Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 29-10-2008, 10.01.57   #1
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Quale pensiero filosofico oggi?

L'uomo di Nietzsche è quanto di più lontano si possa immaginare dall'uomo postmoderno tecnologico dell'era telematica.
“L'uomo del lieve” danza saltando fossati in antitesi alla pesantezza dei dogmi e dei valori opportunistici. Dona solo ricchezze intellettuali e non mediocrità.

L'uomo di oggi è freudiano perchè conflittuale e inconoscibile pure a se stesso, ma anche si difende dal Disagio della civiltà adottando rimedi analgesici: tossicomanie da alcol, droghe, psicofarmaci, ecc. e strategie d'evasione come le varie dipendenze compulsive. Altre vie si dimostrano sempre meno efficaci e si sceglie il Principio del piacere. Con gli strumenti di fuga a sé più congeniali e indotti dall'attuale degrado politico- culturale. La vita si allunga e la sua qualità si abbassa.

Come può soccorrere la filosofia dei problemi risolvibili? Non quella dell”essere” che “è” delle metafisiche declassate ma ora volgarizzate a vari livelli dai neospiritualisti .Ma quella dell'”esistere”, del saper essere, del curare se stessi e gli altri anche con la parola limpida ed essenziale. Ha come metodo non il “credo quia absurdum” ma il “non credo a ciò che vedo”. Si avvale del dubbio,del criticismo e della verosimiglianza ermeneutica per l'uomo in rapporto con le cose reali e fallibili: “se tocchi una cosa in quella cosa ci sei tu” E' quella filosofia che indaga il modo di pensare e analizza la logica delle parole. Se rinnovata, è antiaccademica , teoretica e dialoga con altre discipline. Insegna a praticare la vita, come un tempo nelle scuole greche. Senza indicare scopi e colpe da espiare, se non la pienezza di senso nel proprio dasein personale per un degno percorso quotidiano. L'attuale società è controfilosofica e allineata alle temperie dei tempi: illusi di sapere e di essere felici, non si vuole capire, pensare, chiedersi cosa implicano certi comportamenti. La cultura laica postmoderna e tutti i più grandi pensatori di ieri e di oggi sono stroncati a priori come “cattivi maestri”. Con cui non ci si confronta se non con compromessi svilendo la conoscenza e la scienza.
Dilaga “l'ignoranza della questione “aristotelica. Un interlocutore non sa la tesi in questione e la critica accusandola di contraddizione, invece non ha afferrato il significato dei termini.
Eppure solo gli ultimi sapienti sono in grado di prevedere la meta di tale deriva.
arsenio is offline  
Vecchio 29-10-2008, 11.41.59   #2
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Quale pensiero filosofico oggi?

Non si può distinguere il piano dell'essere dall'esistenza stessa:gli stessi Greci che nomini non lo facevano.
L'essere è il nutrimento dell'esistenza,ed è quello che manca oggi nella filosofia ,ridotta a mera analisi logica senza riferimenti al senso stesso dell'esistenza.
Quale qualità può mai emergere in un'esistenza senza radici affondate in una metafisica che la nutra di essenza?
Di cos'altro può nutrirsi: di valori morali senza fondamento innato ?E' una casa destinata a crollare,poichè sotto,c'è il nulla..

Ultima modifica di Noor : 29-10-2008 alle ore 18.41.34.
Noor is offline  
Vecchio 02-02-2009, 23.57.59   #3
Gaffiere
Ospite abituale
 
L'avatar di Gaffiere
 
Data registrazione: 06-01-2009
Messaggi: 111
Riferimento: Quale pensiero filosofico oggi?

La potenza speculativa del pensiero di Nietzsche è ancora troppo mascherata perchè si scorga il senso dell'inevitabilità di parole come "morte di Dio" ed "eterno ritorno": Nietzsche e Leopardi guardano oltre, oltre lo semplice scetticismo nei valori, verso l'inevitabilità della loro distruzione.
Quindi se l'uomo di oggi è quanto più diverso ci si possa aspettare dall'uomo di Nietzsche, questo è vero solo nella misura in cui il disincanto non è venuto ancora meno: Nietzsche è presbite, vede la morte necessaria della verità, non il suo rifiuto a parole. Il nichilismo è ben più profondo di quanto si vada cianciando nella cultura contemporanea.
Gaffiere is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it