Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-03-2008, 11.03.43   #1
gigiballa
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-03-2008
Messaggi: 1
Smile in sè per sè essente

questa frase viene continuamente ripetuta da Hegel nella sua Filosofia dello Spirito vedi per esempio al §437.
c'è qualcuno che può spiegarmela?
Grazie in anticipo
Gigiballa
gigiballa is offline  
Vecchio 23-03-2008, 13.12.45   #2
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Riferimento: in sè per sè essente

Come ho appena detto in un altro post non sono fresco di filosofia hegelliana.. comunque se dovessi leggere queste parole fuori dal contesto penserei a qualcosa che esiste per necessità, a priori, perchè non può essere atrimenti...o forse similmente a qualcosa che esiste non grazie ad un altro ente, a qualcosa che non è scaturito da altro insomma..o anche qualcosa che esiste a prescindere dal contesto in cui si trova..
sisrahtac is offline  
Vecchio 23-03-2008, 15.32.56   #3
Koli
Moderatore
 
Data registrazione: 17-11-2007
Messaggi: 405
Riferimento: in sè per sè essente

Citazione:
Originalmente inviato da gigiballa
questa frase viene continuamente ripetuta da Hegel nella sua Filosofia dello Spirito vedi per esempio al §437.
c'è qualcuno che può spiegarmela?
Grazie in anticipo
Gigiballa

Premetto che Hegel non lo conosco molto. Mi rifaccio all'Abbagnano del liceo.
Con l'in sé Hegel intende, generalmente, ciò che è astratto, particolare, possibile, privo di sviluppo e relazioni.
Con il per sé si intende invece ciò che è concreto, mediato, esplicito, attuale, relazionato, effettuale ecc. A volte, stando sempre al manuale, l'in sé corrisponde al primo momento dialettico (la tesi), il per sè al secondo momento (l'antitesi) e l'in se - per se al terzo momento (la sintesi).
L'uso che Hegel fa di questi termini, varia a seconda dei contesti.
Ciao.
Koli is offline  
Vecchio 23-03-2008, 17.09.49   #4
emmeci
Ospite abituale
 
L'avatar di emmeci
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 1,272
Riferimento: in sè per sè essente

Naturalmente il sistema filosofico hegeliano e il suo stesso sviluppo è talmente ricco e complesso che rende difficile esaurire in un breve messaggio il significato della proposizione “l’essere in sé e per sé”. Comunque, pensando che tu abbia già una conoscenza di Hegel, ti risponderei con le parole che il filosofo stesso scrive nell’Enciclopedia a proposito dello spirito. “L’assoluto è lo spirito, questa è la suprema definizione dell’assoluto. Si può dire che la tendenza di ogni cultura e di ogni filosofia sia stata quella di trovare tale definizione e di comprenderne il senso e il contenuto. Ogni religione e ogni scienza hanno sempre sospinto verso questo punto e solo a partire da questa spinta va compresa la storia del mondo….Il compito della filosofia consiste nel cogliere ciò che dalla religione è rappresentato e che in sé e per sé è l’essenza nel suo proprio elemento, cioè nel concetto…… Essente in sé e per sé è dunque lo Spirito in quanto assoluto.
emmeci is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it