Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 08-07-2006, 08.56.29   #11
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Re: Re: Re: Nihilo recipe

Citazione:
Messaggio originale inviato da Weyl
[b]Ero un bambino, troppo piccolo per poterne vivere anche solo il senso carnascialesco e di "colore".
Ma credo di averne respirato appieno il senso intimo, attraverso l'onda lunga, culturale, che ne fu lo sfondo e l'ispiratrice.
Alludo a Marcuse, Adorno, Sartre, Althusser, alle neo-avanguardie di Sanguineti, Pagliarani, Balestrieri, Eluard, Dylan Thomas, Silvya Plath, alle sperimentazioni di Lichtenstein, Andy Wahrol, fino a Francis Bacon, alle dialettiche intorno alla beat ed alla "beatnik" generation ispirate da Fernanda Pivano e Massimo Raboni... etc. etc.

Per me, quello è il '68: il "colore" brasileiro mi interessa poco. [

Come dire che, per ovvie ragioni (eri troppo piccolo) ti sei perso degli anni magici.
Patri15 is offline  
Vecchio 08-07-2006, 10.34.12   #12
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
io non riesco proprio ad immaginare i miei genitori che vivono il 68. Che cosa triste!
Un po' perchè immagino il 68 così come viene riportato nei films, quindi mi immagino hippie, centri sociali, fumo, droghe. Immagino anche centri culturali, università piene di giovani, manifestazioni sentite e veramente condivise, lotta per i diritti.
I miei genitori non riesco a inserirli in un contesto del genere. Perchè? Chi ha vissuto il 68 è poi "tornato indietro", e ha canellato le traccie dentro di sè di quel periodo anomalo?
O forse il 68 non è stato poi così pervasivo, e non è arrivato dapperttutto,a differenza di ciò che si dice?


odissea is offline  
Vecchio 08-07-2006, 10.39.09   #13
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Quegli anni magici?.......

Sò poco di politica , allora come oggi , ma il disgusto di ieri è ancora quello di oggi. Le due branche ,la rossa e la nera soffiavano sul fuoco , un fuoco gestito nei giovani idealisti ma sprovveduti , facili all'esaltazione quale la "livella" sociale , tutti per uno e uno per tutti , convinti assertori che il comunismo più ortodosso fosse la via più conveniente per non doversi confrontare coi vari processi della vita , convinti assertori che il neo fascismo fosse l'unico e solo baluardo contro il comunismo. Invece che le penne quelle mani impugnarono le armi , furono di sicuro le "braccia" di quelle menti dell'epoca , se si vuole iniziare un kamikaze è nella sua gioventù su cui si deve puntare , e così nel 68 , e da sempre sulle giovani generazioni , si iniziò il facile apostolato politico secondo i fini di chi andò nelle università o nei licei a fare propaganda. Delinquenti politici , furono le conseguenze , terrore e cretinaggine di voler cambiare il mondo al suo naturale progresso ed evoluzione , le famose "brigate rosse" furono uno dei rami malefici di quel periodo. Io c'ero! , a Milano ed altrove vendevo tessili ai grossisiti , proprio in via De Amicis evitai una delle battaglie famose degli irridentisti universitari , che una immgine rese famosi , lavoravo pur se giovane come loro , compatendoli per la loro scempiaggine , invidiandone le possibilità che avevano per costruirsi un futuro che invece volevano annientare......Capanna , Curcio , Sofri ,.......delinquenti politici!!!.
svirgola is offline  
Vecchio 08-07-2006, 10.43.19   #14
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Re: Quegli anni magici?.......

Citazione:
Messaggio originale inviato da svirgola
Sò poco di politica , allora come oggi , ma il disgusto di ieri è ancora quello di oggi. Le due branche ,la rossa e la nera soffiavano sul fuoco , un fuoco gestito nei giovani idealisti ma sprovveduti , facili all'esaltazione quale la "livella" sociale , tutti per uno e uno per tutti , convinti assertori che il comunismo più ortodosso fosse la via più conveniente per non doversi confrontare coi vari processi della vita , convinti assertori che il neo fascismo fosse l'unico e solo baluardo contro il comunismo. Invece che le penne quelle mani impugnarono le armi , furono di sicuro le "braccia" di quelle menti dell'epoca , se si vuole iniziare un kamikaze è nella sua gioventù su cui si deve puntare , e così nel 68 , e da sempre sulle giovani generazioni , si iniziò il facile apostolato politico secondo i fini di chi andò nelle università o nei licei a fare propaganda. Delinquenti politici , furono le conseguenze , terrore e cretinaggine di voler cambiare il mondo al suo naturale progresso ed evoluzione , le famose "brigate rosse" furono uno dei rami malefici di quel periodo. Io c'ero! , a Milano ed altrove vendevo tessili ai grossisiti , proprio in via De Amicis evitai una delle battaglie famose degli irridentisti universitari , che una immgine rese famosi , lavoravo pur se giovane come loro , compatendoli per la loro scempiaggine , invidiandone le possibilità che avevano per costruirsi un futuro che invece volevano annientare......Capanna , Curcio , Sofri ,.......delinquenti politici!!!.

STAI PARLANDO DEGLI ANNI DI PIOMBO, lo sai vero?
Gli anni, cioè, subito dopo quelli .. magici.
Patri15 is offline  
Vecchio 08-07-2006, 10.46.18   #15
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Re: Re: Quegli anni magici?.......

Citazione:
Messaggio originale inviato da Patri15
STAI PARLANDO DEGLI ANNI DI PIOMBO, lo sai vero?
Gli anni, cioè, subito dopo quelli .. magici.

..si ma cio che dice svirgola e' stata la sua diretta conseguenza!
acquario69 is offline  
Vecchio 08-07-2006, 10.59.57   #16
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Re: Re: Quegli anni magici?.......

Citazione:
Messaggio originale inviato da Patri15
STAI PARLANDO DEGLI ANNI DI PIOMBO, lo sai vero?
Gli anni, cioè, subito dopo quelli .. magici.
Sò quello che ho scritto , a buon intenditore.....poche parole , le mie sono più che....poche parole.
svirgola is offline  
Vecchio 08-07-2006, 11.05.10   #17
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Re: Re: Re: Quegli anni magici?.......

Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
..si ma cio che dice svirgola e' stata la sua diretta conseguenza!


E' questo il punto. Io non credo che la conseguenza sia stata "diretta", credo piuttosto che la strategia della tensione sia stata introdotta da fuori e che questa abbia innescato la violenza con le conseguenze che conosciamo.



Il fatto è che troppo sono ancora i misteri non svelati di quella strategia. Finché non ho le prove di chi sono stati i mandanti non mi arrendo.

La discussione si sta facendo molto interessante. Poiché si tratta di un pezzo della mia vita, ho bisogno si sapere, proprio come una madre delle vittime.
Monica 3 is offline  
Vecchio 08-07-2006, 11.15.32   #18
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Re: Re: Re: Re: Quegli anni magici?.......

Citazione:
Messaggio originale inviato da Monica 3
E' questo il punto. Io non credo che la conseguenza sia stata "diretta", credo piuttosto che la strategia della tensione sia stata introdotta da fuori e che questa abbia innescato la violenza con le conseguenze che conosciamo.



Il fatto è che troppo sono ancora i misteri non svelati di quella strategia. Finché non ho le prove di chi sono stati i mandanti non mi arrendo.

La discussione si sta facendo molto interessante. Poiché si tratta di un pezzo della mia vita, ho bisogno si sapere, proprio come una madre delle vittime.

i mandati chi erano?...le alte cariche dello stato italiano con l'appoggio superiore degli stati uniti..l'italia e' stato un tassello fondamentale e strategico della guerra fredda..
acquario69 is offline  
Vecchio 08-07-2006, 12.15.54   #19
svirgola
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2006
Messaggi: 407
Re: Il '68 spiegato a mia figlia

Citazione:
Messaggio originale inviato da Monica 3
Nei lunghi viaggi in macchina succede che i figli pongano ai genitori domande sulla loro vita. Nel viaggio per andare a trovare i nonni nell'est europeo nostra figlia ci ha chiesto cosa è stato per noi il '68.

E' stato un momento magico della storia in cui da ovest a est, da nord a sud i giovani hanno creduto e quasi toccato con mano che si sarebbe potuto creare un mondo d'amore e senza guerre , basato su rapport autentici e di fiducia. Un mondo senza razze e classi sociali. Bastava uno schiocco di dita e i ragazzi si mobilitavano per salvare l'arte a Firenze dall'alluvione dell'Arno, per diffondere cultura, per produrre la musica che voi ancora ascoltate, per sperimentare nuove forme di convivenza.

Poi qualcuno (chi?) ci ha messo in mano la droga, qualcuno (chi?), è andato a reclutare terroristi nelle facoltà universitarie, qualcuno (chi?) ha ucciso Olaf Palme, Martin Luther King, Aldo Moro (niente altro che un padre che si apriva cautamente alle idee dei figli), John Lennon...

Alcuni di noi hanno fatto qualche passo indietro, corretto qualche errore, ma non hanno mai smesso di crederci ed hanno creato micro-realtà funzionanti.

Questo è quello che credo io.



E voi?
Non è nella complicazione che troviamo la verità. Scervellarsi per trovare dei mandanti , poi si finisce come col Kennedy americano......col nulla. Quasi sempre sono iniziative singole , fanatici che seguono istinti che in una o altra maniera vengono comunque premiati , se presi passeranno alla storia come premio ad una esistenza che verrà esaminata in tutti i suoi momenti , se la fanno franca avranno pacificato il loro....fanatismo. Una cosa è certa che la società perfetta , o simile non sarà mai la conseguenza di moltitudine o magari milioni di persone , è pura demagogia , stupida propaganda per fare presa in mentalità non ancora formate , amanti di tutto ciò che ci allontana dalla realtà , la realtà dell'essere umano. Il politico , il banchiere , il mafioso , sono i detentori del potere per il quale si uccide , per il quale si continua ad alimentere il serbatoio dei delusi in attesa del riscatto , il serbatoio dei vorrei ma non posso , il sebatoio del vorrei tutto a tutti i costi , senza rendersene conto di esserne solo un mezzo al servizio di altri.....il derivato delle "essenze" , premia le essenze che stanno a guardare....il derivato aspira a divenire una.....essenza , ma finisce solo per corroborarne il profumo.......
svirgola is offline  
Vecchio 08-07-2006, 16.32.58   #20
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Re: Re: Il '68 spiegato a mia figlia

Citazione:
Messaggio originale inviato da svirgola
Non è nella complicazione che troviamo la verità. Scervellarsi per trovare dei mandanti , poi si finisce come col Kennedy americano......col nulla. Quasi sempre sono iniziative singole , fanatici che seguono istinti che in una o altra maniera vengono comunque premiati , se presi passeranno alla storia come premio ad una esistenza che verrà esaminata in tutti i suoi momenti , se la fanno franca avranno pacificato il loro....fanatismo. Una cosa è certa che la società perfetta , o simile non sarà mai la conseguenza di moltitudine o magari milioni di persone , è pura demagogia , stupida propaganda per fare presa in mentalità non ancora formate , amanti di tutto ciò che ci allontana dalla realtà , la realtà dell'essere umano. Il politico , il banchiere , il mafioso , sono i detentori del potere per il quale si uccide , per il quale si continua ad alimentere il serbatoio dei delusi in attesa del riscatto , il serbatoio dei vorrei ma non posso , il sebatoio del vorrei tutto a tutti i costi , senza rendersene conto di esserne solo un mezzo al servizio di altri.....il derivato delle "essenze" , premia le essenze che stanno a guardare....il derivato aspira a divenire una.....essenza , ma finisce solo per corroborarne il profumo.......

Purtroppo è come dice Svirgola anche per me: tutt'al più ogni tanto si può ancora sognare.

Ma dentro, ognuno di noi può e deve essere libero.

Ciao!
Patri15 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it