Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 19-02-2008, 09.43.54   #1
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
La comunità internazionale

Ma che cos'è la comunità internazionale? Un'associazione a delinquere istituzionalizzata e globale?

Ho lavorato nella cooperazione fra la Comunità europea e la Jugoslavia prima della caduta del muro di Berlino. La Jugoslavia era un paese che avrebbe soddisfatto tutte le condizioni per diventare uno stato membro dell'Unione. Non abbiamo ascoltato la sua richiesta di aiuto in un momento difficile, ma alla caduta del muro abbiamo cominciato a vendervi armi e a esasperare inevitabili conflitti fra i gruppi che la componevano durante un periodo di crisi economica. Smembrata, umiliata, annientata è ora pronta per farci passare oleodotti ed accogliere il maggior numero di basi militari che il contribuente europeo (e quindi anche italiano) dovrà pagare.

E se le lobbies nella "comunità internazionale" cambiassero e la nuova comunità volesse esasperare i conflitti etnici all'interno dell'UE?

Dai cominciamo con Baschi, Corsi, Catalani, Altoatesini, Gallesi, Celti, Ladini...mi aiutate a allungare la lista? Forse le api ci stanno dando segnali importanti?

Monica 3 is offline  
Vecchio 19-02-2008, 13.04.12   #2
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Riferimento: La comunità internazionale

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
E se le lobbies nella "comunità internazionale" cambiassero e la nuova comunità volesse esasperare i conflitti etnici all'interno dell'UE?
Penso la tua sia una domanda retorica; stai seguendo le vicende sull'indipendenza del Kosovo? Osservi le chiare dichiarazioni dell'una (Russia, Cina etc..) e dell'altra parte (USA, Europa, etc...)?

http://www.repubblica.it/2008/02/sez...-febbraio.html

Ed ancora mi si pretende di farmi bere che gli Stati siano dei soggetti "morali".

Comprendendo tutto da un'ottica più grande, dunque, la nuova corsa agli armamenti non è che uno dei tanti tasselli del coerente mosaico che vediamo comporsi davanti ai nostri occhi.

nexus6 is offline  
Vecchio 19-02-2008, 16.23.53   #3
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: La comunità internazionale

come in alto così in basso, ....come a destra così a sinistra. Prendo questa frase anche se non mi sembra proprio corretto, visto che si riferisce a cose ben più grandi ed importanti.

Ma in questo caso la vita dell'umanità mi sembra altrettanto importante.

L'angolo tarlato della trave diventerà ben presto tutta tarlata (a me sembra già a buon punto) e rovinerà su se stessa.

Il veleno che si è riuscito ad infiltrare nel corpo ha avvelenato ogni angolo anche il più remoto.

Stamattina stavo trattando proprio questo argomento. I politici, le lobby, le multinazionali, i governi, i dittatori, le religioni, le corporazioni e quant'altro non sono che la punta dell'iceberg di una umanità corrotta, svuotata al proprio interno.

La corruzione, la violenza, gli orridi interessi di parte si possono alimentare solo da cittadini alienati, corrotti, assenti, apatici, manipolati, emotivamente penalizzati.

Quel che avviene in Italia ha assunto forme evidenti perchè non esiste più il senso della giustizia, dell'etica, della dignità umana.
Mary is offline  
Vecchio 21-02-2008, 22.38.52   #4
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Riferimento: La comunità internazionale

Eh, aver dichiarato unilateralmente l’indipendenza del Kosovo in questo momento, in cui ancora di sicuro l’area dei Balcani non è certo stata riconciliata tra le mille etnie che la compongono, è come aver gettato dei cerini accesi sulla enorme polveriera (che sappiamo!) e nelle stanze dei bottoni devo dedurre che sono degli ingenui oppure che stanno pian piano ordendo la trama degli eventi che si stanno scatenando, in più naturalmente coperti dal "pacifico" e giusto sostegno all’autodeterminazione di un popolo.

Beh... giusto qualche giorno fa ho aperto l'argomento e non ci voleva un indovino per prevedere la situazione:

http://www.corriere.it/politica/08_f...ba99c667.shtml


Così come altre aree in questo nostro pianeta, questa "deve" continuare ad avere lo status di "polveriera" ed in più quest'atto unilaterale potrebbe, come si legge, costituire un precedente per favorire pure la rivendicazione di altre etnie, senza invece valutare quanto strade come questa richiedano molto tempo. Gli Stati già sono degli organismi che faticano di per sé, se poi vengono pure fatti nascere sotto i peggiori auspici... io trovo che questo sia colpevole ed indice della mancanza di razionalità, appunto, della Comunità Internazionale. O meglio una "razionalità" vi è, ma non è palesemente la nostra, pur se continuiamo di fatto ad appoggiare ciò che riteniamo estraneo.

Già vedo sbandierare le bandiere della pace così da insozzarci ancor più d'ipocrisia. Mi auguro di no, comunque, non per noi, ma per le popolazioni che rischiano di veder giungere dall'alto i piacevoli regali della "razionalità" internazionale, recati con affetto da qualche B-52.
nexus6 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it