Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 04-01-2007, 04.54.58   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
la musica negli ultimi decenni

non so se a voi sia capitato di pensarlo ma se faccio una retrospettiva musicale degli ultimi decenni,forse si possono notare delle cose interessanti..senza andare troppo lontano a cominciare dagli anni sessanta mi sembra che lo spirito di quell'epoca,in corrispondenza con la musica(e non solo) fosse di spensieratezza,gaiezza,voglia di fare e stare insieme,mi viengono in mente canzoni tipo..stessa spiaggia,stesso mare,le mille bolle blu di mina e tante altre,non solo italiane!..poi gli anni settanta secondo me sono stati caraterrizzati da una forma di ribellione,un fermento mai provato prima,e una fertilita di idee credo ormai difficilmente raggiungibile,da qui la nascita di nuove musiche che rompevano gli schemi-pink floyd,premiata forneria marconi-deep purple-jimmy hendrix-jethro tull...gli anni ottanta invece a una sorta d'introspezione,chi di voi si ricorda per esempio i mitici talk talk,oppure gli ultravox? anche i primi allarmanti fenomeni di massa(vedi per esempio le moltissime teen agers dell'epoca che volevano imitare nei gesti e nel modo di vestire di madonna)...anni novanta; cominciano a venire fuori musiche piu aggressive tipo metallica,aerosmith,nirvana,co me a segnalare uno stato di sofferenza e di pressione tutto intorno...ah dimenticavo,nasce anche la teckno in questi anni..segno forse di una nuova e piu violenta alienazione?
che dire di questi ultimi anni musicalmente parlando?...canzoni sempre piu commerciali,autori che in breve tempo raggiungono il successo ma altrettanto scompaiono nel dimenticatoio in altrettanto brevissimo tempo..come se appunto anche qui sia tutto finalizzato al lancio di un prodotto e al suo consumo il piu veloce possibile e nient'altro!
chi pensa come me che la musica e' un ottimo indicatore dei tempi che si vivono,un riflesso di un mondo in cui si vive?
non so,io la vedo un po cosi..voi che ne pensate?

Ultima modifica di acquario69 : 04-01-2007 alle ore 11.27.35.
acquario69 is offline  
Vecchio 04-01-2007, 15.37.03   #2
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
non so se a voi sia capitato di pensarlo ma se faccio una retrospettiva musicale degli ultimi decenni,forse si possono notare delle cose interessanti..senza andare troppo lontano a cominciare dagli anni sessanta mi sembra che lo spirito di quell'epoca,in corrispondenza con la musica(e non solo) fosse di spensieratezza,gaiezza,voglia di fare e stare insieme,mi viengono in mente canzoni tipo..stessa spiaggia,stesso mare,le mille bolle blu di mina e tante altre,non solo italiane!..poi gli anni settanta secondo me sono stati caraterrizzati da una forma di ribellione,un fermento mai provato prima,e una fertilita di idee credo ormai difficilmente raggiungibile,da qui la nascita di nuove musiche che rompevano gli schemi-pink floyd,premiata forneria marconi-deep purple-jimmy hendrix-jethro tull...gli anni ottanta invece a una sorta d'introspezione,chi di voi si ricorda per esempio i mitici talk talk,oppure gli ultravox? anche i primi allarmanti fenomeni di massa(vedi per esempio le moltissime teen agers dell'epoca che volevano imitare nei gesti e nel modo di vestire di madonna)...anni novanta; cominciano a venire fuori musiche piu aggressive tipo metallica,aerosmith,nirvana,co me a segnalare uno stato di sofferenza e di pressione tutto intorno...ah dimenticavo,nasce anche la teckno in questi anni..segno forse di una nuova e piu violenta alienazione?
che dire di questi ultimi anni musicalmente parlando?...canzoni sempre piu commerciali,autori che in breve tempo raggiungono il successo ma altrettanto scompaiono nel dimenticatoio in altrettanto brevissimo tempo..come se appunto anche qui sia tutto finalizzato al lancio di un prodotto e al suo consumo il piu veloce possibile e nient'altro!
chi pensa come me che la musica e' un ottimo indicatore dei tempi che si vivono,un riflesso di un mondo in cui si vive?
non so,io la vedo un po cosi..voi che ne pensate?

la penso anch'io come te e devo dire che adesso stiamo proprio messi male perchè come sai di questi tempi va di moda il rap,dove questi personaggi si sfogano contro tutti e tutto,lamentandosi della società in cui vivono...mi riferisco a eminem,50cent,snoopdog ecc...segno di una società che sicuramente è cambiata in peggio!
dany83 is offline  
Vecchio 04-01-2007, 20.49.05   #3
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
.canzoni sempre piu commerciali,autori che in breve tempo raggiungono il successo ma altrettanto scompaiono nel dimenticatoio in altrettanto brevissimo tempo..come se appunto anche qui sia tutto finalizzato al lancio di un prodotto e al suo consumo il piu veloce possibile e nient'altro!
chi pensa come me che la musica e' un ottimo indicatore dei tempi che si vivono,un riflesso di un mondo in cui si vive?
non so,io la vedo un po cosi..voi che ne pensate?

Le canzonette o i dischi commerciali che finiscono nel dimenticatoio, ci sono e ci saranno sempre, come pure nascono nuove tendenze, nuovi stili, che possono piacere o meno...

C'è musica e musica
Sono con te che oggi c'è una musica assurda, frutto di una società che consuma freneticamente, ma, anche se non di pari passo, c'è n'è tanta di qualità, ci sono brani di cantautori, che rimangono e non ti stanchi di risentire.

Basta ricercare, la musica bella c'è,anche in questo caos.

Pantera Rosa is offline  
Vecchio 04-01-2007, 23.44.35   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Citazione:
Originalmente inviato da Pantera Rosa
Le canzonette o i dischi commerciali che finiscono nel dimenticatoio, ci sono e ci saranno sempre, come pure nascono nuove tendenze, nuovi stili, che possono piacere o meno...

C'è musica e musica
Sono con te che oggi c'è una musica assurda, frutto di una società che consuma freneticamente, ma, anche se non di pari passo, c'è n'è tanta di qualità, ci sono brani di cantautori, che rimangono e non ti stanchi di risentire.

Basta ricercare, la musica bella c'è,anche in questo caos.


si ok,ce' musica e musica appunto! ..e ce ne sarebbe da dire secondo me..la mia voleva pure essere una riflessione sul rapporto che la musica ha nella societa del tempo e viceversa.
grazie per i vostri interventi
acquario69 is offline  
Vecchio 05-01-2007, 00.29.03   #5
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Direi che la musica è assolutamente uno specchio della società e, a volte, è la musica stessa una delle principali interpreti dei cambiamenti sociali.

Nel Tuo excursus, non dimenticherei che comunque negli anni '60, accanto a fenomeni leggeri, la musica per la prima volta si è fatta interprete di rivendicazioni di carattere sociale, vedi Janis Joplin, Bob Dylan o Joe Cocker, tanto per citarne alcuni.
O altri gruppi che facevano dell'introspezione stimolata da droghe una loro bandiera, ottenendo ottimi risultati musicali e influenzando milioni di giovani ancor oggi, penso ai Doors, Jimmy Hendrix, WHO,Lou Reed, David Bowie, Syd Barret,Grateful dead e altri.

Oggi, tralasciando la musica commerciale, si ascolta dell'ottima musica elettronica, prodotta e suonata da grandi club o DJ.
E' un prodotto del nostro tempo e spesso viene velocemente liquidata come una musica effimera e poco strutturata. In realtà deriva da artisti che hanno un posto di rilievo nella storia musicale contemporanea, come Joy Division, Bauhouse, Krafwerk o lo stesso Brian Eno. Dalla disillusione della fine degli anni 70,la fine del metal glam, della disco music, attraverso il fenomeno punk ma soprattutto Dark, la musica elettronica e di campionamento è arrivata a noi ed è quella che gerericamente chiamiamo house.
In realtà ha molte diverse connotazioni e stili, ambient, tribal, trance, progressive, tecno, etc.
Personalmente, un pò di buona trance suonata da Paul Van Dyk o Tiesto, l'apprezzo molto...Se in un grande club meglio...

Quella che oggi non sopporto e non mi piace è l'Hip hop, o rap music.
Musica di protesta, che forse non ho più l'età per apprezzare.

Un menzione affettuosa alla reggae music, chi non ha voluto bene a Bob Marley?

...unknown pleasures...

Spaceboy is offline  
Vecchio 06-01-2007, 20.30.23   #6
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Io sono molto appassionato al rap, hip hop, è il mio campo diciamo, anche se la musica mi piace più o meno tutta, direi che ogni musica ha il suo momento, sia storico sia sul piano personale delle tue sensazioni.

Comunque ascoltando molto rap sono riuscito a vedere i cambiamenti della musica in generale, perchè il rap non ha una propria musica, è un ibrido che si evolve adattandosi alle diverse sonorità in voga al momento.

Ad esempio il primo rap aveva moltissimo del funk, del rock, del reggae (in certi spunti anche del jazz), poi dagli anni '80 si è inserito sempre più l'elemento pop, poi elettronico, techno. Il rap si appropria delle altre musiche, le adatta per poterci mettere su delle rime.

Anche i testi e gli argomenti si sono modificati, all'inizio era ancora molto legato alle problematiche raziali ovviamente, poi sociali e politiche con i Public Enemy, mentre il gangsta rap porta tematiche di violenza di vita di strada, rifacendosi ai film gangster come quelli di De Palma, Scorsese, etc.(NWA) Oggi invece sembra piuttosto incentrato verso un attacco ai mass media, alla società di massa (Eminem), fino a diventare un surrogato della musica da club, a volte anche ben riuscito.
S.B. is offline  
Vecchio 06-01-2007, 22.54.41   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Concordo. La musica riflette i tempi in cui viene scritta e.... consumata.

Ciò che è davvero bello ed esprime qualcosa, comunica qualcosa esce dal tempo, si proietta nel futuro e continua a vivere e a rinnovarsi.

Chi non ha ascoltato o riascoltato volentieri una canzone degli anni '60?

Resta una musicalità piacevole ed un senso, una comunicazione comprensibile nei testi.
Oggi non trovo più niente di artistico nella inflazione di CD. Usa e getta, è il motto anche per la musica, se non per rari, rarissimi (almeno per me) casi che escono dalla regola.

Quel che più mi ha colpito della musica contemporanea non è solo l'aggressività ai timpani e all'armonia, ma le parolacce a iosa che certamente rappresentano la volgarità dei nostri tempi, (non son perbenista o puritana) ma danno uno schiaffo al senso del gusto e del bello, e dell'arte. Un impoverimento dei testi, privi di poesia e valori positivi.

A dire il vero questi tempi sono carenti in modo davvero drammatico di creatività, di arte, di espressione di bellezza e armonia, non solo nella musica ma in ogni altra forma di espressione artistica.

L'arte è l'espressione di un popolo di una società, e noi, giustamente, ne abbiamo fatto un "usa e getta" senza tanti drammi.

Quando ci fermeremo un attimo a respirare e guardarci intorno e dentro?
Prima che sia troppo tardi?!

Mi viene da pensare che se l'arte, la bellezza, la creatività positiva, fossero visti come una specie di pane per l'anima noi non saremmo sulla soglia dell'autodistruzione.

Mary
Mary is offline  
Vecchio 06-01-2007, 23.02.25   #8
angelo2
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-08-2006
Messaggi: 237
Riferimento: la musica negli ultimi decenni

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Io sono molto appassionato al rap, hip hop, è il mio campo diciamo, anche se la musica mi piace più o meno tutta, direi che ogni musica ha il suo momento, sia storico sia sul piano personale delle tue sensazioni.

Comunque ascoltando molto rap sono riuscito a vedere i cambiamenti della musica in generale, perchè il rap non ha una propria musica, è un ibrido che si evolve adattandosi alle diverse sonorità in voga al momento.

Ad esempio il primo rap aveva moltissimo del funk, del rock, del reggae (in certi spunti anche del jazz), poi dagli anni '80 si è inserito sempre più l'elemento pop, poi elettronico, techno. Il rap si appropria delle altre musiche, le adatta per poterci mettere su delle rime.

Anche i testi e gli argomenti si sono modificati, all'inizio era ancora molto legato alle problematiche raziali ovviamente, poi sociali e politiche con i Public Enemy, mentre il gangsta rap porta tematiche di violenza di vita di strada, rifacendosi ai film gangster come quelli di De Palma, Scorsese, etc.(NWA) Oggi invece sembra piuttosto incentrato verso un attacco ai mass media, alla società di massa (Eminem), fino a diventare un surrogato della musica da club, a volte anche ben riuscito.

io non credo che la musica sia cambiata, le leggi armoniche sono uguali da sempre ed esistevano anche prima di noi, direi che è cambiato il nostro rapporto con queste leggi e che le esigenze di oggi forse hanno a che fare più con dissonanze che con assonanze. Per carità, nella musica ci sono le assonanze e le dissonanze e tutte due fanno parte dell'intera opera ma credo che dovrebbero essere utilizzate in modo più equilibrato.
angelo2 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it