Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 28-10-2015, 08.10.03   #11
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da mariodic
La filosofia è un linguaggio simile (ma non uguale) alla matematica, si pone tra il linguaggio ordinario del parlar comune, da una parte, e della matematica, dall'altra.
Si potrebbe dire metaforicamente che il linguaggio comune trasmette il flusso di messaggio come fa un fiume selvaggio e senza margini, la filosofia trasmette il flusso ordinato una conduttura larga o un canale stretto e ben delimitato, la matematica, infine, trasmetto il flusso di informazioni come un tubo di precisione sottilissimo o, se si preferisce, un filo elettrico. E' ovvio che per inviare flussi in canali o tubi stretti o strettissimi si è costretti a sfrondare e selezionare l'informazione da incanalare, qui si comprende bene la funzione della matematica che in cambio della sua potenza di sintesi è costretta a rinunciare all'informazione di contorno che solo il linguaggio ordinario può assicurare.

Non capisco in che senso la matematica possa trattare con maggiore sottiliezza problemi filosofici come:

Che significa conoscere e in che senso, a che condizioni, entro quali limiti si conosce?

Com' é in generale (e non solo quantitativamente) la realtà?

Perché esiste ciò che esiste -me compreso- e non qualcos' altro (fra l' altro perché non sono diverso da come sono e non agisco diversamente da come agisco?) o magari il nulla?

Che cosa é bene e giusto fare? Come mi debbo comportale in generale, quali fini é il caso che mi ponga?
sgiombo is offline  
Vecchio 29-10-2015, 19.12.34   #12
mariodic
prof
 
L'avatar di mariodic
 
Data registrazione: 28-05-2011
Messaggi: 221
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Non capisco in che senso la matematica possa trattare con maggiore sottiliezza problemi filosofici come:

Che significa conoscere e in che senso, a che condizioni, entro quali limiti si conosce?

Com' é in generale (e non solo quantitativamente) la realtà?

Perché esiste ciò che esiste -me compreso- e non qualcos' altro (fra l' altro perché non sono diverso da come sono e non agisco diversamente da come agisco?) o magari il nulla?

Che cosa é bene e giusto fare? Come mi debbo comportale in generale, quali fini é il caso che mi ponga?
Ameno per ora, mi limito a rispondere alla prima domanda: "Che significa conoscere e in che senso, a che condizioni, entro quali limiti si conosce?".
Il problema della conoscenza non può essere discusso con poche parole, però sintetizzare al massimo sì. Ogni oggetto è un sistema logico dell'universo e, per l'Osservatore, una specie di catena complessa sicché ciascun suo anello è legato ai suoi precedenti e successivi da anelli causa ed anelli effetto; "conosce" un tale sistema implica la realizzazione di questa catena rispettando la coerenza logia con l'insieme del sistema universo a cui faccio riferimento, questa è la "realtà". Se dicessi che due più due fa tre non sarei coerente col sistema numerico descritto da Peano, quindi non è realtà, per rendere reale questa affermazione sbagliata) dovrei elaborare e condividere col mondo intero un altro sistema numerico in cui è vero che due più due fa tre.
mariodic is offline  
Vecchio 30-10-2015, 11.05.29   #13
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da mariodic
Ameno per ora, mi limito a rispondere alla prima domanda: "Che significa conoscere e in che senso, a che condizioni, entro quali limiti si conosce?".
Il problema della conoscenza non può essere discusso con poche parole, però sintetizzare al massimo sì. Ogni oggetto è un sistema logico dell'universo e, per l'Osservatore, una specie di catena complessa sicché ciascun suo anello è legato ai suoi precedenti e successivi da anelli causa ed anelli effetto; "conosce" un tale sistema implica la realizzazione di questa catena rispettando la coerenza logia con l'insieme del sistema universo a cui faccio riferimento, questa è la "realtà". Se dicessi che due più due fa tre non sarei coerente col sistema numerico descritto da Peano, quindi non è realtà, per rendere reale questa affermazione sbagliata) dovrei elaborare e condividere col mondo intero un altro sistema numerico in cui è vero che due più due fa tre.


Beh, non mi sembra che l' affermazione <<Ogni oggetto è un sistema logico dell'universo e, per l'Osservatore, una specie di catena complessa sicché ciascun suo anello è legato ai suoi precedenti e successivi da anelli causa ed anelli effetto; "conosce" un tale sistema implica la realizzazione di questa catena rispettando la coerenza logia con l'insieme del sistema universo a cui faccio riferimento, questa è la "realtà">> (che ritengo errata, ma non voglio prendere in considerazione nel merito) sia un teorema matematico.
Mi sembra piuttosto una tesi di filosofia della scienza.
sgiombo is offline  
Vecchio 31-10-2015, 19.48.36   #14
mariodic
prof
 
L'avatar di mariodic
 
Data registrazione: 28-05-2011
Messaggi: 221
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Beh, non mi sembra che l' affermazione <<Ogni oggetto è un sistema logico dell'universo e, per l'Osservatore, una specie di catena complessa sicché ciascun suo anello è legato ai suoi precedenti e successivi da anelli causa ed anelli effetto; "conosce" un tale sistema implica la realizzazione di questa catena rispettando la coerenza logia con l'insieme del sistema universo a cui faccio riferimento, questa è la "realtà">> (che ritengo errata, ma non voglio prendere in considerazione nel merito) sia un teorema matematico.
Mi sembra piuttosto una tesi di filosofia della scienza.
Ti sono grato per aver espresso un tuo parere di massima su quanto da me in qualche modo sostenuto. Grazie
mariodic is offline  
Vecchio 05-11-2015, 21.33.39   #15
mariodic
prof
 
L'avatar di mariodic
 
Data registrazione: 28-05-2011
Messaggi: 221
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Non capisco in che senso la matematica possa trattare con maggiore sottiliezza problemi filosofici come:

Che significa conoscere e in che senso, a che condizioni, entro quali limiti si conosce?

Com' é in generale (e non solo quantitativamente) la realtà?

Perché esiste ciò che esiste -me compreso- e non qualcos' altro (fra l' altro perché non sono diverso da come sono e non agisco diversamente da come agisco?) o magari il nulla?

Che cosa é bene e giusto fare? Come mi debbo comportale in generale, quali fini é il caso che mi ponga?
La matematica non può gestire facilmente messaggi assimilabili a fiumi d'acqua senza precisi margini, infatti, in questa metafora seguire il percorso di una molecola d'acqua è, manco a dirlo, impossibile; semmai il fisico delle acque potrebbe ricorrere alla matematica non senza aver stilizzato il fiume in un flusso semplificato di molecole rappresentative
indi immaginare un modello di percorso che si svolge in un ambiente (contorno di percorso) pur esso stilizzabile entro principi fisici noti. Va da sé che un siffatto lavoro è difficile e, tutto sommato, inutile se non come esercizio per studenti di idraulica. Questa difficoltà implica il ricorso in un linguaggio misto comprendente anche qualche dettaglio matematizzabile e non semplicemente discorsivo.
mariodic is offline  
Vecchio 08-11-2015, 15.23.01   #16
calatayud
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 05-11-2015
Messaggi: 4
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Per me la filosofia é il chiedersi:

a) com' è la realtà, il mondo in cui si vive (in generale; le scienze si occupano invece piuttosto dei "dettagli");

b) come si può conoscere la realtà, cioé quali conoscenze se ne possono avere, in che modi, in che senso, a quali condizioni;

c) che fare (che cosa é giusto o bene che si faccia).

Leggendo ciò che ha scritto, mi vien voglia di porre un'altra questione chiedendomi se in fondo sia la stessa detta in modo leggermente diverso: a livello personale, l'unica questione filosofica che mi sentirei di dover svelare sarebbe quella di mettere in luce il processo attraverso cui la nostra mente fa esistere le innumerevoli particolarità del reale. Se noi cioè conosciamo ciò che esiste, su quali basi poggia l'esistenza dell'idea di sasso o di cane, ma anche quella dell'esistenza di un concetto altamente astratto quale potrebbe essere la legge? Saludos
calatayud is offline  
Vecchio 08-11-2015, 19.31.42   #17
sgiombo
Ospite abituale
 
L'avatar di sgiombo
 
Data registrazione: 26-11-2008
Messaggi: 1,234
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da calatayud

Originalmente inviato da sgiombo:

<<Per me la filosofia é il chiedersi:

a) com' è la realtà, il mondo in cui si vive (in generale; le scienze si occupano invece piuttosto dei "dettagli");

b) come si può conoscere la realtà, cioé quali conoscenze se ne possono avere, in che modi, in che senso, a quali condizioni;

c) che fare (che cosa é giusto o bene che si faccia)>>.

Leggendo ciò che ha scritto, mi vien voglia di porre un'altra questione chiedendomi se in fondo sia la stessa detta in modo leggermente diverso: a livello personale, l'unica questione filosofica che mi sentirei di dover svelare sarebbe quella di mettere in luce il processo attraverso cui la nostra mente fa esistere le innumerevoli particolarità del reale. Se noi cioè conosciamo ciò che esiste, su quali basi poggia l'esistenza dell'idea di sasso o di cane, ma anche quella dell'esistenza di un concetto altamente astratto quale potrebbe essere la legge? Saludos


Premetto che di solito "ci diamo del tu" fra interlocutori del forum (a proposito: ben arrivato!) e preferirei farlo anche con ...te se me lo permetti.

Non capisco bene queste affermazioni.

Ma se il senso é quello di chiedersi in che senso (mi scuso per la ripetizione ma non trovo di meglio) ciò che esperiamo sia reale, ad esempio se come cosa in sé anche indipendentemente dalle sensazioni (in atto, allorché accadono) che se ne hanno oppure unicamente come "contenuto fenomenico di esperienza cosciente (in atto)", concordo che si tratti di una questione filosofica fondamentale.
sgiombo is offline  
Vecchio 09-11-2015, 13.32.53   #18
filosofia1
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 18-06-2015
Messaggi: 20
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da Gasachiele
Buona sera. Vorrei porre un quesito a tutti coloro che avranno voglia di spendere del tempo a tal proposito:

Che cos'è la filosofia?

Non si tratta di dare la semplice definizione che si potrebbe dare all'insegnante durante la prima interrogazione di filosofia, ma di definire specificatamente che cosa sia effettivamente la filosofia e che funzione abbia. Non credo, infatti, che molte persone non siano interessate all'argomento filosofico in sé (capita spesso di sentire gli stessi individui che disprezzano la filosofia fare delle considerazioni definibili "filosofiche"), al contrario sono convinto che il "disprezzo" per tale materia si dovuto alla mancanza di chiarezza della sua identità.
Effettivamente la filosofia quando viene studiata, distoglie troppo presto l'attenzione dalla questione principale "cosa essa sia", facendoci immergere in quanto secoli di questa affascinante disciplina hanno prodotto, e lasciando un punto irrisolto per chi la studia.

Non credo sia utile definire cosa sia "Filosofia" intorno ad un concetto si possono dire tante cose, ma tutte opinabili, piuttosto mi chiederei a cosa serve la filosofia, se deve avere un fine, un utile. Andrei a ricercare la risposta a queste domande in un tempo molto lontano, alla Grecia dei Talete, Anassimene, Parmenide, Eraclito, Socrate (Platone), Aristotele, non per un difetto di romanticismo, ma perchè loro iniziarono quest'avventura e la portarono avanti con serietà e consapevolezza.
filosofia1 is offline  
Vecchio 09-11-2015, 15.49.33   #19
calatayud
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 05-11-2015
Messaggi: 4
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da sgiombo
Premetto che di solito "ci diamo del tu" fra interlocutori del forum (a proposito: ben arrivato!) e preferirei farlo anche con ...te se me lo permetti.

Non capisco bene queste affermazioni.

Ma se il senso é quello di chiedersi in che senso (mi scuso per la ripetizione ma non trovo di meglio) ciò che esperiamo sia reale, ad esempio se come cosa in sé anche indipendentemente dalle sensazioni (in atto, allorché accadono) che se ne hanno oppure unicamente come "contenuto fenomenico di esperienza cosciente (in atto)", concordo che si tratti di una questione filosofica fondamentale.

Ciao, grazie per il benvenuto e vada per il tu. Non sono molto ferrato in materia di filosofia quindi già a leggere "contenuto fenomenico di esperienza cosciente (in atto)" mi si rizzano i capelli. Mea culpa ... chi me lo fa fare di andare razzolando per vie sconosciute? Ciò nonostante proverò a spiegarmi meglio. Un giorno entrai in un negozio di telefonia e altre diavolerie tecnologiche; anche in questa materia la mia ignoranza è sovrana. Quando uscimmo ricordo che dissi al mio amico: "per me, essere entrato lì dentro è un po' come essere entrato in una stanza vuota". Praticamente non ricordavo nulla di quel che all'interno era esposto a parte quei pochi oggetti noti tipo cellulari o tv. Ripensando all'esperienza maturai il dubbio che i nostri sensi non siano in grado di ritagliare i dettagli della realtà fintanto che quel che tramite loro si percepisca non sia dotato di un minimo senso, anche se magari non c'entra nulla col senso più comune per quella cosa (mi spiego: per me il senso di un oggetto potrebbe essere quello di avere una bella forma, mentre magari il senso più comune è quello di essere una bomba). Questo naturalmente fa a pugni con l'evidenza quotidiana giacché se per caso tornassi in un siffatto negozio sarei in grado di distinguere la finitezza di qualcosa anche se per me quella cosa non significasse proprio un bel nulla. Però c'è da dire che noi umani sappiamo di essere ignoranti, nel senso che sappiamo dell'esistenza di un mucchio di cose delle quali non abbiamo la minima idea; non so quanto possa influire questo fatto sulle nostre idee di esistenza. Quindi, ripongo la domanda e mi scuso perché mi sembra di essere uscito dal tema: Come fanno dunque ad esistere le cose nella nostra mente?
calatayud is offline  
Vecchio 09-11-2015, 19.16.45   #20
mariodic
prof
 
L'avatar di mariodic
 
Data registrazione: 28-05-2011
Messaggi: 221
Riferimento: Che cos'è la filosofia?

Citazione:
Originalmente inviato da filosofia1
Non credo sia utile definire cosa sia "Filosofia" intorno ad un concetto si possono dire tante cose, ma tutte opinabili, piuttosto mi chiederei a cosa serve la filosofia, se deve avere un fine, un utile. Andrei a ricercare la risposta a queste domande in un tempo molto lontano, alla Grecia dei Talete, Anassimene, Parmenide, Eraclito, Socrate (Platone), Aristotele, non per un difetto di romanticismo, ma perché loro iniziarono quest'avventura e la portarono avanti con serietà e consapevolezza.
La filosofia è una forma di linguaggio umano sitato in una certa fascia di linguaggi compresa tra il linguaggio comune (grossolano quanto a precisione benché di ampio fronte che le conferisce buona parte del valore perso nella sua grossolanità) e la matematica (sperabilmente della massima precisione che ci è possibile). Tutti i linguaggi umani trasmettono Conoscenza secondo la nota logica della catena di anelli "causa/e-effetto/i". Nel caso del linguaggio filosofico la relativa ma approssimativa somiglianza con la matematica sta nel tentativo di precisare, un po' meglio del linguaggio ordinario, la sequenza delle cause e degli effetti. A tal proposito richiamo l'attenzione sul linguaggio degli storici dove un certo insieme sufficientemente definito sarebbe causa o concausa di eventi storici successivi concatenati con questo linguaggio. Naturalmente la storia non è che un esempio.
mariodic is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it