Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 16-05-2007, 17.18.56   #1
freedom
Moderatore
 
L'avatar di freedom
 
Data registrazione: 16-10-2003
Messaggi: 1,503
La politica sta disgustando tutti,

ma veramente tutti!

Mauro Suttora per "Oggi"

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è un palazzo di largo Toniolo, nel centro di Roma: il 4 maggio il Primo municipio della capitale ha negato all'unanimità il cambio di destinazione, da abitazioni a uffici, chiesto dal Senato. Non era mai successo che un ente pubblico si opponesse così platealmente alla seconda istituzione dello Stato. Ora la patata bollente finirà nelle mani del sindaco Walter Veltroni, ma questo clamoroso conflitto segna la fine di un'epoca.


(Walter Veltroni - Foto U.Pizzi)


Nel 1980 il Senato aveva tre palazzi (Madama, Giustiniani e Carpegna). Oggi ne ha tredici, tutti in centro, e vorrebbe ancora espandersi, espellendo famiglie (sono 11 solo in largo Toniolo) dalle loro case in affitto a prezzi popolari.
È solo l'ultimo capitolo di una «Sprecopoli» che coinvolge non solo il Senato, ma tutte le istituzioni italiane: Camera, presidenza della Repubblica, ministeri.

«Negli ultimi vent'anni i politici hanno fatto quel che hanno voluto a Roma», spiega Mario Staderini, il consigliere municipale radicale artefice della bocciatura, «occupando a man bassa palazzi e comprandoli col denaro dei contribuenti. Ventun milioni di euro è costato il palazzo di largo Toniolo assieme a quello di largo Chiavari, acquistati dal Senato tre anni fa. È ora di finirla: oggi, fra Parlamento e presidenza del Consiglio, sono 46 i palazzi del centro dai quali sono stati espulsi i residenti per far spazio ai politici. È un'invasione che sta stravolgendo Roma. L'esatto contrario di quello che si dovrebbe fare: decentrare gli uffici pubblici per decongestionare il centro».

Il numero dei parlamentari non è certo aumentato dall'inizio della Repubblica. Se l'Italia avesse, in proporzione ai nostri quasi 60 milioni di abitanti, la stessa quantità di senatori degli Stati Uniti (che ne hanno cento, su una popolazione di quasi 300 milioni), i seggi di palazzo Madama dovrebbero ridursi da 320 a... 20.

Invece, il sovraffollamento di politici si è tradotto in un vero e proprio «sacco» immobiliare: «Camera e Senato nel 1948 occupavano quattro edifici. Oggi ne hanno una trentina, più i sedici della presidenza del Consiglio», denunciano Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella, autori di 'La Casta: così i politici italiani sono diventati intoccabili' (Rizzoli), il nuovo libro che racconta gli sprechi della nomenklatura nostrana.


(Giulio Andreotti - Foto U.Pizzi)


Sessant'anni fa Giulio Andreotti era già sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ma il governo non aveva neppure una casa tutta sua: «Quanti edifici avevamo? Fatemi pensare...», riflette il senatore a vita. «Neanche uno, perché a palazzo Chigi stava il ministero degli Esteri, e noi dividevamo il Viminale con gli Interni».

Altri tempi. «Oggi le persone che vivono di politica in Italia, stipendiati come parlamentari, eletti negli enti locali o consulenti, sono un esercito di 427 mila persone», hanno calcolato i senatori Cesare Salvi e Massimo Villone, usciti dai Ds, nel libro 'Il costo della democrazia' (Mondadori). Costo annuo totale: quattro miliardi di euro.

La pressione maggiore di questa nuova casta si esercita sulla capitale. «Che è soffocata dal traffico provocato dalle auto blu dei politici e delle loro scorte, spesso tanto inutili quanto arroganti, dall'aumento dei prezzi delle abitazioni ormai inavvicinabili in centro, provocato dall'ondata di acquisti da parte di enti pubblici, e quindi dal trasferimento forzoso dei suoi abitanti. Ormai parecchie vie sono frequentate soltanto da turisti e dai politici con i loro portaborse», spiega Staderini.

E pensare che negli anni Ottanta, proprio per evitare svuotamento e «museificazione» del centro di Roma, si era progettato lo Sdo (Sistema direzionale orientale), per spostare ministeri e istituzioni in periferia e alleggerire il traffico verso il centro. Da allora il Comune ha trasferito alcuni uffici all'Ostiense. Per il resto, zero. Anzi, l'espansione del «pubblico» è aumentata.


(Franco Marini e signora - Foto U.Pizzi)


Con la scusa di sistemare i ministeri «senza portafoglio» in continuo aumento, la presidenza del Consiglio si è scatenata negli acquisti. Nel 2002 ha comprato un pezzo di galleria Colonna, nella piazza omonima: 34 milioni di euro più 7 per ristrutturarla. L'anno dopo altri 41 milioni per un palazzo in via della Mercede. Totale dal 2001 al 2005: 156 milioni di euro.
A piazza San Silvestro accade di peggio: la Camera sta spendendo 650 milioni di euro nell'affitto per 18 anni di quattro palazzi dall'immobiliarista Sergio Scarpellini. Il quale affitta pure al Senato (l'ex albergo Bologna per tre milioni annui), mentre due milioni e mezzo li ricava dalla gestione di buvette e ristoranti sulla terrazza del palazzo San Macuto (Camera) e del Quirinale.

È un'elefantiasi di cui però soffre tutta la nostra politica, dal Capo dello Stato giù fino ai consiglieri comunali (119 mila) e di quartiere (12 mila). I quali fino a dieci anni fa ricevevano solo pochi gettoni di presenza per poche decine di migliaia di lire, mentre oggi incassano tutti uno stipendio fisso di almeno mille euro al mese.
Insomma, il «povero» Senato si trova in ottima e abbondante compagnia quanto a sprechi. Tanto più gravi se si ricorda che l'Italia ha un debito pubblico astronomico, il più alto d'Europa: oltre 1.500 miliardi di euro.

«Invece di risparmiare si aumentano spazi, posti, spese», dice Staderini. «Ogni parlamentare oggi ha a disposizione in media 80 metri quadri per l'ufficio personale. Non bastano? Ma cadono in fallo anche i più virtuosi. Il ministro dell'Economia Tomaso Padoa-Schioppa, per esempio, ora vuole un nuovo palazzo per il suo ministero. Decentrato? No, in pieno centro: via Sicilia, angolo via Veneto. E al Consiglio superiore della magistratura, abbiamo bocciato l'innalzamento del palazzo di piazza Indipendenza. Dicono che vogliono ricavarci "foresterie". Ma per chi?».


(Tommaso Padoa Schioppa - Foto U.Pizzi)


Commenta il senatore Cesare Salvi: «Dodici anni dopo Mani pulite si riparla di questione morale e di costi eccessivi della politica. Ma la nuova questione morale oggi non si traduce più in violazione del Codice penale. Si trova piuttosto nella moltiplicazione degli incarichi e dei posti, nella lottizzazione a tutti i livelli, nei rapporti impropri fra politica e società civile. E proprio per queste sue caratteristiche è perfino più pericolosa». E quindi? «Serve una riforma radicale della gestione della cosa pubblica. La attendiamo invano dai tempi di Tangentopoli».


Dagospia 16 Maggio 2007
freedom is offline  
Vecchio 17-05-2007, 12.46.00   #2
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

Ciao freedom

Io credo che stia accadendo perché il potere reale non è più nella politica ed i politici si creano allora un potere fittizio fatto di tutte le mostruosità che tu citi per illudersi di avercelo questo potere. Il potere diventa amministrare quello che i politici hanno creato per se stessi e non per il bene pubblico e dei cittadini (e questo a destra, a sinistra, nel centro, a Roma come a Parigi e a Bruxelles). Non si rendono conto che in questo momento pare che il potere ce l'abbiano (rovinosamente per l'ambiente terra) i commercianti cinesi che hanno creato il "capitalunismo", una sintesi brillante fra comunismo barbaro e capitalismo selvaggio (Claude Frisoni, Le Jeudi, 16 maggio 2007).

Come una saggia cinese, aspetto, seduta sulla riva del fiume, che passino i cadaveri di tutti i politici e di tutti i capitalunisti.

Monica 3 is offline  
Vecchio 17-05-2007, 14.44.20   #3
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

Costi vermante assurdi per mantenere un apparato politico e burocratico inefficiente, per non dire peggio.
Ovviamente quando ci sono delle proposte sensate e volte al risparmio, come l'abolizione delle province, vengono bloccate, e tutte le inchieste dei giornalisti (quella di Rizzo e Stella dura da non poco tempo) rimangono inascoltate.

Occorrono riforme per rinnovare, sminuendola, questa burocrazia oppressiva, dannosa come dei granelli di sabbia dentro ad un ingranaggio.
S.B. is offline  
Vecchio 20-05-2007, 08.23.56   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

ecco un altro importantissimo tassello di cui la politica e' orfana ormai da tantissimo tempo..leggete qui,tratto dal blog di beppe grillo


Se venisse aperta la gabbia dei leoni e vostra madre, moglie, figlio, marito fosse sbranato di chi sarebbe la colpa? Del leone o di chi lo ha lasciato libero?
Franco Hadzovic ha ucciso una signora, Piera Calanna, a Giugliano mentre cercava di evitare il furto della macchina. L’ha trascinata in retromarcia per venti metri.
Franco è la prova provata dell’impazzimento del sistema, del buonismo con il c..o degli altri.
Franco è un nomade, ma vive in Italia da ben 13 anni.
Franco è stato arrestato sei volte. Sempre rilasciato.
Franco ha ricevuto numerosi provvedimenti di espulsione. Sempre ignorati.
Di chi è la responsabilità della morte della signora Piera di fronte a casa sua? Voi cosa rispondereste?
Se avete risposto Franco avete confuso la causa con l’effetto.
Franco è l’effetto della mancanza della giustizia.
La causa sono i nostri cari partiti al governo e all’opposizione. Quelli che hanno occupato il Parlamento e le istituzioni. Distrutto la macchina della giustizia. Persone che ignorano la realtà. La vivono come un fastidio
Nel 2007 sono in arrivo almeno altri 60.000 rom romeni. Due milioni e mezzo potrebbero partire in futuro.
L’Italia è il posto ideale. Un nomade delinque e diventa stanziale. In Italia ci sono 100 campi nomadi regolari e 500 abusivi.
Franco finirà in galera, come il rom che ha ucciso ubriaco e contromano quattro ragazzi, come la ragazza romena che ha inserito un ombrello nel bulbo oculare di una passeggera della metropolitana, come tanti altri.
Ma i nostri parlamentari sono sempre in libertà. Dibattono, discutono, legiferano sulla pelle del Paese e in galera per omicidio colposo non ci vanno mai.La famiglia di Giugliano dovrebbe costituirsi parte civile contro Mastella, il ministro della Giustizia. Da qualcuno bisogna pure iniziare.
acquario69 is offline  
Vecchio 21-05-2007, 13.35.40   #5
razionale
Ospite
 
L'avatar di razionale
 
Data registrazione: 15-03-2007
Messaggi: 36
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
ecco un altro importantissimo tassello di cui la politica e' orfana ormai da tantissimo tempo..leggete qui,tratto dal blog di beppe grillo


Se venisse aperta la gabbia dei leoni e vostra madre, moglie, figlio, marito fosse sbranato di chi sarebbe la colpa? Del leone o di chi lo ha lasciato libero?
Franco Hadzovic ha ucciso una signora, Piera Calanna, a Giugliano mentre cercava di evitare il furto della macchina. L’ha trascinata in retromarcia per venti metri.
Franco è la prova provata dell’impazzimento del sistema, del buonismo con il c..o degli altri.
Franco è un nomade, ma vive in Italia da ben 13 anni.
Franco è stato arrestato sei volte. Sempre rilasciato.
Franco ha ricevuto numerosi provvedimenti di espulsione. Sempre ignorati.
Di chi è la responsabilità della morte della signora Piera di fronte a casa sua? Voi cosa rispondereste?
Se avete risposto Franco avete confuso la causa con l’effetto.
Franco è l’effetto della mancanza della giustizia.
La causa sono i nostri cari partiti al governo e all’opposizione. Quelli che hanno occupato il Parlamento e le istituzioni. Distrutto la macchina della giustizia. Persone che ignorano la realtà. La vivono come un fastidio
Nel 2007 sono in arrivo almeno altri 60.000 rom romeni. Due milioni e mezzo potrebbero partire in futuro.
L’Italia è il posto ideale. Un nomade delinque e diventa stanziale. In Italia ci sono 100 campi nomadi regolari e 500 abusivi.
Franco finirà in galera, come il rom che ha ucciso ubriaco e contromano quattro ragazzi, come la ragazza romena che ha inserito un ombrello nel bulbo oculare di una passeggera della metropolitana, come tanti altri.
Ma i nostri parlamentari sono sempre in libertà. Dibattono, discutono, legiferano sulla pelle del Paese e in galera per omicidio colposo non ci vanno mai.La famiglia di Giugliano dovrebbe costituirsi parte civile contro Mastella, il ministro della Giustizia. Da qualcuno bisogna pure iniziare.

tanto giusto quanto sconvolgente.

non sempre si può però dare la colpa al governo per azioni compiute dalla singola persona.......facendo in questo modo bisognerebbe non più accusare una persona, ma tutti i fattori che la hanno portata a diventare ciò che è.
ciao
razionale is offline  
Vecchio 27-05-2007, 10.09.10   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
ecco un altro importantissimo tassello di cui la politica e' orfana ormai da tantissimo tempo..leggete qui,tratto dal blog di beppe grillo


Se venisse aperta la gabbia dei leoni e vostra madre, moglie, figlio, marito fosse sbranato di chi sarebbe la colpa? Del leone o di chi lo ha lasciato libero?
Franco Hadzovic ha ucciso una signora, Piera Calanna, a Giugliano mentre cercava di evitare il furto della macchina. L’ha trascinata in retromarcia per venti metri.
Franco è la prova provata dell’impazzimento del sistema, del buonismo con il c..o degli altri.
Franco è un nomade, ma vive in Italia da ben 13 anni.
Franco è stato arrestato sei volte. Sempre rilasciato.
Franco ha ricevuto numerosi provvedimenti di espulsione. Sempre ignorati.
Di chi è la responsabilità della morte della signora Piera di fronte a casa sua? Voi cosa rispondereste?
Se avete risposto Franco avete confuso la causa con l’effetto.
Franco è l’effetto della mancanza della giustizia.
La causa sono i nostri cari partiti al governo e all’opposizione. Quelli che hanno occupato il Parlamento e le istituzioni. Distrutto la macchina della giustizia. Persone che ignorano la realtà. La vivono come un fastidio
Nel 2007 sono in arrivo almeno altri 60.000 rom romeni. Due milioni e mezzo potrebbero partire in futuro.
L’Italia è il posto ideale. Un nomade delinque e diventa stanziale. In Italia ci sono 100 campi nomadi regolari e 500 abusivi.
Franco finirà in galera, come il rom che ha ucciso ubriaco e contromano quattro ragazzi, come la ragazza romena che ha inserito un ombrello nel bulbo oculare di una passeggera della metropolitana, come tanti altri.
Ma i nostri parlamentari sono sempre in libertà. Dibattono, discutono, legiferano sulla pelle del Paese e in galera per omicidio colposo non ci vanno mai.La famiglia di Giugliano dovrebbe costituirsi parte civile contro Mastella, il ministro della Giustizia. Da qualcuno bisogna pure iniziare.



Parole sante, aggiungerei solo che Franco (l'arrestato) in galera ci starà pochissimo. Tanto quanto basta a tenere buona l'opinione pubblica. Poi di nuovo in strada a fare come C..... gli pare e piace.

Come abbiamo fatto a precipitare in questo baratro? non lo so. Sicuramente è anche colpa nostra. Di tutti noi che ci siamo disinteressati della "cosa pubblica". Buonismo, perbenismo, malaffare, lassismo, egoismo ecc. ecc. aggiunti ad una amministrazione e legislazione vaticana mi sembra cosa inevitabile e giusta.

Il cattolico praticante fedele suddito di santa romana chiesa che esegue senza fiatare il consiglio del prete durante la messa che dirige il voto verso Tizio invece che Caio è uno dei palesi responsabili, poi vengo io che fino a un tot di tempo fa un voto valeva l'altro, a seguire quelli che votano per avere favori di ogni genere. Siamo tutti colpevoli.

Colpevole è anche colui che sapendosi onesto e generoso non ha voluto "sporcarsi" entrando nella sporca politica.
Abbiamo bisogno di eroi, di nuovi eroi, nuovi cavalieri senza macchia e senza paura che ci tolgano..... le castagne dal fuoco. Lo so che non ce lo meritiamo ma un po' di pietà per le future generazioni non vogliamo mettercela?

Di cittadini onesti e non fanatici religiosi penso che ce ne saranno in giro, dovrebbero avere il coraggio di venire alla luce ed unirsi. L'unione fa la forza non dimentichiamolo. E i potenti lo sanno per questo dividono.
Mary is offline  
Vecchio 27-05-2007, 14.16.11   #7
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: La politica sta disgustando tutti,

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Parole sante, aggiungerei solo che Franco (l'arrestato) in galera ci starà pochissimo. Tanto quanto basta a tenere buona l'opinione pubblica. Poi di nuovo in strada a fare come C..... gli pare e piace.

Come abbiamo fatto a precipitare in questo baratro? non lo so. Sicuramente è anche colpa nostra. Di tutti noi che ci siamo disinteressati della "cosa pubblica". Buonismo, perbenismo, malaffare, lassismo, egoismo ecc. ecc. aggiunti ad una amministrazione e legislazione vaticana mi sembra cosa inevitabile e giusta.

Il cattolico praticante fedele suddito di santa romana chiesa che esegue senza fiatare il consiglio del prete durante la messa che dirige il voto verso Tizio invece che Caio è uno dei palesi responsabili, poi vengo io che fino a un tot di tempo fa un voto valeva l'altro, a seguire quelli che votano per avere favori di ogni genere. Siamo tutti colpevoli.

Colpevole è anche colui che sapendosi onesto e generoso non ha voluto "sporcarsi" entrando nella sporca politica.
Abbiamo bisogno di eroi, di nuovi eroi, nuovi cavalieri senza macchia e senza paura che ci tolgano..... le castagne dal fuoco. Lo so che non ce lo meritiamo ma un po' di pietà per le future generazioni non vogliamo mettercela?

Di cittadini onesti e non fanatici religiosi penso che ce ne saranno in giro, dovrebbero avere il coraggio di venire alla luce ed unirsi. L'unione fa la forza non dimentichiamolo. E i potenti lo sanno per questo dividono.

io in italia ho subito due rapine a mano armata..quando e' venuta la polizia mi hanno detto molto schiettamente che probabilita di acciuffare queste persone erano pressoche nulle aggiungendo pure che se pure l'avessero presi dopo un paio di mesi sarebbero tornati allegramente fuori...questo succedeva una decina di anni fa.
ora immagino che di questa situazione sia peggiorata in maniera esponenziale,figuriamoci visto che le leggi sull'impunita sono state rifinite definitivamente proprio da tutti i politici essendo loro i primi ad avere la coscenza sporca su tutto e su tutti..risultato,in italia oggi se commetti un reato finisci per essere salvaguardato e manca poco che ti risarciscano pure(specie per i reati finanziari) mentre al contrario chi lo subisce finisce nell'impotenza piu totale oltreche essere emarginato da tutte le istituzioni..io penso che lo stato non esiste piu,della serie si salvi chi puo,un po come nel far west..
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it