Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 23-10-2006, 12.40.21   #1
antonio greco
L' Emigrato
 
Data registrazione: 26-05-2004
Messaggi: 637
La Normalita’ Italiana

Mi piacerebbe avere qualche reazione alla mia valutazione del “Paesechenonfunziona”.

Spingendo un po’ lontano il ragionamento (anche per essere realista), mi sembra che:

- é normale che, in un Paese ove non c’é stata educazione su “cittadini-stato-doveri-diritti”, la società smetta di funzionare, appena le regole ed i valori entrano in disuso in ambito sociale;
- é pura illusione pensare che, nel Paese ove ci si é abituati alla possibilità di dare la propria interpretazione ad ogni regola, le ruote della società possano girare normalmente;
- sembra normale che l’economia perda colpi (e prospettive) in un Paese la cui società non é in grado di funzionare;
- il sistema Italia continua a perdere capacità e prospettive da quando (ormai più di un decennio) é iniziata la sostituzione della società italiana con cordate, congreghe, clans e tribù;
- é normale che le gestioni italiane (all’inizio quelle pubbliche, poi le altre) divengano inefficienti, visto che per decenni si é rimpiazzata la meritocrazia (che già era imperfetta) col comparaggio;
- sembra normale che la riflessione lucida e il realismo (talvolta la verità) scompaiano da una società in cui gli interessi nazionali sono stati sostituiti da quelli di clan o di cordata;
- é scontato che in un Paese in cui la società non mostra interesse per la serietà, i valori, l’ organizzazione, l’impegno, la programmazione, la responsabilità, cada sotto l’ imperio dei quattro dittattori (Confusione, Rassegnazione, Irresponsabilità, Gestione Allegra);
- non si puo’ pretendere di poter gestire un Paese che é forse il più corrotto della U.E., senza definire ed applicare una strategia di lotta alla corruzione;
- non é pensabile che la politica possa funzionare in un Paese che ha sostituito i valori cogli interessi di parte nella vita pubblica ed ha abbassato il livello di soglia dei comportamenti accettabili al livello delle fogne.

In conclusione il sistema Italia puo’ esser giudicato, da un emigrato, come “completamente normale”....

Vale pero’ la pena di fare qualche commento giustificato. Gli sports favoriti dagli Italiani sono: infrangere la legge e fregare lo stato (il quale talvolta si vendica fregandosi dei cittadini). Sugli Italiani, cioé sugli europei che hanno accettato dei comportamenti cosi poco europei, cosa si puo’ dire ? Come minimo che sono balordi e incoscienti......., pronti per il Magreb.

Antonio Greco
angrema@wanadoo.fr
antonio greco is offline  
Vecchio 23-10-2006, 16.26.49   #2
Tommy2005
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-09-2006
Messaggi: 176
Riferimento: La Normalita’ Italiana

Citazione:
Originalmente inviato da antonio greco
Mi piacerebbe avere qualche reazione alla mia valutazione del “Paesechenonfunziona”.

Spingendo un po’ lontano il ragionamento (anche per essere realista), mi sembra che:

- é normale che, in un Paese ove non c’é stata educazione su “cittadini-stato-doveri-diritti”, la società smetta di funzionare, appena le regole ed i valori entrano in disuso in ambito sociale;
- é pura illusione pensare che, nel Paese ove ci si é abituati alla possibilità di dare la propria interpretazione ad ogni regola, le ruote della società possano girare normalmente;
- sembra normale che l’economia perda colpi (e prospettive) in un Paese la cui società non é in grado di funzionare;
- il sistema Italia continua a perdere capacità e prospettive da quando (ormai più di un decennio) é iniziata la sostituzione della società italiana con cordate, congreghe, clans e tribù;
- é normale che le gestioni italiane (all’inizio quelle pubbliche, poi le altre) divengano inefficienti, visto che per decenni si é rimpiazzata la meritocrazia (che già era imperfetta) col comparaggio;
- sembra normale che la riflessione lucida e il realismo (talvolta la verità) scompaiano da una società in cui gli interessi nazionali sono stati sostituiti da quelli di clan o di cordata;
- é scontato che in un Paese in cui la società non mostra interesse per la serietà, i valori, l’ organizzazione, l’impegno, la programmazione, la responsabilità, cada sotto l’ imperio dei quattro dittattori (Confusione, Rassegnazione, Irresponsabilità, Gestione Allegra);
- non si puo’ pretendere di poter gestire un Paese che é forse il più corrotto della U.E., senza definire ed applicare una strategia di lotta alla corruzione;
- non é pensabile che la politica possa funzionare in un Paese che ha sostituito i valori cogli interessi di parte nella vita pubblica ed ha abbassato il livello di soglia dei comportamenti accettabili al livello delle fogne.

In conclusione il sistema Italia puo’ esser giudicato, da un emigrato, come “completamente normale”....

Vale pero’ la pena di fare qualche commento giustificato. Gli sports favoriti dagli Italiani sono: infrangere la legge e fregare lo stato (il quale talvolta si vendica fregandosi dei cittadini). Sugli Italiani, cioé sugli europei che hanno accettato dei comportamenti cosi poco europei, cosa si puo’ dire ? Come minimo che sono balordi e incoscienti......., pronti per il Magreb.

Antonio Greco
angrema@wanadoo.fr

Ciao Antonio,
sono pienamente d'accordo con te !
Il problema è, come giustamente ha nominato più volte, "i valori" cioè "i principi" !
Mi ha colpito molto la tua affermazione :

Citazione:
é pura illusione pensare che, nel Paese ove ci si é abituati alla possibilità di dare la propria interpretazione ad ogni regola, le ruote della società possano girare normalmente

Non è pensabile che qualcosa di esterno possa convogliarci verso l'onestà o addirittura obbligarci, è l'individuo che deve essere rieducato all'onestà e deve testimoniare nella vita la sua onestà !

Ma è fattibile questo nella ns società ?

Mi auguro che l'Italia non abbia imboccato una spirale senza uscita.

Complimenti per il Thread, davvero ottima panoramica.

Ciao
Tommy2005 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it