Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 29-11-2005, 19.35.07   #11
Diver
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-11-2005
Messaggi: 50
Invece del termine Dio usiamo il termine Infinito. Jeshù come ogni uomo è figlio dell'Infinito e quindi anche Budda e tutti i buddisti, Maometto e tutti i mussulmani. L'Infinito per definizione non può che essere unico.
Diver is offline  
Vecchio 29-11-2005, 20.01.07   #12
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
[quote]Messaggio originale inviato da Diver
[b]Invece del termine Dio usiamo il termine Infinito. Jeshù come ogni uomo è figlio dell'Infinito e quindi anche Budda e tutti i buddisti, Maometto e tutti i mussulmani. L'Infinito per definizione non può che essere unico.

Salve,
meditate su queste due frasi e ditemi qual'è la differenza:

"Ercole figlio di Giove."

"Gesù figlio di Dio."

Il cristianesimo è una religione-prigione romana.
E si fonda sulla mitologia romana.

Ave !

kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 01-12-2005, 13.39.48   #13
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Kantaishi, mi basterebbe firmare una qualsiasi sciocchezza scritta con "Osho" perché tu ci creda?

Penso che il sacrificio di Joshua non avrebbe avuto senso se lui non fosse stato un "semplice" umano. Se fosse stato veramente Dio non avrebbe mai potuto temere la morte e vivere come un uomo. La sua filosofia però stupisce, abbaglia, commuove. Sono gli edifici costruiti dalla Chiesa romana in seguito che ne hanno deturpato il meraviglioso messaggio di Gloria ed eternità promessa a tutti, fra le braccia di Dio.
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 01-12-2005, 17.01.59   #14
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Citazione:
Messaggio originale inviato da SebastianoTV83
Kantaishi, mi basterebbe firmare una qualsiasi sciocchezza scritta con "Osho" perché tu ci creda?

Penso che il sacrificio di Joshua non avrebbe avuto senso se lui non fosse stato un "semplice" umano. Se fosse stato veramente Dio non avrebbe mai potuto temere la morte e vivere come un uomo. La sua filosofia però stupisce, abbaglia, commuove. Sono gli edifici costruiti dalla Chiesa romana in seguito che ne hanno deturpato il meraviglioso messaggio di Gloria ed eternità promessa a tutti, fra le braccia di Dio.
:

Salve,
qualsiasi persona dotata di intuizione e di spiritualità,riconosce in Osho uno dei tanti Buddha oppure,se preferisci,uno dei tanti Cristi apparsi sulla terra nel 1900.
E questo è un discorso incomprensibile a chi è spiritualmente cieco.
Mi spiace ma è così.

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 01-12-2005, 23.40.19   #15
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Re: L'Uomo figlio di Dio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Diver
L'uomo figlio di Dio, costituisce la vera rivelazione del Vangelo.

Parli di vera rivoluzione... ne esiste per caso anche una qualcuna falsa? Tra le seguenti, cosa ti sembra vero e cosa no...?

Una delle rivoluzioni portateci da Gesù consiste nel considerare Dio amore... e nel vedere l'amore verso Dio un qualcosa legato all'amore per il nostro prossimo come noi stessi...
Questo ha implicato per forza di cose che Dio sta in noi, e Dio sta nel nostro prossimo... per questo motivo dobbiamo amare gli altri e noi stessi, SE diciamo di amare Dio!
Se NON amiamo il nostro prossimo e diciamo di amare Dio, siamo bugiardi!
Ma la rivoluzione più stravolgente è - a mio avviso - non tanto quella che ho appena esposto sopra, ma il fatto che per Gesù Dio NON è onnipotente... Questa è la rivoluzione più sconcertante, in particolar modo per gli ebrei a quei tempi, ed è per questo che poi essi hanno voluto ucciderlo a tutti i costi... perché era inammissibile considerare Dio NON onnipotente!
E perché Dio non è onnipotente? Perché il Messia MUORE sulla croce... e Dio non fa nulla per il suo "rappresentante"... Dio è amore, quindi lascia all'essere umano la scelta di seguirlo/credergli o meno... Dio "smette" di essere onnipotente... e lascia all'uomo dedicere se credere o meno a Suo Figlio...

Ciao, Elia



P.S.: Dio per Gesù è amore, verità, vita, luce, ed è eterno... ma NON è onnipotente... l'uomo può scegliere, perché l'amore non costringe... l'uomo può scegliere tra vita e morte... e la morte non è causa di Dio, ma è causa dell'uomo che decide di lasciare la vita (cioè Dio).
Elijah is offline  
Vecchio 05-12-2005, 12.22.02   #16
SebastianoTV83
Utente bannato
 
Data registrazione: 11-05-2005
Messaggi: 639
Salve,
qualsiasi persona dotata di intuizione e di spiritualità,riconosce in Osho uno dei tanti imbroglioni oppure,se preferisci,uno dei tanti guru sincretisti apparsi sulla terra nel 1900.
E questo è un discorso incomprensibile a chi è spiritualmente cieco.
Mi spiace ma è così.

Amen

Penso comunque che l'onnipotenza di Dio non sia un attributo considerabile: Dio comincia nella Storia a limitare la propria onnipotenza? Non sarebbe un nonsense? Forse Dio non è onnipotente proprio in virtù del suo amore per il genere umano..
SebastianoTV83 is offline  
Vecchio 05-12-2005, 22.45.00   #17
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Citazione:
Messaggio originale inviato da SebastianoTV83

Penso comunque che l'onnipotenza di Dio non sia un attributo considerabile: Dio comincia nella Storia a limitare la propria onnipotenza? Non sarebbe un nonsense? Forse Dio non è onnipotente proprio in virtù del suo amore per il genere umano..

Se non chiarisci il tuo pensiero, mi è un po' difficile risponderti...
Ti faccio comunque notare che il profeta Isaia considerava Dio l'unico vero Dio (stretto monoteismo), lo considerava Onnipotente, lo considerava il Creatore, e sempre secondo Isaia Dio era un Dio della storia... ogni volta che agiva ed interveniva creava nuovamente... si parla di continua creazione insomma... del vesellaio che spalma l'argilla... per avere come risultato finale un bel vaso (oppure brutto)...

Gesù si "contrappone" a questo pensiero... per lui è l'uomo che può scegliere... e non è Dio che ci manipola...

Mentre Paolo riprende il pensiero di Isaia facendo confusione...
****
Dio fa misericordia a chi vuole e indurisce chi vuole.
19 Tu allora mi dirai: «Perché rimprovera egli ancora? Poiché chi può resistere alla sua volontà?» 20 Piuttosto, o uomo, chi sei tu che replichi a Dio? La cosa plasmata dirà forse a colui che la plasmò: «Perché mi hai fatta così?» 21 Il vasaio non è forse padrone dell'argilla per trarre dalla stessa pasta un vaso per uso nobile e un altro per uso ignobile? 22 Che c'è da contestare se Dio, volendo manifestare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con grande pazienza dei vasi d'ira preparati per la perdizione, 23 e ciò per far conoscere la ricchezza della sua gloria verso dei vasi di misericordia che aveva già prima preparati per la gloria, 24 cioè verso di noi, che egli ha chiamato non soltanto fra i Giudei ma anche fra gli stranieri?
(Romani 9:19-24)
****

Ciao,
Elia
Elijah is offline  
Vecchio 06-12-2005, 19.56.23   #18
Diver
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-11-2005
Messaggi: 50
Su temi come questi, nessuno può porsi ritenedo di avere la verità. Ogni uomo è "unigenito" alla ricerca della sua verità.
Per capirci saremmo molto agevolati se modificassimo la terminologia. Il termine "Dio" ha una associazione istintiva di tipo antropomorfico che ci porta fuori strada. Se provassimo a ragionare usando i termini Infinito e finito per definire Dio e l'uomo riusciremmo a confrontarci più facilmente, supereremmo tanti equivoci fonti di inutili discussioni e di scontri senza ragione.
Diver is offline  
Vecchio 08-12-2005, 10.13.22   #19
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
Re: L'Uomo figlio di Dio

Citazione:
Messaggio originale inviato da Diver
L'uomo figlio di Dio, costituisce la vera rivelazione del Vangelo. Come può esere interpretata la rivelazione del filosofo Jeshù? Modificando la terminologia e parlando dell'io finito (uomo) che si riconosce come partecipe della natura (figlio) dell'Infinito (Dio) e quindi partecipe della natura infinita nel tempo (la vita eterna), la filosofia di Jeshù può essere recuperata oggi su un piano laico?
C'è qualcuno interessato a "riflettere" su questi temi ed a proporre delle soluzioni a queste domande? ...

Salve,
l'uomo figlio di Dio non è affatto una rivelazione di Isa ibn'Maryam(Gesù) ma risale a lao-Tzu e ai sacri Veda.

Tutto ciò che Isa ibn'Maryam ha detto nei quattro vangeli canonici,era già stato detto prima dalla tradizione ebraica,da Buddha e Mahavir.
Mentre gran parte di ciò che ha detto nei Vangeli gnostici è originale e non è mai stato detto da nessuno.
nel Vangelo di Tommaso Gesù dice:

"Vi dirò cose che mai entrarono in cuore umano."

Ed è vero !!

Kantai.
kantaishi is offline  
Vecchio 08-12-2005, 10.49.10   #20
and1972rea
Moderatore
 
Data registrazione: 12-09-2004
Messaggi: 781
La Buona Novella dei vangeli non e' l'Uomo figlio di Dio , ma e' Dio figlio dell'Uomo.

Saluti a Tutti
and1972rea is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it