Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 15-06-2006, 18.12.10   #11
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Re: Bravo, furbo

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
E, poi, cosa dirai, quando tu o i tuoi figli dovranno, fatto velocemente fagotto, andarci per non morire di fame?
D'accordo, si può optare anche per Cuba.
Ma non si può vivere mangiando solo ananas e banane.


mi sembra che il nuovo governo sia composto da bambinetti che giocano con il loro nuovo giochino e che siano li a avantarsi di cose che sognano o cmq non faranno mai, si parla e quando un tuo compagno dice una cosa grossa tu devi dirla più grossa per sentirti più importante ....
Indubbiamente penso che questo comportamento sia dato solo dall'ebrezza di avere un potere che prima non si aveva così come l bambino con il nuovo giocattolo nuovo appena uscito dal pacco di natale.
immagino che questa fase così come quella del bambino scemi con la perdità della novità..
una volta ripreso la normalità della quotiianità i vari ministri si accorgeranno di tutte le cazzatte che hanno detto e si rimetteranno in riga e il rapporto con lil Usa sarà ronsaldato in qualche maniera.
Non penso che si possa fare la guerra algi stati uniti ne economica ne tanto meno militare per cui ripreso il controllo della bocca ci sarà la fase di riavvicinamento con adeguate scuse per farsi perdonare l'uscita dal conflitto Iracheno
bomber is offline  
Vecchio 15-06-2006, 19.48.18   #12
romolo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2005
Messaggi: 278
Re: Re: Bravo, furbo

Non penso che si possa fare la guerra algi stati uniti ne economica ne tanto meno militare per cui ripreso il controllo della bocca ci sarà la fase di riavvicinamento con adeguate scuse per farsi perdonare l'uscita dal conflitto Iracheno [/b][/quote]


Infatti, caro bomber, nessuno ha mai fatto guerra agli stati uniti, ma loro l'hanno sempre fatta a tutti sia economica sia militare: con ferocia più o meno ottusa, a seconda delle amministrazioni al potere. Speriamo che i governi siano sempre più composti da "bambinetti" che preferiscano la politica alla guerra. Mezza America e più già lo desidera, a dispetto del centrodestra italiano.
romolo is offline  
Vecchio 16-06-2006, 03.08.31   #13
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Guarda, mia cara,

Citazione:
Messaggio originale inviato da edali
Si può chiedere anche il menu e si può declinare l’invito carissimo Weyl ed è bene che i periodi si alternino – un periodo di ananas e banane (per l’eterna giovinezza ) ben venga per arrivare ad una vera saggezza.
Ma se ben ricordo, l’Italia (governo Berlusconi per essere precisi) si era invitata da sola a questo banchetto: tutti di là nel carro dei più “forti” per aumentare le nostre quotazioni in borsa. Dico nostre, senza sentirmi parte. Meglio dire per arricchire ancor di più i pochi
Weyl, i figli non si nutrono solo con le brioche e credo che è arrivata l’ora ad insegnare ai figli a sudarsi il pezzo di pane e non a speculare.

Ma ci si allontana dal tema. Importante in questo momento, è che le nostre truppe ritornino in Italia.

Non si sputa sugli USA, ma si dissente sulla politica di Bush.

Stammi bene

che non parlo affatto di brioche, ma di grano e di pane.
Perchè qui, senza il piano Marshall, ottenuto da un De Gasperi (trentino prestato all'Italia), che con umiltà ed il cappello in mano, si presentò un giorno ad implorare la compassione degli Stati Uniti: beh, senza quel gesto di umiltà, metà degli scriventi su questo forum non avrebbero mai avuto il privilegio di nascere.

Per questo, cara mia, nonchè per l'asilo che quel Paese ha sempre offerto ai migliori tra gli italiani, negletti e disperati in patria, nonchè per le infinite ed unilaterali ed irricambiabili opportunità che essi hanno fornito a questo Paese e al mondo intero: per questo trovo intollerabile la tracotante prosopopea di questi ingrati che, ripeto, sputano nel piatto in cui mangiano.

Tutti pronti a segnalare i fuscelli negli occhi altrui, ma incapaci di percepire le travi che sporgono dai loro.
Senza gli Stati Uniti ed il sistema che essi offrono al mondo, neppure internet, per mezzo della quale comunichiamo, esisterebbe, nè la massima parte dei farmaci con cui ci curiamo e grazie ai quali possiamo sperare in una vita lunga e dignitosa.
Tutti pronti, invece, a disprezzare le manchevolezze del sistema americano: gli homeless, gli sventurati privi di assistenza, le avventure belliche finalizzate a spezzare l'orrore di dittature sanguinarie.
Incapaci di vedere i disastri della nostra assistenza sanitaria, i quali si spalmano su tutta la società civile, la fragilità di un sistema economico privo di competitività e "in fuga" dal Paese, insieme ai capitali produttivi.
Incapaci di capire che solo un sistema che aspira a dare l'ottimo a qualcuno può offrire, domani, il meglio ai più.
Mentre quello che pretende di "livellare" è destinato a creare l'illusione del molto in qualcuno, per dare, domani, il peggio a tutti.

Mai come oggi la sinistra appare sostenitrice e canagliescamente simpatizzante dei totalitarismi.
Un tempo, a sinistra si schieravano i libertari: uomini che credevano nell'emancipazione dell'uomo dal giogo dell'oscurantismo e del dominio di classe.
Ma, insomma, che cosa vi è successo?
Weyl is offline  
Vecchio 16-06-2006, 03.40.32   #14
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
che non parlo affatto di brioche, ma di grano e di pane.
Perchè qui, senza il piano Marshall, ottenuto da un De Gasperi (trentino prestato all'Italia), che con umiltà ed il cappello in mano, si presentò un giorno ad implorare la compassione degli Stati Uniti: beh, senza quel gesto di umiltà, metà degli scriventi su questo forum non avrebbero mai avuto il privilegio di nascere.


l'italia ha pagato con gli interessi il piano di aiuti marshall..in cambio gli stati uniti volevano un paese come l'italia strategicamente importante nello scacchiere della guerra fredda a liberta controllata,dove i comunisti sarebbero stati fermati in qualcunque maniera,fino a progettare se necessario un colpo di stato..si veda infatti gli anni di piombo,attentati terroristici 70-80,loggia p2,gladio e quant'altro...dietro a tutto questo cera il pieno sostegno americano e come noi la stessa politica,magari per interessi diversi ma non meno significativi lhanno subita tutti i paesi a lei subordinati,basta guardare le dittature spietate dei paesi sud americani..
altro che pane e grano..qui si tratta di liberta e sangue versato!!
acquario69 is offline  
Vecchio 18-06-2006, 22.20.30   #15
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
Re: Guarda, mia cara,

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
Senza gli Stati Uniti ed il sistema che essi offrono al mondo, neppure internet, per mezzo della quale comunichiamo, esisterebbe, nè la massima parte dei farmaci con cui ci curiamo e grazie ai quali possiamo sperare in una vita lunga e dignitosa.
Tutti pronti, invece, a disprezzare le manchevolezze del sistema americano: gli homeless, gli sventurati privi di assistenza, le avventure belliche finalizzate a spezzare l'orrore di dittature sanguinarie.
Incapaci di vedere i disastri della nostra assistenza sanitaria, i quali si spalmano su tutta la società civile, la fragilità di un sistema economico privo di competitività e "in fuga" dal Paese, insieme ai capitali produttivi.
Incapaci di capire che solo un sistema che aspira a dare l'ottimo a qualcuno può offrire, domani, il meglio ai più.
Mentre quello che pretende di "livellare" è destinato a creare l'illusione del molto in qualcuno, per dare, domani, il peggio a tutti.

Mai come oggi la sinistra appare sostenitrice e canagliescamente simpatizzante dei totalitarismi.
Un tempo, a sinistra si schieravano i libertari: uomini che credevano nell'emancipazione dell'uomo dal giogo dell'oscurantismo e del dominio di classe.
Ma, insomma, che cosa vi è successo?

Sono totalmente d' accordo con te weyl. Ti sei dimenticato di dire che se 60 anni fa non si fossero scomodati, non solo adesso non avremmo internet, ma anche non vi potremmo discutere liberamente dal momento che regnerebbe ancora la dittatura, e la libertà di parola non esisterebbe.
Premetto che a me gli americani non sono molto simpatici. Sono dei rozzi, piuttosto ignorantelli ed anche esaltati; ma è giusto riconoscere quello che sono e che hanno fatto
Bige is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it