Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 17-10-2004, 21.49.48   #31
Giancarlo_Deangelis
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 183
X Kantaisci

Poichè ti sei rivolto ad Agora e ai suoi amici, anch'io mi sono sentito autorizzato ad intervenire.

Nel lontano 1976, Juddi Krishanamurti, nel suo perenne itinerare, passò anche per l'Italia, e alla domanda di un giornalista che gli chiedeva cosa ne pensasse del "problema" sesso, lui semplicemente rispose: " Il sesso non è un problema, il sesso si fa e basta".

In seconda battuta il giornalista aggiunse:

"Maestro, ovunque lei vada c'è sempre qualcuno che vorrebbe fondare una chiesa in suo nome, per onorare e divulgare i suoi insegnamenti, perché lei si è sempre opposto a questa eventualità?"

Il maestro, una volta tanto, smise di indossare il suo soave e perenne sorriso, per dire:

"Di chiese nel mondo ve ne sono moltissime, e quello che viene divulgato non sono altro che delle interpretazioni di colui che divulga."

Ecco caro Kantaisci, mi sembra che tu fai parte di quella schiera di persone che vorrebbero fondare un'altra chiesa, per divulgare le tue interpretazioni su quanto leggi.

Ad onor del vero questo non m'interesserebbe più di tanto, anzi: non mi interesserebbe per niente, se tu, con i tuoi discorsi fuori tema e luogo, non interromperesti i colloqui di chi sta cercando, secondo un concetto laico, di darsi delle risposte su di un tema stabilito, e Juddi Krishanamurti non mi sembra che faccia parte del tema trattato in questo forum, tanto più che il Buddismo, come da te affermato (sic!), annulla tutte le filosofie, tutte le psicologie, tutte le religioni e tutta la morale ecc. ecc

Allora, se vuoi discutere di questi problemi, perché non crei un forum sul tema? Ti garantisco fin da ora che vi sarebbero molti partecipanti, compreso il sottoscritto, poiché sono completamente digiuno di quello di cui parli, sia te che altri; il problema sta nel fatto che lo fate nel posto e nel momento sbagliato.

Con stima, Giancarlo.

Ultima modifica di Giancarlo_Deangelis : 17-10-2004 alle ore 21.52.05.
Giancarlo_Deangelis is offline  
Vecchio 18-10-2004, 09.51.55   #32
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
* * *

X Giancarlo.

Bene, a questo punto non mi resta che sperare che chi ha delle profonde intuizioni, costruttive, utili, possa essere una valida guida per il resto dell’umanità, a livello filosofico, scientifico, più in generale educativo. Sempre che il resto dell’umanità si renda conto che fuori dalla caverna c’è un mondo inesplorato che appartiene a chiunque sappia mettere da parte le proprie illusioni, i propri pregiudizi, per percorrere strade sempre nuove. Ci saranno sempre delle piccole zone d’ombra, ma questo fa parte della dualità, della nostra precarietà. L’importante è rendersene conto e saper andare avanti.

Per ora non ho altro da aggiungere.
Grazie per la tua preziosa partecipazione.
A presto.
Agorà.
Agora is offline  
Vecchio 18-10-2004, 13.12.45   #33
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da Giancarlo_Deangelis
Infatti, quello che volevo che uscisse fuori da questo forum, non è l'associazionismo delle idee, come da esempi portati da Iris e rubin.

A mio modo di vedere, l'intuizione è una "creatura" nuova che viene senza che la cerchiamo, anche se in quel momento, il nostro cervello sta lavorando nel cercare una soluzione di un qualcosa, che poi viene da tutt'altra parte di quella in cui stavamo cercando e in tutt'altro momento, che spesso è di pausa.

PS. Iris, sull'altro post leggi bene la mia risposta e troverai la soluzione da te chiesta. ciao.


Caro Giancarlo, al di là del fatto che le nostre sono solo supposizioni (come lo sono le tue), non puoi escludere ciò che è stato detto solo perché vuoi sentirti dire altro (che come sempre per essere giusto deve coincidere con ciò che affermi te vero?).
Non lo prendere come un rimprovero, sai che mi piace confrontarmi anche con te e che ti stimo, però cerca di essere un pochino più accomodante, altrimenti mi togli la capacità di ragionare, perchè mi saltano i nervi
Come sempre ti mando un caro e sincero saluto e ti prego di scusare le 'sclerate' di una donna che ogni tanto si alza con la luna storta
iris_1 is offline  
Vecchio 18-10-2004, 14.09.36   #34
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Un'analisi completa delle intuizioni

deve, però, mettere in conto il fatto che, esse, nella stragrande maggioranza dei casi sono "sbagliate" a tutti gli effetti pratici.
Raramente, tuttavia, la storia ci trasmette tracce delle intuizioni scorrette, poichè esse vengono quasi subito dimenticate.
Alcuni esempi straordinari sono, comunque, noti.
Il più celebre, probabilmente, si deve a Cartesio ed è costituito dalla teoria dei vortici eterei, mediante la quale egli dava conto della "natura" delle forze gravitazionali.
La geniale intuizione di Cartesio è tutt'oggi nota e citata, perchè ebbe l'effetto di ritardare di quasi mezzo secolo la ricerca fisica in Francia, poichè l'establishment culturale francese (rigidamente cartesiano) del tempo respinse a lungo le "nuove" idee di Hook e Newton al proposito.

L'intuizione viene di regola interpretata in termini di "pensiero divergente", quindi strettamente imparentata con i processi creativi.
Come tutti i processi creativi esse hanno più successo, quindi, nell'ambito dell'espressione artistica che non in quelli delle scienze e della filosofia.
Tradizionalmente, in filosofia, si distinguono due generi di intuizioni (dal verbo intuo, intuire= vedere limpidamente): quelle sensibili e quelle intellettuali.
Quelle intellettuali coincidono con il processo creativo idealistico ed assumono la potenzialità di "dare corpo" ad una realtà inaccessibile ai sensi: Kant le ritenne inattingibili da un ente razionale finito, qual è l'uomo.
La loro effettiva sussistenza è garantita soltanto dal credito di un illimitato potere della ragione cosciente, ossia da una "mente" non delimitata dalle determinazioni dell'essere.
In pratica, questa possibilità, negata da Kant e da tutta la filosofia moderna, è ammessa solo per un ente razionale infinito, per la cui esistenza si richiede, tuttavia, una garanzia metafisica che si autosostenga.
Le intuizioni sensibili, invece, non sono assolutamente creative, ma mettono in gioco operazioni complesse di manipolazione di enti immediati della coscienza, componendoli, semplicemente, in relazioni "nuove" ed "impreviste".
L'intuizione è, quindi, direttamente espressa nella "rappresentazione" cosciente, mentre il pensiero simbolico permane astratto.
leibnicht is offline  
Vecchio 18-10-2004, 22.30.58   #35
Giancarlo_Deangelis
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 183
X Iris_1

Ciao Iris, era un pò che non ti leggevo e questo mi dispiaceva un poco.

Con riferimento al tuo post di pag. 4, mi dispiace sapere che ti eri alzata con la luna storta; per altro, ti garantisco che l'interpretazioni che tu dai delle mie risposte, perlomeno non corrispondono alle mie intenzioni.

Ovvero, non mi sembra che io voglia far coincidere, per forza, le opinioni degli altri con le mie, ho valutato, secondo il mio metro di interpretazione, quello da te riportato, ritenendo la tua opinione un associazione d'idee e non un intuizione, come comunemente viene interpretata.

Anche la mia espeienza mi porta ad interpretare una intuizione in un'altro modo; altro modo che ho spiegato nei vari post.

Addirittura ho invitato tutti a riportare una intuizione vissuta in prima persona, proprio per confrontarci su quello che intendiamo per "intuizione".

Ecco: questo sarebbe utile per tutti; poiché una volta stabilito ed accettato cosa sia esattamente, potremmo continuare il discorso in modo più proficuo.

Fatta questa doverosa precisazione (ti stimo molto e apprezzo i tuoi interventi, anche se qualche volta mi trovano in disaccordo), debbo confessarti una sensazione che mi si presenta spesso nei tuoi confronti; ovvero: mi sembra che tu ti perda qualche dialogo di questo forum, e quando intervieni non fai la sommatoria di quello detto.

Se sbaglio avvisami, ma dalle tue risposte ho avuto questa sensazione.

Un caro saluto pieno di simpatia. Giancarlo.
Giancarlo_Deangelis is offline  
Vecchio 18-10-2004, 22.41.46   #36
Giancarlo_Deangelis
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 183
X leibnicht

Quanto prima risponderò al tuo post, di pag. 4, che trovo molto interessante; ma credo che bisognerà fare, a mio modo di vedere, alcuni distinguo e alcune precisazioni.

Ciao e a presto. Giancarlo.
Giancarlo_Deangelis is offline  
Vecchio 18-10-2004, 22.52.44   #37
Giancarlo_Deangelis
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 183
X Agora

riferimento di pag. 4.
---------------------------

Ciao Agora.

Seguendo tutto l'itinerario sul tema e confrontando i tuoi interessanti argomenti, Il tuo ultimo post si presta ad essere interpretato come un signorile e distaccato addio, con una leggera punta di sarcasmo.

Se sbaglio correggimi, perché vorrei tanto che mi sbagliassi.

Un caro saluto pieno di stima. Giancarlo.
Giancarlo_Deangelis is offline  
Vecchio 18-10-2004, 23.14.47   #38
atisha
Ospite pianeta Terra
 
L'avatar di atisha
 
Data registrazione: 17-03-2003
Messaggi: 3,020
ciao Gianca...

atisha is offline  
Vecchio 20-10-2004, 09.37.35   #39
Agora
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-01-2004
Messaggi: 278
* * *

X Giancarlo.

Allora ti correggo subito, Giancarlo.
Veramente non ho più altro da aggiungere al momento, non saprei cosa dire. In quanto al sarcasmo, poi, non mi pare di averlo mai usato in questi post e non vedo perchè dovrei farlo adesso. Forse esprimendomi in un certo modo posso averti dato questa sensazione, ma ti assicuro che non è così.
Ogni tanto ho bisogno di staccare per riprendere il discorso con qualche nuova idea, con qualche riflessione in più. Non è un addio, o perlomeno non si sa, dipende da quello che ho da dire.
Ci sono momenti in cui si deve solo ascoltare. Lo sto facendo.

Con simpatia.
Agorà.
Agora is offline  
Vecchio 21-10-2004, 21.11.07   #40
Giancarlo_Deangelis
Utente bannato
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 183
X Agora.

riferimento
---------------------------------------------------------
"Bene, a questo punto non mi resta che sperare che chi ha delle profonde intuizioni costruttive, utili, possa essere una valida guida per il resto dell'umanità, a livello filosofico. scientifico, più in generale educativo."
------------------------------------------------------------

Caro Agora, quello sopra riportato mi era sembrato un pò eccessivo, soprattutto il fatto che un partecipante del forum potesse avere delle intuizioni tali, da diventare una valida guida per il resto dell'umanità, per questo ho parlato di velato sarcasmo.

In ogni modo, dopo la tua precisazione ti faccio le mie scuse e speriamo di risentirci al più presto....Con altre intuizioni.

Un ciao da Giancarlo.
Giancarlo_Deangelis is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it