Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 23-02-2004, 13.55.31   #21
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
Cool ...

no, no.., almeno per alcuni dettagli, Blue ha detto qualcosa che è ormai un dato di fatto ampiamente dimostrato, e fa crollare molte speculazioni filosofiche inutili.
Sté-detonator is offline  
Vecchio 23-02-2004, 16.25.56   #22
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Dite?
Non so, io preferisco sempre pensare che la scienza non dimostra mani nulla "ormai" ma che dà delle spiegazioni provvisorie. Nuove ricerche, nuove scoperte, potrebbero dimostrare tra un po' cose completamente diverse da quelle che oggi crediamo dimostrate.

Procediamo con ordine logico e scientifico:
dati
1) esistono molte testimonianze che raccontano le esperienze di pre-morte (cioè che in certe situazioni si vede il famoso tunnel di luce o si vede la situazione dall'alto ecc, ecc...)
2) non esiste nessuna testimonianza che racconti le esperienze post morte ... cioè non si sa se l'esperienza descritta sussiste o se è uno stato transitorio.
3) non esiste spiegazione scientifica di come possano avvenire le esperienze di pre-morte ma esistono le testimonianze

confronto con una situazione scientifica "ufficiale"
1) esistono, memorizzate nelle lave basaltiche dei fondali oceanici, delle porve che ogni 700.000 anni rirca (mi pare...) il campo magnetico terrestre cambia polarità. Il sud e il nord magnetico si invertono.
2) non esiste nessuna spiegazione scientifica di come questo avvenga, solo ipotesi.
3) poichè ci sono le testimonianze delle rocce il cambio di polarità è ufficialemte accettato anche se non si può spiegare come avvenga

Deduzione razionale
Se un fenomeno è testimoniato, anche se non abbiamo una spiegazione scientifica di come esso avviene è scientificamente accettabile ritenerlo reale
Quindi:
poichè esistono numerose testimonianze delle esperienze di pre-mote, anche se non possiamo dimostrare scientificamente come esse avvengano, è logico accettare che esse avvengano.
Questo non dimostra in nessun modo che esista una vita dopo la morte.
Non dimostra nemmeno il contrario.
Quindi potrei schematizzare in questo modo:
1) le esperienze di pre-morte sono testimoniate e quindi possiamo desumere che in certe sutuazioni si verifichi uno stato psichico che porta a vedere certe immagini o che implica un'amplificazione sensoriale.
2) non abbiamo ancora idea perchè questo avvenga
3) non è possibile al momento dimostrare che esiste o non esiste vita oltre la morte, qualsiasi deduzione, in base alle informazioni che abbiamo, non è razionale, logica e tantomeno scientifica.

Tutto il resto è speculazione.
Anche il fatto che è stata misurata l'energia che si scarica a terra ... chiunque potrebbe obiettare che non esiste un solo tipo di energia e che non è possibile escludere che esistano tipi di energia non rilevabili dagli strumenti attualmente a disposizione.

Secondo me il bello è che non si può essere mai sicuri di nulla! Questo è un campo in cui non è possibile avere nè certezze scientifiche nè filosofiche... il massimo della destabilizzazione, mi spiace, ma non vedo alternative logiche!!!

Quello che credo io, già esposto in numerosi interventi, al momento non è determinante.



ciao
Fragola is offline  
Vecchio 23-02-2004, 17.04.40   #23
Sté-detonator
SiamoUniciPezzi di N.. :D
 
L'avatar di Sté-detonator
 
Data registrazione: 23-08-2003
Messaggi: 426
***-----***

Brava Fragola! E tuttavia, energie ancora da scoprire o piani interdipendenti o meno, resta il fatto concreto che qui su questa Terraccia, dopo averli messi sotto-Terraccia, non si è mai visto tornare nessuno a camminare coi propri piedi che aveva quando ci camminava. A parte la tanto da me acclamata trasformazione dove si passa per una reale morte clinica ma poi si ritorna a funzionare 'vitalmente', quando una persona cara è andata dentro e sotto, hai voglia di bussare... Un corpo, che è della Natura, quando cessa le funzioni che chiamiamo 'vitali', rientra nel ciclo della conservazione in equilibrio dell'energia nell'universo. Per il corpo non c'è morte, è tutto Vitale, non gliene frega del nostro egoistico aggettivo 'caro'. Anzi, si risparmierebbero lagne inutili e guadagneremmo in mitezza e reale serenità. Mi spiace, anzi, mi Piace, perché è Così che è, dimostrazioni future o meno. Allora sì: Morire Dolce Morire...
Sté-detonator is offline  
Vecchio 07-03-2004, 00.53.41   #24
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
I poli magnetici

Un doveroso commento alle considerazioni di fragola: il campo magnetico terrestre muta di polarità, questo è noto, senza una periodicità precisa, ma con una cadenza che in media non si discosta dalla periodicità specificata, ossia di circa 700.000 anni.
Ciò che è importante sottolineare, però, è che questo fenomeno non è affatto misterioso, semplicemente è inspiegato da una teoria convincente.
Qual'è, da un punto di vista filosofico, la differenza tra queste due "condizioni" (inspiegabile" e "misterioso") ?
Molto semplicemente la seguente: un fenomeno misterioso si evidenzia in condizioni che contraddicono a tal punto le leggi note di natura, che un'eventuale interpretazione comporta un ripensamento radicale di almeno una legge fisica.
Un fenomeno inspiegabile non contraddice nessuna legge e non comporta nessuna critica, ma non possiede, al momento, una interpretazione riconducibile in modo semplice e lineare alle leggi note, leggi che, per il suo accadere, non cessano affatto di valere.
Un esempio di fenomeno misterioso: la ricrescita di un arto amputato in un essere umano.
Esempio di un fenomeno inspiegabile: Carlo ha avto un extrasistole, un fatto quasi "normale", è un uomo forte e in ottima salute, ma, purtroppo, l'evento è accaduto esttamente in quel millisecondo di refrattarietà il cui effetto, per amplificazione caotica, comporta la fibrillazione ventricolare.
Purtroppo non c'era alcun medico accanto a lui, quando l'evento è accaduto, e i tre minuti e mezzo di tempo utile per indurre una ripresa dell'attività cardiaca non sono bastati ai suoi amici per capire cosa stesse accadendo e agire tempestivamente.
Tuttavia, il cuore di Carlo, dopo due minuti, ha ripreso a battere.
Spiegazioni ? Nessuna spiegazione specificamente convincente, ma nulla di miracoloso in tutto ciò (peraltro si tratta di un evento da me realmente vissuto).
Insomma: che il cuore della Terra abbia un 'extrasistole in media ogni settecentomila anni deve essere un fatto che inficia il valore delle teorie di Maxwell sull'elettromagnetismo ?
Se le cose dovessero stare così, allora gli strumenti stessi con cui convalidarle o negarle non dovrebbero essere accreditati allo scopo, e nulla risulterebbe valutabile.
leibnicht is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it