Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 20-08-2006, 12.58.54   #1
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
A Quando Un 'europa Unita E Unica!

Ciao a tutti
Viviamo in un periodo di forti tensioni sociali, culturali, religiose. Dopo
la seconda guerra mondiale l'Europa pur con le differenze tra stati e
la tendenza all'autonomia e prestigio e interesse "personale", ha vissuto un
periodo di pace interna, senza conflitti armati.
Questa relativa calma e pace, però si è dimostrata valida all'interno del continente europeo, ma non nel resto del mondo, dove dalla seconda guerra
mondiale ad oggi è stato un susseguirsi di conflitti e guerre.
Oggi l'attenzione cade sul conflitto libano-israeliano, prima sulla guerra in Iraq, ma ricordo che da decenni si combattono guerre in Africa, in America Latina e continente asiatico. Ad oggi si possono contare una ventina di guerre in tutto il nostro Pianeta. Quella europea è soltanto una "pace apparante", perchè non siamo coinvolti sul nostro territorio, se non in Iugoslavia, ma abbiamo truppe armate in diverse parti del mondo.
Accanto alle guerre di territorio ed economiche, ci sono quelle cosidette di religione, ma sono effettivamente distinguibili? Il terrorismo è una questione solo religiosa o possiamo accumunarla a quelle territoriali ed economiche?.
Io credo che sia un problema complessivo: l'economia liberale moderna, i principi essenziale di economia consumistica, dello sfruttamento ad ogni costo e senza limitazioni delle risorse naturali, dell'aumento delle differenze tra pochi stati ricchi e molti stati poveri, del profitto sopra ogni altra cosa, ha portato e porterà sempre più allo scontro armato e al proliferare del terrorismo.
L'Europa può intervenire in questo processo di distruzione e di tensione internazionale, riequilibrando il potere economico e militare da sempre in mano all'America, raggiungendo quell'obiettivo, finora ostacolato da forze esterne
(america e inghilterra in primis) di unione militare ed economica.
Sono convinto che questo sia l'unico obiettivo e soluzione alle tensioni internazionali e al terrorismo. Un'Europa che sia in grado finalmente di emanciparsi dalla sudditanza psicologica dell'America e di qualsiasi altra potenza economica e militare si affacci al'orizzonte in futuro (la Cina?).
Un Europa che sappia ovviamente frenare questa corsa assurda verso lo sfruttamento intensivo delle risorse, che sappia ottenere una maggiore distribuzione della ricchezza tra tutti i Paesi del nostro Pianeta.
Credo che se riuscissimo a limitare la povertà e la miseria nel Mondo, a rivedere i principi di economia, dove non conti solo il profitto ma soprattutto l'etica e il sociale (parametri nuovi per valutare l'economia di un Paese) allora
queste tensioni sia politiche, che economiche, che religiose, forse sarebbero finalmente debellate.
In caso contrario il futuro nostro e dei nostri figli sarà molto...DIFFICILE!
ciao metodico
metodico is offline  
Vecchio 20-08-2006, 17.04.35   #2
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
Riferimento: A Quando Un 'europa Unita E Unica!

Sarebbe troppo bello per essere vero! Consideriamo che in Europa ci sono differenze linguistiche, religiose, di costume, ecc... che, per esempio, sono inesistenti negli Usa.
Mr. Bean is offline  
Vecchio 20-08-2006, 21.34.16   #3
metodico
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-04-2006
Messaggi: 79
Riferimento: A Quando Un 'europa Unita E Unica!

ciao a tutti
Non penso che le motivazioni culturali e linguistiche e religiose possano
essere un ostacolo al raggiungimento dell'unità europea. Almeno non sono
il motivo principale, il vero problema da superare, secondo me, è quello economico particolare e individualistico che caratterizza gli Stati Europei.
Soprattutto la Francia e la Germania sono il vero ostacolo al raggiungimento
di questo obiettivo comune: vincere la "superiorità storica ed economica, nonchè nazionalista, di cui si fanno vanto, anche giustamente per i risultati conseguiti, questi due Stati è la "scommessa" che i nostri politici e quelli degli altri stati europei e recentemente quelli annessi devono riuscire a vincere.
Molto potrebbe fare e incidere nella definizione di un Europa "reale" un eventuale e auspicato processo di democratizzazione e sviluppo economico della Russia. Questa enorme territorio, ricco di risorse naturali, potrebbe essere in un futuro speriamo vicino l'ago della bilancia nei confronti di Francia e Germania per far decollare e completare finalmente il "progetto Europa".
ciao metodico
metodico is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it