Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 18-03-2008, 19.31.45   #231
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Hai detto bene Kore

"Mettere al mondo un figlio deve essere un atto responsabile per quanto è possibile, e non il frutto della casualità o di una valutazione superficiale."

Per cui se non vuoi mettere al mondo un figlio:
1) astieniti dall'atto sessuale o
2) prendi adeguate precauzioni

Ma se sei stato "superficiale" o le precauzioni non sono bastate, allora sei davanti al problema dei problemi e, per me, quali che siano le tue condizioni fisiche, psicologiche, morali o materiali, non è ammissibile usare l'aborto come metodo contraccettivo.
In altre parole a me sta bene tutto se vuoi evitare una situazione. Non sono come i cattolici che sono contrari a preservativi, pillole del giorno prima e del giorno dopo, spirali e quant'altro. Per me si può usare tutto quello che serve a prevenire. Ma se tutto quello che usi -se sei responsabile- o che non usi - se sei incosciente- non basta a prevenire una gravidanza, allora ti fai forza e quel bambino te lo tieni. Al limite, se proprio non te la senti di crescerlo, lo dai in affido dopo che è nato, ma quel bambino non può pagare lui la tua sfortuna col preservativo o la tua superficialità nel non averlo usato.
E questo non significa "giudicare" nessuno, né ergersi sopra chissà quale pulpito, né ancora essere non compassionevole e non voler capire i drammi che si possono verificare nell'anima altrui. Significa solo cercare di salvaguardare una "personcina" che non ha fatto nulla per "non nascere". Salvaguardarla, non è prevaricazione nei confronti delle libertà della donna e non è neanche imposizione di una morale fondamentalista, è interesse della società nel suo insieme perchè quell'essere è anche lui parte di questa società, anche se ancora non lo sa e non può difendersi.
frollo is offline  
Vecchio 20-03-2008, 12.20.30   #232
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Forse codesta severa intransigenza è dovuta al fatto che sei un uomo e non sai che comunque il parto mette sempre a rischio la vita di una donna, nonostante i favolosi progressi medici dei nostri giorni. Eppure di parto ancora si muore, e forse una donna non se la sente di mettere a repentaglio, lei sola, la propria vita per un figlio non voluto.
Dico così perchè anche a uno sguardo superficiale non può sfuggire il fatto che l'uomo non rischia niente. Non rischiando niente come può imporre di partorire a una donna?
Te lo sei mai chiesto?
Rischi forse la vita, tu?
Di recente nella mia città è morta una ragazza, di parto, per complicazioni che la scienza non poteva prevedere.
Astieniti tu dal rapporto sessuale se la tua donna non vuole avere figli e se non può prendere la pillola, che resta comunque il metodo di contraccezione più sicuro. Finanzia con il 5 per mille la ricerca sulla contraccezione maschile, prendi tu la pillola, assumiti anche tu qualche responsabilità in più, mettici la salute e anche la vita se puoi per salvaguardare la "personcina" che, haimè, dimora nella pancia di qualcun altro.
E dopo le tue parole acquisteranno quel pizzico di autorevolezza in più per poter intervenire giudicando e condannando su simili questioni.
Anche l'ivg è interesse della società, che è composta per la metà se non più da donne, che forse gradirebbero poter continuare a scegliere qualora malauguratamente non se la sentissero di RISCHIARE LA VITA senza vedersi appioppare la qualifica di "assassina" per questo.
E questo sembra ancora chiaro alla maggioranza delle persone, alla società, per intenderci.
kore is offline  
Vecchio 21-03-2008, 23.44.56   #233
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Spirito libero è vero ho postato due volte lo stesso messaggio ….se il regolamento lo vieta non lo farò più.

Io credo che l’aborto spinto dall’egoismo sia un crimine ed è ora di ammetterlo….

Poche settimane non è ancora un essere umano ….sono solo scuse …

Ammettiamolo siamo egoisti ….

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 21-03-2008, 23.45.45   #234
Flavio**61
Ospite abituale
 
L'avatar di Flavio**61
 
Data registrazione: 12-03-2005
Messaggi: 388
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Vorrei porvi una questione ….

Una donna ha un marito asmatico ….lei invece è tubercolotica, hanno avuto quattro figli…

Il primo cieco…..il secondo sordo….il terzo è nato morto…..il quarto ha ereditato la malattia del padre….

Ora la donna è di nuovo incinta….voi consigliereste l’aborto ?

Ciao Flavio
Flavio**61 is offline  
Vecchio 21-03-2008, 23.59.00   #235
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Citazione:
Originalmente inviato da Flavio**61
Vorrei porvi una questione ….

Una donna ha un marito asmatico ….lei invece è tubercolotica, hanno avuto quattro figli…

Il primo cieco…..il secondo sordo….il terzo è nato morto…..il quarto ha ereditato la malattia del padre….

Ora la donna è di nuovo incinta….voi consigliereste l’aborto ?

Ciao Flavio

Magari questo viene completamente sano...
frollo is offline  
Vecchio 22-03-2008, 01.03.42   #236
frollo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-02-2008
Messaggi: 286
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Citazione:
Originalmente inviato da kore
Forse codesta severa intransigenza è dovuta al fatto che sei un uomo e non sai che comunque il parto mette sempre a rischio la vita di una donna, nonostante i favolosi progressi medici dei nostri giorni. Eppure di parto ancora si muore, e forse una donna non se la sente di mettere a repentaglio, lei sola, la propria vita per un figlio non voluto.
Dico così perchè anche a uno sguardo superficiale non può sfuggire il fatto che l'uomo non rischia niente. Non rischiando niente come può imporre di partorire a una donna?
Te lo sei mai chiesto?
Rischi forse la vita, tu?
Di recente nella mia città è morta una ragazza, di parto, per complicazioni che la scienza non poteva prevedere.
Astieniti tu dal rapporto sessuale se la tua donna non vuole avere figli e se non può prendere la pillola, che resta comunque il metodo di contraccezione più sicuro. Finanzia con il 5 per mille la ricerca sulla contraccezione maschile, prendi tu la pillola, assumiti anche tu qualche responsabilità in più, mettici la salute e anche la vita se puoi per salvaguardare la "personcina" che, haimè, dimora nella pancia di qualcun altro.
E dopo le tue parole acquisteranno quel pizzico di autorevolezza in più per poter intervenire giudicando e condannando su simili questioni.
Anche l'ivg è interesse della società, che è composta per la metà se non più da donne, che forse gradirebbero poter continuare a scegliere qualora malauguratamente non se la sentissero di RISCHIARE LA VITA senza vedersi appioppare la qualifica di "assassina" per questo.
E questo sembra ancora chiaro alla maggioranza delle persone, alla società, per intenderci.

Guarda, ti dirò, ho assistito mia moglie nei due parti che ha avuto e moralmente le sono stato vicino quando ha avuto un aborto spontaneo al terzo mese: sono grato a Dio (se c'è) di avermi fatto maschietto, chè i dolori, i rischi, ma anche le infinite rotture di scatole e fastidi legati alla gravidanza, devono essere una vera scocciatura.
Da sempre mi chiedo cosa aspetti la scienza ad inventare un utero artificiale dove far crescere il feto, restituendo anche alla madre quei 9 mesi "rubati" al suo corpo (anzi di più perchè prima di ritornare come prima -se ci ritorni- passano quasi 2 anni) ed eliminando tutti i rischi e i fastidi legati alla gravidanza. Sarò pure maschietto, ma so bene, perchè mia moglie si è sottoposta a delle privazioni "eroiche", chela gravidanza richiederebbe una disciplina enorme: mia moglie non ha mangiato insalata per evitare che le venisse la tocsoplasmosi, si è dimenticata le cozze per evitare l'epatite virale, per fortuna che non fuma, altrimenti avrebbe smesso, ha fatto 9 mesi di ginnastiche preparatorie, è stata 3 mesi ferma al letto per rischio di aborto... insomma, fare un figlio non è una passeggiata e credo di saperlo, dal momento che ne ho 2.
Purtuttavia, Madre Natura ci ha fatti così e... a chi tocca 'nse ingrugna!
Preciso comunque che io NON MI SONO MAI SOGNATO di dare dell'assassina a una donna che abortisce. Ho sempre solo detto che a me sembra una scelta sbagliata e che, soprattutto, non può essere dettata da motivazioni inconsistenti. Certo... "ognuna" può fare quel che crede, soprattutto perchè c'è una legge che glielo consente, ma a me piacerebbe che la Società formasse le donne e i loro compagni in maniera tale che prima di scegliere l'aborto come sistema contraccettivo (chè quello terapeutico non è in discussione), prendano in considerazione un ventaglio di altre possibilità.
Peraltro la percentuale delle donne che muoiono di parto è inferiore a quella delle persone che muiono per raffeddore
frollo is offline  
Vecchio 22-03-2008, 09.23.32   #237
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Citazione:
Originalmente inviato da Flavio**61
Vorrei porvi una questione ….

Una donna ha un marito asmatico ….lei invece è tubercolotica, hanno avuto quattro figli…

Il primo cieco…..il secondo sordo….il terzo è nato morto…..il quarto ha ereditato la malattia del padre….

Ora la donna è di nuovo incinta….voi consigliereste l’aborto ?

Ciao Flavio


L'aborto non si consiglia e non si proibisce, l'aborto è una scelta personale della donna che ha "quella cosa" che le cresce dentro.

Tutte le argomentazioni di questo mondo non fanno una sola realtà di quel che la donna prova e vive dal momento in cui sa di essere incinta.

Kore ha espresso chiaramente qual è la realtà.

Un uomo gioca, si trastulla con la vita della donna e continua a considerarsi proprietario di ciò che non gli appartiene, ovvero del corpo femminile.

Chi ha visto "Ballarò" su rai tre martedì scorso ha potuto ascoltare quasi le stesse cose che diciamo qui.
Ascoltando Pezzotta vedevo l'uomo che fa della vita un concetto e non una realtà, mentre Franca Rame esprimeva chiaramente il sentire femminile.

Siccome il maschio ha imposto per millenni il suo dominio sulla donna si sente in diritto di continuare anche se per motivazioni religiose o etiche.

Padre è unicamente colui che vuole, ama e alleva un figlio, tutti gli altri sono donatori di spermatozoo.
E solo un padre potrebbe dire: "mia amatissima non abortire perchè io ti sarò vicino, di sosterrò con tutte le mie forze, offrimi il dono di questo figlio che io desidero con tutto il cuore".
Pochissime donne sceglierebbero l'aborto ascoltando queste parole.
E allora la legge abortista si trasforma in una legge scarsamente applicata.

Nessun uomo può imporre ad una donna di non abortire.

I samurai dicevano una cosa che faceva più o meno così: io so usare bene la spada per non usare mai la spada.

Troppi dimenticano o fanno finta che la 194 non è una legge impositiva, non è che obbliga la donna ad abortire....... le offre solo una scelta.

Per millenni la donna è stata la preda, l'oggetto sessuale dell'uomo subendone tutte le conseguenze vogliamo cominciare a progredire un pochino?

auguri di gioia e speranza
mary
Mary is offline  
Vecchio 22-03-2008, 10.23.13   #238
spirito!libero
Ospite abituale
 
L'avatar di spirito!libero
 
Data registrazione: 08-11-2006
Messaggi: 1,334
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Citazione:
Originalmente inviato da Flavio**61
Spirito libero è vero ho postato due volte lo stesso messaggio ….se il regolamento lo vieta non lo farò più.

Io credo che l’aborto spinto dall’egoismo sia un crimine ed è ora di ammetterlo….

Poche settimane non è ancora un essere umano ….sono solo scuse …

Ammettiamolo siamo egoisti ….

Ciao Flavio

Tu puoi liberamente pensare che sia un atto egoistico, l'importante è che tu abbia rispetto della scelta e del pensiero degli altri. Se tu rispetti la donna e le permetti di scegliere, lei farà altrettanto e ci sarà civiltà e tolleranza.

Se tu non ammetti e "proibisci" le scelte altrui, un giorno colui che, seguendi la tua logica, ti proibirà di nutrirti perchè ti dirà che stai facendo una scelta egoistica uccidendo altre forme di vita per nutrirti condannandoti così alla morte, lo potrà fare.

Saluti
Andrea
spirito!libero is offline  
Vecchio 22-03-2008, 11.08.31   #239
Martino Giusti
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Originalmente inviato da Flavio**61


Io credo che l’aborto spinto dall’egoismo sia un crimine ed è ora di ammetterlo….

NO! La legge dell'Uomo non lo ammette


Poche settimane non è ancora un essere umano ….sono solo scuse …

NO! non sono scuse nessuno può affermare che lo sia
Ammettiamolo siamo egoisti ….

Ciao Flavio





No! Non siamo egoisti. NOI, almeno, siamo “democratici” nel senso pieno del termine, NOI nei confronti degli altri non abbiamo modi o sistemi autoritari, NOI lasciamo libertà di scelta.
Perché non vi rileggete ogni tanto i passi dei vangeli che ricordano come Gesù, quello stesso appena messo in croce, quando per bocca di Matteo dice al cap. 23 del suo vangelo: 1 Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo: 2 "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. (Mt 23 - 1, 2) e dopo una serie di avvertimenti su questi scribi e farisei ecco il clou dell’insegnamento:
27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all`esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all`esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d`ipocrisia e d`iniquità. (Mt 23 – 27, 28).
Mi chiederò finchè campo dove accidenti è finita la “tolleranza” (brutta parola, preferirei uguaglianza) che si dice sia alla base dell’insegnamento di Gesù. Mah!
Lasciate, quindi, in pace chi per scelta sceglie di interrompere la gravidanza già di per sé esperienza dolorosa sia fisicamente che psicologicamente, date FINALMENTE a Cesare quello che è di Cesare.

Una buona Pasqua religiosa e democraticamente laica a tutti, nessuno escuso
Martino Giusti is offline  
Vecchio 22-03-2008, 11.24.37   #240
kore
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-07-2007
Messaggi: 343
Riferimento: attacco alla 194 [moratoria degli aborti]

Citazione:
Originalmente inviato da frollo
Guarda, ti dirò, ho assistito mia moglie nei due parti che ha avuto e moralmente le sono stato vicino quando ha avuto un aborto spontaneo al terzo mese: sono grato a Dio (se c'è) di avermi fatto maschietto, chè i dolori, i rischi, ma anche le infinite rotture di scatole e fastidi legati alla gravidanza, devono essere una vera scocciatura.
Da sempre mi chiedo cosa aspetti la scienza ad inventare un utero artificiale dove far crescere il feto, restituendo anche alla madre quei 9 mesi "rubati" al suo corpo (anzi di più perchè prima di ritornare come prima -se ci ritorni- passano quasi 2 anni) ed eliminando tutti i rischi e i fastidi legati alla gravidanza. Sarò pure maschietto, ma so bene, perchè mia moglie si è sottoposta a delle privazioni "eroiche", chela gravidanza richiederebbe una disciplina enorme: mia moglie non ha mangiato insalata per evitare che le venisse la tocsoplasmosi, si è dimenticata le cozze per evitare l'epatite virale, per fortuna che non fuma, altrimenti avrebbe smesso, ha fatto 9 mesi di ginnastiche preparatorie, è stata 3 mesi ferma al letto per rischio di aborto... insomma, fare un figlio non è una passeggiata e credo di saperlo, dal momento che ne ho 2.
Purtuttavia, Madre Natura ci ha fatti così e... a chi tocca 'nse ingrugna!
Preciso comunque che io NON MI SONO MAI SOGNATO di dare dell'assassina a una donna che abortisce. Ho sempre solo detto che a me sembra una scelta sbagliata e che, soprattutto, non può essere dettata da motivazioni inconsistenti. Certo... "ognuna" può fare quel che crede, soprattutto perchè c'è una legge che glielo consente, ma a me piacerebbe che la Società formasse le donne e i loro compagni in maniera tale che prima di scegliere l'aborto come sistema contraccettivo (chè quello terapeutico non è in discussione), prendano in considerazione un ventaglio di altre possibilità.
Peraltro la percentuale delle donne che muoiono di parto è inferiore a quella delle persone che muiono per raffeddore

Certo, l'ivg è sempre l'ultima scelta, e sono contenta che tu non dia dell'assassina alla donna che vi ricorre. Io onestamente non saprei se una simile decisione viene presa per motivi futili, perché ho imparato che i motivi che a noi sembrano tali sono magari molto seri per gli altri. Alla base di certe decisioni ci può essere di tutto, certe paure a noi sembrano stupide, come per esempio la paura degli ascensori o dei ragni. Anche chi le prova sa che sono stupide, ma la paura non va via per questo, a meno di intraprendere una terapia seriamente. Questo è il punto, spesso anche noi giudichiamo con superficialità ma dovremmo fare un passo indietro e renderci conto una buona volta che quando si tratta di scelte così gravi noi non possiamo sapere cosa prova un'altra persona, non possiamo metterci nella sua testa e non possiamo sentire quello che l'altro sente. Sono così diverse le situazioni e le persone che persino chi tenta di fare indagini sui motivi che spingono all'ivg si trova spesso di fronte a qualcosa di unico, imprevedibile e nuovo. Conosco una dottoressa che sta facendo, assieme ad altre, una ricerca destinata alla pubblicazione indagando sulle storie personali, i contesti e i motivi per cui le donne ricorrono all'ivg. E' il primo studio serio e, si spera, complesso sull'argomento. Lo stanno facendo su base nazionale intevistando le donne nei reparti in cui si ricorre all'ivg. Bene, lei mi ha detto che non era preparata a quello che avrebbe ascoltato, ognuno è unico, particolare,le storie non si ripetono se non raramente, lei non immaginava neanche, e non mi ha informata su motivi futili o situazioni facili.
Sono scelte personalissime operate non solo in base a dei ragionamenti, ma sentite profondamente. Alla coppia che rischia l'ennesimo figlio disabile, ad esempio, cosa potremmo consigliare? Io non posso consigliare niente, loro sceglieranno in base a ciò che sentiranno e sapranno.
Se un giorno inventeranno l'utero artificiale saranno fatti di chi sceglierà di ricorrere ad esso. Io personalmente non temo i disturbi della gravidanza e le rinunce, almeno sarà la volta buona che smetto di fumare!
Anche io sono per la responsabilizzazione, e mi cadono le braccia quando sento dire che insistere sulla contraccezione significa deresponsabilizzare!
L'avrete certamente sentito dire anche voi... l'ivg no, i contraccettivi no, insomma dovremmo divenire pura luce e unirci solo per procreare?
Immagino che in futuro accanto alle nuove droghe ci saranno nelle piazze affiliati della camorra che spacciano preservativi o pillole del giorno dopo fatti venire dalla Svizzera!
kore is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it