Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 25-01-2008, 13.33.18   #1
justinian
Avanti è la vita
 
Data registrazione: 06-04-2006
Messaggi: 129
Crisi di governo di chi è la colpa?

Il governo prodi è caduto dopo appena due anni molto travagliati.

Di chi è secondo voi la colpa della crisi?

Della estrema sinistra che con i suoi continui ricatti ha indebolito l'azione di governo?

Di mastella che ha materialmente aperto la crisi?

O è forse merito della opposizione?

E adesso quali scenari si apriranno? Governo tecnico o elezioni?

L'unica cosa certa fra tutte questo l'unca cosa certa è che serve un governo forte e stabile che riesca a riformare definitivamente l'Italia.

ciao
justinian is offline  
Vecchio 25-01-2008, 15.06.08   #2
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

io credo che la colpa sia un po' di tutti: dell'opposizione uscente che, quando era al governo ha partorito una legge elettorale definita da uno di loro "una porcata", di chi ha votato contro qualcuno e non a favore di qualcosa. Sono prevalsi gli anti-questo o quello, piuttosto che i pro-questa o quell'idea. Io, nel caso di elezioni con questa legge elettorale avrei qualche dubbio se votare o meno, anche perché nel 2006 ci ho rimesso le vacanze da tempo programmate! Io ritengo che si debba attuare una seria riforma elettorale, arrivando a prevedere, nel caso di fine prematura della legislatura e di conseguenti elezioni anticipate, sia l'impossibilità dei parlamentari a ricandidarsi, che la perdita per tutti loro, della pensione di parlamentare! Dopotutto non dovrebbe essere un servizio alla Patria il mestiere di parlamentare? Perché trasformarlo in privilegio super lex?
Mr. Bean is offline  
Vecchio 25-01-2008, 16.17.02   #3
griago
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

Ridatemi la prima repubblica!!!!!
griago is offline  
Vecchio 25-01-2008, 18.33.05   #4
Yuri Andreevic
Ospite abituale
 
L'avatar di Yuri Andreevic
 
Data registrazione: 05-01-2008
Messaggi: 0
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

Citazione:
Originalmente inviato da justinian
Il governo prodi è caduto dopo appena due anni molto travagliati.

Di chi è secondo voi la colpa della crisi?

Della estrema sinistra che con i suoi continui ricatti ha indebolito l'azione di governo?

Di mastella che ha materialmente aperto la crisi?

O è forse merito della opposizione?

E adesso quali scenari si apriranno? Governo tecnico o elezioni?

L'unica cosa certa fra tutte questo l'unca cosa certa è che serve un governo forte e stabile che riesca a riformare definitivamente l'Italia.

ciao
credo che il governo Prodi sia caduto, fondamentalmente, per l'eccessiva non omogeneità della coalizione di maggioranza; troppe differenze d'opinione tra Rifondazione comunista e la Margherita....troppi scontri tra l'IDV e l'UDEUR......certo l'opposizione ha fatto il suo "mestiere"....sarebbe opportuno, ora, prima di andare a nuoive elezioni, rivisitare la legge elettorale e nel frattempo un governo istituzionale a termine....
Yuri Andreevic is offline  
Vecchio 25-01-2008, 23.20.06   #5
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

La colpa è del "porcellum". Semplicemente pochi seggi in più al senato hanno reso impossibile governare, riformare, rispettare il programma e mediare posizioni.
Lo si sapeva fin dall'inizio. Non c'è altra causa oscura, che con un paio di senatori in più si sarebbe potuta evitare.









ps: a chi come me sospetta dei brogli non riusciti, la colpa per quel margine di scarto indovinate di chi è?
odos is offline  
Vecchio 26-01-2008, 01.26.50   #6
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

immagino che sia colpa di una legge elettroale che non ha molto senso ...
non ha senso infatti che se una maggioranza ha dei numeri così forti in una camera nell'altra rischia di collassare ogni volta che si va in votazione...
ne tanto meno ha sneso che sia sul bilico ogni volta che una minoranza decida di fare i capricci ...
bomber is offline  
Vecchio 26-01-2008, 10.31.15   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Crisi di governo di chi è la colpa?

Guardiamo bene in faccia la realtà: la casta si è incollata e guai a chi la tocca

Altro che Medioevo! qui abbiamo dei mini dittatori tiranni intoccabili, anzi neppure sfiorabili. Non li si può neppure guardare se fanno una marachella, occorre girarsi dall'altra parte se non li si vuole applaudire e osannare.

Destra o sinistra non sono ormai che parole svuotate di ogni primordiale significato, sono solo due branchi di cani affamati che si contendono le ossa dei cittadini al di sotto delle caste.

Quindi tutto quello che fanno e dico TUTTO non è in favore dei cittadini ma solo ed esclusivamente per loro tornaconto personale, neppure di partito.

Visto che non vi è più alcun obiettivo comune che li unisca che sò, una ideologia, un intento, una meta, il bene dei cittadini (forse si offendono se lo diciamo apertamente che sono lì per la democrazia, per il benessere dei cittadini) allora la corsa frenetica a mantenere la propria poltrona e il proprio feudo oltre alle razzie in altri feudi porta, inevitabilmente, a....."muore Sansone con tutti i Filistei".

Resta inalterato il mio primordiale pensiero che..... la colpa è nostra, di tutti i cittadini onesti. Visto che i disonesti votano i loro personali rappresentanti.

Inquisiti, condannati, sospettati, incapaci, inetti, ladroni non sono andati in parlamento con un esercito al seguito ma in base a voti di cittadini democraticamente votanti.

Inni, cortei, applausi a Mastella mi sembrano espressione chiara ed evidente di quel che vogliono i cittadini. Allora di che si lamentano?

Se hanno votato e continuato a votare per 14 anni, in Campania, gli stessi personaggi che cosa pretendono?

Chi ha fatto la riforma della legge elettorale più sporca e antidemocratica del mondo? parlamentari eletti..... democraticamente.
Hitler, non dimenchiamolo, fu eletto anch'esso.... democraticamente.

Troppi italiani portano nella cabina del seggio, i consigli del Vaticano, l'illusione che il parlamentare X gli dia quel che ha chiesto e per questo siamo a questo disfacimento che fa ridere il mondo itero.

Siamo noi tutti i responsabili di questa catastrofe apocalittica.
Solo il 38 per cento degli italiani riesce ad arrivare alla fine del mese.
Mentre i polici si aumentano continuamente lo stipendio. E noi continuiamo a votarli, e molti si scandalizzano quando un magistrato qualsiasi si permette di guardarli un poco più attentamente.

Mastella ha fatto cadere il governo per ripicca, il Parlamento al gran completo non è sceso in piazza contro i magistrati per "liberare" sua moglie dagli arresti domiciliari. Ma riusciamo a guardare in faccia la realtà?

Qualcuno questi qua li ha pur votati! non vi sembra?

Ora gli italiani scenderanno in massa a votare Berlusconi che ringalluzzito sparerà a zero contro qualsiasi oppositore.
Qualche poveretto crede ancora che potrà o vorrà salvare gli italiani non appartenenti alla casta. Il papa sicuramente gli darà tutto il proprio appoggio visto che è sempre dalla parte del vincente.

No, non me la sento di incolpare la classe politica, è come dire maiale ad un maiale, che colpa ne ha quella povera bestia di essere una bestia?

La responsabilità va interamente riversata sul singolo cittadino che ha votato tappandosi occhi, naso, orecchie cervello.

Tutti ci meritiamo quello per cui abbiamo lavorato.

Dio salvi l'Italia e illumini gli italiani.
Mary is offline  
Vecchio 26-01-2008, 13.13.03   #8
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Commissariamento

Non ci si potrebbe far promotori di una richiesta popolare di commissariamento UE dell'Italia?
Intendo dire: niente governo, niente successive elezioni, ma solo commissari "tecnici" dell'Unione Europea che provvedano a rimettere insieme i cocci dell'economia ed i brandelli del tessuto sociale del Paese.
Non troppo a lungo, naturalmente: diciamo un 25-30 anni, non di più. Giusto il tempo, insomma, che sorella Morte renda giustizia dell'intera classe politica nazionale.
Qualcuno è d'accordo?
leibnicht is offline  
Vecchio 26-01-2008, 14.47.01   #9
Yuri Andreevic
Ospite abituale
 
L'avatar di Yuri Andreevic
 
Data registrazione: 05-01-2008
Messaggi: 0
Riferimento: Commissariamento

Citazione:
Originalmente inviato da leibnicht
Non ci si potrebbe far promotori di una richiesta popolare di commissariamento UE dell'Italia?
Intendo dire: niente governo, niente successive elezioni, ma solo commissari "tecnici" dell'Unione Europea che provvedano a rimettere insieme i cocci dell'economia ed i brandelli del tessuto sociale del Paese.
Non troppo a lungo, naturalmente: diciamo un 25-30 anni, non di più. Giusto il tempo, insomma, che sorella Morte renda giustizia dell'intera classe politica nazionale.
Qualcuno è d'accordo?
no, non credo si abbia bisogno di "commissari UE" e similari....sarebbe umiliante; la classe politica dipende dal popolo sovrano, nel senso che siamo noi elettori a decidere chi deve governarci e rappresentarci in parlamento; quindi bisognerebbe valutare bene prima di votare, anche perchè in un paese democratico, grazie al cielo, ogni popolo ha il "sovrano" che merita, che ha scelto....per fortuna questo "sovrano" lo si può cambiare quando non va più bene; ma nel frattempo potrebbe provocare seri guai alla popolazione......"chi è causa del proprio mal pianga sè stesso".....
Yuri Andreevic is offline  
Vecchio 26-01-2008, 16.53.43   #10
pallina
...il rumore del mare...
 
Data registrazione: 15-01-2007
Messaggi: 279
Riferimento: Commissariamento

Citazione:
Originalmente inviato da leibnicht
Non ci si potrebbe far promotori di una richiesta popolare di commissariamento UE dell'Italia?
Intendo dire: niente governo, niente successive elezioni, ma solo commissari "tecnici" dell'Unione Europea che provvedano a rimettere insieme i cocci dell'economia ed i brandelli del tessuto sociale del Paese.
Non troppo a lungo, naturalmente: diciamo un 25-30 anni, non di più. Giusto il tempo, insomma, che sorella Morte renda giustizia dell'intera classe politica nazionale.
Qualcuno è d'accordo?

Basterebbe una legge che impone limiti per età e numero di legislature. Inoltre niente benefit o, al limite, quelli strettamente necessari, che devono essere strettamente personali. Fare il deputato non deve essere un lavoro e non devono avere super stipendi e super pensioni. Inoltre basta anche, con tutto il rispetto, con i senatori a vita. Diamo loro alte onorificenze, riconoscimenti, ma non mettiamo in mano a queste persone le sorti dello Stato come è successo l'altra sera. E visto che ci siamo potremmo anche iniziare a pensare ad un'unica Camera.
Inoltre, ma lo si è già detto ormai migliaia di volte, fuori dal Parlamento tutti ma proprio tutti gli inquisiti e i condannati, fuori, fuori, fuori!!!!

Vorrei inoltre dire che trovo sempre più fastidioso leggere che è colpa degli "italiani" se siamo arrivati a questo punto e che gli "italiani" si meritano questa classe politica. E' lo stesso identico fastidio, per altro purtroppo non manifestabile ai diretti interessati, che provo quando sento Berlusconi e Compari affermare che gli "italiani" li hanno votati, gli "italiani" non vogliono più questo governo ecc. ecc.....
Io non faccio parte di quegli "italiani" e sono stufa di continuare ad essere accomunata a loro .: appartengo a quell'altra parte di popolo che non li ha mai votati nè mai lo farà.
E vorrei dire a Mary che io personalmente non ho "lavorato" certamente per arrivare a questo punto, sapevo benissimo che saremmo andati incontro a grandi sacrifici ma sapevo anche che erano per una giustissima causa, di conseguenza mi ero già rimboccata le maniche.
Vaglielo a dire a tutti quegli "italiani" che vogliono sempre, chiunque arrivi al governo "tutto e subito" illudendosi di poter fare e avere quella vita facile che propina una certa TV. Basta girare un pò per le strade e vedere che, non a caso, le società che offrono mutui e finanziamenti aprono nuove sedi tutti i giorni, segno evidente delle difficoltà ma anche di come qualcuno sia pronto ad approfittare della situazione. Indebitati ma felici?
Ma come si può pensare di fare sacrifici quando ci sono persone capaci di fare un finanziamento pur di comprarsi un cellulare?
pallina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it