Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 26-01-2005, 15.39.04   #11
odos
Ospite abituale
 
L'avatar di odos
 
Data registrazione: 26-06-2004
Messaggi: 367
Per Bert

il problema di trovare una definizione che tutti possano condividere, è un bel grosso problema.

Io sono convinto che non tutti possono credere tutto.

In particolare, credo che embrione come persona ed embrione come semplice cellula fecondata, siano due posizioni che non comunicano più di tanto.

Anche se noi riuscissimo nel tentativo di una lettura il più onnicomprensiva possibile tenendo conto di un numero di ragioni più ampio possibile, al fine di trovare una definizione univoca, non è affatto garantito che tutti incomincerebbero a credervi, anzi...

Dunque con spirito teoretico, sono d'accordo nell'impegnarsi in tale direzione, ma sono altrettanto convinto che non cambierebbe molto nelle credenze della maggiorparte di coloro che credono che un embrione sia già una persona. C'è sempre una ragione che mette a tacere ogni discorso, sia essa la fede cieca, la passione in un valore, o chissà che altro...

Ciao e alla prossima
odos is offline  
Vecchio 27-01-2005, 13.16.59   #12
epicurus
Moderatore
 
L'avatar di epicurus
 
Data registrazione: 18-05-2004
Messaggi: 2,725
bert, quello che odos dice e` vero, perche` quello che ci servirebbe sarebbe un'imposizione di una credenza e non una imposizione di definizione.

si puo` imporre qualsiasi definizione di embrione, ma comunque rimarrebbero la osservazioni 'Secondo me l'embrione ha diritto a vivere' o 'Secondo me, in alcuni casi, il diritto alla vita dell'embrione deve essere messo in secondo piano'.

epicurus
epicurus is offline  
Vecchio 28-01-2005, 09.07.51   #13
bert
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-06-2004
Messaggi: 105
x entrambi

signori carissimi,

concordo con voi: le difficoltà sono molte in questo senso, ma temo un dibattito nazionale estremamente ideologico, se non addirittura partitico, che di fatto non porterà chiarezza nella testa delle persone.

Partire da una senso condiviso significa solo partire da una piattaforma stabile.

Ad esempio credo siano tutti concordi nel dire che una donna ha diritto di anche se per motivi diversi non poù farlo in modo naturale. partire, ad esempio, da questo punto, significa poi riconoscere uno status all'embrione che è per forza di cose diverso. Infatti la tecnica per questo tipo di cosae implica l'impianto di diversi embrioni, e quindi di fatto la produzione (scusate il permine brutto) di embrioni.

Solo un esempio per dire che se si parte con il finale di questa partita, non si riesce ad arrivare a nulla.
bert is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it