Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 24-10-2004, 23.45.56   #1
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Amico Mio...

un amico, credo che sia una qualsiasi altra persona che ti sostiene per il periodo sufficiente per soddisfare i propri interessi. In altre parole, sino a quando gli obbiettivi da raggiungere sono comuni.

Siano questi economici, intellettuali o psicologici

Ognuno fa una qualsiasi cosa solo ed esclusivamente per il proprio benessere.

La differenza tra gli amici di ieri e quelli di oggi sta nel fatto che con gli amici di ieri ho concluso il mio contratto di mutua assistenza con quelli di oggi no

e per voi, ipocritamente parlando cosa è invece l'amicizia ?


... agli ipocriti
bluemax is offline  
Vecchio 24-10-2004, 23.50.16   #2
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Forse è spesso così fra "amici". Però certo non è l'idea dell'amicizia.
Angel is offline  
Vecchio 25-10-2004, 00.11.54   #3
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Re: Amico Mio...

Citazione:
Messaggio originale inviato da bluemax
un amico, credo che sia una qualsiasi altra persona che ti sostiene per il periodo sufficiente per soddisfare i propri interessi. In altre parole, sino a quando gli obbiettivi da raggiungere sono comuni.

Siano questi economici, intellettuali o psicologici

Ognuno fa una qualsiasi cosa solo ed esclusivamente per il proprio benessere.

La differenza tra gli amici di ieri e quelli di oggi sta nel fatto che con gli amici di ieri ho concluso il mio contratto di mutua assistenza con quelli di oggi no

e per voi, ipocritamente parlando cosa è invece l'amicizia ?


... agli ipocriti
Più o meno è così, ma questa descrizione più che all' "amico", secondo me, è adatta al "socio" (nell'accezione latina, perché no?).
Diciamo che l'amico è un socio in cui, rischiando, riponi della fiducia anche se il contratto è già concluso. Questo, in genere, perché l'amico ha dato prova di "essere affidabile" quindi, per così dire, investiamo su di lui.
Ecco, l'amico è un affare un po' più azzardato e rischioso degli altri.

Ognuno fa una qualsiasi cosa solo ed esclusivamente per il proprio vantaggio personale. Da questo non si scappa, sicuramente.
Knacker is offline  
Vecchio 25-10-2004, 01.28.42   #4
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
Mi sembra che questo (senza ovviamente offendere nessuno) sia il vecchio argomento che afferma che:

le nostre azioni (magari escluse quelle compiute inconsapevolmente o soprapensiero) sono tutte a scopo di un utile personale.


Mi sembra di aver già parlato da qualche parte della distinzione tra 'egoismo positivo' e 'egoismo negativo' nel forum.

Comuque io inviterei a tornare alla concezione 'ordinaria' dei nostri valori (perchè quest'argomentazione coinvolge tutti i valori).

Infatti è ovvio che la persona che compie delle scelte le sta compiendo tramite sè, cioè è esso stesso che sceglie non qualcunaltro, quindi le scelte dipendono da noi.

Prima che un tipo diventi mio amico trascorre del tempo, egli non viene sottoposto a delle prove (che dovrebbero soddisfare i miei criteri), bensì col tempo l'affiatamento tra me e lui arriva ad un punto tale che ci si può definire come amici.

E' ovvio che lo scelgo come amico perchè sto bene con lui, è altrettanto ovvio che se lui cambia di molto l'amicizia potrà cessare, ma questo non implica che l'amicizia sia una meschinata, una cosa della quele approfitto. Ci sono molti sentimenti nobili dietro all'amicizia (quella 'vera'), ma è ovvio che se le persone cambiano non ha più senso essere amici.


epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 25-10-2004, 10.05.49   #5
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Citazione:
Messaggio originale inviato da epicurus

E' ovvio che lo scelgo come amico perchè sto bene con lui, è altrettanto ovvio che se lui cambia di molto l'amicizia potrà cessare, ma questo non implica che l'amicizia sia una meschinata, una cosa della quele approfitto. Ci sono molti sentimenti nobili dietro all'amicizia (quella 'vera'), ma è ovvio che se le persone cambiano non ha più senso essere amici.


Se gli amici cambiano così che non sono più interessati stare insieme, parlare insieme ... l'amicizia certo non ha più senso.

Però mi chiedo, se era davvero un'amicizia vera oppure una cosa per soddisfare qualche proprio interesse?

Certo si dice troppo veloce: "è un amico, un'amica ..."

Un'amicizia ha bisogno di tempo per crescere e svilupparsi, poi nascono i sentimenti profondi - di più con ogni conflitto che si risolve insieme. Amici possono essere molto diversi, però certo esiste una base di comunione importante, forse anche inconscio …
Angel is offline  
Vecchio 25-10-2004, 13.32.10   #6
bluemax
Ospite abituale
 
L'avatar di bluemax
 
Data registrazione: 04-09-2003
Messaggi: 766
Credo che l'amicizia è importantissima, è una cosa direi quasi necessarissima per vivere. MA è necessaria per NOI. Siamo NOI a decidere chi diverrà nostro amico e chi no, in base ai nostri INTERESSI ed obbiettivi.
Se un' altra persona offre la sua "amicizia" (disponibilità) sicuramente vi è un suo tornaconto. Sia questo che porti benessere economico, fisico od intellettuale.

Nessuno sceglierebbe di vivere senza amici. Pare che proprio i ricchi e coloro che posseggono cariche e poteri abbiano soprattutto bisogno di "amici". Amici veri , amici di famiglia, ma sopratutto, amici potenti.
Quale sarebbe altrimenti l'utilità della ricchezza (tolta la possibilità di beneficarne) se non quella di essere ammirata soprattutto dagli amici?
O come potrebbe essere conservata senza amici?

Anche Gesu' in fondo ha scelto i propri amici e NON sono stati loro a scegliere Gesù


si prova il sentimento dell'amicizia perchè si è gratificati da complimenti, od interessi comuni o per altro, si ha qualcosa da imparare od insegnare...

insomma.. il fine è sempre lo stesso...

il NOSTRO benessere

a me pare invece che vi sia qualcosa che accomuni tutti gli AMICI nelle definizioni date...

l'AMICO SERVE...
è sempre l'amico che DEVE a mai NOI che dobbiamo

è l'amico in quanto tale che DEVE soddisfare i nostri bisogni e siamo sempre NOI a beneficiarne

In pratica E' AMICO SE... altrimenti no

il tutto induce a pensare che l'essere umano è SOLO in questa vita... NASCE SOLO E MUORE SOLO

ma molti vivono nella presunzione di essere al centro dell'universo, di avere amici di bla bla bla

Insomma la classica vecchia storia di ogni essere umano...
1) TI AMO SE TU...
2) SEI MIO AMICO SE TU...

in definitiva... il raggiungimento del nostro INTERESSE.

Importante è che non dico che sia sbagliato , anzi... è sempre stato cosi' e sempre lo sarà

basta non prendersi per il culo ed esserne coscienti

sono amico di tizio perchè IO ne traggo un qualche vantaggio

altrimenti perchè essere amico di caio e non di sempronio ?
Altrimenti si dovrebbe essere TUTTI amici e fratelli

si.. proprio come negli spot di "FORZA SCEMI"...

ma cosi' non è...

chissà perchè
bluemax is offline  
Vecchio 25-10-2004, 15.19.50   #7
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
chissà perchèsono amico di tizio perchè IO ne traggo un qualche vantaggio altrimenti perchè essere amico di caio e non di sempronio ? ...

Sinceramente non credo di aver ben compreso la tua posizione in tutto questo, comunque l'amicizia - esatamente come l'amore - è affinità: ti scelgo perché trovo in te caratteristiche che non riscontro presenti in altri soggetti (e che solitamente vanno al di là del dato materialistico).
Chiaro che spesso si scelgono amici "simili" a noi, perché troviamo in loro caratteristiche che ci piacciono in noi.

Questo, ovviamente, in parte è un atteggiamento egoistico, è però anche vero che chi ritiene di essere amico di tutti spesso non lo è di nessuno.
Io, per scelta, sono amica "vera" di pochissime persone: perché credo che sia importante far sentire l'esclusività del rapporto all'altro, in modo che capisca di essere speciale (e che quindi trovi me speciale )
Sono d'accordo poi che l'amicizia non nasce in poco tempo, ne occorre invece molto...
Neve
nevealsole is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it