Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 20-05-2003, 09.08.44   #21
kri
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-06-2002
Messaggi: 1,297
Citazione:
Messaggio originale inviato da Sofista
Beh kri la tua è una osservazione molto attenta!
Brava...
Il punto è che io ho detto che di ogni cosa è pensabile il suo opposto.
Non ho detto che per ogni cosa esiste il suo opposto....

kri is offline  
Vecchio 20-05-2003, 14.45.04   #22
sandrokahn
Ospite
 
Data registrazione: 11-02-2003
Messaggi: 10
Citazione:
Messaggio originale inviato da Sofista

...Io sono convinto che quando un ragionamento si basa su premesse logiche vere è vero fino a quando smonti le premesse.
Prova a demolire le premesse.
E oltretutto la questione del rabbino è assurda.
Ti consiglio di leggerti l'Eutidemo di Platone.
Due eristi Eutidemo e Dionisdoro dimostrano cose assurde ma le premesse logiche sono facilmente smontabili...

Sei tu che hai l'onere di motivare sufficientemente le premesse
Le premesse oltre che vere debbono essere rilevanti.
Il rabbino della storia Witz con la sua saggezza millenaria anticipa alcuni risultati moderni. Il tuo metodo infatti è insufficiente nella descrizione della realtà, anche se è una base culturale fondamentale del pensiero occidentale ed ha un valore in se. La logica deduttiva, ahimè, ha dei limiti dimostrati anche in matematica. Il teorema di Godel sancisce infatti l'incapacità di un sistema chiuso di dimostrare con completezza. le proprie relazioni logiche interne.
A tale proposito troverai interessante il link seguente

http://www.vialattea.net/esperti/mat/godel/
sandrokahn is offline  
Vecchio 20-05-2003, 17.07.12   #23
Sofista
Ospite abituale
 
L'avatar di Sofista
 
Data registrazione: 14-05-2003
Messaggi: 64
E' una teoria estremamente interessante...
Mi servirà per altre dimostrazioni di tipo sofistico
Beh non si butta via niente.
Cmq Sandrokhan io nel mio ragionamento intendevo dire che l'essere infinito non può esistere in quanto pieno di contraddizioni.
Tanto per citare Gorgia "L'essere non esiste, anche se esistesse non sarebbe conoscibile, anche se fosse conoscibile non sarebbe esprimibile"
Io con l'essere intendo l'essere parmenideo...
Io credo questo perchè ogni infinito dovrebbe contenere in sè anche i suoi opposti.
L'esempio che ti faccio è questo: poniamo che fuoco e acqua siano esattamente l'opposto l'uno dell'altro.
Il fuoco può esistere perchè sta solo nel camino. L'acqua può esistere solo perchè sta nel secchio.
Se tutto fosse pieno di fuoco e pieno di acqua al tempo stesso cosa accadrebbe?
Non per niente noi siamo in grado di pensare ad un sistema numerico infinito perchè lo immaginiamo come un'infinita successione ma non esisterà mai un "sistema numerico infinito" come lo intendiamo noi nella realtà.
Sofista is offline  
Vecchio 20-05-2003, 17.45.52   #24
sandrokahn
Ospite
 
Data registrazione: 11-02-2003
Messaggi: 10
Il problema che poneva il rabbino prima e godel poi è che la contraddizione ed il paradosso probabilmente, ma non ne siamo così sicuri, fa parte della realtà che ci circonda nostro malgrado (oppure menomale).
Ovvero non abbiamo un modello razionale adeguato per descrivere completamente il mondo in cui viviamo.
Forse da qui nasce nell'uomo l'esigenza del divino, che a ben guardare nell'ebraismo, nasce come voce, cioè la parola di D-o.
La parola, cioè il linguaggio di D-o, il logos di D-o, cioè ancora la logica divina, espressa nell'ebraico antico, lingua che per assenza di consonanti ed il valore numerico delle lettere si presta ad infinite interpretazioni e ben rappresenta la metafora del nostro smarrimento di fronte alle contraddizioni del mondo.

Einstein faceva il paradosso degli uomini bidimensionali posti su una sfera. Supponiamo che si muovano dall'equatore verso il polo partendo da due punti distinti, dopo un certo numero di kilometri scopriranno di essersi avvicinati l'un l'altro pur procedendo in linea retta. Ad un certo punto si ritroveranno insieme al polo.
Come potranno spiegare quanto hanno osservato?
Diranno che esiste una forza misteriosa che attrae i corpi quando sono in movimento, in quanto non hanno esperienza sensibile della terza dimensione, che a noi fa risolvere banalmente il problema geometrico.

Einstein che strano un altro ebreo...
sandrokahn is offline  
Vecchio 20-05-2003, 21.06.45   #25
Antonio Franco
Ospite abituale
 
L'avatar di Antonio Franco
 
Data registrazione: 23-04-2003
Messaggi: 150
Angry un po' per tutti

Luken3: sei bravo a letto, ma nei ragionamenti...
iniziamo col dire che io ti ho presentato un paradosso, e tu mi hai risposto che era un parodosso e quindi avevo torto. La volontà ha due opzioni:

1) sa tutto, quindi anche il futuro, quindi non ha possibilità di scegliere, e in questo si annulla il suo essere volontà.

2) non sa tutto, quindi ignora (il regno dell'ignoranza) il futuro, prende in considerazione diverse opzioni, deve sceglierne una e lo fa a seconda di cosa vuole

very simple

David: il tuo pernsiero è determinato, ma ciò non significa che tu non abbia volontà (l'ho testè spiegato): la Volontà è salva.

Il Pensiero, quindi, è salvo.

La libertà è salva, per gli stessi motivi.

Per quanto riguarda l'amore, non ero a conoscenza del fatto che fosse libertà assoluta. Se questa me la spieghi...
per il momento anche l'amore è salvo.

Annullo sí e no un'accezione assoluta di Tempo, ma ne salvo una relativa (cosí come per la Volontà e la libertà), cioè quella in cui operiamo.

Quella sull'individuo è per me un mistero insondabile (forse quella sull'amore, pur senza condividere, posso comprenderla, ma sono pigro e non lo farò); illuminare, bitte...

Che senso ha cosa? Parlare con te? Non lo so. Non dovrei farlo?
Dici che per essere coerente dovrei smettere di mangiare perché potrebbe essere "scritto" che debba morire di fame, e non ha senso che mi affanni a lavorare per ottenere del cibo?
Neanche questa domanda ho capito.
Vai di fretta?

Al nemico (Kninos): cazzo, sono d'accordo! Non ho niente da replicare. Uffa!! (ci ero preso gusto)

A Catharsis: vero, gut und günstig. Bravo...

A Sofista: benvenuto nel club dei deterministi. Siamo 3, credo, al momento: io, tu, Fake plastic trees (e Visechi, in parte). Ti sei compromesso troppo però. Troppo rude.

A Sandrokahn: grazie per le chicche: la storiella del rabbino, e quella di Einstein. È vero che un sistema non può dimostrare le sue leggi con le sue leggi: ciononostante continueremo a fare sistemi e leggi, perché sono la sola cosa utile da fare (in senso lato).

Ho detto.

P.S. Cardo minore, non sta bene sputtanare la gente, dicendo che a letto non è un granché. Stavo corteggiando Kri, su un altro 3d...

Ultima modifica di Antonio Franco : 20-05-2003 alle ore 21.09.40.
Antonio Franco is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it