Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 21-06-2006, 14.45.53   #1
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Destra e reati

Mi sforzo sempre più di comprendere il punto di vista di un elettore del centrodestra in Italia.

Sono arrivato a concedere moltissimo, riconoscendo la contingenza delle mie posizioni.

Ma c'è una cosa che rende irriducibile la destra alla sinistra: l'onestà.

Le persone condannate, indagate o in attesa di giudizio o di processo riguardano sempre politici appartenenti al centrodestra.
Quelli del centrosinistra si contano sulle dita di una mano. In più, i cosiddetti "comunisti", rifondazione, comunisti italiani ecc.. non hanno nessun indagato o condannato.

Come si spiega questo fenomeno?

Sarà per questo che ce l'hanno tanto con i magistrati?

Non sarebbe il caso di farlo sapere a tutti gli elettori, per la prossima campagna elettorale?
odos is offline  
Vecchio 21-06-2006, 15.06.55   #2
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
ELENCO PARLAMENTARI CONDANNATI IN VIA DEFINITIVA
-------------------------------------------------

Massimo Maria Berruti (deputato FI):
8 mesi definitivi per favoreggiamento nel processo tangenti Guardia di
Finanza.


Alfredo Biondi (deputato FI):
2 mesi patteggiati per evasione fiscale a Genova.


Vito Bonsignore (eurodeputato Udc):
2 anni definitivi per tentata corruzione appalto ospedale Asti.


Umberto Bossi (eurodeputato e segretario Lega Nord):
8 mesi definitivi per tangente Enimont.


Giampiero Cantoni (senatore FI):
Come ex presidente della Bnl in quota Psi, inquisito e arrestato per
corruzione, bancarotta fraudolenta e altri reati, ha patteggiato pene
per circa 2 anni e risarcito 800 milioni.


Enzo Carra (deputato Margherita):
1 anno e 4 mesi definitivi per false dichiarazioni al pm su tangente
Enimont.


Paolo Cirino Pomicino (eurodeputato ex Udeur):
1 anno e 8 mesi definitivi per finanziamento illecito tangente
Enimont, 2 mesi patteggiati per corruzione per fondi neri Eni.


Marcello Dell'Utri (senatore FI e membro del Consiglio d'Europa):
condannato definitivamente a 2 anni per frode fiscale e false
fatturazioni a Torino (false fatture Publitalia); ha patteggiato 6
mesi a Milano per altre vicende di false fatture Publitalia.
Recentemente condannato in primo grado a 2 anni per estorsione e 9
anni e mezzo per collusione mafiosa, per aver fatto da tramite per 30
anni tra Cosa nostra e Berlusconi.


Antonio Del Pennino (senatore FI):
2 mesi e 20 giorni patteggiati per finanziamento illecito Enimont; 1
anno 8 mesi e 20 giorni
patteggiati per i finanziamenti illeciti della metropolitana milanese.


Gianni De Michelis (eurodeputato Socialisti Uniti per l'Europa):
1 anno e 6 mesi patteggiati a Milano per corruzione per le tangenti
autostradali del Veneto; 6 mesi patteggiati per finanziamento illecito
Enimont.


Walter De Rigo (senatore FI):
1 anno e 4 mesi patteggiati per truffa ai danni del ministero del
Lavoro e della Cee per 474 milioni di lire in cambio di falsi corsi di
qualificazione professionale per la sua azienda.


Gianstefano Frigerio (deputato FI):
condannato a Milano a oltre 6 anni di reclusione definitivi per le
tangenti delle discariche (3 anni e 9 mesi, corruzione) e per altri
due scandali di Tangentopoli (2 anni e 11 mesi per concussione,
corruzione, ricettazione e finanziamento illecito).


Giorgio Galvagno (deputato FI):
ex sindaco socialista di Asti, nel '96 ha patteggiato 6 mesi e 26
giorni di carcere per inquinamento delle falde acquifere, abuso e
omissione di atti ufficio, falso ideologico, delitti colposi contro la
salute pubblica (per l'inquinamento delle falde acquifere) e omessa
denuncia dei responsabili della Tangentopoli astigiana nello scandalo
della discarica di Vallemanina e Valleandona (smaltimento fuorilegge
di rifiuti tossici e nocivi in cambio di tangenti).


Lino Jannuzzi (senatore FI):
condannato definitivamente a 2 anni e 4 mesi per diffamazioni varie, è
stato graziato dal capo dello Stato proprio mentre stava per finire in
carcere.


Giorgio La Malfa (deputato Pri, ministro Politiche comunitarie):
condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni per finanziamento illecito
Enimont.


Roberto Maroni (deputato Lega Nord e ministro Lavoro):
condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza a
pubblico ufficiale durante la perquisizione della polizia nella sede
di via Bellerio a Milano.


Augusto Rollandin (senatore Union Valdôtaine-Ds):
ex presidente della giunta regionale Valle d'Aosta è stato condannato
in via definitiva dalla Cassazione nel '94 a 16 mesi di reclusione, 2
milioni di multa e risarcimento dei danni alla Regione per abuso
d'ufficio: favorí una ditta "amica" nell'appalto per la costruzione
del compattatore di rifiuti di Brissogne. Dichiarato decaduto dalla
Corte d'appello di Torino, in quanto "ineleggibile", nel 2001 si
candida al senato con l'Union Valdotaine, i Ds e i Democratici.


Vittorio Sgarbi (deputato FI):
6 mesi definitivi per truffa aggravata e continuata ai danni dello
Stato, cioè del ministero dei Beni culturali.


Calogero Sodano (senatore Udc):
già sindaco di Agrigento, condannato definitivamente a 1 anno e 6 mesi
per abuso d'ufficio finalizzato a favorire i costruttori abusivi in
cambio di favori elettorali.


Egidio Sterpa (deputato FI):
condannato a 6 mesi definitivi per tangente Enimont.


Antonio Tomassini (senatore FI):
Medico chirurgo, condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3
anni per falso.


Vincenzo Visco (deputato Ds):
Condannato definitivamente dalla Cassazione nel 2001 per abusivismo
edilizio, per via di alcuni ampliamenti illeciti nella sua casa a
Pantelleria: 10 giorni di arresto e 20 milioni di ammenda.
Piú l'"ordine di riduzione in pristino dei luoghi". Cioè la
demolizione delle opere abusive.


Alfredo Vito (deputato FI):
2 anni patteggiati e 5 miliardi restituiti per 22 episodi di
corruzione a Napoli.


CONSUNTIVO:
----------------


13 pregiudicati sono di FORZA ITALIA tutti per gravi reati,
tranne Biondi (evasione fiscale...) Gli altri sono condannati per
favoreggiamento, corruzione, tangenti, bancarotta, estorsione,
collusione con Cosa Nostra, truffe allo Stato e alla CEE,
ricettazione,finanziamento illecito, smaltimento rifiuto tossici.


2 pregiudicati dell'UDC, uno per tentata corruzione e l'altro per
abuso d'uffiico


2 pregiudicati della Lega: Bossi e Maroni, uno per tangente e l'altro
per resitenza a pubblico ufficilae.


1 pregiudicato della Margherita Carra) per false dichiarazioni sulle
tangenti


1 pregiudicato ex UDEU (Pomicino) per tangenti


1 pregiudicato socilaista (DeMichelis) corruzione e tangenti


1 pregiudicato Union Valdotaine: abuso d'ufficio


1 pregiudicato PRI (LaMalfa) per tangenti


1 pregiudicato DS (Visco). Costruzione abusiva per ampiamento
- 10 giorni di galera-
odos is offline  
Vecchio 21-06-2006, 15.30.45   #3
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
Re: Destra e reati

Citazione:
Messaggio originale inviato da odos
Le persone condannate, indagate o in attesa di giudizio o di processo riguardano sempre politici appartenenti al centrodestra.
Quelli del centrosinistra si contano sulle dita di una mano. In più, i cosiddetti "comunisti", rifondazione, comunisti italiani ecc.. non hanno nessun indagato o condannato.

Come si spiega questo fenomeno?
Quanto amore per la demagogia!!!
Ti ricordo caro odos che è proprio nel governo attuale, per precisione alla camera, che c'è un certo signor D' Elia che è stato partecipe dell' assasinio di un poliziotto. Eh già, da giovani ci si accontenta di fare qualche scherzo un po pesante, rubare qualche caramella; ma D' Elia no, voleva qualcosa di più. Così un giorno si è alzato, è andato dai suoi compagni (mi sembra che l' associazione terroristica si chiamasse Prima Linea), e ha detto:"Ehi compagni, perchè non andiamo a far fuori qualche sporco sbirro?". E così hanno fatto. Si è scontato 15 anni e poi per buona condotta l' hanno rilasciato, nonostante avesse scontato solo metà pena. E dove è finito? Al governo!
Adesso caro il mio odos stai tirando un sospiro di sollievo e dici: "E' finita, per fortuna è solo uno... solo una piccola macchietta!" ma mi spiace non è così.
Questa (purtroppo) non è una barzelletta. L' egregio signor Daniele Farina vice della Commissione Giustizia è stato denunciato, indagato, processato, appellante, impugnante in cassazione in sostanza è un pregiudicato. Può vantare ben 3 condanne per reati che vanno da lesioni personali aggravate, fabbricazione e detenzione di materie esplodenti, occupazione di luogo, inosservanza dei provvedimenti dell' autorità, disturbo delle occupazioni...insomma D'Elia al confronto è soltanto un principiante. Non mi metto poi a citare tutte le persone che hanno ruoli governativi, le quali da giovani si divertivano e si iscrivevano (sarebbe meglio dire militavano) in club giovanili dai simpatici nomi: Prima Linea, Brigate Rosse, Leoncavallo ecc ecc. Sarebbe un elenco troppo lungo e la ricerca per scovarli tutti dal primo all' ultimo richiederebbe più di qualche ora...
Non dientichiamo che si deve ancora fare luce sugli scandali della sinistra sull' affare UNIPOL, al quale serviranno parecchi anni per far luce... insomma la sinistra non mi pare proprio pulita, e tantomeno innocente come vuole far apparire.
Caro odos, non puoi proprio far differenze tra destra e sinistra su affari giudiziari. Tutti e due possono vantare personaggi di "spicco" sotto questo punto di vista.
La sinstra è tanto sporca quanto la destra (se non di più). Prima di sparlare informati, e sii più obbiettivo...
Bige is offline  
Vecchio 21-06-2006, 18.25.28   #4
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Per gli anni di piombo ce n'è per tutti, di golpisti ce n'è anche a destra, e anche tanti, e questa è storia nota.

Ma sai benissimo quello che intendo. Ed è ora che lo si cominci ad ammettere che a destra rubare, evadere e corrompere non è considerato un peccato. Non è un caso che l'ex presidente del consiglio proclami scioperi fiscali (non vede l'ora di legalizzarlo), lotti con la magistratura e gli rifaccia leggi.

Non capisco perchè siate così ostinati nell'ammetterlo.
odos is offline  
Vecchio 21-06-2006, 18.40.09   #5
Bige
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 11-06-2006
Messaggi: 114
Guarda che io non ho detto che la destra è onesta, anzi tuttaltro. Ma dico che non si possono fare distinzioni tra i 2 schieramenti: sono tutti e due pieni zeppi di persone che dovrebbero solo essere in galera
Bige is offline  
Vecchio 22-06-2006, 12.41.43   #6
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
G.G.Belli

Citazione:
Messaggio originale inviato da odos
Per gli anni di piombo ce n'è per tutti, di golpisti ce n'è anche a destra, e anche tanti, e questa è storia nota.

Ma sai benissimo quello che intendo. Ed è ora che lo si cominci ad ammettere che a destra rubare, evadere e corrompere non è considerato un peccato. Non è un caso che l'ex presidente del consiglio proclami scioperi fiscali (non vede l'ora di legalizzarlo), lotti con la magistratura e gli rifaccia leggi.

Non capisco perchè siate così ostinati nell'ammetterlo.

Sei un bell'illuso!
L'unica differenza tra "destra" e "sinistra" sta nel fatto che, se il corrotto, ladro o disonesto che sia, è di "sinistra"
"(...) rubassi er Palazzon de Majoranna
troverete er cazzaccio che l'aresta
ma nun trovate mai chi lo condanna!"

Ciao, caro.
Weyl is offline  
Vecchio 22-06-2006, 12.57.52   #7
romolo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 13-11-2005
Messaggi: 278
Citazione:
Messaggio originale inviato da odos
Per gli anni di piombo ce n'è per tutti, di golpisti ce n'è anche a destra, e anche tanti, e questa è storia nota.

Ma sai benissimo quello che intendo. Ed è ora che lo si cominci ad ammettere che a destra rubare, evadere e corrompere non è considerato un peccato. Non è un caso che l'ex presidente del consiglio proclami scioperi fiscali (non vede l'ora di legalizzarlo), lotti con la magistratura e gli rifaccia leggi.

Non capisco perchè siate così ostinati nell'ammetterlo.

La destra, odos, è una perversione antropologica: è programmazione a spadroneggiare. La sinistra è perversione storica, ma capace di aiutare i deboli. La differenza non è morale, ma di profondità umana.
romolo is offline  
Vecchio 22-06-2006, 18.19.22   #8
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Io credo che la questione così, sia malposta. Intanto è risaputo che gli appartenenti al centrodestra, che hanno avuto problemi con la Giustizia, considerano i magistrati dei comunisti e quindi non accettano la loro condanna, esattamente come fa Saddam Hussein che, ritenendosi ancora il capo supremo dell'Iraq, non accetta di essere condannato da quelli che considera suoi sudditi. Credo che il vero problema sia questo. A ciò si aggiunga che, per esempio nell'ultima tornata elettorale, abbiamo votato i simboli, senza sapere a chi sia andato il voto da noi espresso (chiaro: non contano schede bianche e nulle in questo discorso). Quest'ultimo particolare mi aveva fatto pensare che forse sarebbe stato meglio se non fossi andato a votare. Se invece avessimo avuto la possibilità di esprimere una o più preferenze, avremmo potuto decidere se essere o meno complici di questo sistema....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 23-06-2006, 00.29.27   #9
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Innanzitutto grazie per "il bell'illuso". Un'altra caratteristica di molti degli elettori di destra è arroganza e sfottìo.

Ma questa si trova anche a sinistra.

Weyl fammi un commento a caldo della lista che ho postato. Attenendomi a ciò che dici, dovrebbe trattarsi di un puro caso non rappresentativo della situazione. Mi si consenta il beneficio del dubbio....

A Mr.Bean: il problema più che altro sta nella mancanza giuridica di un provvedimento che eviti certe situazioni. Se uno è stato condannato per corruzione, metterlo in parlamento (o al governo) non è poi una mossa così felice. E' proprio una problema pragmatico.
Non so se accada da qualche altra parte in europa.


Le critiche che si possono fare ad un politico di sinistra sono solo di impotenza, incapacità e incoerenza, ma molto difficilmente di disonestà. Ma forse è un illusione anche questa...

Non ho ancora capito perchè dovrei fidarmi di un disonesto. Che mi si illumini....
odos is offline  
Vecchio 23-06-2006, 03.22.41   #10
Weyl
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 23-02-2005
Messaggi: 728
Lettura analogica

Comprendo il problema, e cercherò di venirti incontro.
Allora: innanzitutto il titolo, in neretto, intendeva riferirsi al proprietario legittimo dei versi riportati nell'intervento.
"Proprietario legittimo" significa: AUTORE della poesia presa a riferimento.

Quanto al suo senso, farò uno sforzo iperumano al fine di rappresentartelo.
Purtroppo, da quanto constato, essa non è mai apparsa negli articoli del "Manifesto", per cui comprendo il problema che pone la mancanza di una "vulgata".
La "vulgata" era la traduzione biblica dei testi "sacri" che la Chiesa ammetteva prima del II concilio Vaticano.
Il II concilio Vaticano fu un meeting tra i principali interpreti della parola sacra, istituito al principio degli anni '60, al fine di "svecchiare" alcune interpretazioni troppo dogmatiche nella interpretazione dei Testi Sacri, al fine di meglio indirizzare le greggi.
I primi anni '60 sono un arco di pochi anni che si pongono all'incirca intorno all'epoca della nascita di quei genitori i quali hanno figli ventenni che esordiscono alla lettura del "Manifesto".
Il "Manifesto" è l'attuale "domenicale" dei poveri di spirito, ossia il sostituto di quel libretto che i tuoi nonni trovavano ogni domenica al banco in chiesa, in cui stavano le riflessioni obbligatorie per la settimana entrante.
Infine, e spero basti anche ad un amico di sinistra, i "genitori" sono gli artefici, gli "operai" addetti alla tua nascita: sono le "pezze" puzzolenti da cui sei stato espulso alla vita, tra sangue e strepiti.

Io non so se queste precisazioni ti bastino, ma, sinceramente, credo di no.
Le parole sono difficili, me ne rendo conto.

Procedo con metodo: "rubassi er Palazzon di Majoranna" significa: se anche (tale ladro) dovesse appropriarsi di un intero Palazzo, posto nel centro di Roma, facendolo, letteralmente, "sparire".
"Troverete er cazzaccio che l'aresta" significa: sicuramente, qualche idiota che, indignato, lo mette sotto accusa, si presenterà.
Cioè: qualcuno se ne accorgerebbe e proverebbe ad avviare un processo.
"Ma nun trovate mai chi lo condanna". Ciò significa: anche se il ladro fu colto con le mani nel sacco, nessun giudice lo rinvierebbe a giudizio, nè lo condannerebbe, indipendentemente dalla grandezza dell'evidenza del reato (è stato "trafugato" un intero Palazzo).

Questo fu scritto all'incirca nel 1830 e riguarda la realtà romana di allora.
Come non vedervi un'incredibile affinità con l'atteggiamento della magistratura odierna, la quale si mostra, come a quel tempo, così manifestamente "comprensiva" nei confronti di alcuni ladri?

I quali ladri ,caro odos, non potrai immettere nella tua lista, per l'ovvia ragione che (te lo spiego dettagliatamente) se i giudici non li rinviano a giudizio e non li condannano, essi risulteranno sempre "puliti".
Non so se sono riuscito a spiegarmi bene: comprendo la difficoltà di questi concetti.
Eppure, poichè confido nella tua intelligenza, mi spingo oltre e ti rimarco il seguente punto.
Con la parola "punto" intendo un capoverso, ossia un'intera locuzione, cioè una frase che aspira ad un senso compiuto e sanzionatorio.
Il punto segue ai due puntini (in senso grafico): quelli, della sinistra, che furono condannati, dovevano essere dei "gran figli di puttana", per dirla in breve...
Ossia: gente davvero indifendibile, inescusabile, che, dopo averne fatte "più di Bertoldo in Francia" ha messo anche i giudici nello "scacco" morale di doverli frenare.

P.s.: "più di Bertoldo in Francia" è un modo di dire che significa: essersi segnalati ovunque per le proprie malefatte, ed anche tra stranieri ed estranei, i quali, oggettivamente, ci hanno chiesto, rimostrando, di intervenire.
Weyl is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it