Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 05-01-2005, 17.51.06   #11
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
La Merda d'Arstista è Di piero Manzoni, forse ti confondi col la scatola di zuppa di Warhol..
Warhol comunque è uno dei miei idoli. Poi sempre tra il pop e lo psichedelico mi viene in mente Storm Thorgerson , il creatore delle copertine dei Pink Floyd, un genio!

grazie, l'ho detto senza controllare... è vero ho sovrammesso due cose diverse, quello che visualizzavo era la scatola di zuppa..

Ciao
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 10-01-2005, 22.23.31   #12
Polosud
Ospite
 
L'avatar di Polosud
 
Data registrazione: 25-11-2004
Messaggi: 17
Una birra per Andy

Saluti a tutti.
Pensavo che sarebbe stato bello esserci tutti quella sera a bere birra e parlare di arte con Pimpleailaria ed i suoi amici... io avrei difeso a spada tratta Warhol e tutta la Pop Art, perchè secondo me si tratta di uno dei movimenti più importanti dell'arte moderna. Più passa il tempo, più la Storia dimostra che avevano ragione, e non solo per via dei quindici minuti di fama. In due parole: non restate alle apparenze, secondo me nelle loro opere c'è una disperata e drammatica denuncia della completa perdita di ogni valore estetico che corrode la società contemporanea. E' questo che vogliono dire le lattine di zuppa di Warhol o i fumetti di Lichtenstein: in un mondo di immagini stereotipate e riprodotte all'infinito, non importa ciò che è bello, ma solo ciò che è popolare, cioè ciò che viene proposto un numero abbastanza alto di volte. Béccatevi il faccione di Marylin ingigantito e posterizzato, che lo troviate bello o no è questo l'ideale di bellezza che la Vostra Società ha scelto per voi! Aspettate, se ancora non vi piace lo ripetiamo 6/9 volte fino a quando non potrete fare a meno di amarlo se non altro perchè sarà entrato a far parte del vostro paesaggio quotidiano. E' la tragedia della perdita di ciò che è bello e unico, di ciò che suscita riflessioni ed emozioni, a vantaggio di ciò che è cool e cheap, va giù liscio e ti lascia completamente tranquillo (come una minestra in scatola). E tutto questo, quando il fenomeno sociale era appena agli inizi! (Notate, per inciso, che quando Warhol fa le serigrafie di Marylin questa non era ancora il mito che è oggi, era solo una bellona un po' più famosa di altre attrici della sua generazione)
Polosud is offline  
Vecchio 10-01-2005, 23.18.58   #13
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Ora non me ne intendo, però non so quanto potessero essere ai tempi nauseati dalla cultura pop agli albori della stessa, tanto da proporla in maniera parossistica. Secondo me disegnavano quelle cose perchè c'era voglia di cose frivole per non pensare magari alle guerre in corso, o forse si aveva semplicemente voglia di portare la cultura ad un livello più popolare appunto, più urbano; una spece di dissacrazione dell'arte da sempre aulica e su un piedistallo, o forse la voglia di introdurre un gusto estetico anche nel quotidiano..boh, io quegli anni non li ho vissuti, quindi non zaprei...
sisrahtac is offline  
Vecchio 11-01-2005, 09.44.42   #14
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
... io invece concordo con Polosud, credo che molti avessero intuito la direzione verso cui si stava andando... anche se certo nessuno poteva immaginare si sarebbe arrivati così oltre.
Divago un po'... non trovate sorprendente la voglia di antiquariato di massa? Ho un sacco di amiche che lavorano riproducendo opere d'arte passate e ormai quadri rifatti sul genere se ne trovano ovunque, è un po' come se tutto dovesse essere per tutti, contro ogni logica, perché se poi si guarda all'altra metà del mondo non c'è niente per nessuno...
L'antiquariato poi è diventato un fenomeno di massa: tutti che vogliono il pezzo antico da mettere in casa ignorando il fatto che in molte case prima i mobili non c'erano... o almeno non c'erano i cassettoni di Maggiolini...
Strana società: io credo cmq che oggi un artista per essere rivoluzionario debba essere manualmente abile e riprodurre la realtà perché di areografi, collage e cose in serie se ne vedono fin troppe...

Saluti
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 12-01-2005, 22.45.58   #15
Polosud
Ospite
 
L'avatar di Polosud
 
Data registrazione: 25-11-2004
Messaggi: 17
Ma probabilmente è vero che, come dice Catharsis, i grandi artisti della pop art non avevano tutta quella profondità di intenti che oggi noi possiamo leggere nelle loro opere. D'altra parte lavoravano in quel modo (e a quei ritmi produttivi) anche perchè, almeno a partire da una certa epoca, il mercato li ricompensava MOLTO generosamente (di questo lo stesso Warhol non ha mai fatto alcun mistero). Però, proprio il fatto che quarant'anni dopo le loro opere parlino così forte al pubblico anche a dispetto di quello che passava nelle teste degli artisti ci dà una misura del valore del movimento.

Quanto a Neve... hai ragione, è buffo vedere certa gente che diventa matta per mettersi in casa un brutto quadro di qualche minorissimo pittore del '600 (certi putti tracagnotti e bitorzoluti, certi santi tanto brutti da apparire sfigurati già mentre si avviano al supplizio...). Una crosta è una crosta anche se è antica, no? Per i mobili può essere diverso, d'altra parte un mobile moderno certe volte è meno funzionale (e altrettanto costoso) di uno d'epoca. Ma le tue amiche che cosa fanno, quadri "in stile" o veri e propri falsi? In ogni caso, complimenti!
Polosud is offline  
Vecchio 13-01-2005, 10.56.49   #16
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Citazione:
Messaggio originale inviato da Polosud

Quanto a Neve... hai ragione, è buffo vedere certa gente che diventa matta per mettersi in casa un brutto quadro di qualche minorissimo pittore del '600 (certi putti tracagnotti e bitorzoluti, certi santi tanto brutti da apparire sfigurati già mentre si avviano al supplizio...). Una crosta è una crosta anche se è antica, no? Per i mobili può essere diverso, d'altra parte un mobile moderno certe volte è meno funzionale (e altrettanto costoso) di uno d'epoca. Ma le tue amiche che cosa fanno, quadri "in stile" o veri e propri falsi? In ogni caso, complimenti!

Fanno falsi palesemente falsi, ovvero riproduzioni di opere famose, tipo la dama con l'ermellino, per intendersi e poi copie di nature morte... quello che va per la maggiore come richiesta anche se un artista preferirebbe sperimentare su soggetti nuovi.. ma si sa ... si deve pur mangiare!

Quanto ai mobili in stile, io sono per il giusto abbinamento moderno stile... quanto poi ai prezzi: una volta ad una mostra dell'antiquariato per una cassapanca originale del '500 mi hanno chiesto CINQUECENTO milioni di vecchie lire (non sto scherzando)... direi che il moderno costa meno, ovvero che ciò che realmente è unico costa, le riproduzioni - anche dei mobili - costano meno... se devo prendermi un luigi XV fatto nei primi del novecento compro una riproduzione di una ditta di oggi, almeno i cassetti funzionano

Ciao
nevealsole is offline  
Vecchio 13-01-2005, 12.46.32   #17
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
* * *

Si, pimpleailaria, sono d'accordo coi tuoi amici, l'Arte è Michelangelo, Botticelli, è tutto il Rinascimento, soprattutto ma non solo. Warhol non mi piace, ma questo è un giudizio personale. Tuttavia, volendo essere più obiettivi, non basta semplicemente definire l'arte come l'esigenza di esprimere qualcosa che ho dentro, perchè se qualcuno ha dentro immondizia esprimerà immondizia. Se ammiro un Botticelli, sento che c'è qualcosa che mi fa restare con lo sguardo incollato su quella certa opera, sento che mi suscita qualcosa che altri autori non riescono a suscitare, qualcosa che non so definire razionalmente; allora intuisco cosa sia l'Arte senza daperlo spiegare.
Ciao.
Agorà.
Agora is offline  
Vecchio 14-01-2005, 19.09.32   #18
Blanca
Ospite
 
L'avatar di Blanca
 
Data registrazione: 06-01-2005
Messaggi: 14
Ciao Pimpleailaria e a tutti gli altri partecipanti del forum
sono una new entry e questo si può dire sia il mio primo messaggio!!!

Rispondendo alla domanda del topic...credo che l'arte sia un fatto puramente soggettivo anche se la società la racchiude nella più pura oggettività, e di questo ci sarebbe molto da dire...

ad esempio della facilità con cui qualunque cosa diventa uno status se proclamata da un personaggio carismatico...

Tornando a noi trovo sia arte la manifestazione del propri sentimenti, che possono essere sia positive e negative, oltre a Warhol anche Basquiat (tele intrise di una grandissima passionalità), ma arte può essere anche incantarsi nell'osservare le vesti leggere della Primavera di Botticelli piuttosto che lo scoprire i minimi particolari dipinti dai Fiamminghi.

A me personalmente, ad esempio, non crea nessun tipo di emozione la Gioconda (eresia!!! )

Ciao ciao, a presto
Blanca is offline  
Vecchio 15-02-2005, 13.22.01   #19
floweroffield
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 14-02-2005
Messaggi: 1
Invito tutti a guardare una creazione di Warhol. Soprattutto guardate una delle sue foto: lui stesso è arte.
floweroffield is offline  
Vecchio 18-02-2005, 20.12.38   #20
uranio
Ospite abituale
 
L'avatar di uranio
 
Data registrazione: 22-10-2004
Messaggi: 470
L’arte è una forma d’espressione. L’artista esprime il suo stato d’animo, i propri sentimenti, la sua interiorità. E’ una forma di comunicazione, non si può dire a mio parere, che è più bravo un’artista rispetto all’altro. L’arte è un rebus, dobbiamo riuscire ad interpretare ciò che il pittore, lo scultore, il musicista ecc. ci vuole comunicare. Io personalmente non mi sento neanche di affermare, che questa opera mi piace più dell’altra, mi sembra di mancare di rispetto verso chi l’ ha ideata, è un comportamento superficiale. Certo anch’io, amante dell’arte, preferisco più un quadro di Paolo Veneziani che di De Magistris (pittori della nostra epoca), ma solo perché il dipinto di Veneziani mi suscita delle emozioni tanto intense che mi sembrano reali.
uranio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it