Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Filosofia

Filosofia - Forum filosofico sulla ricerca del senso dell’essere.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Filosofiche

Vecchio 02-11-2006, 20.40.51   #1
Fake Plastic Trees
Nè Meriti Nè Colpe
 
L'avatar di Fake Plastic Trees
 
Data registrazione: 05-03-2003
Messaggi: 27
Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

Fossi credente preferirei stare con gli ultimi sfigati sia per una questione di giustizia sia per una questione di affetti.

Mi riferisco agli ultimi sfigati che nel processo evolutivo dell'uomo sono stati considerati non essere degni di anima, una generazioni di poveretti: uomini intelligenti e sensibili magari anche più dei loro figli e nipoti ma che però non hanno avuto diritto al bonus di fine corsa: La vita eterna.

Ma ci pensi che botta di sfiga che un paio di milioni di persone per un pelo non si sono non si sono salvate.

Perchè i loro figli sono potuti andare in paradiso e loro no??..Le ragioni non possono che essere in una di queste risposte:
1) O noi siamo dotati di un qualche gene salvifico che ci da l'anima.
2) Oppure il creatore (o i creatori per coloro che credono nelle religioni politeistiche) hanno deciso di tracciare un netta linea di demarcazione: chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori.

Be' fossi credente questo proprio non lo accettarei, non so voi..

Mettendomi nei panni dei figli di quella generazione di sfigati mi domanderei: Perchè i miei genitori e i miei nonni non possono andare in paradiso mentre io si? E come faccio a stare un'eternità senza più vederli??

Voglio dire un conto sono i bisnonni che mai li ho conosciuti e chi se ne frega oppure il cane che tanto una ragione la si trova, però tagliare i ponti di netto con i miei familiari più vicini senza ragione.. Mi renderebbe molto triste

D'altronde lo capisco che sebbene il paradiso sia grande mica ci può essere spazio per tutti, e che non si possa nemmeno andare indietro a ritroso all'infinito se no mi ritroverei a salutare i miei trisavoli nonni pesci a girare in tondo in una boccia di vetro, e poi ..che gli dici a un pesce rosso??

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i credenti a riguardo

Fake Plastic Trees
Fake Plastic Trees is offline  
Vecchio 02-11-2006, 23.33.33   #2
sole
I'm the lizard queen
 
Data registrazione: 18-10-2005
Messaggi: 29
Riferimento: Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

Scusa, sarò tonta ma non ho capito bene cosa intendi per "ultimi sfigati"!

P.S. Hai un nick molto bello....I'm a paranoid android
sole is offline  
Vecchio 03-11-2006, 00.11.21   #3
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Riferimento: Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

Complimenti mi sembra un pezzo di Luttazzi...

...comunque mi unisco anch'io agli ultimi....

...dev'essere molto più divertente...
Spaceboy is offline  
Vecchio 03-11-2006, 08.09.12   #4
individuo
Ospite abituale
 
L'avatar di individuo
 
Data registrazione: 09-09-2006
Messaggi: 184
Riferimento: Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

Citazione:
Originalmente inviato da Fake Plastic Trees
Fossi credente preferirei stare con gli ultimi sfigati sia per una questione di giustizia sia per una questione di affetti.

Mi riferisco agli ultimi sfigati che nel processo evolutivo dell'uomo sono stati considerati non essere degni di anima, una generazioni di poveretti: uomini intelligenti e sensibili magari anche più dei loro figli e nipoti ma che però non hanno avuto diritto al bonus di fine corsa: La vita eterna.

Ma ci pensi che botta di sfiga che un paio di milioni di persone per un pelo non si sono non si sono salvate.

Perchè i loro figli sono potuti andare in paradiso e loro no??..Le ragioni non possono che essere in una di queste risposte:
1) O noi siamo dotati di un qualche gene salvifico che ci da l'anima.
2) Oppure il creatore (o i creatori per coloro che credono nelle religioni politeistiche) hanno deciso di tracciare un netta linea di demarcazione: chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori.

Be' fossi credente questo proprio non lo accettarei, non so voi..

Mettendomi nei panni dei figli di quella generazione di sfigati mi domanderei: Perchè i miei genitori e i miei nonni non possono andare in paradiso mentre io si? E come faccio a stare un'eternità senza più vederli??

Voglio dire un conto sono i bisnonni che mai li ho conosciuti e chi se ne frega oppure il cane che tanto una ragione la si trova, però tagliare i ponti di netto con i miei familiari più vicini senza ragione.. Mi renderebbe molto triste

D'altronde lo capisco che sebbene il paradiso sia grande mica ci può essere spazio per tutti, e che non si possa nemmeno andare indietro a ritroso all'infinito se no mi ritroverei a salutare i miei trisavoli nonni pesci a girare in tondo in una boccia di vetro, e poi ..che gli dici a un pesce rosso??

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i credenti a riguardo

Fake Plastic Trees

Di dubbia interpretazione direi...

Ti riferisci per caso a quei milioni nati e morti prima dell'avvento di cristo?

Qualunque sia la categoria da te descritta, mi ci metto, non certo per sensibilità e intelligenza...ma per " l'altro "...
individuo is offline  
Vecchio 03-11-2006, 09.24.44   #5
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

Non credo che Dio sia così perfido da escludere qualcuno dal paradiso.chi se lo merita ci va,chi non se lo merita non ci va...basta comportarsi bene!è tanto difficile?
dany83 is offline  
Vecchio 03-11-2006, 11.36.00   #6
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Riferimento: Paradiso? No grazie Io sto con gli ultimi

il riferimento è a tutte le persone nate prima dell'avvento del cristianesimo o religioni similari.

Credo comunque siano più di un paio di milioni, con una botta di conti di generazioni ce ne sono state parecchie e i numeri sono alti.

Sicuramente loro (sempre seguendo la logica delle religioni) sono stati trattati come animali: nati, vissuti e scomparsi dall'universo senza anima. Chissà quando è stato il secondo in cui da quel momento in poi si andava in paradiso, mentre un attimo prima si diveniva nulla.... Credo che il primo ad andare in paradiso abbia avuto una gran botta di culo. Mentre l'ultimo degli sfigati, quello scomparso un secondo prima della linea di demarcazione, chissà le bestemmie.......
alessiob is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it