Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 05-09-2007, 11.04.23   #1
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Distruggere l’ambiente (e la salute dei cittadini) costruendo nuove strade

Il problema dell’intasamento da traffico veicolare è risaputo. Ormai gran parte delle tangenziali, autostrade, statali e provinciali sono arrivate al collasso e si assiste progressivamente, anno dopo anno, ad un aumento del traffico e dei relativi intasamenti che ne conseguono. Abito in Veneto e visionando dall’alto questa regione ci si accorge come essa sia attraversata da una fitta ragnatela di strade (tutte al collasso). Il passante, opera d’interesse nazionale che dovrebbe servire a diluire il traffico dalla micidiale tangenziale di Mestre è quasi completato. Ci siamo accorti che il problema principale non è tanto questo nuovo mostro d’asfalto ma una serie di opere complementari (tangenziali) che andrebbero a servirlo. Non ci sono quasi più campagne che non vengano attraversate da nuove strade. Io sono convinto che realizzare una nuova strada comporti ulteriore aumento di traffico ed espansione urbanistica. Attorno alle tangenziali si costruiscono edifici civili, commerciali e nuove zone industriali. Il verde muore…e con esso, lentamente, soffochiamo anche noi!
Siccome mi sono un po’ stufato di questa situazione, ho dato vita nei mesi scorsi ad uno di quei famosi comitati di protesta riuscendo a bloccare (momentaneamente) una tangenziale a 4 corsie, portando 300 persone in un consiglio comunale che passerà alla storia , ove è prevalsa (per il momento) la voce dei cittadini e la loro coscienza ecologica.

Ho bisogno del vostro aiuto per idee (anche etico-filosofiche ), consigli, esperienze, dati tecnici e quant’altro, al fine di continuare questa battaglia contro i mostri d’asfalto nella quale io personalmente ci credo seriamente.

maxim is offline  
Vecchio 05-09-2007, 17.37.54   #2
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Distruggere l’ambiente (e la salute dei cittadini) costruendo nuove stra

Non saprei cosa risponderti, Maxim.

L'unica cosa che mi viene in mente, a proposito delle città - non dei paesini - è la metropolitana, quella sotterranea come nelle grandi metropoli .

Ma, a dire il vero, non so neppure se e quanto inquinano.

E' un argomento difficile il tuo, difficile e attuale

Ciao
Patri15 is offline  
Vecchio 05-09-2007, 18.24.07   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Distruggere l’ambiente (e la salute dei cittadini) costruendo nuove strade

sono con te, con tutta me stessa.

Ogni volta che vedo abbattere un albero mi sento come se mi stessero infilzando il cuore con una spada.

Non è costruendo strade che miglioreremo la qualità della nostra vita, anzi.

Stiamo perdendo di vista il senso della nostra vita, per alcuni trascorsa per buona parte in auto.

Quel che la politica non intende attuare è l'uso di mezzi pubblici. Servizi super efficienti, puntuali, accoglienti e ...... gratis.

Un tempo si parlò di far pagare una tassa destinata esclusivamente e palesemente al trasporto pubblico. Ma non so chi gridò allo scandalo.

Mezzi pubblici efficienti e senza biglietto, oggi anche con un controllo di vigilanza a bordo, sarebbe un ottimo strumento per far diminuire il traffico e il veleno che immettiamo nell'aria.

Ma il profitto senza limiti, lo spreco per eccellenza, l'arricchimento dei ricchi e l'impoverimento dei poveri è la ricerca del nuovo Medioevo.

E' da diverso tempo che uso la bicicletta per andare al lavoro (lavoro nello stesso comune dove abito) e anche per andare a fare le piccole spese o le commissioni. Vedo un lievissimo aumento di biciclette in giro e la speranza torna a rifiorire.

L'uomo di oggi sembra vivere nel sonno più profondo, non riesce a prevedere il frutto delle proprie azioni.

E' diventato parte integrante di un ingranaggio e non riesce a liberarsene. E' divenuto schiavo di quel che lui stesso ha costruito.

E' diventato incapace di amare, nel senso più totale e ampio possibile.

Perchè chi ama ci tiene alla propria salute e anche a quella altrui, chi ama veramente è capace di amore verso tutto il creato, alberi, piante, animali, aria, acqua ecc.ecc.

Bloccare una super strada è ottimo, ma è come mettere un dito nel buco di una diga che sta per crollare. Se non cambiamo atteggiamento verso il mondo che ci ospita siamo belli e spacciati.

Nella mia zona l'aumento di tumori è in continua crescita, e tutti sembrano infischiarsene.

Tanti auguri, non sentirti mai sconfitto.
Gli sconfitti sono coloro che dormono, sono coloro che credono di non dover morire mai.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it