Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 06-03-2008, 20.24.40   #1
Socrate78
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-05-2007
Messaggi: 107
La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Vorrei aprire questo nuovo thread per discutere su una problematica morale, legata alla sessualità e alla sua eventuale rappresentazione;mi chiedo, cioè, se la pornografia sia sempre da ritenere immorale oppure se, in certi limiti, può essere ammissibile.
Partirei da un semplice ragionamento:in molte civiltà del passato la sessualità è stata spesso (è difficile capire perchè...) considerata un tabù, ritenuta qualcosa di impuro; la rappresentazione degli atti sessuali, di conseguenza, è spesso stata ritenuta offensiva del senso del pudore e considerata impura ed immorale.
Ma a questo punto mi sorge spontanea una domanda:se la sessualità è qualcosa di naturale, perchè la sua rappresentazione deve essere considerata sempre e comunque sbagliata?
A mio avviso il concetto stesso di senso del pudore è molto difficile da definire, poichè ogni civiltà ha elaborato idee diverse in tal senso;presso gli antichi Greci la rappresentazione del nudo e della sessualità era normale (il primo pornografo della storia fu il pittore greco Parrasio), mentre in pieno Rinascimento la Chiesa si scandalizzò tantissimo per i corpi nudi dipinti da Michelangelo sulla volta della Cappella Sistina.
Da un punto di vista morale, quindi, come si deve valutare la rappresentazione del sesso? Qual'è la differenza (se esiste...) tra la pornografia e l'erotismo?
Discutiamone.
Socrate78 is offline  
Vecchio 07-03-2008, 09.22.25   #2
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Vorrei aprire questo nuovo thread per discutere su una problematica morale, legata alla sessualità e alla sua eventuale rappresentazione;mi chiedo, cioè, se la pornografia sia sempre da ritenere immorale oppure se, in certi limiti, può essere ammissibile.
Partirei da un semplice ragionamento:in molte civiltà del passato la sessualità è stata spesso (è difficile capire perchè...) considerata un tabù, ritenuta qualcosa di impuro; la rappresentazione degli atti sessuali, di conseguenza, è spesso stata ritenuta offensiva del senso del pudore e considerata impura ed immorale.


Tralascio per il momento la distinzione fra pornografia ed erotismo.

Per quanto riguarda la sua ammissibilità e la sua declamata immoralità da parte di molti (sono molti?), mi sentirei di dire che se ciò fosse vero sempre, allora vivremmo in un mondo pieno di gente immorale e incline a comportamenti sessuali nocivi.

Trovo leggermente ipocrita l'atteggiamento di alcune ragazze (esperienza personale ma penso che lo stesso sia capitato anche ad alcuni di voi), che in pubblico non rinunciano a criticare l'atteggiamento maschile di guardare un film per adulti (scagli la prima pietra chi non lo ha fatto), per poi scambiarsi tranquillamente un film sulle gesta di Roccco Siffredi, in classe.
La pornografia di per sè, non credo sia immorale. Perchè dovrebbe esserlo? L'importante non esserne schiavi.

Come dici giustamente, il senso del pudore si evolve. Gli esempi sarebbero tanti.
Koli is offline  
Vecchio 07-03-2008, 09.56.20   #3
ornella
farabutta
 
L'avatar di ornella
 
Data registrazione: 05-02-2008
Messaggi: 327
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Vorrei aprire questo nuovo thread per discutere su una problematica morale, legata alla sessualità e alla sua eventuale rappresentazione;mi chiedo, cioè, se la pornografia sia sempre da ritenere immorale oppure se, in certi limiti, può essere ammissibile.
Partirei da un semplice ragionamento:in molte civiltà del passato la sessualità è stata spesso (è difficile capire perchè...) considerata un tabù, ritenuta qualcosa di impuro; la rappresentazione degli atti sessuali, di conseguenza, è spesso stata ritenuta offensiva del senso del pudore e considerata impura ed immorale.
Ma a questo punto mi sorge spontanea una domanda:se la sessualità è qualcosa di naturale, perchè la sua rappresentazione deve essere considerata sempre e comunque sbagliata?
A mio avviso il concetto stesso di senso del pudore è molto difficile da definire, poichè ogni civiltà ha elaborato idee diverse in tal senso;presso gli antichi Greci la rappresentazione del nudo e della sessualità era normale (il primo pornografo della storia fu il pittore greco Parrasio), mentre in pieno Rinascimento la Chiesa si scandalizzò tantissimo per i corpi nudi dipinti da Michelangelo sulla volta della Cappella Sistina.
Da un punto di vista morale, quindi, come si deve valutare la rappresentazione del sesso? Qual'è la differenza (se esiste...) tra la pornografia e l'erotismo?
Discutiamone.
Filmare un atto sessuale e riprodurlo di per se non è a mio avviso immorale(Tralascio il fatto che ciò abbia più o meno senso etc). Mi disturba che questo avvenga per denaro, in questo è insito il problema, questo si. Poi credo che la pornografia, e non il filmato di un atto sessuale non corrispondono alla realtà. Ovvero è la riproduzione di prodezze sessuali da una precisa angolazione. In alcun modo dovrebbero essere visti come scuole di sesso. Trovo immorali nella realtà altre cose, come il voltarsi dall'altra parte quando per strada c'è qualcuno che sta male, o le piccole meschinerie che ci si scambia nella vita quotidiana
ornella is offline  
Vecchio 07-03-2008, 10.23.04   #4
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Una sessualità libera e sana non credo proprio che abbia bisogno di pornografia.

La parola stessa pornografia (descrizione della prostituzione) ha una connotazione negativa e si riferisce a comportamenti sessuali perversi. Se poi si considera che, per produrre pornografia si prostituiscono minori e la pornografia viene propinata a minori in modo abusivo è chiaro che, se non è immorale, è quanto meno indice di qualcosa che non funziona.
Monica 3 is offline  
Vecchio 07-03-2008, 13.24.22   #5
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da Socrate78
Vorrei aprire questo nuovo thread per discutere su una problematica morale, legata alla sessualità e alla sua eventuale rappresentazione;mi chiedo, cioè, se la pornografia sia sempre da ritenere immorale oppure se, in certi limiti, può essere ammissibile.

non voglio entrare in merito alla questione morale/immorale (concetti che variano col variare delle epoche e delle latitudini geografiche): quello che mi preoccupa - e mi rattrista - è che oggi la rappresentazione della sessualità e l'immaginario ad essa connesso sembrano sempre più ruotare intorno ad un unico modello, misero e riduttivo, di comportamento. I ragazzini vengono a contatto sempre più precocemente con immagini e video pornografici, e sono portati a credere che quella raffigurata sia l'unica modalità espressiva possibile della sessualità umana.

Ma il sesso può essere paragonato a uno strumento musicale, un violino, ad esempio: puoi utilizzarlo - se sei così matto da farlo - come surrogato di una racchetta da ping-pong, ma se lo usi per eseguire una sinfonia ti può dare ben altre soddisfazioni. Ecco, mi sembra che la pornografia attuale rischi sempre più di far dimenticare la possibilità di produrre melodie.
ancient is offline  
Vecchio 07-03-2008, 16.58.16   #6
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Una sessualità libera e sana non credo proprio che abbia bisogno di pornografia.


Non è la prima volta che ti sento usare questa espressione in riferimento alla sessualità...

...potresti spiegare meglio che intendi per "libera e sana"?

maxim is offline  
Vecchio 07-03-2008, 20.42.38   #7
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da Monica 3
Una sessualità libera e sana non credo proprio che abbia bisogno di pornografia.

La parola stessa pornografia (descrizione della prostituzione) ha una connotazione negativa e si riferisce a comportamenti sessuali perversi. Se poi si considera che, per produrre pornografia si prostituiscono minori e la pornografia viene propinata a minori in modo abusivo è chiaro che, se non è immorale, è quanto meno indice di qualcosa che non funziona.


Non confonderei la pornografia, fatta da persone maggioreni consenzienti, con la pedofilia.
Koli is offline  
Vecchio 08-03-2008, 11.38.18   #8
Monica 3
Ospite abituale
 
Data registrazione: 08-06-2005
Messaggi: 697
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Citazione:
Originalmente inviato da maxim
Non è la prima volta che ti sento usare questa espressione in riferimento alla sessualità...

...potresti spiegare meglio che intendi per "libera e sana"?



E' il violino usato per fare una sinfonia a cui si riferisce Ancient. Se vuoi sapere cos'è una sinfonia puoi chiederlo a lui.

Monica 3 is offline  
Vecchio 10-03-2008, 09.03.08   #9
ameobi
Ospite
 
Data registrazione: 08-03-2008
Messaggi: 9
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

la pornografia è ciò che è al di la del desiderio...da qui si possono trarre varie interpretazioni di questa parola...naturalmente per pornografia "industriale"vale il concetto dell'esaltazione dell'uomo senza divenire...In campo filosofico si potrebbe intendere come al di la del desiderio,non provando piacere nell'atto della creazione non essendo noi mai NATI...
ameobi is offline  
Vecchio 10-03-2008, 10.35.51   #10
espert37
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2007
Messaggi: 498
Riferimento: La pornografia è sempre da ritenere immorale?

Ogni essere umano che desidera vivere in società deve assolutamente mettersi in testa che deve osservare dei doveri e non solo pretendere dei diritti,come tanti movimenti politici e non, hanno sempre propinato alle masse.
Le leggi morali,l'etica,la deontologia umana ci impone tutto ciò,ed a noi il dovere di prenderne atto,se si vuole avere il diritto di trasmettere le nostre idee che riteniamo sane ad un nostro prossimo.Per cui,a mio avviso,credo sia addirittura assurdo discutere e mettere in dubbio la perfetta immoralità della pornografia ed anche della prostituzione. Tutto ciò che tende a mercificare il sesso,portandolo a così infimi livelli è da giudicare immorale.

Sempre in amicizia, un caro saluto. espert37
espert37 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it