Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 24-11-2002, 15.20.15   #11
crazy
M'illumino d'immenso.
 
L'avatar di crazy
 
Data registrazione: 08-11-2002
Messaggi: 36
x morfeo: non era riferita solo a te ma a tutti quelli che scrivono nel forum.

x mistico: a me è capitato di chiudere i rapporti con le altre persone... x colpa del pc...stavo dalla mattina alla sera attaccata allo schermo (in chatt) e chiudevo i rapporti col mondo reale...forse perchè lì riuscivo a sfogarmi veramente...o perchè non riuscivo a esprimermi con le persone di qui...il fatto stà che quando mia mamma mise la passworld x collegarsi...mi sentivo smarrita e così ricominciai la mia vita quotidiana.

x visechi: ho 13 anni....o almeno così credo! aspetto con ansia la tua risposta.

x schiepp: ci sono dei momenti nella vita (non solo negli adulti) in cui bisogna fermarsi e riflettere.

x mk: credo che una persona si chiuda in stessa non solo x paura...ma anche per inseguire un sogno.
crazy is offline  
Vecchio 24-11-2002, 15.21.38   #12
mk1987
Ospite
 
L'avatar di mk1987
 
Data registrazione: 12-11-2002
Messaggi: 28
Wink x crazy

hai ragione...
mk1987 is offline  
Vecchio 25-11-2002, 09.58.29   #13
Willow
Ospite abituale
 
L'avatar di Willow
 
Data registrazione: 30-03-2002
Messaggi: 211
Cara piccola Crazy, chiudersi in se stessi, avere mille dubbi, farsi domande...Forese non ci crederai, ma in un momento dove tutti sanno quello che vogliono, tutti sanno come essere alla moda, tutti sanno come sarà la loro vita, sei un fiore prezioso perchè ti poni delle domande alle quali cerchi risposta. E cercare, credo, sia la cosa importante. Perchè ci porta a intraprendere un viaggio meraviglioso attraverso la vita,dove non ti accontenti di quello che vedi, ma vuoi andare oltre. Noi "vecchi" ci guardiamo indietro con un sorriso, a volte anche un pizzico di ironia, perchè rivediamo quell'età come se fossimo arrivati dimenticandoci che siamo oggi perchè c'è stato ieri. Internet è una buona cosa, ma non dimenticarti di vivere accanto a perrsoine vere. Trova un equilibrio. E prova a tenere un diario.Ti aiuterà a capire negli anni come è mutato il tuo modo di vedere le cose

Willow is offline  
Vecchio 25-11-2002, 20.43.14   #14
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Ciao
Il punto qui mi sembra essere il perdersi in sogni e paure.

Riferimento di Crazy
x mk: credo che una persona si chiuda in stessa non solo x paura...ma anche per inseguire un sogno.

A me è successo di sperimentare come le due cose vadano a braccetto: sogni e paure.
Io, per portarti una mia esperienza, mi sono chiuso per inseguire un sogno, ma anche per paura di non riuscire a raggiungerlo; mi sono chiuso perchè "non mi amavo", ma anche perchè non ero accettato; mi sono chiuso perchè inseguivo un sogno, ma non mi amavo, così chiudermi mi è sembrata la cosa più giusta, dal momento che non rischiavo nel rischiare di non riuscire a raggiungere il mio obiettivo; mi sono chiuso perchè sentivo forzato l'amore di chi mi amava, come fosse un opera di carità, di compassione; ma la compassione era la mia verso me stesso;
mi sono chiuso per poter evitare di soffrire, di scontrarmi con le probabili sconfitte della vita, di evitare la sofferenza, e diventare una pietra, distante, fredda, poteva impedire che soffrissi; senonchè davo così, a me stesso, la sofferenza che volevo evitere giungesse dall'esterno, rassicurando il mio narcisismo e sentendomi chiamato a qualcosa di più grande; un sogno troppo grande e troppo poco amore per me stesso, due cose che non possono non contrastarsi;
perchè ci si chiude: io perchè giocavo a scaricare le mie paure, le mie colpe, sugli altri, quando erano solo mie, e poi via il resto; perchè ho intuito qualcosa che poteva anch'essere un'ilusione, ma che ha cambiato il mio modo di verdere la vita;

Non ci si chiude per un sogno, per un sogno ci si apre ancor di più alla realtà della vita, per poterlo raggiungere; per paura ci si può chiudere; perchè succeda non lo so, ma non m'importa; l'importante è non farlo, perchè non porta da nessuna parte; aprire bene gli occhi, giocare il proprio sogno nella realtà, questo si; impegnarsi e "sbattersi" per quello che si vuole; lavorare per i propri sogni, perchè un sogno non è un dono, è un sacrificio della vita; si lavora per lui.

Non so cosa si sia capito perchè purtroppo sono di fretta, ora scappo, bye!
r.rubin is offline  
Vecchio 25-11-2002, 21.06.47   #15
mk1987
Ospite
 
L'avatar di mk1987
 
Data registrazione: 12-11-2002
Messaggi: 28
x r rubin

Hai scritto una tua esperienza... Anche se credo di avere qualche anno in meno di te... ankio ho passato un momento della mia vita simile al tuo... Mi ha aiutato a crescere, e a giungere alla conclusione, che da soli non si può andare avanti... abbiamo sempre bisogno di essere amati e di amare senza avere paura di non essere corrisposti...

CIAO CIAO MK
mk1987 is offline  
Vecchio 25-11-2002, 22.28.56   #16
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
sera a tutti

certo che se tutti si fanno domande mi sorge anche il dubbio di tanta "sicurezza". Bello il tuo pensiero Willow e l'idea del diario.
L'ho sempre trovato costruttivo fintanto che ci scrivi dentro tutte le tue perplessità e tutte le tue domande.
Il chiudersi in sè lo trovo alquanto normale a qualsiasi età. Serve, serve a riflettere quando ci ferma un attimo. Nel corso della vita è giusto fermarsi un attimo. E' giusto ascoltare il proprio cuore e mente, proseguire per la nostra strada, quale essa sia, indicata da ciò che ci farà stare meglio.
Crazy non chiuderti in un sogno, ma fa che il tuo sogno diventi realtà: perseguendolo in ogni istante della tua esistenza.
tammy is offline  
Vecchio 26-10-2003, 16.15.36   #17
simo
Ospite
 
L'avatar di simo
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 15
secondo me chiudersi in sè stessi è sì una cosa normale dovuta alla crescita, ma a volte è più una reazione che altro..una reazione a un fatto accaduto, subito, pensato.. A me è capitato alcune volte di chiudermi in me, sono "sempre" riuscita ad aprire la porta che chiudevo per stare sola nel mio mondo, senza essere comunque anche disturbata.. Me ne stavo lì, sola soletta, con i miei pensieri, i miei sogni, e le mie lacrime... Capitava che decidessi di "andarmene" dal mondo di tutti i giorni, perchè mi sentivo come se a nessuno importasse di me... Probabilmente erano tutte impressioni..tutte fissazioni... Ma in fondo, mi piaceva... Erano momenti che dedicavo alla mia crescita mentale, a cercare di scoprire questa persona con cui ho condiviso tutti i miei giorni fino ad adesso, ma che ancora non sono riuscita a capire... Alcune volte il "chiudersi in sè" è un momento dedicato alla riflessione... ma che forse non va chiamato così perchè non è chiudersi, ma solo fermarsi mentre tutti continuano il loro ritmo abituale...e pensare
simo is offline  
Vecchio 27-10-2003, 12.07.13   #18
Michelle60it
Ospite
 
Data registrazione: 24-10-2003
Messaggi: 12
Credo si debba sentire di tanto in tanto l'esigenza di stare un po' con se stessi. C'e' troppa folla, e un mare di idiozie riempie le nostre vite. Un po' di raccoglimento non puo' far male. Importante sarebbe non chiudere il proprio cuore agli altri, non chiudere la porta in faccia alla vita. Non per sempre. perche' in questo modo ci aspetta una vita triste.

Bye
Michelle60it is offline  
Vecchio 29-10-2003, 22.01.38   #19
simo
Ospite
 
L'avatar di simo
 
Data registrazione: 19-10-2003
Messaggi: 15
E' già la seconda volta nello stesso mese che mi sento così...non mi va di scherzare, di sorridere...mi sento strana, triste, calma...tranamente calma! In genere mi succede questo quando è arrivato il momento di stare con me...ma non è mai capitato così tante volte nello stesso mese...insomma, forse è perchè attorno a me sta succedendo un gran caos...perchè non mi sento tanto bene...ma è trano: cosa mi sta succedendo? Odio questa sensazione, non mi piace per niente! Stare così quando non mi va di chiudere temporaneamente la porta che mi collega al mondo esterno mi fa sentire male...mi va di piangere, ma è come se la mia anima si fosse dimenticata come si faccia...la gola si chiude...mi sale la tensione...mi viene mal di pancia e non so come comportarmi...ho voglia di parlare con qualcuno, un amico vero...ma è lontano..non è qui con me...cosa posso fare...mi sento sola...
simo is offline  
Vecchio 30-10-2003, 12.19.29   #20
Marco_532
Vivi!
 
L'avatar di Marco_532
 
Data registrazione: 28-10-2003
Messaggi: 1,159
Citazione:
Messaggio originale inviato da simo
E' già la seconda volta nello stesso mese che mi sento così...non mi va di scherzare, di sorridere...mi sento strana, triste, calma...tranamente calma! In genere mi succede questo quando è arrivato il momento di stare con me...ma non è mai capitato così tante volte nello stesso mese...insomma, forse è perchè attorno a me sta succedendo un gran caos...perchè non mi sento tanto bene...ma è trano: cosa mi sta succedendo? Odio questa sensazione, non mi piace per niente! Stare così quando non mi va di chiudere temporaneamente la porta che mi collega al mondo esterno mi fa sentire male...mi va di piangere, ma è come se la mia anima si fosse dimenticata come si faccia...la gola si chiude...mi sale la tensione...mi viene mal di pancia e non so come comportarmi...ho voglia di parlare con qualcuno, un amico vero...ma è lontano..non è qui con me...cosa posso fare...mi sento sola...

Lo stare soli si può intendere in due modi differenti ,perchè in realtà si può stare soli con due modalità.
La prima è lo stare soli inteso nel senso letterale della parola (restare soli) ,è uno stadio voluto ,di conoscenza di se stesso ed è molto produttivo.
La seconda invece è uno stare soli nel senso di essere soli ,sentirsi soli ,incompresi ,è uno stadio non voluto in quanto di sofferenza e raggiunto per una sorta di difesa mentale nei confronti di "coloro che non mi comprendono"...

In questo caso l'unica soluzione è tentare di non sentirsi soli , quindi cercare di farsi comprendere...comunicare....

Cercare le risposte a QUEI PERCHè CHE LOGORANO LA MENTE E IL CORPO quando ci si sente soli non è facile ,ma il dialogo è il mezzo che in qualche modo può aiutarci a superare questa situazione.

L'essere soli per la mancanza di un rapporto di coppia è un modo di sentirsi ,figlio della seconda categoria...e anche qui quindi la soluzione è simile ,ma non sebmra il tuo caso.

Marco_532 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it