Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 14-05-2006, 13.41.44   #31
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Citazione:
gyta
Già.. ridondanza come possibile assuefazione colmata in insensibilità..
Così qualcosa che pur in ogni modo evidenzia se stesso viene stranamente a scemare seppur il quadro ne sia un'infinita riproduzione..


Assuefazione, si, solita compagna del meccanico.
Il contrario è l’attenzione, che accompagna sorpresa e novità nella vividità emotiva.


Citazione:
.. Coscienza come concentrazione, focalità di quella "cosa" che in differente grado ( ?) (> o differente "rivestimento" interattivo (!?) !!! ) è "memoria"//"mente" unica.. ripetuta all'infinito.. Ovunque!

Espressione suggestiva.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 15-05-2006, 20.03.09   #32
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Preciso: unità di misura

Ehm.. Allora ho inteso male..
Ciò che mi era parso di leggere nel(/i) tuo scritto era un senso di unitarietà, di visione del molteplice che si fonde in una lettura unica, complementare e alle radici essenzialmente di identità.


Citazione:
“al di là” della forma, per definizione, non c’è misura
Si, sono d'accordo.. ovviamente!


Citazione:
C’è solamente l’idea di una pura dualità dell’inesteso, come principale reciprocità (tra il punto originale e il vuoto sconfinato)
Qui invece.. non lo sono!
Poiché "l'al di là dalla forma" non è solo 'per definizione' (ma per 'qualità')
Non vedo reciprocità.. tanto meno dualismo perché "al di là" ovvero in tale lettura, o dimensione di lettura che si voglia non viene più ad esserci separazione che presupponga un'osservazione separata..

Bye!

Gyta
gyta is offline  
Vecchio 15-05-2006, 22.29.39   #33
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Ebbene: credo che il significato più profondo di unità sia esprimibile come: unico “accordo”*, una convenzione sull’arbitraria scelta di un riferimento che faccia da base ad un “linguaggio universale” come espressione contenuta (o priva di errore (in senso probabilistico)): condizione necessaria per l’equilibrio immanifesto del sommo manifestarsi.


Citazione:
gyta
"l'al di là dalla forma" non è solo 'per definizione' (ma per 'qualità')
Non vedo reciprocità.. tanto meno dualismo perché "al di là" ovvero in tale lettura, o dimensione di lettura che si voglia non viene più ad esserci separazione che presupponga un'osservazione separata..

E, ma cosa vuol dire “al di là”? è pur sempre un’espressione e indica il superamento di un limite, o in tal caso vorrebbe indicare il trascendimento della limitazione stessa e ciò conversa con l’idealizzazione dei primi elementi della forma quali il punto e lo spazio, magari pensati come pura energia potenziale.

Non vedi reciprocità dici, e beh sbaggi, no, non sbaggi: menti;
al di là della forma non vedresti, ma al di là nulla sarebbe ed anche non tu, al di qua la senti e più pura che mai se pensi al di là. Ogni forma è solo in potenza nella duale complementarietà del ?

In verità questo è un passaggio piuttosto più delicato che meriterebbe un’infinità di tempo, ma ho la mia vita e sbologno così, giusto per difesa :p-oi si vedrà.. Se poi ci sarà

(
Quando si tratta di uno stesso ordine* di quello che io chiamo “inesteso” allora:) 0*infinito = 1 e in tal caso si dice che 0 e infinito sono reciproci (ovvero che il loro prodotto restituisce l’elemento neutro rispetto all’operazione prodotto) o più specificamente inversi (mentre la reciprocità rispetto all’operazione somma si dice opposizione ad es: +1 e -1 sono reciproci detti opposti.
Per ogni numero reale n diverso da 0 vale la seguente formula: n/0=infinito, per ogni numero n vale quest’altra n/infinito=0
)

Qui sto considerando le due complementari rappresentazioni del “?” cosmico detto anche nulla (
o inespresso o inesperto o non manifesto o dato il nesso formale: “inesteso” o anche informe), quali il punto-istante e lo spazio vuoto-eterno illimitato e in tal senso parlo di dualità originale dal cui prodotto “appare” l’unità come base dell‘informazione.
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 15-05-2006, 23.11.18   #34
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Mi spiace Z4.. ma proprio non riesco a seguirti..
Stai mischiando un po' di tutto in modo shakerato.. e ne viene fuori qualcosa che proprio non mi appartiene..
Forse dovremmo partire daccapo.. perché il filo l'ho perso da mò..

"al di là" significa "non nella mente", per me ora.
Non vedo utilità nell' idealizzare i simboli (o forse non comprendo).. altro è trovarne motivi di riflessione..

Forse se ti va potresti esaminare l'idea che manchi un corpo tematico nel discorso o lo si è perso strada facendo.. (io.. di certo!! )



Gyta
gyta is offline  
Vecchio 16-05-2006, 00.05.58   #35
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Citazione:
gyta
"al di là" significa "non nella mente"

L'espressione "al di là" presuppone un nuovo luogo.


Questo è il mio sentierino, non è detto sia poi tanto largo!
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 16-05-2006, 18.21.21   #36
akikài
Ospite
 
L'avatar di akikài
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 7
eh, magari sì che è stretto sto sentierino.
(allora mi ci infilo anch'io, così ci sarà ancor meno spazio.
ma d'altra parte le autostrade mica son tanto belle)

boh.. secondo me se ripartite da capo è meglio.
la domanda era:

come sorge un?

...come questo (ad esempio)?


poi la nebbia.

no va bè, certo che se si legge senza troppa attenzione, tutto sembra nebbioso.
e poi il mal di testa.. ecco, dovrei rileggere tutto senza mal di cranio e con più attenzione.

però alla fine è bella, la nebbia, dopo quella domanda.

come si fa a rispondere?

ciai
akikài is offline  
Vecchio 18-05-2006, 17.18.05   #37
z4nz4r0
weird dreams
 
L'avatar di z4nz4r0
 
Data registrazione: 22-05-2005
Messaggi: 483
Già, bella domanda, come sorge una questione?
Come si fa a rispondere? E dove quando perché?

..poi fuori c’è un cucciolo d’uomo di pochi giorni su di una carrozzetta che immobile, confuso e colmo di stupore osserva il mondo come fosse tutto nuovo affascinante e misterioso.
Non conosce neanche le parole per descriverlo!
z4nz4r0 is offline  
Vecchio 21-05-2006, 15.44.34   #38
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da z4nz4r0
cucciolo d’uomo..
immobile,
confuso e colmo di stupore
osserva il mondo

come fosse tutto nuovo
affascinante e misterioso.

Non conosce neanche le parole per descriverlo!

Se penso che passerà metà del tempo ad impare il linguaggio
e l'altra metà a cercare di disimpararlo.. (!)
Me pija male.. per lui!!

Gyta

Ultima modifica di gyta : 21-05-2006 alle ore 15.45.40.
gyta is offline  
Vecchio 21-05-2006, 16.47.39   #39
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Citazione:
Messaggio originale inviato da gyta
Se penso che passerà metà del tempo ad impare il linguaggio
e l'altra metà a cercare di disimpararlo.. (!)
Me pija male.. per lui!!

Gyta



Perche' esiste qualcuno che impara e qualcuno che dis-impara?
Yam is offline  
Vecchio 25-05-2006, 07.29.42   #40
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Si, la mente, Yam.. !
Tranne forse che per la tua che sembra infatti spesso difettare nella seconda parte del processo di disapprendimento !!

Ma che domande acute che fai, Yam!
Me ne complimento (!)



Gyta
gyta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it