Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 18-10-2006, 15.15.28   #11
schebi
Ospite
 
Data registrazione: 23-07-2006
Messaggi: 17
Riferimento: vita eterna

Non bisogna temere la morte perchè quando tu ci sei, lei non c'è e quando c'è lei tu non ci sei più...... (se non ricordo male lo sosteneva Epicuro) e credo sia calzante alla tua domanda non sul fatto di debellare o meno la morte ma sul senso della vita con e senza la morte. Ricordo un film sull'eterna giovinezza tanto agognata e poi, una volta raggiunta, odiata, respinta, ossessivamente ripetitiva. Un vero elogio alla solitudine in un mondo che continua a muoversi in eterna evoluzione e tu lì solo, un frammento che rimane attonito spettatore del susseguirsi della vita, della morte, assolutamente inutile e imprigionato in un corpo immortale, in un tempo irreale. Questo sarebbe la vita senza la morte, assolutamente una prigione infinita in cui pensare, amare e lo stesso vivere sarebbe privo di senso senza una scadenza, senza un tempo che scandisce i nostri ritmi biologici, senza una fine che preclude un nuovo inizio, senza uno scopo. Perchè in fondo la morte è questo e la paura che ci trovi impreparati, che arrivi troppo presto è il motore di tutte le cose, la nostra sveglia al mattino.
schebi is offline  
Vecchio 18-10-2006, 15.58.14   #12
ludovicofrescura
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-08-2006
Messaggi: 48
Riferimento: vita eterna

Pascal mi dice: “Per rispondere a ludovico frescura: non ha senso allungarla, il problema persiste e non desiste.”

Capisco che per te non abbia senso; ma per me lo avrebbe, e ci crederei sul serio se mi toccasse. Un portafoglio ‘più gonfio’ piuttosto che ‘più magro’ è sempre preferibile, anche dagli stolti… Senza per questo volere/esigere – o soltanto desiderare – di esser Creso e ancora più di lui una sorta di padreterno possessore dell’universo (che non vorrei mai essere).

Se “gli scienziati” riuscissero mai (ipotesi meramente fantasiosa) ad “eliminare” la “morte” – come dici/chiedi – la vita, che solo rimarrebbe agli uomini, avrebbe senso se intervallata da lunghi/lunghissimi periodi di sonno: cioè quello che ti ho già ventilato nella precedente risposta.

Il problema allora che poni – “avrebbe senso la vita?” – non “persiste” più per me (poi “desiste” che vuol dire?) nel senso che ti dico/ridico tondo: vinta la Morte ineludibile, la Vita eterna ha senso/avrebbe senso col Sonno (che poi ognuno andrebbe/dovrebbe andare a scegliersi per conto suo).

E ritorno infinitamente al mio ternario come criterio di organizzazione del mio pensiero: MORTE (il 'dio della genesi') | SONNO (vita terrena) | VITA (rinascita spirituale).

TRIS
ludovicofrescura is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it