Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 13-11-2006, 15.10.13   #11
S.B.
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-04-2006
Messaggi: 486
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da Lenin
L'enorme ingranaggio dell'immigrazione non si arresterà con un divieto o con una politica nazionale. Le radici di questo enorme fenomeno sono globali. E poichè nessuna delle cause è attualmente in via di risoluzione, rassegnamoci all'evidenza: l'immigrazione in Italia c'è e ci sarà.
Emanare leggi e leggiuole sarà solo patetico. Nessun pezzo di carta fermerà l'avanzata di milioni di uomini e donne disperati.
L'unico utile argomento è il COME affrontare tale marea di uomini.

Detto questo esiste un unica via da percorrere, che consiste in un'azione a tenaglia.
La prima ineludibile azione deve essere tesa a garantire all'immigrato GIUSTIZIA. Lo stato deve combattere ed eliminare il caporalato, l'emarginazione, la disoccupazione. E' un fatto che gli immigrati integrati e regolarizzati hanno un tasso di criminalità inferiore alla media dei cittadini italiani. E lo stato deve eliminare la schiavitù e la criminalità organizzata che specula sulla tratta degli schiavi.
Le lagne vomitevoli degli onorevoli, di destra e della Lega, sono buone solo a foderare la lettiera del gatto. Non c'è lavoro per tutti? Il lavoro si crea! Vi sono quartieri disagiati? Si bonificano dando lavoro, imponendo istruzione, combattendo ed esigendo giustizia. Sbrodolarsi di polemiche razziste è sterile, inutile, dannoso e patetico.
La seconda azione è posteriore e conseguente alla prima. Una volta garantita la giustizia, una volta rimossi con la forza gli ostacoli all'integrazione e alla libertà degli immigrati, è tempo di imporre la giustizia, perchè non vi saranno più scuse.
Se do la possibilità di lavorare ad un uomo, e questo sceglie invece di rubare, allora solo le porte del carcere fanno per lui. Dopo aver garantito con forza i diritti a tutti, il buonismo si fa da parte, ma solo dopo. Punire prima senza rimuovere le cause della criminalità è senza speranza di vittoria.

Non ci riescono con gli italiani a garantire giustizia e occupazione, figuriamoci cosa possono con l'immigrazione.
Comunque il problema in Italia, come lo è stato in Francia,secondo me non sarà più il flusso, ma le seconde e terze generazioni.
Io dico, è ovvio che con i primi contatti ci saranno problemi, ma dobbiamo evitare la situazione verificatasi nelle balineu francesi.

Bisogna comunque dire che i posti di lavoro non si creano dalla mattina alla sera e che il problema della criminalità non si risolve facilmente, spesso non è vero che lavoro, cittadinanza=meno criminalità, e che la percentuale di immigrati regolari che commettono reati sia minore degli italiani non è vero, assolutamente.
S.B. is offline  
Vecchio 25-11-2006, 23.15.22   #12
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da S.B.
Non ci riescono con gli italiani a garantire giustizia e occupazione, figuriamoci cosa possono con l'immigrazione.
Comunque il problema in Italia, come lo è stato in Francia,secondo me non sarà più il flusso, ma le seconde e terze generazioni.
Io dico, è ovvio che con i primi contatti ci saranno problemi, ma dobbiamo evitare la situazione verificatasi nelle balineu francesi.

Bisogna comunque dire che i posti di lavoro non si creano dalla mattina alla sera e che il problema della criminalità non si risolve facilmente, spesso non è vero che lavoro, cittadinanza=meno criminalità, e che la percentuale di immigrati regolari che commettono reati sia minore degli italiani non è vero, assolutamente.

########################
Sarò un utopista,
sarò un idealista,
ma credo fermamente che la cultura si può applicare anche agli ignoranti.
Andrebbero costruite più scuole e ovunque.
Non bisogna aver paura d'insegnare. Insegnare suprattuttoa lavorare per mangiare senza elemosinare


Saluti a Tutti
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 27-11-2006, 06.52.15   #13
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo
########################
Sarò un utopista,
sarò un idealista,
ma credo fermamente che la cultura si può applicare anche agli ignoranti.
Andrebbero costruite più scuole e ovunque.
Non bisogna aver paura d'insegnare. Insegnare suprattuttoa lavorare per mangiare senza elemosinare
[/color]

Saluti a Tutti

Asolutamente d'accordo Ale
ma come si fa a Napoli o a Palermo dove nei quartieri "a rischio"
i bambini non vengono a scuola e cominciano a delinquere
o a lavorare ancora piccoli?
I servizi sociali ci sono ma sono del tutto insufficienti,
i bambini costretti a venire a scuola se costretti
non apprendono e cominciano a voler "insegnare"
agli altri cosa è la vita per loro con effetti a volte
disastrosi per le classi, in cui non si riesce neanche a lavorare
per due ore di seguito.......
si accoglie chiunque a scuola, ma serpeggia fra i genitori dei ragazzini
"migliori" un senso di insofferenza malcelata verso l'inserimento di questi
ragazzi nella classe dei loro figli.
Mancano strutture adeguate, insegnanti benevoli e pazienti , essi
si irritano perchè "non possono fare lezione" e a volte scappa anche qualche
scapaccione; il problema poi si risolve bocciandoli due o tre volte
anche alla scuola dell'obbligo e a volte ciò provoca un nuovo allontanamento
dall'istituzione scolastica, poichè la si vede come punitiva.
Occorrerebbero più psicologi per gli alunni e anche per gli insegnanti,
laboratori pratici in cui risvegliare i talenti che sicuramente anche
questi bambini hanno, non basare più l'istruzione su competitività
sfrenata o voglia di protagonismo perchè è ovvio che se io sono ignorantissimo e non posso primeggiare nella conoscenza devo fare
qualche altra cosa per attirare l'attenzione su di me.
E poi lavorare anche con le famiglie di questi bambini. Spesso si tratta
di donne ignoranti e giovanissime, frustrate nei loro desideri più profondi,
vittime di maschi violenti e maschilisti, che sanno solo
essere madri come esseri che devono costantemente nutrire
e che se mancano i soldi per nutrire accettano qualunque compromesso
(che il marito rubi o spacci).
I problemi hanno sempre molteplici aspetti e quindi con una frase lapidaria
si dà l'input ma la società è complessa e noi siamo solo stati "graziati"
essendo nati in famiglie dignitose e con veri valori
paperapersa is offline  
Vecchio 29-11-2006, 11.53.22   #14
leo
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-11-2006
Messaggi: 1
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Qualunque reazione, di fronte ad una numerosa presenza di persone di abitudini e cultura diverse dalle nostre, è umanamente comprensibile e le idee che la determinano vanno rispettate. Io mi domando solo: qual è la soluzione? E se, invece di diecimila persone, ne arrivassero 10 o cento milioni, visto che ce ne sono molte di più che non hanno niente di che vivere, mentre noi abbiamo tutto?
Se non si riesce ad affrontare il problema sotto il profilo umano, perchè non lo si guarda dal punto di vista pratico?
leo is offline  
Vecchio 04-12-2006, 09.34.12   #15
margarit
Ospite
 
Data registrazione: 21-04-2006
Messaggi: 8
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

piacere,
sono Margarit (maschio) e sono albanese, residente in Italia da 11 anni
e in questi 11 anni non ho mai commesso niente di illegale
semmai, lo stato italiano ha commesso qualcosa di illegale nei miei confronti
facendomi pagare delle tasse che pagavano tutti glia ltri cittadini italiani
negandomi però il diritto di dire la mia opinione (di votare, di essere eletto) su diverse questioni che molte volte riguardavano la mia condizione di extracomunitario

sono studente di Filosofia a Bari
e faccio diversi lavori per pagare i miei studi.
sono precario fino al midollo
tolgo il lavoro agli italiani se vado a lavorare in campagna?
margarit is offline  
Vecchio 04-12-2006, 14.25.56   #16
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da margarit
piacere,
sono Margarit (maschio) e sono albanese, residente in Italia da 11 anni
e in questi 11 anni non ho mai commesso niente di illegale
semmai, lo stato italiano ha commesso qualcosa di illegale nei miei confronti
facendomi pagare delle tasse che pagavano tutti glia ltri cittadini italiani
negandomi però il diritto di dire la mia opinione (di votare, di essere eletto) su diverse questioni che molte volte riguardavano la mia condizione di extracomunitario

sono studente di Filosofia a Bari
e faccio diversi lavori per pagare i miei studi.
sono precario fino al midollo
tolgo il lavoro agli italiani se vado a lavorare in campagna?

Io credo sia perfettamente limpido che alle votazione di una certa nazione debbano partecipare i cittadini di quella nazione in quanto ne conoscono la storia politica, culturale, sociale ed economica.
Peraltro la legge prevede che si possa diventare cittadini italiani dopo un certo numero di anni di permanenza in Italia e con questa, si potrà tranquillamente votare/essere eletti.

Stai scoprendo pure tu che in Italia si devono/si dovrebbero pagare le tasse, che sei precario come la maggior parte degli italiani che si affaccia al mondo del lavoro, che sono negati alcuni diritti che sembrerebbero sacrosanti, che anche in termini di legge sull'immigrazione qualche cosa non sta andando per il verso giusto.....quindi, la conoscenza profonda della nostra patria ti farà votare al meglio nel momento in cui la legge ti permetterà di farlo.

Benvenuto al neopescatore Margarit
maxim is offline  
Vecchio 04-12-2006, 15.30.05   #17
margarit
Ospite
 
Data registrazione: 21-04-2006
Messaggi: 8
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

sono albanese ma non sono un'animale che ha appena conosciuto la civiltà
le tasse le pagavo pure nel mio paese
e pure da noi c'erano delle leggi da rispettare
e non dire le solite cavolate delle vecchie quando scoprono che ci sono pure altre persone nel mondo "ma da voi, in albania, ci sono i pomodori?"
margarit is offline  
Vecchio 04-12-2006, 16.26.29   #18
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da margarit
sono albanese ma non sono un'animale che ha appena conosciuto la civiltà
le tasse le pagavo pure nel mio paese
e pure da noi c'erano delle leggi da rispettare
e non dire le solite cavolate delle vecchie quando scoprono che ci sono pure altre persone nel mondo "ma da voi, in albania, ci sono i pomodori?"

Dal tuo modo di porti ho quasi l'impressione che tu ce l'abbia un po su con il sistema Italia e con il modo di pensare degli italiani in riferimento a certi argomenti...e non mi pare che ciò sia una cosa che può favorire un buon dialogo!

Del resto penso che se da 11 anni ti trovi in Italia anzichè in Albania, o altra parte del mondo, qualcosa di buono ci deve pur essere in questo nostro stranissimo paese no?
- potremmo ad esempio cominciare ad elencare un pò di questi aspetti positivi...che ne pensi?

Comprendo peraltro il tuo disappunto di fronte a certi italiani che sembrano scoprire all'improvviso ( ) l'esistenza di altre persone al mondo...è per questo che ritengo fondamentale l'importanza di quel primissimo momento di scoperta che dovrebbe essere piacevole per entrambi...purtroppo, converrai con me, che non sempre è così!

maxim is offline  
Vecchio 04-12-2006, 17.32.41   #19
margarit
Ospite
 
Data registrazione: 21-04-2006
Messaggi: 8
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Mi piace da morire l'Italia
ed è qui che voglio continuare a vivere
perchè qui sono cresciuto
e amo la terra dove vivo
la Puglia

l'Albania è un paese povero
e arretrato
e se vuoi di più di quello che c'è
devi andare fuori
in Italia ho più possibilità
tutto qui
il "sistema Italia" mi piace, e molto.
non mi piace che l'Italia mi consideri solo quando si pagano le tasse

non sono i neopescatore
perchè tu non puoi insegnarmi niente
io vengo qui con il mio bagaglio culturale
e con quello cerco di sopravvivere
non ti chiedo da mangiare
perchè lavoro
e non ti chiedo di avere un atteggiamento di superiorità
e di TOLLERARMI
perchè non hai niente da tollerare
devi solo aprire gli occhi e le orecchie
e se vuoi, criticami pure
la cosa che più detesto è la Tolleranza buonista
margarit is offline  
Vecchio 04-12-2006, 21.45.03   #20
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: Se un uomo ha fame non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare.

Citazione:
Originalmente inviato da margarit
Mi piace da morire l'Italia
ed è qui che voglio continuare a vivere
perchè qui sono cresciuto
e amo la terra dove vivo
la Puglia

l'Albania è un paese povero
e arretrato
e se vuoi di più di quello che c'è
devi andare fuori
in Italia ho più possibilità
tutto qui
il "sistema Italia" mi piace, e molto.
non mi piace che l'Italia mi consideri solo quando si pagano le tasse

non sono i neopescatore
perchè tu non puoi insegnarmi niente
io vengo qui con il mio bagaglio culturale
e con quello cerco di sopravvivere
non ti chiedo da mangiare
perchè lavoro
e non ti chiedo di avere un atteggiamento di superiorità
e di TOLLERARMI
perchè non hai niente da tollerare
devi solo aprire gli occhi e le orecchie
e se vuoi, criticami pure
la cosa che più detesto è la Tolleranza buonista


Siamo in due...vedi che si trovano dei punti d'accordo?
Nemmeno io sopporto la tolleranza buonista

...e non penso neanche sia difficile trovare una soluzione realistica a questo problema.

Dici bene quando parli di aprire occhi ed orecchie per comprendere...io potrei essere pronto!
Dici bene quando pensi non ci sia nulla da tollerare perchè è comprensibile il dramma per certi popoli...io potrei essere pronto!
Dici bene quando affermi che io non ho nulla da insegnarti...o meglio tu potresti avere qualcosa da insegnare a me...io potrei essere pronto!

...e ti ringrazio per i complimenti al mio paese per la quale libertà è stato versato tanto sangue da parte di persone che "credevano".

Io sono pronto...tu sei pronto?
Dammi il modo di conoscere sotto altre forme il tuo popolo perchè l'unica volta che ne ho avuta l'occasione è stato in una notte di primavera...nelle stanze da letto della mia famiglia.

maxim is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it