Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 05-03-2004, 09.29.18   #1
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Unhappy UOMINI, MEZZI uOMINI, quaquaraqua... e donne.

UOMINI, MEZZI UOMINI, QUAQUARAQUA e dONNE.

Mi sono sempre chiesto il motivo per cui il mondo sia suddiviso in queste categorie di persone.
Esistono gli Uomini, dotati di una percezione della realtà fuori dal comune. Tale percezione spesso deriva dalla loro capacità di comprendere e capire ciò che va oltre i sensi animaleschi dell'essere umano. Vedere oltre gli occhi, sentire oltre l'udito. Penso che questo sia dovuto grazie al fatto che per millenni l'Uomo, dedicatondosi alla caccia, all'arte della guerra o allo studio è dovuto rimanere in "silenzio" con se stesso. Ha dovuto ascoltare unicamente la sua voce interiore, dimenticandosi per alcuni momenti delle 1000 voci che tormentavano il proprio ego.
L'attesa nella caccia, la spirituale attesa prima di una carica di cavalleria, prima di un assalto all'arma bianca, l'attesa prima del segnale del lancio col paracadute... tutti momenti interminabili dove l'Uomo si fa delle domande. Si pone dei perchè. Forse i primi perchè della storia dell'uomo. Favorendo la nascita della religione e spiritualità. Tale capacità si è evoluta nei secoli, trasformando l'intelletto dell'Uomo in capacità espressiva e comunicativa al di fuori della norma. Grandi sono stati i poeti, gli scrittori, i musicisti, i filosofi, gli scienziati. Tutti Uomini degni della loro "maiuscola".

Poi esistono i Mezzi uOMINI. Uomini dediti al giullaresco comportamento. Associabili alla bestia. Dediti unicamente a soddisfare i loro bisogni animaleschi, quali lo spreco inconsapevole di sperma, il bisogno di alimentarsi (molto diverso dal gusto del mangiare), la necessità di dormire, lo sfogo violento della propria indole animale. I mezzi uomini oggi sono molto comuni. Sono il frutto di un mondo sempre piu' legato a canoni "femminili", dove regna l'inutile ed il superfluo. Un mondo dove l'apparenza (che è donna) impera sulla virtù. Un mondo femminile, modificato a loro immagine e somiglianza. Un mondo che ha creato i MEZZI uOMINI. Persone che hanno ancora l'istinto maschile, ma addomesticati dalla stupidità e superficialità femminile. Siamo passati dall'epoca delle domande all'epoca del pettegolezzo.

Poi ci sono i Quaquaraqua. Coloro che lodano la loro figura. Dove è ossessivamente presente il loro EGO in ogni loro discorso. Hanno scambiato il fare con il dire. Importante è parlare, importante è promettere... importante poi... è scappare.

Infine ci sono le dONNE. La donna che per millenni è scesa a compromessi sessuali con il maschio, donando la propria sessualità in cambio di protezione. Per millenni la donna, ha scelto di evitare la caccia, la battaglia, la politica. Preferendo il pettegolezzo del villaggio o della caverna al rischio della guerra. Il pettegolezzo e le costanti voci di amici, parenti, giudizi, moralismi, sciocchezze, hanno favorito il nascere nella dONNA di una superficialità imbarazzante. La sua carenza spirituale è notevole in ogni periodo storico. Mancano dONNE degne del loro nome nella storia. Donne dedite alla ricerca, all'arte alla cultura, al sapere. La stupida scusante banale è sempre la solita. "E' stato l'uomo ad imporla". Beh... niente di piu' falso... "volere e potere". La voglia di scrivere, di dipingere, di fare musica, non possono essere soffocate da un VOLERE esterno. Forse non hanno ben chiaro cosa significa "desiderio di voler fare". Quel desiderio non scende ad alcun compromesso. Grazie alla mancanza di "silenzio", di "solitudine". Quella solitudine che fa ascoltare te stesso, quella solitudine che ha accompagnato l'Uomo prima di ogni battaglia, durante ogni caccia, è quella solitudine, quel silenzio che ha favorito la spiritualità e la profondità che alla donna manca.

La donna... un semplice essere vivente che ha barattato la propria "consapevolezza" con concimi chimici e vestiari, per farsi scegliere dal cacciatore piu' in gamba o dal guerriero che le donasse maggior sicurezza. La donna... che ha dimenticato il bello di stare con se stessa, sacrificando il proprio EGO al pettegolezzo.
La donna... che purtroppo ha trasformato il mondo dall'essere proiettato verso la scienza, a spiritualità, la cultura, l'arte ... al pettegolezzo del grande fratello, al cosmetico, al lifting.

(tutto questo, escluso le presenti)
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 12.13.13   #2
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Se ben ricordo (e ultimamente non ricordo bene niente!) la divisione tra fra uomini, mezzi uomini, omminicchi e quaquaraqua è esposta nel "giorno della civetta" di Sciascia e fatta pronunciare ad un esponente della mafia siciliana.
Non ricordo che parlasse delle donne ...

Comunque riparliamo della donna che ha scelto di evitare la caccia ... quando l'uomo saprà partorire.

ciao
Fragola is offline  
Vecchio 05-03-2004, 12.46.40   #3
@tess@
Ospite
 
L'avatar di @tess@
 
Data registrazione: 12-02-2004
Messaggi: 23
C'e' una teoria, molto diffusa, secondo la quale gli uomini che hanno una percezione della realta' fuori dal comune, siano coloro che da bambini sono stati piu' in contatto fisico ed emotivo con la loro mamma, ed hanno quindi acquisito quelle capacita' percettive ed empatiche tipiche delle donne.

Forse dovresti rivedere un po' le tue teorie....
quanto alla superficialita' della donna...be' mi sorge spontanea una domanda.... ma chi frequenti tu????
@tess@ is offline  
Vecchio 05-03-2004, 14.10.47   #4
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Se ben ricordo (e ultimamente non ricordo bene niente!) la divisione tra fra uomini, mezzi uomini, omminicchi e quaquaraqua è esposta nel "giorno della civetta" di Sciascia e fatta pronunciare ad un esponente della mafia siciliana.
Non ricordo che parlasse delle donne ...

ricordi bene
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 14.12.10   #5
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Citazione:
Messaggio originale inviato da @tess@
C'e' una teoria, molto diffusa, secondo la quale gli uomini che hanno una percezione della realta' fuori dal comune, siano coloro che da bambini sono stati piu' in contatto fisico ed emotivo con la loro mamma, ed hanno quindi acquisito quelle capacita' percettive ed empatiche tipiche delle donne.

si.. tutto puo' essere...

Citazione:
Messaggio originale inviato da @tess@

Forse dovresti rivedere un po' le tue teorie....
quanto alla superficialita' della donna...be' mi sorge spontanea una domanda.... ma chi frequenti tu????

semplicemente "dONNEE" come tutti... (notare la d minuscola)
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 14.53.27   #6
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
eppure c'e un vuoto enorme nella storia.
Vuoto dovuto alla mancanza della presenza della donna nell'ambito della società passata.

Ma mettiamo che la società passata sia stata veramente "maschilista" come alcune facilone pensano.
Facciamo per un attimo finta che la loro mancanza di sensibilità artistica e spirituale sia dovuta al "maschio" prepotente che le rinchiudeva nella grotta o le legava in casa a badare alla prole.

la domanda sorge spontanea...

E OGGI ? :10:

Oggi la donna ha tutta la possibilità di mostrare quell'intelletto, quella spiritualità, quella profondità che il maschio feroce ha sempre represso.
Ma i fatti ?
Dove sono ifatti ?

Esistono per caso donne particolarmente portate per la pittura ? per la poesia ? per l'arte ? per la religione ? per la scienza ?

non mi pare proprio...

Le uniche donne che hanno avuto spazio nella società, sono Veline. O scrittrici che scambiano l'arte della scrittura con l'arte dello scrivere "bene" un pettegolezzo. Vis ono conduttrici televisive... ma poi... ??? il VUOTO... (salvo rarissimi casi... ma sono solo casi isolati)

Quindi. visto la mancanza di scusanti, vista la pericolosa presa di coscienza che "forse è vero che la sensibilità non è il loro forte", hanno deciso di "femminizzare il mondo".
Renderlo adatto ai loro comportamenti. Lo stanno ammaestrando come farebbe un alieno che per vivere su un pianeta diverso dal suo, ne cambierebbe l'atmosfera.

Cosa accade oggi ? L'esplosione della "moda", dell' "estetica", l'uomo effemminato, galante. Dedito completamente ai capricci di quest'ultima. L'uomo che, non ha piu' interessi quali la scienza, l'arte, l'esplorazione o altro. Ma un uomo effemminato, dato in pasto al pettegolezzo. Un uomo stupido, banale. Un uomo FINALMENTE dONNA.

Come si trovano a loro agio adesso le donne. Solo che... forse sono gli UOMINI che stanno diventando come alieni in tutta sta superficialità ?
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 15.30.25   #7
pennac
supreme being :O)
 
Data registrazione: 24-11-2003
Messaggi: 279
per me ti frega il confronto . Non credo si debba paragonare l ' uomo alla donna : anche il più grande personaggio è stato partorito , amato , accudito e consolato ... eppoi su , noi maschietti siamo narcisisti ed orgogliosi , la nostra elevazione culturale e sociale è dovuta alla nostra voglia di emergere ... una dama non ha al contrario bisogno di alcuna conferma
pennac is offline  
Vecchio 05-03-2004, 15.47.42   #8
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Citazione:
Messaggio originale inviato da pennac
per me ti frega il confronto . Non credo si debba paragonare l ' uomo alla donna :

a parte che non sto solo paragonando, mi sto anche chiedendo i motivi per cui OGGI la donna, non risce ancora ad esprimere ne l'espressione artistica, tantomento quella intellettuale (salvo alcuni rarissimi casi). Eppure non si puo' dire che le mancano le possibilità. Che le manchino le capacità ?
Non è che per caso qualche femminista convinta si accorga che evidentemente delle differenze NATURALI esistono e vanno accettate ? (sia a livello macshile che femminile... ovvio)

Non è che dato che il mondo non faceva per loro, e trovatesi incapacitate a parteciparvi, inconsciamente stanno "femminizzando" il mondo. Lo stanno riducendo ad un Grande Fratello, ad una Soap opera, ad una banalità e superficialità estrema, dove l'Uomo non si riconosce ?

Citazione:
Messaggio originale inviato da pennac

eppoi su , noi maschietti siamo narcisisti ed orgogliosi , la nostra elevazione culturale e sociale è dovuta alla nostra voglia di emergere ... una dama non ha al contrario bisogno di alcuna conferma

su questo siamo daccordo...
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 15.58.25   #9
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
(perdonate il mio itaGliano da schifo... ma sono a lavoro e spesso cancello e non rileggo...

grazie )
bluemax is offline  
Vecchio 05-03-2004, 16.09.04   #10
Naima
Ospite abituale
 
L'avatar di Naima
 
Data registrazione: 06-10-2003
Messaggi: 672
Dov'è che sono questi grandi uomini nella società moderna? E com'è che si fanno manipolare così dalle dONNE? Perchè questi grandi Uomini non intervengono a ripristinare una società a loro più congeniale. Che si attivino perbacco non hanno nessuna dONNA che possa contrastarli e come potrebberò... tzè!
Naima is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it