Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Arte
Arte - Commenti, recensioni, raccolte di...
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Riflessioni sull'Arte
Vecchio 08-05-2006, 09.52.21   #1
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
L'arte e la vita

Avevo chiesto, un po’ di tempo fa, di indicarmi quali opere d’arte degli ultimi 50 anni passeranno alla storia.

Ripenso al fatto di aver ricevuto solo due risposte. Non credo che l’ultimo mezzo secolo sia caratterizzato da povertà artistica. Credo piuttosto che sia cambiata la percezione dell’arte.

Da un lato siamo vittime di bombardamenti d’immagini, che possono avere o no un valore artistico. Dall’altro, disponiamo di mezzi tecnici per cui far belle fotografie, usare programmi elettronici per progettare, scrivere è diventato molto facile. In questa polverizzazione dell’arte, per noi è sempre più difficile discernere contenuti artistici che resistano al tempo.

E’ l’epoca dell’individualismo perciò, credo, che anche l’arte stia diventando qualcosa di personale e soggettivo. Mi sembra che questa possa essere un’opportunità di vivere la nostra intera vita come arte.

Ma questo cosa vuol dire?

Monica 3 is offline  
Vecchio 08-05-2006, 18.03.56   #2
Ulysses
Ospite
 
Data registrazione: 08-04-2006
Messaggi: 20
L'arte è morta! dovremmo cominciare a vivere con la consapevolezzo di non averci più nulla a che fare
Ulysses is offline  
Vecchio 09-05-2006, 10.33.46   #3
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Sei proprio sicuro Ulysses? Che triste la vita senza arte!

Non si tratta piuttosto di ridefinire l'arte?

Cos'è l'arte per voi?

Monica 3 is offline  
Vecchio 09-05-2006, 15.50.05   #4
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Affermazione piuttosto forte quella di Ulysses.
L'arte è cambiata è diversa sicuramente, ma non è morta
L'arte è frutto della società,cammina di pari passo.
Si è detto e si è fatto già tutto, il Rinascimento ne è una prova,infatti credo non si possa ripetere un simile periodo..

Cos'è l'arte ?
Cara Monica, potresti rivedere questa discussione cos'è l'arte? -- ma esiste il bello universale?..
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 12-05-2006, 22.31.51   #5
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Cos'è l'arte ?
------------------------------------------------------------------------------------
L'arte secondo me è poesia, armonia, ribellione, nostalgia ma sopratutto fantasia!
Non abbiamo già inventato tutto, anzi, ce ne sarebbe all'infinito da inventare perchè infinite sono le menti che popolano il mondo e tutte assolutamente diverse.
In realtà penso non ci sia più fantasia in generale, non si è legati più a piccole cose personali, ma a grandi sognate da tutti.
L'arte era/è qualcosa che accomuna, che unisce, vagando controcorrente...
Forse la società di oggi ha paura del nuovo!?
argos is offline  
Vecchio 13-05-2006, 16.45.27   #6
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Citazione:
Messaggio originale inviato da argos
Cos'è l'arte ?
------------------------------------------------------------------------------------
L'arte secondo me è poesia, armonia, ribellione, nostalgia ma sopratutto fantasia!
Non abbiamo già inventato tutto, anzi, ce ne sarebbe all'infinito da inventare perchè infinite sono le menti che popolano il mondo e tutte assolutamente diverse.
In realtà penso non ci sia più fantasia in generale, non si è legati più a piccole cose personali, ma a grandi sognate da tutti.
L'arte era/è qualcosa che accomuna, che unisce, vagando controcorrente...
Forse la società di oggi ha paura del nuovo!?

Sono d'accordo sul fatto che la fantasia sia illimitata , che si possa ,anzi ,si debba creare.
Abbiamo bisogno dell'arte,degli artisti.

Solo per "nuovo",cosa intendi?Nuovi stili?
Pantera Rosa is offline  
   
   
   
Vecchio 13-05-2006, 21.20.02   #8
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
Per nuovo intendo il diverso...
Mi capita spesso di incontrare e scontrarmi con persone che rimangono troppo legate a quel mondo che si sono create, credendolo la realtà assoluta, e al solo vedere gente che si comporta diversamente e che usa metodi diversi, prendono "paura" si chiudono nel loro mondo (quello dei più) senza dare spazio al nuovo che li si pone davanti, non hanno il coraggio di vedere un cambiamento.
Ad esempio: in generale gli anziani odiano il nuovo e pensano in vecchio; mentre i giovani con menti fresche (ora sempre di meno perchè plagiati dalla tv) vedono un mondo nuovo davanti con aspettative diverse da quelle precedenti. (perchè hanno ancora gli occhi del fanciullo, sanno sognare).
Se le persone hanno pregiudizi e criticano qualsiasi cosa di nuovo non ci sarà spazio per una nuova arte, non ci sarà spazio per quelle persone che pensano in nuovo.

Cos'è l'arte se non un cambiamento dentro il quale possiamo riconoscerci!

L'arte ora è satura, non racchiude più un mistero, ha perso valore. Non perchè non ci sono più gli artisti, ma perchè la società intera con il suo atteggiamento non ne facilita l'ingresso.

L'arte ora non racchiude più un simbolo, ma è semplicemente un prodotto economico.

Nonostante tutto l'arte ci insegna che torna sempre...a cicli; la storia lo conferma!
argos is offline  
Vecchio 14-05-2006, 10.39.42   #9
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Citazione:
Messaggio originale inviato da argos
Per nuovo intendo il diverso...
Mi capita spesso di incontrare e scontrarmi con persone che rimangono troppo legate a quel mondo che si sono create, credendolo la realtà assoluta, e al solo vedere gente che si comporta diversamente e che usa metodi diversi, prendono "paura" si chiudono nel loro mondo (quello dei più) senza dare spazio al nuovo che li si pone davanti, non hanno il coraggio di vedere un cambiamento.
Ad esempio: in generale gli anziani odiano il nuovo e pensano in vecchio; mentre i giovani con menti fresche (ora sempre di meno perchè plagiati dalla tv) vedono un mondo nuovo davanti con aspettative diverse da quelle precedenti. (perchè hanno ancora gli occhi del fanciullo, sanno sognare).
Se le persone hanno pregiudizi e criticano qualsiasi cosa di nuovo non ci sarà spazio per una nuova arte, non ci sarà spazio per quelle persone che pensano in nuovo.

Cos'è l'arte se non un cambiamento dentro il quale possiamo riconoscerci!

L'arte ora è satura, non racchiude più un mistero, ha perso valore. Non perchè non ci sono più gli artisti, ma perchè la società intera con il suo atteggiamento non ne facilita l'ingresso.

L'arte ora non racchiude più un simbolo, ma è semplicemente un prodotto economico.

Nonostante tutto l'arte ci insegna che torna sempre...a cicli; la storia lo conferma!


Ciao Argos, sono piuttosto d'accordo in generale tranne su un punto.

La vita come arte credo che sia una conquista dell'età da parte delle persone che hanno affrontato la paura e non si sono chiuse nel mondo dei più. Queste persone non sono moltissime, ma sono proprio "i grandi vecchi" che hanno fatto della loro vita un'opera d'arte. E questo era in effetti il tema che io volevo proporre.

Monica 3 is offline  
Vecchio 14-05-2006, 15.01.51   #10
argos
Ospite abituale
 
L'avatar di argos
 
Data registrazione: 30-03-2006
Messaggi: 80
La vita come arte credo che sia una conquista dell'età da parte delle persone che hanno affrontato la paura e non si sono chiuse nel mondo dei più. Queste persone non sono moltissime, ma sono proprio "i grandi vecchi" che hanno fatto della loro vita un'opera d'arte. E questo era in effetti il tema che io volevo proporre.
---------------------------------------------------------------------------------------
Secondo me l'età è del tutto relativa. L'età serve a modificare l'arte non a crearla. Tuttavia hai assolutamente ragione, non sono molti quelli che fanno della propria vita un'arte; perchè superano la paura del diverso, del personale, perchè riescono ad uscire dagli schemi. Non bisogna essere "grandi vecchi" però, l'arte racchiude spesso qualcosa d'infantile al suo inteno: forse basterebbe essere "semplici bimbi determinati"...
del resto anche i "vecchi" spesso sono un pò bimbi, solo un pò più saggi!



Mi sembra che questa possa essere un’opportunità di vivere la nostra intera vita come arte.

Ma questo cosa vuol dire?
---------------------------------------------------------------------------------------------
Forse vivere divertendosi a scoprire chi veramente siamo e cosa veramente vogliamo!
argos is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it