Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Cultura e Società
Cultura e Società - Problematiche sociali, culture diverse.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Culturali e Sociali
Vecchio 04-02-2003, 23.58.28   #1
diestop
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 92
Società mediatica e guerra inevitabile?

Scusate se non mi spiego bene: in questo mondo mediatico ho voglia di sblaterare ed esasperare globalmente:

...la guerra è dunque legata al terrorismo...l'economia è collegata alla guerra...mmhh...la guerra è legata all'opinione pubblica favorevole ad essa...l'opinione pubblica è fortemente influenzata dal timore di attentati terroristici...mmmmhhhh..._?!? !

...secondo voi ad un aumento d'opinione pubblica contraria alla guerra registreremmo, in modo direttamente proporzionale, un aumento mediatico di "pericolo terrorismo"?...

...pensando follemente, ad un massiccio NO alla guerra cosa accadrebbe nell'ipotesi di un nuovo attentato terroristico da parte del "male"?...o da parte del "bene" per crare odio verso il "male"?...la guerra sarebbe comunque inevitabile?...

...in un'ottica barbara, di strategia puramente economico-mediatica, vivremmo il paradosso che il NO alla guerra possa solo peggiorare la situazione?...

...se così fosse il sistema, grazie ai media, avrebbe la gestione "TOTALE" della società, dell'uomo e della sua mente?...

...per fortuna sappiamo che così non è...sappiamo che il sistema, per reggere, non ha bisogno di risorse economiche...ed in più il nostro non è stato, negli ultimi anni, un sistema economicamente in declino...ora più che mai l'economia sta galoppando...le borse mondiali VOLANO!!!......anche se ci sarebbe da piangere...

...la guerra è solo ed esclusivamente motivata dal timore del "male"?...oppure il "male" è solo una strategia del "bene"?...

...potrebbe essere reale l'ossessione dell'idea di non essere altro che pedoni di una scacchiera...manovrati strategicamente da "sistemi" che giocano partite, calcolando perdite di pedoni, alfieri e "torri"...bramando potere?...

...ogni tentativo di decodificare la strategia è comunque problematico, quasi impossibile...chissà se la storia sarà capace, fra cent'anni, di dare un quadro totalmente "reale" della situazione attuale...

comunque ciao e...Peace, Salam, Shalom...a tutti...
diestop is offline  
Vecchio 05-02-2003, 01.02.28   #2
david
Ospite abituale
 
L'avatar di david
 
Data registrazione: 09-10-2002
Messaggi: 143
siamo in un unico grande zoo dove le tigri cercano di mantenere il controllo su scimmie e pappagalli.
L'uso della forza è la legge fondamentale.
Le bombe su Kabul , che causeranno decine di migliaia di vittime, sono considerate "buone"; gli aerei sulle torri sono invece ritenute"cattivi", "incivili", "barbari".
La gente nel frattempo si limita a lamentarsi dell'aumento dei prezzi dei pomodori e delle zucchine, oppure passa ore ed ore a pensare come ottenere il rimborso sull'RC auto dalle assicurazioni.
I politici si occupano invece di come risolvere le proprie beghe legali e mettere la museruola ai giudici.


è tutto così meraviglioso...


david is offline  
Vecchio 05-02-2003, 10.20.29   #3
Laurablu
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2003
Messaggi: 84
Le cause della guerra, che è sempre esistita, possono essere molteplici, però, e la storia insegna, quasi sempre sono dettate da motivi prettamente economici, magari cammuffati da esasperato nazionalismo, ma il fattore economico è sempre strisciante. Bombardare l'Iraq adesso (sarebbe anche prevista la bomba atomica) non lo ritengo strategicamente una buona mossa, ma arrogante, pericolosa (e dopo si che il terrorismo rischierebbe un 'ulteriore espansione). Al di là del fattore umano e pacifista non mi sembra proprio strategicamente corretto.
Negli ultimi 10 15 anni stiamo assistendo a questo fatto : una legge non è considerata buona perchè aiuta l'uomo, prefiggendosi di adeguarsi alla sua natura ; no una legge è buona perchè nel gioco della democrazia si stabilisce una procedura, grazie alla quale è la maggioranza che decide anche sui contenuti. In altre parole, la verità non è collegata con la natura dell'uomo, bensì con una verità politica, che è quella della maggioranza. Ma la maggioranza può essere la voce dei prepotenti, come avviene da sempre nel mondo economico o militare, dove vince chi ha piu' soldi o forza.
Laurablu is offline  
Vecchio 05-02-2003, 11.01.13   #4
Principiante
Ospite
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 5
Io credo che

Le guerre sono solo x motivi economici.
Non esistono azioni umanitarie......anzi ogni guerra è solo x il dominio di un mercato, l'espansione di esso.
Lo sfruttamento di popoli che nn possono competere su un mercato libero......nn avendo la possibilità economica e finanziaria.
E chiunque cerchi di ribellarsi a certe leggi.....nn scritte.......subirà le ritorsioni dei potenti.........
Principiante is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it