Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 28-08-2005, 10.34.58   #1
lady_weed
Ospite abituale
 
L'avatar di lady_weed
 
Data registrazione: 15-04-2005
Messaggi: 122
Cool leonardo da vinci: opere intrise di simboli occulti

sono da sempre affascinata dagli studi d'arte, ma colui che mi ha maggiornmente colpita, e continua a farlo ancora oggi, è il grande leonardo.
da cio che so di lui (leggendo vari testi) è che era un buontempone, un tipo molto fuori dal comune non solo per la sua dote d'artista ma soprattutto era uno che amava prendersi gioco dei suoi committenti e della società in generale, in particolar modo della chiesa.
leonardo viene studiato nelle scuole d'arte (e considerato dai contemporanei) un artista di opere pie...nulla di piu sbagliato
come sappiamo è vero che leonardo rappresenta la nasciata di gesù, la sacra famiglia, il battesimo di creisto ecc ecc... insomma opere religiose commissionate dal clero e consegnate (seppur sempre con il suo proverbiale ritardo) così come loro se l'aspettavano...
ma se la chiesa avesse saputo leggere fra le righe, captare i simboli presenti in ogni sua tela, certamente nn avrebbe accettato un affronto simile e leonardo sarebbe stato nn solo bandito ma forse anche bruciato sul rogo.
forse, grazie anche al codice da vinci di dan brown che ha aperto gli occhi a molto profani, voi tutti oggi conoscete la simbologia ( o almeno in parte) dell'affresto piu famoso e chiacchierato: l'ultima cena.
nel caso cosi non fosse vi dirò cio che so in un altro momento, perchè ora la mia attenzione vuole focalizzarsi su altre due interessanti opere.
una è la Vergine delle rocce...
questa tela venne rifatta 2 volte da leonardo perchè alla prima (quella presente al louvre) il clero contestò una cosa scandalosa...mancavano le aureole agli angeli! questa cosa mi fece sorridere....e sicuramente anche leonardo ne sorrise...tutto qui? la chiesa si offese perchè gli anglei erano senza aureola???
partiamo dal fatto che "rocce" veniva inteso come linguaggio informale per indicare i genitali maschili, cio che noi al giorno d'oggi chiameremo "palle".. e guarda caso, la grande roccia scura dietro maria rappresenta un enorme fallo che spunta non casualmente dalla testa di maria.
come se leonardo avesse voluto dire: guardate che non era nè vergine nè santa... aveva ben altro per la testa..

altra cosa interessante, e forse piu palese, è la disposizione dei personaggi.
maria tiene accanto a sè, abbracciandolo, un bimbo molto simile all'altro (giovanni battista) disposto al alto opposto della scena.
il bambino tenuto da maria è in ginocchio quasi stesse per sottomettersi all'altro, che è invece accompagnato da uriel, angelo protettore del battista
teoricamente dovremmo pensare che il bimbo in ginocchio sia battista che riverisce l'autorità del cristo, ma sembra che leonardo abbia invertito i ruoli.
maria, senza farlo apposta, alza la mano verso giovanni come fosse un artiglio, quasi tenesse una testa sospesa in alto che uriel indica con il dito...stesso gesto ripreso nell'ultima cena dove non si sta consumando un banchetto in serenità ma si assiste a una scena di persone agitate e incattivite, dove una mano sbuca dal nulla (non puo essere di nessun apostolo) impugnando un pugnale... e un'altra mano, come nella vergine delle rocce, si eleva come se volesse fare il gesto di tagliare il collo..a qualcuno...

altra opera contestata se opera si puo nominare è la sacra sindone.
studi recenti hanno stabilito che nn è originale bensì fatta attorno al medioevo da uno studioso di fotografia...

ora, chi puo aver studiato la fotografia e allo stesso tempo voler prendere in giro la chiesa piu di leonardo?
io credo che sia una teoria possibile, argomentata dal fatto che la faccia rappresentata sul sudario è identica a quella di leonardo...e anche il periodo storico coincide..
chissà...forse leonardo c'ha messo lo zampino anche li?..


fatemi sapere cosa ne pensate e magari la prox volta parliamo meglio anche dell'ultima cena..
a presto
lady_weed is offline  
Vecchio 28-08-2005, 11.36.34   #2
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Senza voler provocare, il tuo racconto mi ha fatto tornare in mente un episodio recente.
Sono stata a vedere una mostra di un artista contemporaneo (Folon per inciso) e proiettavano anche una sua intervista.
La frase più interessante, quando gli è stato chiesto cosa rappresentassero i suoi quadri, è stata: "non saprei esattamente, io li dipingo. Per la loro interpretazione dovete chiedere ai critici che sono molto più bravi di me".

Questo per dire che spesso si ama molto ricercare simbologie estreme in opere che il pittore può aver dipinto del tutto inconsapevolmente... un po' come dietro alle morti celebri si cerca sempre il delitto o roba del genere.
Teorie suggestive ma forse la vita è meno romanzo di quel che si crede.
nevealsole is offline  
Vecchio 29-08-2005, 13.59.54   #3
lady_weed
Ospite abituale
 
L'avatar di lady_weed
 
Data registrazione: 15-04-2005
Messaggi: 122
non ti preoccupare, non prendo mai nulla come provocazione o come qualcosa di detto con cattiveria, anzi siamo qua per discutere :-)
puo' essere vero cio' che affermi, anche perchè la verità la sa solo Leonardo...ma dubito che un genio come lui, cosi preciso, pignolo e soprattutto colto (non dimentichiamoci che molte documentazioni attestano che faceva parte del Priorato di Sion) abbia lasciato al caso le sue opere.

anche perchè, non per insistere, ma specie nell'ultima cena si cono tanti palesi richiami alla concezione e al credo del Priorato (o x meglio dire i Templari) che sosteneva la relazione sia fisica che spirituale di gesù con la Maria Maddalena. i templari infatti, o cavalieri si Cristo, sono considerati coloro che proteggevano il santo graal e la dottrina secondo la quale maddalena fosse moglie (o amante) di Cristo e che i suoi Vangeli fossero stati lasciati inediti dalla chiesa perchè considerati tabu.
leonardo non manca mai l'occasione di sottolineare la corruzione della chiesa e il suo continuo tentativo di tenere nascoste verità su testi sacri che non dovevano essere edite.
nell'ultima cena appunto oltre alla mano che impugna questo pugnale (rivolto verso l'apostolo che siede alla sx di gesù che erroneamente a volte viene scambiato per giovanni ma che in realtà altri non è che la maddalena [si nota un accenno di seno infatti e non a caso le sue vesti sono speculari a quelle di gesu..veste rossa su manto blu e veste blu su manto rosso] ed inoltre l'altra mano alzata di un apostolo (ovviamente simon pietro che odiava piu degli altri la donna) nel segno di tagliare la gola alla maddalena/giovanni... quasi a voler minacciare la maddalena che si sa, non era amata dai 12 apostoli (che fra l'altro non erano neanche tutti maschi ma questa è un'altra storia e leonardo lo sapeva).
altra cosa curiosa è che i commensali formano, nella loro disposizione una grande M quasi a voler indicare che per gesù l'importanza primaria la dava alla Maddalena..anzichè ai suoi compagni (cosa riportata nei vangeli gnostici, ritrovati nel 1945 dopo anni di silenzio ma che evidentemente leonardo conoseca) e da ultimo...uno degli apostoli a destra di gesù il cui viso è identico a quello di leonardo (probabilmente un suo autoritratto) gli volta le spalle..quasi per indicare il poco rispetto che egli aveva per gesu (come simbolo della chiesa corrotta).
insomma, mi sembrano troppi gli elementi per poter dire che tutti gli studiosi che hanno guardato e studiato le opere leonardesche stiano compiendo degli errori cosi madornali ecostruendo sopra dei "film" assolutamente falsi...
e mi sembra limitativo pensare che proprio leonardo abbia lasciato iltutto al caso..

poi ovviamente ognuno è libero di pensare come crede..
lady_weed is offline  
Vecchio 29-08-2005, 15.36.51   #4
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Forse molti artisti del rinascimento mettevano simboli occulti nelle loro opere d'arte anche perchè se esprimevi una opinione,o anche se accennavi ad una opinione(Galileo Galilei) leggermente diversa da quella della chiesa c'era il serio pericolo di venire arrostiti...da qui era inevitabile che i liberi pensatori fondassero della specie di associazioni segrete per il libero pensiero...grazie a Dio...anche perchè c'è stato il serio pericolo di perdere TUTTA la filosofia occidentale grazie all'inquisizione che arrostiva i vari libri dei filosofi Greci solo perchè erano dubbiosi dell'esistenza di DIo...
Nemo is offline  
Vecchio 29-08-2005, 15.49.24   #5
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Citazione:
Messaggio originale inviato da lady_weed
non ti preoccupare, non prendo mai nulla come provocazione o come qualcosa di detto con cattiveria, anzi siamo qua per discutere :-)
puo' essere vero cio' che affermi, anche perchè la verità la sa solo Leonardo...ma dubito che un genio come lui, cosi preciso, pignolo e soprattutto colto (non dimentichiamoci che molte documentazioni attestano che faceva parte del Priorato di Sion) abbia lasciato al caso le sue opere.

anche perchè, non per insistere, ma specie nell'ultima cena si cono tanti palesi richiami alla concezione e al credo del Priorato (o x meglio dire i Templari) che sosteneva la relazione sia fisica che spirituale di gesù con la Maria Maddalena. i templari infatti, o cavalieri si Cristo, sono considerati coloro che proteggevano il santo graal e la dottrina secondo la quale maddalena fosse moglie (o amante) di Cristo e che i suoi Vangeli fossero stati lasciati inediti dalla chiesa perchè considerati tabu.
leonardo non manca mai l'occasione di sottolineare la corruzione della chiesa e il suo continuo tentativo di tenere nascoste verità su testi sacri che non dovevano essere edite.
nell'ultima cena appunto oltre alla mano che impugna questo pugnale (rivolto verso l'apostolo che siede alla sx di gesù che erroneamente a volte viene scambiato per giovanni ma che in realtà altri non è che la maddalena [si nota un accenno di seno infatti e non a caso le sue vesti sono speculari a quelle di gesu..veste rossa su manto blu e veste blu su manto rosso] ed inoltre l'altra mano alzata di un apostolo (ovviamente simon pietro che odiava piu degli altri la donna) nel segno di tagliare la gola alla maddalena/giovanni... quasi a voler minacciare la maddalena che si sa, non era amata dai 12 apostoli (che fra l'altro non erano neanche tutti maschi ma questa è un'altra storia e leonardo lo sapeva).
altra cosa curiosa è che i commensali formano, nella loro disposizione una grande M quasi a voler indicare che per gesù l'importanza primaria la dava alla Maddalena..anzichè ai suoi compagni (cosa riportata nei vangeli gnostici, ritrovati nel 1945 dopo anni di silenzio ma che evidentemente leonardo conoseca) e da ultimo...uno degli apostoli a destra di gesù il cui viso è identico a quello di leonardo (probabilmente un suo autoritratto) gli volta le spalle..quasi per indicare il poco rispetto che egli aveva per gesu (come simbolo della chiesa corrotta).
insomma, mi sembrano troppi gli elementi per poter dire che tutti gli studiosi che hanno guardato e studiato le opere leonardesche stiano compiendo degli errori cosi madornali ecostruendo sopra dei "film" assolutamente falsi...
e mi sembra limitativo pensare che proprio leonardo abbia lasciato iltutto al caso..

poi ovviamente ognuno è libero di pensare come crede..

Davvero interessante la ricostruzione che hai fatto. Tutte cose che onestamente ignoravo. Ho anche riguardato la Vergine delle Rocce, in effetti è abbastanza evidente il disegno sullo sfondo, mi ha fatto venire in mente quei disegni "psicanalitici" che ti permettono due focalizzazioni dell'attenzione diverse.
In effetti la simbologia e l'utilizzo dell'arte per esprimere ciò che non si poteva dire è sempre esistita, mi hai dato un buono spunto per riflettere.
nevealsole is offline  
Vecchio 29-08-2005, 15.57.23   #6
lady_weed
Ospite abituale
 
L'avatar di lady_weed
 
Data registrazione: 15-04-2005
Messaggi: 122
hai detto bene neve, il principio che spinse leonardo a usare questo tipo di simbologia è proprio quello dei disegni che ti mostrano gli spicanalisti...e ti dicono: cosa vedi qui?

leonardo ha dismotrato una delle sue piu importanti teorie psicologiche (da encomiare per il suo solito modo di percorrere i tempi...): cioè che la mente umana vede solo cio' che vuol vedere e il resto, seppur palese, resta nell'ombra, non perchè non sia cmq evidente, ma perchè la mente nn è pronta ad accettarlo.

sono molto contenta di averti dato spunti di riflessione.



CIAO!
lady_weed is offline  
Vecchio 31-08-2005, 00.18.20   #7
kraMer
Ospite abituale
 
L'avatar di kraMer
 
Data registrazione: 28-07-2005
Messaggi: 80
La maggiorparte delle cose dette stanno scritte nel Codice Da Vinci di Dan Brown, interessante lettura se vi appassiona l'argomento.
kraMer is offline  
Vecchio 06-09-2005, 18.19.57   #8
Blanca
Ospite
 
L'avatar di Blanca
 
Data registrazione: 06-01-2005
Messaggi: 14
Citazione:
Messaggio originale inviato da kraMer
La maggiorparte delle cose dette stanno scritte nel Codice Da Vinci di Dan Brown, interessante lettura se vi appassiona l'argomento.

Peccato che sia un romanzo, che ha tratto spunto da altri romanzi (e non testi storici come fa credere) e per questo ricco di
imprecisazioni storiche

(ad esempio: i templari non furono arsi al rogo da Clemente V a Roma, infatti è il primo Papa a risiedere ad Avignone, i templari sono stati giustiziati dal re Filippo il Bello, invidioso delle leggendarie ricchezze acquisite tramite donazioni)

La cifra di cinque milioni di streghe bruciate dalla Chiesa cattolica è del tutto assurda, e Brown si dimentica del fatto che nei paesi protestanti la caccia alle streghe è stata più lunga e virulenta che in quelli cattolici)

imprecisazioni archittoniche

(i templari, uomini da guerra, non avevano nulla a che fare con la costruzione di cattedrali e la progettazione tramite la geometria sacra.
Inoltre non tutte le chiese erano circolari ne questa forma era una provocazione, ma si rifaceva al martiryum del Sacro Sepolcro.
Lo stesso Leonardo fece diversi studi su chiese a forma circolare, questo perchè nel rinascimento il cerchio era la forma definita perfetta come il cubo, tanto che il suo disegno L'uomo vitruvano lo sta ad indicare )

e imprecisazioni artistiche:

Bisongna premettere che Leonardo era massone e che nella pittura si sono sempre inseriti simboli che dovevano essere in grado di comunicare il messaggio del dipinto.

La Monna Lisa : va premesso innanzitutto che le teorie sulla Gioconda sono ancora oggi oggetto di studio e di accesi dibattiti, quindi anche qui ci troviamo in un terreno perfettamente arbitrario: ovvero se stiamo con i piedi per terra crederemo nella teoria più diffusa secondo la quale la Monna Lisa è semplicemente il ritratto di Madonna Lisa, moglie di Francesco di Bartolomeo del Giocondo.

Molte delle argomentazioni di Brown sono incentrate intorno all’Ultima Cena di Leonardo, un dipinto che l’autore considera un messaggio in codice che rivela la verità su Gesù e il Graal.
Brown sottolinea la mancanza del calice centrale sulla tavola come prova che il Graal non è un recipiente materiale. Ma il dipinto di Leonardo da Vinci mette in scena specificamente il momento in cui Gesù avverte: "Uno di voi mi tradirà" (Giovanni 13:21). Non c’è alcuna narrazione nel Vangelo di S. Giovanni. In esso l’Eucaristia non viene mostrata e la persona seduta accanto a Gesù non è Maria Maddalena (come sostiene Brown) ma S. Giovanni, ritratto come al solito come un giovane effeminato da Leonardo da Vinci, paragonabile al suo S. Giovanni Battista. Inoltre i simboli femminili che uniscono Gesu e e Maria sono irrilevanti possiamo trovarli in qualunque quadro del mondo o in qualunque altra cosa.

Gesù si trova esattamente al centro del dipinto, con due gruppi piramidali di tre apostoli su ciascun lato, è insostenibile l’affermazione di Brown secondo cui egli codificò i suoi dipinti con messaggi anti-cristiani.

La teoria che la Sindone di Torino sia un autoritratto fotografato di Leonardo è stata propugnata dagli autori della Rivelazione dei Templari (senza contare che la fotografia è stata scoperta alla fine del 1800, e per quanto genio potesse essere leonardo dubito che fosse riuscito ad arrivare ad un risultato ottenuto dopo 3 secoli)

Senza contare gli errori ortografici:
la torre dell'orologio del parlamento inglese è il "Big Ben" e non il Big Bang di Brown.

L'autore si presenta come una specie di devoto ed esperto di storia dell’arte, ma si riferisce costantemente all’artista in questione parlando di “da Vinci”, come se fosse il nome, mentre non è altro che l’indicazione della sua città natale, il suo nome era “Leonardo”, ed è questo il nome con cui è chiamato in qualsiasi libro d’arte che si consulti.

Detto tutto questo il romanzo vale la pena leggerlo, come tutti i libri che hanno la capacità di incuriosire, ma non credete a tutto quello che c'è scritto solo perchè lo scrittore è un professorone... perlomeno fatevi una vostra opinione
Blanca is offline  
Vecchio 07-09-2005, 00.08.16   #9
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
Citazione:
Messaggio originale inviato da Blanca
...
Detto tutto questo il romanzo vale la pena leggerlo, come tutti i libri che hanno la capacità di incuriosire, ma non credete a tutto quello che c'è scritto solo perchè lo scrittore è un professorone... perlomeno fatevi una vostra opinione [/b]

trovo interessante osservare come metta in rilievo la facilità con la quale i più siano portati a credere a qualsiasi cosa gli sia raccontata bene...
rodi is offline  
Vecchio 07-09-2005, 09.08.15   #10
lunablu*
Ospite
 
Data registrazione: 05-08-2005
Messaggi: 6
Infatti, nonostante il successo di pubblico, questo libro ha subito molte critiche dagli storici e intenditori d'arte per tutte le inesattezze e superficialità che contiene.
lunablu* is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it