Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 13-06-2007, 23.15.18   #1
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Dell'opera del Grande Nietzsche si è detto e si dice tutt'ora.

Vorrei proporre questo tema: l'Estetica nell'opera di Nietzsche, infatti attraverso i suoi scritti esso tramanda un senso del concetto che lui ha dell'estetica nonostante esse siano opere di genere differente.

Citazione:
Originalmente inviato da Hahasiah
Basti prendere il Superuomo la cui definizione è un'idealizzazione estetica dell'uomo; esso infatti è sublime, essendo sublime esso traspare un'essenza del Bello poiché il sublime appartiene alla categoria del Bello.


Dell'opera di Kierkegaard si conosce (non tutta però)ormai il valore e la carica Estetica che essa contiene, basti pensare ad opere come l' "Enten-Eller","In vino veritas" o il "Diario del seduttore".

Entrambi gli autori hanno trattato in maniera particolare l'Estetica.

Cosa ne pensate di questi due modi di trattare il Bello?

Ultima modifica di trismegistus : 14-06-2007 alle ore 19.53.57.
trismegistus is offline  
Vecchio 14-06-2007, 16.15.06   #2
Lucy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 212
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Citazione:
Originalmente inviato da trismegistus

Basti prendere il Superuomo la cui definizione è un'idealizzazione estetica dell'uomo; esso infatti è sublime, essendo sublime esso traspare un'essenza del Bello poiché il sublime appartiene alla categoria del Bello.

Vorebbe essere un poco più esauriente ?

Vorebbe citare questa definizione del Superuomo ?

Se non mi sbaglio Lei non dice:
il Superuomo = un´idealizzazione estetica dell´uomo

ma commenta un´altra definizione del Superuomo.

Grazie.
Lucy is offline  
Vecchio 14-06-2007, 19.49.07   #3
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Citazione:
Originalmente inviato da Lucy
Vorebbe essere un poco più esauriente ?

Vorebbe citare questa definizione del Superuomo ?

Se non mi sbaglio Lei non dice:
il Superuomo = un´idealizzazione estetica dell´uomo

ma commenta un´altra definizione del Superuomo.

Grazie.


Come può vedere ho rimediato a quanto fatto, non era mia intenzione offendere chi ha già scritto la frase ma anch'io pensavo il medesimo commento e quindi senza volerlo ho scritto pressapoco la stessa frase.
Mi scuso quindi ancora per l'inconveniente.
trismegistus is offline  
Vecchio 14-06-2007, 20.03.48   #4
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Poniamo alcuni punti di riferimento, l'opera di Kierkegaard è incentrata in maniera particolare su Estetica e Morale, mentre l'opera di Nietzsche non è "incentrabbile" solo su alcune discipline filosofiche.
Kierkegaard quindi presenta in modo tutto personale ed esauriente un proprio corpus di teoria dell'Estetica, Nietzsche invece presenta solo alcuni frammenti del suo ideale estetico.
Interessante è rapportare la figura estetica del Seduttore (vista come figura "protagonista" dell'omonimo testo) e quella del Superuomo, il primo è una delle figure estetiche in Kierkegaard, la seconda invece quella dell'idealizazione ultima dell'uomo secondo Nietzsce.
Come li rapportate?
trismegistus is offline  
Vecchio 15-06-2007, 11.32.07   #5
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Nietzsche non salvava quasi nulla del mondo. Non salvava la religione, non salvava la scienza e nemmeno la filosofia stessa. Non per niente si è parlato di morte di Dio, ma assieme ad esso morte della filosofia.

Eppure, Nice salvava, almeno in parte, l'arte.

L'arte veniva in qualche modo accettata, potrebbe serbrar strano, ma il motivo per nice era chiaro: l'arte corrispondeva All'istinto dell'uomo, di esprimere le sue emozioni più autentiche, le sue passioni, il suo odio, il suo amore, la sua bestialità, la sua vanità ecc.

L'arte è l'espressione dell'istinto intrecciata brillantemente con la cognitività umana. Che c'è di meglio?
alessiob is offline  
Vecchio 16-06-2007, 09.46.58   #6
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Citazione:
Originalmente inviato da alessiob
Nietzsche non salvava quasi nulla del mondo. Non salvava la religione, non salvava la scienza e nemmeno la filosofia stessa. Non per niente si è parlato di morte di Dio, ma assieme ad esso morte della filosofia.

Eppure, Nice salvava, almeno in parte, l'arte.

L'arte veniva in qualche modo accettata, potrebbe serbrar strano, ma il motivo per nice era chiaro: l'arte corrispondeva All'istinto dell'uomo, di esprimere le sue emozioni più autentiche, le sue passioni, il suo odio, il suo amore, la sua bestialità, la sua vanità ecc.

L'arte è l'espressione dell'istinto intrecciata brillantemente con la cognitività umana. Che c'è di meglio?

Immagino non ci sia di meglio; invece che né pensi dell'Estetica in Kierkegaard?
trismegistus is offline  
Vecchio 16-06-2007, 12.44.29   #7
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Purtroppo non ho letto quasi nulla di Kierkegaard, e quindi non posso dare un opinione soddisfacente.

Spero di provvedere in futuro a questa mia grave mancanza.
alessiob is offline  
Vecchio 16-06-2007, 18.20.30   #8
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Dando un imput diciamo che l'Estetica di Kierkegaard non riguarda solo l'Estetica nel suo complesso, nel quale viene sempre vista; in Kierkegaard essa presenta un legame fine e ben costruito con l'Etica e la Morale ...
trismegistus is offline  
Vecchio 18-06-2007, 19.49.47   #9
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Citazione:
Originalmente inviato da trismegistus
Dando un imput diciamo che l'Estetica di Kierkegaard non riguarda solo l'Estetica nel suo complesso, nel quale viene sempre vista; in Kierkegaard essa presenta un legame fine e ben costruito con l'Etica e la Morale ...

Una nota, è possibile un sublime connubbio tra Bello e Virtù?

(Osservare rapporto Etico-Morale in Kierkegaard).
trismegistus is offline  
Vecchio 19-06-2007, 09.38.21   #10
trismegistus
Ospite abituale
 
L'avatar di trismegistus
 
Data registrazione: 21-05-2007
Messaggi: 268
Riferimento: Estetica in Nietzsche & Estetica in Kierkegaard

Citazione:
Originalmente inviato da trismegistus
Una nota, è possibile un sublime connubbio tra Bello e Virtù?

(Osservare rapporto Etico-Morale in Kierkegaard).

Come ben si sà, per Kierkegaard è impossibile, esse rappresentano (Estetica e Morale o meglio Etica) due scelte di vita differenti, la prima, l'Estica, è la vita del seduttore che ricerca il Bello ed il godere non nella ricerca sfrenata o indiscriminata del piacere ma il piacere nella sua limitazione nell'intensità dell'appagamento. Chi vive esteticamente però secondo Kierkegaard è disperato, vive nella sua insufficienza la cui miseria è la noia.
Scegliendo la disperazione cerca un'alternativa, l'unica possibile è "l'antitesi" della sua e per farlo deve abbracciare appunto la disperazione, successivamente deve abbandonare questa rompendo l'involucro della pura estetica (aimè!) saltando così oltre l'abisso che lo separa dell'altra altrenativa, l'Etica. L'Etica è una vita che implica stabilità e continuità, rappresentata dal matrimonio che ne è "simbolo", è una via percorribile da tutti (a mio detto anhe la più orrenda delle due).
Al contrario la vita Estetica (a mio parere la migliore delle due alternative) non è secondo Kierkegaard percorribile da tutti in virtù di quanto già detto.
Estetica ed Etica sono due alternative diverse di vita, poste aglia ntipodi, Kierkegaard però stà nel mezzo, nel punto zero poichè egli rifiuta la possibilità e l'angoscia di questo non scegliendo né l'unaa né l'altra via, divenendo così poeta e cantore dell'Aut-Aut.
trismegistus is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it