Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 18-07-2007, 22.52.52   #1
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Depenalizzazione cibi adulterati

Riporto questa notizia, qualcuno sa se corrisponde al vero?
"""Vendere cibi adulterati non sarà più reato e le nuove norme prevedono
soltanto multe fino a 100 mila euro

La depenalizzazione è inserita nel nuovo Codice della sicurezza alimentare
predisposto dal Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la
nutrizione e la sicurezza degli alimenti del ministero della Salute.

La bozza del Codice (un decreto legislativo) è stata sottoposta all'esame delle Regioni e dovrà essere discussa al tavolo Stato-Regioni.

Prevista una multa da 10mila a 100mila euro (la sanzione più alta
prevista dal Codice) «chi comunica o diffonde anche a mezzo stampa
informazioni suscettibili (non notizie false)di creare panico o allarmismo tra i consumatori».""""

Può essere solo frutto della stupidità o vi è alla base un interesse particolare?

Non sarà un tentativo molto ma molto sofisticato ordito da poteri occulti che vogliono salvare la terra dando inizio al controllo demografico?
Magari iniziando, giustamente, dalla eliminazione delle classi più povere costrette a comprare prodotti più economici?

Mi piacerebbe conoscere contro chi si deve combattere: stupidità folle o super intelligenze?
Mary is offline  
Vecchio 19-07-2007, 07.46.08   #2
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

Mary
Citazione:
Riporto questa notizia, qualcuno sa se corrisponde al vero?
"""Vendere cibi adulterati non sarà più reato e le nuove norme prevedono
soltanto multe fino a 100 mila euro
katerpillar

Invece la ritengo una cosa molto saggia, perchè così, colui che ha ucciso 19 persone con il vino al metanolo, almeno avrebbe sborsato, con un giudice un pò severo, i centomila €, mentre cosi se le passata con 12 giorni di arresti domiciliari e si sta beando i guadagni fatti sulla pelle dei morti.

Mary

Citazione:
Mi piacerebbe conoscere contro chi si deve combattere: stupidità folle o super intelligenze?
katerpillar

In prima battuta mi verrebbe di rispondere: stupidità, perché se muore tutta la classe meno abbiente, che sono il 95% (I proletari, quelli che hanno solo la prole), dopo voglio vedere chi cura gli assassini al metanolo, alla bistecca al cortisone, o quelli ancora più pericolosi della foglia larga radioattiva.

Ma il problema, cara mery, non è contro chi combattere, perché il nemico è arcinoto, ma è quello di domandarci se abbiamo la voglia di combattere e con quali sistemi.
In generale le persone che sento parlare in qualsiasi parte le incontro, in questo senso fanno solo della demagogia, e ho la sensazione che vogliono rimanere con la testa sotto la sabbia, dentro una bacinella, rimanendo in casa.

Non mi stancherò mai di ripeterlo: tiriamo fuori le idee per risolvere i problemi che mettono in pericolo la nostra vita e quella della nostra prole, altrimenti non ci potremo chiamare più nemmeno.....proletari.

Dalle esperienze passate, stanne certa, questa discussione si chiudera molto presto. Accade sempre così quando si suona la tromba dell'adunata. .

Nella pratica le lamentele super giuste che facciamo in questo forum le facciamo al vento, però sembra che anche questo serva a giustificare tutti coloro che sanno solo lamentarsi e basta, rimanendo inermi per tutta la vita.

In ogni caso, anche dalle cose più deleterie si può guardare la parte positiva, infatti se entrerà in vigore questo decreto, sapremo quanto valgono le vite del 95% degli italiani proletari e impiegati: € 100.000. (centomila).

In ogni caso non ci dobbiamo preoccupare per questo nostro lassismo, perché tre anni fa, circa, il nostro ministro della sanità, nonchè famoso oncologo, affermò che il 25% dei tumori allo stomaco erano causati dal latte che beviamo, a causa degli antigrittogramici che si depositano sull'erba e fieno che mangiano le mucche, ma sembra che nessuno abbia avuto niente da ridire.
Cosa vuoi che ti dica.....Rimaniamo italiani.

Un caro saluto da Giancarlo.

Ultima modifica di katerpillar : 19-07-2007 alle ore 22.24.55.
katerpillar is offline  
Vecchio 19-07-2007, 09.40.47   #3
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

E se chi adultera i cibi, ne fosse il primo assaggiatore (ovviamente pubblico, nel senso che dovrebbe dimostrare a tutti che assaggiando ciò che produce, si sta benissimo...)?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 19-07-2007, 13.28.16   #4
donquixote
Moderatore
 
Data registrazione: 23-05-2007
Messaggi: 241
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Riporto questa notizia, qualcuno sa se corrisponde al vero?
"""Vendere cibi adulterati non sarà più reato e le nuove norme prevedono
soltanto multe fino a 100 mila euro

La depenalizzazione è inserita nel nuovo Codice della sicurezza alimentare
predisposto dal Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la
nutrizione e la sicurezza degli alimenti del ministero della Salute.

La bozza del Codice (un decreto legislativo) è stata sottoposta all'esame delle Regioni e dovrà essere discussa al tavolo Stato-Regioni.

Prevista una multa da 10mila a 100mila euro (la sanzione più alta
prevista dal Codice) «chi comunica o diffonde anche a mezzo stampa
informazioni suscettibili (non notizie false)di creare panico o allarmismo tra i consumatori».""""

Può essere solo frutto della stupidità o vi è alla base un interesse particolare?

Non sarà un tentativo molto ma molto sofisticato ordito da poteri occulti che vogliono salvare la terra dando inizio al controllo demografico?
Magari iniziando, giustamente, dalla eliminazione delle classi più povere costrette a comprare prodotti più economici?

Mi piacerebbe conoscere contro chi si deve combattere: stupidità folle o super intelligenze?

Trovo che la cosa più vergognosa sia questa:

Prevista una multa da 10mila a 100mila euro (la sanzione più alta
prevista dal Codice) «chi comunica o diffonde anche a mezzo stampa
informazioni suscettibili (non notizie false)di creare panico o allarmismo tra i consumatori».

alla faccia della libertà di informazione...
Comunque da molto tempo si sente parlare di sequestri di prodotti alimentari non compatibili con i nostri standard di sicurezza ma non viene mai citata l'azienda produttrice, che nella stragrande maggioranza dei casi è una potente multinazionale. L'unico (e anche il migliore) deterrente a mio avviso sarebbe appunto quello di dare la massima visibilità possibile alle aziende che producono o commercializzano alimenti adulterati, in modo tale che i consumatori si sappiano regolare. E se la ditta Pinco venisse pubblicizzata come produttrice ad esempio di carne in scatola avariata o velenosa anche tutti gli altri prodotti della stessa azienda ne trarrebbero grave pregiudizio. Senza alcun dubbio ben pochi avrebbero la convenienza ad alterare gli alimenti.
donquixote is offline  
Vecchio 19-07-2007, 22.48.39   #5
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

Mr. Bean
Citazione:
E se chi adultera i cibi, ne fosse il primo assaggiatore (ovviamente pubblico, nel senso che dovrebbe dimostrare a tutti che assaggiando ciò che produce, si sta benissimo...)?
katerpillar

E chi dichiara una guerra fosse costretto a combatterla in prima linea?

E chi emette certe leggi o decreti venisse carcerato seduta stante perché, inequivocabilmente, colluso con le parti interessate?

Caro Mr. Bean, ai tempi dei romani i Re svolgevano il proprio compito per cui erano stati eletti dal popolo e poi andavano di nuovo a lavorare la terra. Con il passar del tempo ha preso sempre più piede l'egoismo e il titolo di re è passato di padre in figlio.

E' l'egoismo che impera et elabora strategie sempre più severe contro i sudditi, tanto loro non vanno a fare la spesa ai magazzini dei poveri; e poi la popolazione e tanta, quindi un sistema per ridurla al minimo indispensabile bisognava trovarlo.

Questa mattina parlando con un medico neurologo, mi raccontava le vergogne che avvengono negli ospedali, sia contro gli ammalati sia contro il personale stesso; io ho aggiunto al colloquio gli scandali che vi erano in altri settori, prevalentemente quelli che accadono nell'industria dei salumi, e alla fine l'ho provocato affermando: allora chi si deve muovere per primo? Lui ha alzato tranqullamente le spalle come per dire.....e che ne so io?

Come possiamo costatare tutti subiscono delle violenze psicologiche, nei vari settori della società, come sul posto di lavoro, nella scuola, negli ospedali, nelle caserme, negli oratori, quando andiamo dal droghiere, dal macellaio, sul tram al mercato, per la strada, in macchine e chi più ne ha ecc. Ma poi tutto rientra nell'anonimato.

Una mia amica che lavora nell'università, mi ha spiegato che i professori stessi che sono adibiti all'insegnamento della cultura, pretendono dalle studentesse prestazioni sessuali per mettere dei bei voti agli esami. E poi si parla di partire dalla scuola per cambiare la società.....Mhaaa.
katerpillar is offline  
Vecchio 19-07-2007, 23.09.42   #6
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
In prima battuta mi verrebbe di rispondere: stupidità, perché se muore tutta la classe meno abbiente, che sono il 95% (I proletari, quelli che hanno solo la prole), dopo voglio vedere chi cura gli assassini al metanolo, alla bistecca al cortisone, o quelli ancora più pericolosi della foglia larga radioattiva.

Ma il problema, cara mery, non è contro chi combattere, perché il nemico è arcinoto, ma è quello di domandarci se abbiamo la voglia di combattere e con quali sistemi.
In generale le persone che sento parlare in qualsiasi parte le incontro, in questo senso fanno solo della demagogia, e ho la sensazione che vogliono rimanere con la testa sotto la sabbia, dentro una bacinella, rimanendo in casa.

Non mi stancherò mai di ripeterlo: tiriamo fuori le idee per risolvere i problemi che mettono in pericolo la nostra vita e quella della nostra prole, altrimenti non ci potremo chiamare più nemmeno.....proletari.

Dalle esperienze passate, stanne certa, questa discussione si chiudera molto presto. Accade sempre così quando si suona la tromba dell'adunata. .

Nella pratica le lamentele super giuste che facciamo in questo forum le facciamo al vento, però sembra che anche questo serva a giustificare tutti coloro che sanno solo lamentarsi e basta, rimanendo inermi per tutta la vita.

In ogni caso, anche dalle cose più deleterie si può guardare la parte positiva, infatti se entrerà in vigore questo decreto, sapremo quanto valgono le vite del 95% degli italiani proletari e impiegati: € 100.000. (centomila).

In ogni caso non ci dobbiamo preoccupare per questo nostro lassismo, perché tre anni fa, circa, il nostro ministro della sanità, nonchè famoso oncologo, affermò che il 25% dei tumori allo stomaco erano causati dal latte che beviamo, a causa degli antigrittogramici che si depositano sull'erba e fieno che mangiano le mucche, ma sembra che nessuno abbia avuto niente da ridire.
Cosa vuoi che ti dica.....Rimaniamo italiani.

Un caro saluto da Giancarlo.

Condivido pienamente il tuo pensiero. Hai perfettamene ragione su ogni parola che hai scritto. Lo so.

Ma sono convinta che è meglio parlarne e riparlarne, e incavolarci anche se apparentemente non sembra cambiare nulla. Meglio che fare la parte degli indifferenti e dei fatalisti.

Il vento sparge qua e là semi e pollini, e non tutti fruttificheranno, ma anche un seme, uno solo che germoglia e diventa pianta richiama la speranza.

Basterebbe che a qualcuno che ha i mezzi venisse in mente di mettere su la prima azienda, preferibilmente in forma di cooperativa equa e solidale, con regole rubate all' etica, che produce alimenti per bambini. La fascia più debole di qualunque società.
Mettiamo che ne sorgano altre e che non abbiano l'arroganza di restare sole ma che si uniscano in una forma associativa e collaborativa formata da esperti e operatori che abbiano tutti lo stesso intento.

Quando si forma una massa critica di individui l'evento accade quasi da solo.

Per questo nessuno deve sentirsi esonerato ed estraneo o inutile alla trasformazione di questa società che corre verso la propria distruzione.

Lo so che sono solo parole, e per questo ci lasciano in pace, perchè temo che quando si renderanno conto che le parole sono diventate capaci di risvegliare menti e cuori, avremo chiesa e stato e multinazionali e poteri occulti addosso.

Per questo sarebbe preferibile che i cambiamenti restassero quasi segreti, nascosti, senza clamore, senza alcuna pubblicità.

Ne ho una piccola esperienza: quando un collega si candidava per un qualsiasi partito si scatenava l'inferno. Indagini, calunnie, poteri invisibili lo aggredivano da tutte le parti, ed io rimanevo a bocca aperta per lo stupore. Stupore che cresceva al momento della fine della campagna elettorale: tutto tornava nella "normalità" e il malcapitato riprendeva la sua vita come se nulla fosse,
Mary is offline  
Vecchio 21-07-2007, 02.53.24   #7
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Depenalizzazione cibi adulterati

Mary
Citazione:
Per questo sarebbe preferibile che i cambiamenti restassero quasi segreti, nascosti, senza clamore, senza alcuna pubblicità.

Ne ho una piccola esperienza: quando un collega si candidava per un qualsiasi partito si scatenava l'inferno. Indagini, calunnie, poteri invisibili lo aggredivano da tutte le parti, ed io rimanevo a bocca aperta per lo stupore. Stupore che cresceva al momento della fine della campagna elettorale: tutto tornava nella "normalità" e il malcapitato riprendeva la sua vita come se nulla fosse.

katerpillar

L'esperienza sopra descritta l'avevi già raccontata e ti disssi che non ero d'accordo, rimanendo della mia opinione. In ogni caso, quando affermo che bisogna agire per il nostro bene e quello dei figli, dovrebbero essere i giovani a darsi da fare, e non noi "vecchietti" che stiamo nel mezzo del cammin di nostra vita, come qualche volta mi sembra tu abbia affermato.

Ti mando un caro saluto perché sono stanco, altrimenti avrei tante altre cose da raccontarti.

Ultima modifica di katerpillar : 21-07-2007 alle ore 13.22.36.
katerpillar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it