventa nuovamente tangibile ....di solito piango....

Va beh.....

a voi quale forma di arte riesce ad andar + sotto pelle....?
e c'è qualche artista in particolare....?

un saluto.....
Lai
Lai is offline  
Vecchio 03-08-2004, 21.51.35   #2
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Re: Arte sotto pelle.....

Citazione:
Messaggio originale inviato da Lai
siamo tutti un pò artisti...

talvolta mi capita di sentir scorrere nelle vene un fluido disinibito....

quando ascolto alcune musiche....
e non posso trattenere il mio corpo....

quando mi siedo di fronte ad un foglio bianco
e la matita è come se non fosse più sotto il mio controllo....

sono momenti in cui sembra esistiamo solo io e quel fluido.....
e se esiste qualcosa d'altro non importa....

di solito....quando poi tutto quello che sta attorno diventa nuovamente tangibile ....di solito piango....

Va beh.....

a voi quale forma di arte riesce ad andar + sotto pelle....?
e c'è qualche artista in particolare....?

un saluto.....
Lai



L'artista è una persona particolarmente sensibile.Nel corso della giornata,dei mesi ed anni,assorbe colori dal cielo dalla natura,versi di animali e umani, particolari note musicali ecc.Poi c'è un momento che avvertiamo di esternare ciò che abbiamo incamerato,magari anche ricordi molto remoti.

Devo dire che la musica (non potrei vivere senza) scatena sensazioni che spesso poi traduco in parole.
Scrivo certamnte per diletto,quando ho voglia anche per professione.Non sempre siamo ispirati,per sopperire a ciò ho realizzato delle compilation mirate,metto su la cuffia e dopo qualche minuto mi assento come se fossi in un'altra dimensione e scrivo di botto.

A me personalmente "sotto la pelle" cammina la musica.
Altre forme d'arte mi creano certamnte sesnsazioni sublime.

In paritcolare nessun singolo artista,ma tanti,molti direi,almeno quelli musicali.

Complimenti,una gran bella riflessione.

Salux
nemamiah is offline  
Vecchio 10-08-2004, 19.59.22   #3
Gould
Ospite
 
Data registrazione: 27-04-2004
Messaggi: 25
ciao Lai, quando ero più piccolo ed i miei mi facevano ascoltare della musica, credevo che i fantasmi facessero quella musica con le mie indecisioni: così ho iniziato a suonare, per invidia: quella musica era mia, e loro me la stavano rubando. Da allora è sempre stata la mia unica arma per difendermi dal resto del mondo, e per affrontare qualsiasi difficoltà che mi venisse incontro, dal disagio della mia diversità, ai litigi, ai lutti. In questo senso è la musica l'arte maggiormente insita dentro me, e quei fantasmi gli artisti che apprezzo di più.
Potrà sembrarti stupido, ma ho sempre pensato che l'arte fosse come una sorta di luce, o di profumo, uscente dal corpo dell'artista e percepibile da tutti e soli coloro in grado d'apprezzarla. Anche quando sento l'urgenza di suonare, ma soprattutto di scrivere, provo un disagio, uno stridore interno, che devo al più presto far uscire, altrimenti non potrei pensare ad altro. Non riesco a tenere la mia arte per me, sotto la mia pelle, devono essere gli altri a leggerla o ad ascoltarla. Non la faccio però uscire col pianto, altrimenti s'allontanerebbe per sempre da me.
Una cosa per cui mi diverto da morire è che adesso, per esempio, ti ho descritto le mie sensazioni (riuscendo a riconoscerle abbastanza distintamente) quando sono immerso nell'arte. Ma nei momenti in cui sono tramite di quelle sensazioni, non me ne accorgo! Non t'è mai capitato? Nel senso, ti rendi conto di vivere i momenti in cui sei rapita dall'arte? Io mai, m'accorgo d'esser stato preso solo una frazione di secondo dopo aver finito.
Anzi, a pensarci meglio m'accade la stessa cosa con la lettura, tu la consideri un'arte? ciao
Gould
Gould is offline  
Vecchio 10-08-2004, 21.51.38   #4
Lai
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2004
Messaggi: 85
ciao gould....
non so darti una definizione di arte...probabilmente l'unico requisito richiestole è quello di divenire mezzo di espressione....
forse il pregio di ogni forma d'arte è la sua utilità più profonda....anche se magari pare paradossale associare il termine arte con il concetto di utilità...
cerco di spiegarmi meglio...
talvolta sarà capitato a tutti di trovarsi ad ascoltare una melodia....o ad osservare un immagine...
da altri tanto decantata...ma che magari a te non dice nulla....
il concetto di utilità sussiste comunque perchè è stata utile, e questo è fuor di dubbio, a chi ne è stato il compositore o il fotografo....
nel caso più semplice, e auspicabile, che quell'espressione umana o non, susciti in te qualcosa...allora è proprio innegabile che sia utile....

sai quando ho iniziato questa "discussione"...
mi riferivo credo esattamente a quello cui ti riferivi tu....
alle volte mi capita di ballare....nella mia stanza...di fronte ai vetri della finestra...che riflettono le mia immagine....
e in quei momenti....non vedo più nulla...percepisco e basta....emano calore attraverso la pelle....sento la mia energia evaporare e danzare con me.....potrei urlare come una primitiva...perchè in fondo in quel momento lo sono.....
non ci sono occhi giudicanti...neppure i miei....
siamo solo io e il mio corpo e la musica.....
capisci...? siamo tutto uno .....
ti ho fatto l'esempio della danza....
ma credo che per ogni cosa che faccio.......quando ogni particella che mi appartiene sta vibrando sincronizzata l'un l'altra....valga lo stesso discorso....

nessuno credo può negare....
che in alcuni momenti....
quando cominci a scrivere e quasi non te ne rendi conto....
in quei momenti è come se fossi lo scrittore più virtuoso mai esistito.....


boh scusa lo sproloquio....
grazie di aver risposto....

un saluto

Lai
Lai is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it