Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 28-09-2007, 11.18.40   #1
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Salve,

Le botteghe degli artigiani sono state nel corso dei secoli la forza economica ed artistica dell'Italia.

Oggi se hai un graffio su una portiera della macchina non vai più dal carrozziere più vicino che con una cifra modesta te la rimette a posto ma l'assicurazione (che poi alzerà il premio) paga una portiera nuova che viene dal Giappone con un certo numero di parassiti che ci mangiano sopra consumando risporse in quell'enorme giro di affari che io chiamo tassazione indiretta.

L'oggetto bello è solo quello firmato da un designer. Eppure talvolta io ho voglia di rimettere in funzione cose vecchie, bellissime nelle loro forme e nella loro originalità ma la bottega del restauratore ha dovuto chiudere perché i ricchi non lo pagano e il negozietto sotto casa non ce la fa proprio a sbarcare il lunario.

E se noi re-insegnassimo i mestieri ai giovani e li sostenessimo a incominciare qualcosa di nuovo?

Credete che questo abbia senso o sarebbe possibile?

Monica 3 is offline  
Vecchio 28-09-2007, 12.46.25   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Salve,

Le botteghe degli artigiani sono state nel corso dei secoli la forza economica ed artistica dell'Italia.

Oggi se hai un graffio su una portiera della macchina non vai più dal carrozziere più vicino che con una cifra modesta te la rimette a posto ma l'assicurazione (che poi alzerà il premio) paga una portiera nuova che viene dal Giappone con un certo numero di parassiti che ci mangiano sopra consumando risporse in quell'enorme giro di affari che io chiamo tassazione indiretta.

L'oggetto bello è solo quello firmato da un designer. Eppure talvolta io ho voglia di rimettere in funzione cose vecchie, bellissime nelle loro forme e nella loro originalità ma la bottega del restauratore ha dovuto chiudere perché i ricchi non lo pagano e il negozietto sotto casa non ce la fa proprio a sbarcare il lunario.

E se noi re-insegnassimo i mestieri ai giovani e li sostenessimo a incominciare qualcosa di nuovo?

Credete che questo abbia senso o sarebbe possibile?


secondo me il senso ce lha,ma e' tutto intorno che il senso non ce' piu...te le ricordi pure le botteghe di quelli che riparavano le scarpe?..adesso o ti compri un paio che immagino possano arrivare a costare 2-300 euro oppure dopo nemmeno sei mesi sei costretto a buttarle e a fartene un paio nuovo,cosi le scarpe come credo tutti gli articoli esistenti..persino il pane rientra in questa "logica",non so cosa ci mettono dentro (a me lha detto uno che ci lavora) ma se non te lo mangi entro le ventiquattrore diventa o gomma o duro come i san pietrini che ci stanno lungo la via appia antica...mia nonna aveva un alimentari,aveva pure la bilancia antica,quella col bilancino e i pesi,era bellissima un autentico cimelio che oggi farebbe la sua nobile figura,il pane lo portava un tale che aveva il forno a legna,fatto con le pietre..io il sapore di quel pane non me lo scordero finche campo,il suo odore fragrante,lo scrocchio che faceva quando lo spezzavi e ti giuro durava anche dieci giorni di fila!... consumare,consumare,consumare, questo e' l'imperativo,le cose buone sono messe al bando e il mondo di conseguenza e' diventato una pattumiera di rifiuti e cose inutili
acquario69 is offline  
Vecchio 28-09-2007, 22.10.14   #3
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Monica 3
Citazione:
Le botteghe degli artigiani sono state nel corso dei secoli la forza economica ed artistica dell'Italia.

Oggi se hai un graffio su una portiera della macchina non vai più dal carrozziere più vicino che con una cifra modesta te la rimette a posto ma l'assicurazione (che poi alzerà il premio) paga una portiera nuova che viene dal Giappone con un certo numero di parassiti che ci mangiano sopra consumando risporse in quell'enorme giro di affari che io chiamo tassazione indiretta.
katerpillar

Trentacinque anni fa, quando sono nati i Decreti delegati riguardanti le scuole, facevo parte del consiglio di classe. Intravedendo fin d'allora quello da te denunciato, e pensando di invogliare le giovani leve a seguire le tradizioni artigiane, mi venne l'idea di portare i mestieri nella scuola media; ovvero, ho invitato tutti gli artigiani di zona, che ancora avevano aperte le loro botteghe, ad seguire delle dimostrazioni nei laboratori della scuola Aldo Moro di Mentana RM.

Il primo ad accettare l'invito fù un artigiano fiorentino che lavorava le pelli per farne delle borse, cinghie, cinte ecc. Ricordo ancora che portò con se, arrotolata sotto il braccio, una pregiata pelle di serpente.
Alla vista di quella pelle i ragazzi rimasero meravigliati per la sua lunghezza, immaginandosi la fatica che dovettero fare per catturare quel serpente.

L'artigiano tiro fuori gli attrezzi, e davanti a 45 bambini iniziò a disegnare a sezionare, tagliare e cucire la borsa, tutto e solo con l'abilità delle proprie mani.
Al termine rimasero meravigliati, insegnanti comprese, per la bellezza e raffinatezza dell'articolo rifinito. Alla fine della lezione subissarono il povero artigiano di una filza di domande, ma anche lui, si vedeva, che era contento di quell'esperimento.

La settimana dopo invitammo il Vasaio, il quale si porto il tornio a pedale, dove faceva girare l'argilla che mano a mano modellava. Anche quella volta fu un successo, perche da un blocco di creta usci fuori un meraviglioso vaso artistico che venne cotto e poi dipinto davanti agli allievi.
Seguirono altri artigiani, ma purtroppo quell'esperienza rimase unica.

Per concludere, i mestieri non sono morti per mancanza di volontà o passione, ma per colpa dell'industria che ha monopolizzato tutti i campi, e a motivo che il lavoro artigianale, proprio perché tale, attualmente e da molti anni, per i più ha dei costi proibitivi. Artigiani bravi esistono ancora, ma sono a disposizione degli atelier e di chi può spendere 4.000 euro per un paio di scarpe o 20.000 per un vestito....e non mi sono allargato molto.

Non vi è che dire: un vero peccato; ma la società ha preso questa strada e non si vedono all'orizzonte vie di uscita.
katerpillar is offline  
Vecchio 29-09-2007, 06.47.37   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar
Monica 3

katerpillar

Trentacinque anni fa, quando sono nati i Decreti delegati riguardanti le scuole, facevo parte del consiglio di classe. Intravedendo fin d'allora quello da te denunciato, e pensando di invogliare le giovani leve a seguire le tradizioni artigiane, mi venne l'idea di portare i mestieri nella scuola media; ovvero, ho invitato tutti gli artigiani di zona, che ancora avevano aperte le loro botteghe, ad seguire delle dimostrazioni nei laboratori della scuola Aldo Moro di Mentana RM.

Il primo ad accettare l'invito fù un artigiano fiorentino che lavorava le pelli per farne delle borse, cinghie, cinte ecc. Ricordo ancora che portò con se, arrotolata sotto il braccio, una pregiata pelle di serpente.
Alla vista di quella pelle i ragazzi rimasero meravigliati per la sua lunghezza, immaginandosi la fatica che dovettero fare per catturare quel serpente.

L'artigiano tiro fuori gli attrezzi, e davanti a 45 bambini iniziò a disegnare a sezionare, tagliare e cucire la borsa, tutto e solo con l'abilità delle proprie mani.
Al termine rimasero meravigliati, insegnanti comprese, per la bellezza e raffinatezza dell'articolo rifinito. Alla fine della lezione subissarono il povero artigiano di una filza di domande, ma anche lui, si vedeva, che era contento di quell'esperimento.

La settimana dopo invitammo il Vasaio, il quale si porto il tornio a pedale, dove faceva girare l'argilla che mano a mano modellava. Anche quella volta fu un successo, perche da un blocco di creta usci fuori un meraviglioso vaso artistico che venne cotto e poi dipinto davanti agli allievi.
Seguirono altri artigiani, ma purtroppo quell'esperienza rimase unica.

Per concludere, i mestieri non sono morti per mancanza di volontà o passione, ma per colpa dell'industria che ha monopolizzato tutti i campi, e a motivo che il lavoro artigianale, proprio perché tale, attualmente e da molti anni, per i più ha dei costi proibitivi. Artigiani bravi esistono ancora, ma sono a disposizione degli atelier e di chi può spendere 4.000 euro per un paio di scarpe o 20.000 per un vestito....e non mi sono allargato molto.

Non vi è che dire: un vero peccato; ma la società ha preso questa strada e non si vedono all'orizzonte vie di uscita.

secondo te questi bravi artigiani (oggi come oggi) hanno poi qualcuno piu giovane cui trasferire la loro esperienza e la loro arte?...o in mancanza tutto e' destinato a finire?
acquario69 is offline  
Vecchio 29-09-2007, 10.21.02   #5
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

aquario69
Citazione:
secondo te questi bravi artigiani (oggi come oggi) hanno poi qualcuno piu giovane cui trasferire la loro esperienza e la loro arte?...o in mancanza tutto e' destinato a finire?
katerpillar

Personalmente non so risponderti, se vuoi posso darti qualche nome, così lo potrai domandare direttamente a loro se hanno dei proseliti. Ciao.
katerpillar is offline  
Vecchio 29-09-2007, 11.29.40   #6
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
secondo te questi bravi artigiani (oggi come oggi) hanno poi qualcuno piu giovane cui trasferire la loro esperienza e la loro arte?...o in mancanza tutto e' destinato a finire?

Personalmente penso che i mestieri artigiani possano avere una grande rinascita, e talvolta la abbiano, ma con qualche precisazione.
Prima di tutto c'è la voglia della gente di avere prodotti artigianali, da contrapporre alla produzione industriale, o quello che è, proveniente da paesi sottosviluppati.
E' verò però quello che dice Katerpillar, ovvero l'alto costo del lavoro artigiano.
Ho un'amica che ha una capacità pittorica fuori dal comune, è una un po' strana però, dipinge ciò che le piace, soggetti fantastici, ne produce quantità limitate... mi spiegava che per lasciare in conto vendita in qualsiasi negozio le chiedono partita iva.
Ora, chiunque di noi abbia partita iva ne conosce i costi, altissimi.
Chi inizia un'attività artigianale da solo, magari di tipo pittorico o decorativo, (parlo di reale artigianato, di singole persone, non di aziende artigiane che possono essere anche di dimensioni non piccolissime) credo dovrebbe essere aiutato nel portare avanti tale attività senza pretendere il pagamento di costi esorbitanti o, peggio che mai, la sottoposizione a studi di settore per dichiarare i redditi.
L'artigianato si protegge abbattendo i costi che chi intraprende l'attività è chiamato a sostenere, questo penso io, altrimenti le persone neppure potranno incominciare.
Ulteriore precisazione, perché i tirocini professionali post laurea sono obbligatori e, prevalentemente, gratuiti e chi prende "a bottega" un ragazzo per insegnargli il mestiere deve pagarlo quasi come un operaio?
Forse se Verrocchio avesse dovuto pagare Leonardo da Vinci per insegnargli a dipingere, Leonardo da Vinci non sarebbe esistito...
In tutte le cose ci vorrebbe la giusta misura... e anche in questo caso, a mio parere, la questione è - molto semplicemente - politica.
nevealsole is offline  
Vecchio 29-09-2007, 16.24.10   #7
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Salve,

Le botteghe degli artigiani sono state nel corso dei secoli la forza economica ed artistica dell'Italia.

Sì, Monica, nel nostro paese l'artigianato possiede una vasta e ricca produzione,
e ci sono attualmente tanti bravi e competenti artigiani che lavorano il legno, il vetro, le stoffe...
I nostri prodotti sono sicuramente molto apprezzati anche all'estero, come prodotti di qualità e curati nei particolari (il particolare fa sempre la differenza !)

Quest'anno, nel laboratorio di ceramica dove lavoro, abbiamo realizzato molti servizi da tavola, personalizzati col nome e destinati agli americani che stravedono per i nostri oggetti artistici, frutto di pazienti ore di lavoro;
è naturale che poi i costi siano un pò più elevati.

Comunque sia molti mestieri bellissimi, stanno scomparendo per i motivi che ha ben esposto katerpillar...ma è un peccato davvero perchè si perdono tante tradizioni
che forse con un pò di innovazione e aiuti economici, si potrebbero rivalutare con grande successo

Pantera Rosa is offline  
Vecchio 30-09-2007, 10.55.44   #8
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Citazione:
Originalmente inviato da katerpillar



Trentacinque anni fa, quando sono nati i Decreti delegati riguardanti le scuole, facevo parte del consiglio di classe. Intravedendo fin d'allora quello da te denunciato, e pensando di invogliare le giovani leve a seguire le tradizioni artigiane, mi venne l'idea di portare i mestieri nella scuola media; ovvero, ho invitato tutti gli artigiani di zona, che ancora avevano aperte le loro botteghe, ad seguire delle dimostrazioni nei laboratori della scuola Aldo Moro di Mentana RM......


Citazione:
Originalmente inviato da Pantera Rosa


....Quest'anno, nel laboratorio di ceramica dove lavoro, abbiamo realizzato molti servizi da tavola, personalizzati col nome e destinati agli americani che stravedono per i nostri oggetti artistici, frutto di pazienti ore di lavoro;
è naturale che poi i costi siano un pò più elevati.

Comunque sia molti mestieri bellissimi, stanno scomparendo per i motivi che ha ben esposto katerpillar...ma è un peccato davvero perchè si perdono tante tradizioni
che forse con un pò di innovazione e aiuti economici, si potrebbero rivalutare con grande successo



Grazie Pantera Rosa e Katerpillar per l'informazione.

Ma, a conti fatti (impatto sull'ambiente per i trasporti, sfruttamento minorile in Asia ecc.ecc.), sono veramente più elevati i costi?

Comperando un prodotto artigianale, non aiuto un'economia più sostenibile ed umana?

Mi piacerebbe vedere uno studio economico con proiezioni a lungo termine. Ma magari le associazioni degli artigiani ci hanno già pensato. Perché non si sente la loro voce nei telegiornali e si legge poco sui giornali ? (Katerpillar, quello che hai scritto è molto bello e pertinente, perché non ne fai un articolo da pubblicare?)

Esistono progetti europei di sostegno all'artigianato?

Grazie per tutta l'informazione che vorrete ancora mandare.

Monica 3 is offline  
Vecchio 30-09-2007, 13.02.29   #9
katerpillar
Ogni tanto siate gentili.
 
L'avatar di katerpillar
 
Data registrazione: 14-03-2007
Messaggi: 665
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

Monica
Citazione:
Mi piacerebbe vedere uno studio economico con proiezioni a lungo termine. Ma magari le associazioni degli artigiani ci hanno già pensato. Perché non si sente la loro voce nei telegiornali e si legge poco sui giornali ? (Katerpillar, quello che hai scritto è molto bello e pertinente, perché non ne fai un articolo da pubblicare?)

Esistono progetti europei di sostegno all'artigianato?

Grazie per tutta l'informazione che vorrete ancora mandare.
katerpillar

Cara Monica, per tanto tempo ho allietato le conferenze nazionali della CNA: Confederazione Nazionale Artigiani, con la presenza di 1000/1500 iscritti, con le mie poesie recitate da un bravissimo attore, il quale fungeva anche da intrattenitore, e i discorsi che recepivo durante questi raduni nazionali non promettevano nulla di buono, poiché le dolenze erano sempre le stesse: i prodotti che loro producevano veniva ricopiati dall'industria o dai paese emergenti dove la manodopera costava 400/500 volte di meno.

Il mercato libero porta a questo, e non credo che vi siano soluzioni che possano risolvere il problema dall'alto o dal basso. L'artigianato è un qualcosa che proviene dalle reminescenze di una società non industriale, dove si viveva a dimensione d'uomo, con i lenti cicli, le distanze incolmabili, la consapevolezza delle fatiche per vivere la vita, le serate davanti al caminetto
e dove ogni voce aveva un nome o un sopranome.

Oggi l'artigianato è un lusso per chi lo vuol fare e per chi ne vuole usufruire. Io mi accontenterei anche di non usufruirne, purchè rimanga una traccia di questa ancestrale attidutine dell'uomo, di considerare la fantasia come chiave di lettura della vita e dell'amore.
katerpillar is offline  
Vecchio 30-09-2007, 16.57.45   #10
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: Rilanciare i mestieri e l'artigianato?

penso che la riforma della scuola dovrebbe rilanciare i mestieri. ci sono tantissimi ragazzi bravissimi con la manualità a cui non piace lo studio teorico.perche' questi debbano essere forzati ed allontanati dalle loro peculiarità non si capisce. Bisognerebbe riaprire le scuole di arti e mestieri (ma a chi si dice? )....Fioroniiiiii ........se ci sei batti un colpo
aurora is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it