Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-10-2007, 17.58.27   #1
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
Question Chi era veramente Socrate?...

Sono sempre stato molto affascinato dalla figura per certi aspetti enigmatica di Socrate (nickname a parte...)e a volte mi chiedo quale fosse veramente il pensiero e la personalità di questo grande fondatore della filosofia occidentale. Il problema nasce proprio dal fatto che la sua filosofia ci è stata trasmessa da Platone, non avendo Socrate mai scritto assolutamente nulla;però Platone e Socrate mi sono sempre sembrati molto differenti.
Infatti per Socrate la ricerca umana della verità (aletheia per i Greci ) è un processo senza fine, poichè ogni acquisizione è sempre provvisoria e discutibile; Platone, invece, crede che il Logos possa giungere sul serio ad un sapere esaustivo, identificabile nella conoscenza metafisica e nell'intellezione del mondo delle idee.
Ora, mi sembra che la divergenza tra i due sia enormeer me Socrate è assai più vicino alla cultura sofistica di quanto possa apparire ad un'analisi superficiale, la sua filosofia mi appare come un relativismo "perfettibile".
Alcuni autori rtengono addirittura che Socrate sia una specie di figura leggendaria, quasi un simbolo dell'eterna problematicità della filosofia.
Voi che cosa ne pensate?
Socrate78 is offline  
Vecchio 26-10-2007, 23.49.01   #2
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Sono sempre stato molto affascinato dalla figura per certi aspetti enigmatica di Socrate (nickname a parte...)e a volte mi chiedo quale fosse veramente il pensiero e la personalità di questo grande fondatore della filosofia occidentale. Il problema nasce proprio dal fatto che la sua filosofia ci è stata trasmessa da Platone, non avendo Socrate mai scritto assolutamente nulla;però Platone e Socrate mi sono sempre sembrati molto differenti.
Infatti per Socrate la ricerca umana della verità (aletheia per i Greci ) è un processo senza fine, poichè ogni acquisizione è sempre provvisoria e discutibile; Platone, invece, crede che il Logos possa giungere sul serio ad un sapere esaustivo, identificabile nella conoscenza metafisica e nell'intellezione del mondo delle idee.
Ora, mi sembra che la divergenza tra i due sia enormeer me Socrate è assai più vicino alla cultura sofistica di quanto possa apparire ad un'analisi superficiale, la sua filosofia mi appare come un relativismo "perfettibile".
Alcuni autori rtengono addirittura che Socrate sia una specie di figura leggendaria, quasi un simbolo dell'eterna problematicità della filosofia.
Voi che cosa ne pensate?
Per me Socrate fu un grande “illuminato” di occidente, come non ne apparvero più. Non scrisse perché i sapienti non scrivono…. Sono sempre i discepoli che scrivono. Si lui era un Sofista.
In quanto al fatto che fu il fondatore della filosofia occidentale…. Beh non saprei. Diciamo che mi piacerebbe che la sua sapienza avesse pervaso l’occidente, invece è andata completamente persa soprattutto soffocata dalla religione cristiana che in 2000 anni ha cancellato ogni traccia dell’antica sapienza in quanto pagana e quindi concorrente.
La filosofia occidentale basa, secondo me, più su Aristotele.

VanLag is offline  
Vecchio 02-11-2007, 19.18.24   #3
catilina1972
Ospite
 
Data registrazione: 01-11-2007
Messaggi: 17
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Citazione:
Originalmente inviato da VanLag
Per me Socrate fu un grande “illuminato” di occidente, come non ne apparvero più. Non scrisse perché i sapienti non scrivono…. Sono sempre i discepoli che scrivono. Si lui era un Sofista.
In quanto al fatto che fu il fondatore della filosofia occidentale…. Beh non saprei. Diciamo che mi piacerebbe che la sua sapienza avesse pervaso l’occidente, invece è andata completamente persa soprattutto soffocata dalla religione cristiana che in 2000 anni ha cancellato ogni traccia dell’antica sapienza in quanto pagana e quindi concorrente.
La filosofia occidentale basa, secondo me, più su Aristotele.



Socrate sapiente, Socrate padre dell'ocidente? Mio caro amico, Socrate e' morto condannato dalla citta' di Atene, la piu' democratica tra le citta' greche.
E perche' secondo te cio' e' accaduto, se non perche' Socrate si e' apertamente schierato contro le sue leggi, con la sua visione aristocratica, avrebbe fatto bene a nascere nella oligarchica Sparta.Socrate e' stato condannato dalla storia.
catilina1972 is offline  
Vecchio 03-11-2007, 16.46.04   #4
Giorgiosan
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-09-2004
Messaggi: 2,009
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Non sapremo mai se il Socrate reale ed il Socrate che ci è stato tramandato da Platone siano la stessa persona.
Propendo che lo siano. Platone, come è stato detto in questo 3d è molto diverso da Socrate, la loro sapienza non è omologabile neppure come genere.
Ora Platone sarebbe stato più grande inventando la figura di Socrate che non per il pensiero che ha espresso...non lo credo.
Giorgiosan is offline  
Vecchio 03-11-2007, 17.59.29   #5
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Citazione:
Originalmente inviato da catilina1972
Socrate sapiente, Socrate padre dell'ocidente? Mio caro amico, Socrate e' morto condannato dalla citta' di Atene, la piu' democratica tra le citta' greche.
E perche' secondo te cio' e' accaduto, se non perche' Socrate si e' apertamente schierato contro le sue leggi, con la sua visione aristocratica, avrebbe fatto bene a nascere nella oligarchica Sparta. Socrate e' stato condannato dalla storia.
E da quando in qua il sapere andrebbe a braccetto col potere? Da tempo e memoria la sapienza, o tiene un profilo basso, vedi Lao Tse che si faceva vanto di mostrarsi stolto, o se la sapienza alza la voce viene subitamente zittita dal potere con ogni mezzo.
Grazia Marchianò, nella sua introduzione al libro “Io sono quello” dice che la sapienza: - E’ odiata come poche altre verità della vicenda umana perché è fatta per sconvolgere gli equilibri della ragione e gli interessi del potere -

La storia poi non condanna. La storia, se è storia, riporta semplicemente i fatti così come sono successi e non vedo ne plauso ne condanna in questo. E’ successo così punto e basta questo è il compito della storia.

VanLag is offline  
Vecchio 05-11-2007, 17.41.10   #6
mathemathikos
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-11-2006
Messaggi: 43
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Socrate per me è stato un grande sapiente (colui che conosceva la verità ultima delle cose) lui ha dato un enorme contributo alla crescita della persona, purtroppo il suo "insegnamento" è stato fuorviato da Platone, e come dice VanLag l'occidente ha preso molto da Aristotele. Qualcosa l'ha presa anche da Platone (l'immortalità dell'anima) ma direi che l'occidente non ha preso nulla da Socrate, tranne lo scimmiottare ogni tanto la frase "chi sa di non sapere in realtà sa".
mathemathikos is offline  
Vecchio 17-11-2007, 17.40.40   #7
Fallen06
Ospite abituale
 
Data registrazione: 12-08-2006
Messaggi: 127
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Citazione:
Originalmente inviato da catilina1972
Socrate e' morto condannato dalla citta' di Atene, la piu' democratica tra le citta' greche.
E perche' secondo te cio' e' accaduto, se non perche' Socrate si e' apertamente schierato contro le sue leggi, con la sua visione aristocratica, avrebbe fatto bene a nascere nella oligarchica Sparta.Socrate e' stato condannato dalla storia.

Forse è accaduto perchè Atene non era poi così democratica, anche se era la più democratica delle città greche, e soprattutto perchè i suoi cittadini non erano esenti da invidie e interessi, nè da pregiudizi e grettezza, ed in Socrate trovarono un elemento che difficilmente poteva essere tenuto a bada, che creava scompiglio con il suo girare per la città a far domande e col suo insegnare ai giovani a far lo stesso, con il suo temperamento che, come quello di pochi altri grandi pensatori fino ad allora, aveva tanto di "laico".
Socrate era irriverente, e fu irriverente persino davanti all'assemblea che giudicava sul suo caso, sull'eventualità di una condanna a morte.

Certamente possiamo ricostruire la figura e il pensiero di Socrate solo attraverso Platone, ciononostante gli esperti non ritengono che quel che Platone dice di Socrate sia del tutto inattendibile, anzi.
Apologia e Critone ci raccontano di un Socrate che non si schiera contro le leggi di Atene, ma contro le leggi ingiuste, e contro l'accettazione acritica delle leggi stesse.
Nello spirito critico, secondo me, si è giustamente trovato il grande dono di Socrate alla cultura occidentale -ed alla cultura in generale, dato che Socrate è un patrimonio dell'umanità-.
Nè mi sembra corretto parlare, così semplicemente, di un Socrate "aristocratico"; la condanna del filosofo nei confronti della moltitudine coincide con la condanna contro l'incompetenza. Ma non è che la massa sia necessariamente incompetente; essa può, anzi, diventare competente -e Socrate agisce per far sì che ciò accada-.
Fallen06 is offline  
Vecchio 27-11-2007, 00.44.39   #8
Celavano Ganneviz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 65
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Distruggi la speranza, allontana il desiderio e sconfiggi te stesso. In ciò troverai la saggezza. (Dialoghi; Confucio)

Quando lessi i Dialoghi la prima cosa che mi venne in mente fu Socrate e quanto egli disse. A prescindere dagli ideali ascetici orientali e dalle loro motivazioni, trovo che questa frase si avvicini a Socrate perchè lui aveva capito in cosa consisteva la conoscenza. Per lui conoscere nn era emettere un giudizio o proporre un'idea, era prendere in considerazione tutte le possibilità con mente aperta. Quando lo studiai al liceo credetti che fosse un filosofo inconsistente, infatti (a parte la scarsezza di informazioni per l'assenza di documenti scritti) mi parve come uno di quei professori che ti dice "questo nn è importante per se stesso, ma per l'impegno che devi impiegare nel suo apprendimento"; insomma io credo che Socrate nn volesse insegnare nessuna verità, ma solo che è importante ricercare la verità.

P.S. Non è un caso che il metodo d'insegnamento più fortunato e a mio parere migliore ancora oggi sia "il metodo socratico".
Celavano Ganneviz is offline  
Vecchio 28-11-2007, 20.18.46   #9
Danielete
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-11-2007
Messaggi: 1
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Nonostante la profondissima stima che io ho nei confronti di Socrate il mio pensiero è che questo uomo poteva avere sì un pensiero filosofico, ma non aveva tesi per argomentarlo. Come poteva dire che una cosa era falsa senza sapere quale era la risposta giudicata vera????
Inoltre non abbiame testimonianze dirette ma le uniche ci vengono da Platone,Senofonte e Aristofale
Senofonte è quello che mette su , secondo me, la figura più vera di Socrate.
Infatti lui mette in comune le idee degli altri due .Platone dice di Socrate come una sorta di Protocristo della filosofia, il creatore di questa "corrente", Aristofale invece dice che era un perditempo che non sapeva cosa fare durante il giorno, allora importunava la gente nell'agorà.....
Ma quali di questi documenti è quello vero???
Non lo sapremo mai, di Socrate rimarrà una figura misteriosa dai mille volti che è il creatore della filosofia.
Io credo che Socrate sia stato sì un filosofo però scadente. Cerca di dare un punto di vista senza argomenti convincenti.
Credereste ad un uomo che viene da voi e vi dice " tu non esisti, ma non sò perchè" ??? IO NO
Danielete is offline  
Vecchio 01-12-2007, 17.35.37   #10
Celavano Ganneviz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 65
Riferimento: Chi era veramente Socrate?...

Citazione:
Originalmente inviato da Danielete
Nonostante la profondissima stima che io ho nei confronti di Socrate il mio pensiero è che questo uomo poteva avere sì un pensiero filosofico, ma non aveva tesi per argomentarlo. Come poteva dire che una cosa era falsa senza sapere quale era la risposta giudicata vera????
Inoltre non abbiame testimonianze dirette ma le uniche ci vengono da Platone,Senofonte e Aristofale
Senofonte è quello che mette su , secondo me, la figura più vera di Socrate.
Infatti lui mette in comune le idee degli altri due .Platone dice di Socrate come una sorta di Protocristo della filosofia, il creatore di questa "corrente", Aristofale invece dice che era un perditempo che non sapeva cosa fare durante il giorno, allora importunava la gente nell'agorà.....
Ma quali di questi documenti è quello vero???
Non lo sapremo mai, di Socrate rimarrà una figura misteriosa dai mille volti che è il creatore della filosofia.
Io credo che Socrate sia stato sì un filosofo però scadente. Cerca di dare un punto di vista senza argomenti convincenti.
Credereste ad un uomo che viene da voi e vi dice " tu non esisti, ma non sò perchè" ??? IO NO


Probabilmente Socrate avrà spiegato i suoi perchè, tuttavia cm tu giustamente dici abbiamo sl testimonianze indirette (chissà se si sn ispirati a lui quei musicisti che si rifiutavano di incidere dischi e preferivano sl i concerti all'aperto), quindi si possono fare mille ipotesi senza valore. Sinceramente di Socrate preferisco specialmente la Maieutica e il motto (peraltro nn suo) "conosci te stesso"....
Celavano Ganneviz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it