Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 18-05-2006, 10.54.20   #1
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Vox Populi

Nel ricercare un albergo tramite un link piuttosto noto, ho letto il commento in inglese di un ospite (albergo a più stelline): consigliava l'hotel ma suggeriva di fornirsi di tappi auricolari commentando ironicamente sulla rumorosità tipicamente italiana.

E' risaputo, siamo un popolo vociante e gesticolante.

Appena si esce di casa (e spesso anche senza uscire purtroppo) siamo investiti da un insieme disordinato di rumori.
Al mercato, nelle vie, a scuola, in treno, negli uffici postali, in spiaggia, persino negli ospedali non si sfugge: bastano due persone e al vocio incessante non c'è scampo.
Ci si sono messi anche i cellulari, che hanno amplificato le possibilità di parola anche in presenza di una persona sola, per cui può capitare, senza volerlo, di venire a conoscenza di fatti privati: il diritto alla privacy esercitato al contrario.

Poi sembra che in certi luoghi gridare sia d'obbligo: credo sia capitato a tutti il malcapitato caso di una vicina di ombrellone munita di bambino disobbediente; la signora, lungi dal considerare di avvicinarsi alla riva per chiamare il suddetto, gridava dalla terza fila elencando tutti i motivi per cui Vasco doveva assolutamente uscire dall'acqua, compresi tutti gli accidenti possibili se l'ordine non fosse stato eseguito.
Umano augurare mentalmente gli stessi accidenti alla signora, compresa una raucedine a vita.

Ho sempre creduto che fosse un atteggiamento, quello del parlare incessantemente se non gridare in pubblico, direttamente proporzionale al livello culturale, ma non sono sicura che sia così.

Forse si tratta di un comportamento appreso proprio dal vivere in un tessuto sociale che modelli silenziosi non ne propone.

Eppure basta viaggiare in treno verso nord per accorgersi con stupore che il berciare diventa sussurro se non silenzio: si può finalmente leggere e persino dormire.
E' anche vero che in questi casi l'aggregazione è più rara, pare che certa gente viaggi e vada al lavoro in solitudine.

Perchè gridiamo?
cannella is offline  
Vecchio 18-05-2006, 11.16.01   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
si puo essere cosi pero ti dico una cosa visto che da tre anni vivo in un paese molto"silenzioso"...quando mi e' capitato di andare al mercato qui,non si sente volare una mosca e non ce' trasmissione di vitalita,tutto sembra appiattito,ognuno tende a farsi gli affari propri che di per se non e' sbagliato pero daltra parte non ce' socializazzione, e le contraddizioni se molto spesso possono dare fastidio servono comunque a farci sentire piu vivi e ritengo che stimolino pure la nostra mente..
acquario69 is offline  
Vecchio 18-05-2006, 11.18.39   #3
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Forse è tutto legato al carattere che contraddistingue ogni popolo. Ti "rassicuro" che anche da noi spagnoli si ha la stessa precisa percezione di "rumorosi".
Ho fatto anch'io come te particolare caso a questa cosa e ammetto che più saliamo (non di livello culturale bensì di latitudine geografica), la rumorosità diminuisce, la gente non parla ad alta voce (sussurra), alle 20.00 la gente è già ben che chiusa a casa (oddio, più su si va ancora prima, ci sono posti che alle 18.00 sono già ritirati)...
C'è meno emotività, meno propensione alla comunicazione, più freddezza di animo, di condivisione...
Tutto è legato, non credi cannella?
Il clima più caldo e solare si riflette anche sui caratteri, sul modo di vivere e di approcciarsi...
Ish459 is offline  
Vecchio 18-05-2006, 14.21.18   #4
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
dipende... quando parlano tra di loro i miei suoceri, io che non ho problemi d'udito, fatico a comprenderli..
Mr. Bean is offline  
Vecchio 18-05-2006, 15.42.33   #5
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Citazione:
Messaggio originale inviato da Ish459
Forse è tutto legato al carattere che contraddistingue ogni popolo. Ti "rassicuro" che anche da noi spagnoli si ha la stessa precisa percezione di "rumorosi".
Ho fatto anch'io come te particolare caso a questa cosa e ammetto che più saliamo (non di livello culturale bensì di latitudine geografica), la rumorosità diminuisce, la gente non parla ad alta voce (sussurra), alle 20.00 la gente è già ben che chiusa a casa (oddio, più su si va ancora prima, ci sono posti che alle 18.00 sono già ritirati)...
C'è meno emotività, meno propensione alla comunicazione, più freddezza di animo, di condivisione...
Tutto è legato, non credi cannella?
Il clima più caldo e solare si riflette anche sui caratteri, sul modo di vivere e di approcciarsi...



Vero,Ish,infatti quando siamo stati in Andalusia,ho ritrovato parte della solarità meridionale e mediterranea.
Quindi la "rumorosità"è legata al clima ,alla cultura e possiamo arrivare anche alle dominazioni.
Tutto influisce a determinare le caratteristiche di un popolo

I toni troppo alti,comunque danno fastidio,
dovremmo imparare dagli inglesi
Non so...
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 18-05-2006, 17.53.37   #6
amidar
Ospite abituale
 
L'avatar di amidar
 
Data registrazione: 13-03-2006
Messaggi: 239
Messaggio originale inviato da Ish459

(oddio, più su si va ancora prima, ci sono posti che alle 18.00 sono già ritirati)...
Il clima più caldo e solare si riflette anche sui caratteri, sul modo di vivere e di approcciarsi...


E' vero che al sud essendoci temperature più miti e calde si tende a stare di più all'aperto rispetto al nord.
Nei paesi del meridione è normale vedere gli anziani e i vicini di casa ritrovarsi a parlare la sera seduti davanti casa o sul marciapiede,ognuno con la sua seggiolina...al nord è pressochè impossibile perchè quei pochi periodi all'anno che fa caldo,si parte per le ferie e anche se gli anziani rimangono nei paesi sono abituati da troppo tempo a starsene chiusi in casa per il freddo e questo influisce inevitabilmente sul carattere e sul modo di vivere.
amidar is offline  
Vecchio 18-05-2006, 18.42.41   #7
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
dipende... quando parlano tra di loro i miei suoceri, io che non ho problemi d'udito, fatico a comprenderli..

Patri15 is offline  
Vecchio 20-05-2006, 22.48.58   #8
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: Vox Populi

Citazione:
Messaggio originale inviato da cannella
Nel ricercare un albergo tramite un link piuttosto noto, ho letto il commento in inglese di un ospite (albergo a più stelline): consigliava l'hotel ma suggeriva di fornirsi di tappi auricolari commentando ironicamente sulla rumorosità tipicamente italiana.

E' risaputo, siamo un popolo vociante e gesticolante.

Appena si esce di casa (e spesso anche senza uscire purtroppo) siamo investiti da un insieme disordinato di rumori.
Al mercato, nelle vie, a scuola, in treno, negli uffici postali, in spiaggia, persino negli ospedali non si sfugge: bastano due persone e al vocio incessante non c'è scampo.
Ci si sono messi anche i cellulari, che hanno amplificato le possibilità di parola anche in presenza di una persona sola, per cui può capitare, senza volerlo, di venire a conoscenza di fatti privati: il diritto alla privacy esercitato al contrario.

Poi sembra che in certi luoghi gridare sia d'obbligo: credo sia capitato a tutti il malcapitato caso di una vicina di ombrellone munita di bambino disobbediente; la signora, lungi dal considerare di avvicinarsi alla riva per chiamare il suddetto, gridava dalla terza fila elencando tutti i motivi per cui Vasco doveva assolutamente uscire dall'acqua, compresi tutti gli accidenti possibili se l'ordine non fosse stato eseguito.
Umano augurare mentalmente gli stessi accidenti alla signora, compresa una raucedine a vita.

Ho sempre creduto che fosse un atteggiamento, quello del parlare incessantemente se non gridare in pubblico, direttamente proporzionale al livello culturale, ma non sono sicura che sia così.

Forse si tratta di un comportamento appreso proprio dal vivere in un tessuto sociale che modelli silenziosi non ne propone.

Eppure basta viaggiare in treno verso nord per accorgersi con stupore che il berciare diventa sussurro se non silenzio: si può finalmente leggere e persino dormire.
E' anche vero che in questi casi l'aggregazione è più rara, pare che certa gente viaggi e vada al lavoro in solitudine.
Perchè gridiamo?

perchè gridiamo?
ma perchè siamo un popolo di maleducati!
si dovrebbe gridare perchè si chiede aiuto o perchè chi chiamiamo garbatamente non risponde allora alziamo il tono di voce in segno di preoccupazione.
La mamma che grida: "giggino veni accà" "n'dù sei? veni accà" "mò d'inzacco di mazzate"...... dall'altra parte della spiaggia...anch'io gli auguro una raucedine, possibilmente a vita e, a "giggino", una grande fuga verso l'orizzonte del mare e lontano da sua madre.
Che dirti..... condivido il diritto al silenzio, ma è come dire: "non mangiare intanto che fumo" ecco perchè preferisco il mare d'inverno, in Italia, e all'estero d'estate.
tammy is offline  
Vecchio 20-05-2006, 23.14.59   #9
amidar
Ospite abituale
 
L'avatar di amidar
 
Data registrazione: 13-03-2006
Messaggi: 239
Re: Re: Vox Populi

[quote]Messaggio originale inviato da tammy
...ecco perchè preferisco il mare d'inverno, in Italia, e all'estero d'estate.



Come darti torto...
amidar is offline  
Vecchio 20-05-2006, 23.31.18   #10
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
Re: Re: Re: Vox Populi

[quote]Messaggio originale inviato da amidar
Citazione:
Messaggio originale inviato da tammy
...ecco perchè preferisco il mare d'inverno, in Italia, e all'estero d'estate.



Come darti torto...
ti adoro
tammy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it