Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-01-2007, 13.00.47   #1
Fantasy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2006
Messaggi: 120
convivenza o matrimonio

quali sono, secondo voi,gli aspetti positivi e negativi della convivenza rispetto al matrimonio???perche si sceglie di convivere?
Fantasy is offline  
Vecchio 24-01-2007, 14.03.09   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Fantasy
quali sono, secondo voi,gli aspetti positivi e negativi della convivenza rispetto al matrimonio???perche si sceglie di convivere?

e perche ce chi sceglie il matrimonio?
personalmente mi chiedo se il matrimonio ha ancora valore di esistere..se guardiamo indietro nella storia dell'umanita il matrimonio era inteso come un vero e proprio contratto che aspirava a garantire e consolidare certi interessi acquisiti,difatti chi sceglieva la moglie era il padre dello sposo senza che quest'ultimo l'avesse mai vista prima e viceversa,cosi i ricchi sposavano i ricchi e i poveri s'arrangiavano come potevano,ma il principio era identico,inoltre credo che la funzione del matrimonio era pure di avere un controllo "morale"da parte della chiesa e istituzionale da parte della societa a partire appunto dal nucleo originale,cioe la famiglia..oggi grazie a dio questi vincoli assurdi non esistono piu..quale sarebbe quindi la funzione del matrimonio oggi?
acquario69 is offline  
Vecchio 24-01-2007, 14.24.18   #3
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
e perche ce chi sceglie il matrimonio?
personalmente mi chiedo se il matrimonio ha ancora valore di esistere..se guardiamo indietro nella storia dell'umanita il matrimonio era inteso come un vero e proprio contratto che aspirava a garantire e consolidare certi interessi acquisiti,difatti chi sceglieva la moglie era il padre dello sposo senza che quest'ultimo l'avesse mai vista prima e viceversa,cosi i ricchi sposavano i ricchi e i poveri s'arrangiavano come potevano,ma il principio era identico,inoltre credo che la funzione del matrimonio era pure di avere un controllo "morale"da parte della chiesa e istituzionale da parte della societa a partire appunto dal nucleo originale,cioe la famiglia..oggi grazie a dio questi vincoli assurdi non esistono piu..quale sarebbe quindi la funzione del matrimonio oggi?

effettivamente è questa "la mamma di tutti i misteri"!...

E pensare che tanta gente, di razze, filosofie e nature diverse si battono appassionatamente perché i PACS, "patti sociali", siano il più possibile simili al matrimonio!...

Recondite circonvoluzioni della mente umana!
Lucio Musto is offline  
Vecchio 24-01-2007, 15.21.20   #4
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Fantasy
quali sono, secondo voi,gli aspetti positivi e negativi della convivenza rispetto al matrimonio???perche si sceglie di convivere?

perche' la convivenza non e' regolata dalla legge e non fa nascere tra i conviventi diritti e doveri reciproci, il matrimonio essendo regolato dalla legge fa nascere diritti e doveri reciproci che si evidenziano nel momento in cui si vuol porre termine al rapporto.
aurora is offline  
Vecchio 24-01-2007, 22.01.53   #5
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
e perche ce chi sceglie il matrimonio?
personalmente mi chiedo se il matrimonio ha ancora valore di esistere..se guardiamo indietro nella storia dell'umanita il matrimonio era inteso come un vero e proprio contratto che aspirava a garantire e consolidare certi interessi acquisiti,difatti chi sceglieva la moglie era il padre dello sposo senza che quest'ultimo l'avesse mai vista prima e viceversa,cosi i ricchi sposavano i ricchi e i poveri s'arrangiavano come potevano,ma il principio era identico,inoltre credo che la funzione del matrimonio era pure di avere un controllo "morale"da parte della chiesa e istituzionale da parte della societa a partire appunto dal nucleo originale,cioe la famiglia..oggi grazie a dio questi vincoli assurdi non esistono piu..quale sarebbe quindi la funzione del matrimonio oggi?

condivido pienamente.

Si è voluto rendere sacro qualcosa che di sacro non aveva proprio nulla.

O, per meglio dire, l'unione fisica-spirituale fra due individui è sacra, ovvero è eterna nel momento in cui due anime si incontrano e si uniscono riconoscendosi per quello che sono.
Ma questo non avviene di certo correntemente nel matrimonio che è un puro atto burocratico, formale. Un contratto puro e semplice.

Sarei pure per il contratto di matrimonio o di convivenza fra due persone che decidono di mettersi insieme, ma non come è fatto oggi.
Metterei per iscritto un obiettivo realistico e fattibile,
tipo: stiamo insieme per tot anni per crescere x numero di figli.
Stiamo insieme per tot anni per tenerci compagnia e aiutarci a fare questo o quello. Alla scadenza si rinnova o non si rinnova.

Convivenza o matrimonio dovrebbero avere a questo punto le stesse regole.
Mary is offline  
Vecchio 25-01-2007, 09.08.11   #6
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
condivido pienamente.

Si è voluto rendere sacro qualcosa che di sacro non aveva proprio nulla.

O, per meglio dire, l'unione fisica-spirituale fra due individui è sacra, ovvero è eterna nel momento in cui due anime si incontrano e si uniscono riconoscendosi per quello che sono.
Ma questo non avviene di certo correntemente nel matrimonio che è un puro atto burocratico, formale. Un contratto puro e semplice.

Sarei pure per il contratto di matrimonio o di convivenza fra due persone che decidono di mettersi insieme, ma non come è fatto oggi.
Metterei per iscritto un obiettivo realistico e fattibile,
tipo: stiamo insieme per tot anni per crescere x numero di figli.
Stiamo insieme per tot anni per tenerci compagnia e aiutarci a fare questo o quello. Alla scadenza si rinnova o non si rinnova.

Convivenza o matrimonio dovrebbero avere a questo punto le stesse regole.



Evidentemente è qualcosa di più, il matrimonio.
O almeno così l'hanno pensata innumerevoli generazioni, dalla notte dei tempi.

In realtà possiamo definire bene, se non la data, almeno le circostanze dell'invenzione della convivenza, ma non abbiamo idea di quando, come e perché sia nato il matrimonio.

Secondo il pettegolezzo di alcuni mistici antichi si ipotizza possa essere nato quando l'uomo ha preso coscienza di avere anche un'anima ed ha sentito l'esigenza di "legare" anche quella... ma naturalmente sono solo ipotesi, del tutto indimostrabili, e nessuno sa la verità!

Lucio Musto is offline  
Vecchio 27-01-2007, 01.49.31   #7
D@ny
Ospite
 
Data registrazione: 21-01-2007
Messaggi: 4
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Evidentemente è qualcosa di più, il matrimonio.
O almeno così l'hanno pensata innumerevoli generazioni, dalla notte dei tempi.

In realtà possiamo definire bene, se non la data, almeno le circostanze dell'invenzione della convivenza, ma non abbiamo idea di quando, come e perché sia nato il matrimonio.

Secondo il pettegolezzo di alcuni mistici antichi si ipotizza possa essere nato quando l'uomo ha preso coscienza di avere anche un'anima ed ha sentito l'esigenza di "legare" anche quella... ma naturalmente sono solo ipotesi, del tutto indimostrabili, e nessuno sa la verità!


Mh...l'importante è stare con la persona amata no? Il resto conta ben poco...
D@ny is offline  
Vecchio 27-01-2007, 09.55.34   #8
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da D@ny
Mh...l'importante è stare con la persona amata no? Il resto conta ben poco...


Condivido abbastanza, se solo ci accordiamo bene sul significato che diamo a "importante", "stare", "persona" e "amata"... altrimenti io potrei tradurre la tua frase, nel mio concreto:

"Mi sbatterei a qualunque costo quella schizzinosa puzzalnaso della signora del piano di sopra... magari anche una volta sola e sulla ringhiera delle scale!"... non credi?
Lucio Musto is offline  
Vecchio 29-01-2007, 21.50.41   #9
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Rudello
Evidentemente è qualcosa di più, il matrimonio.
O almeno così l'hanno pensata innumerevoli generazioni, dalla notte dei tempi.

In realtà possiamo definire bene, se non la data, almeno le circostanze dell'invenzione della convivenza, ma non abbiamo idea di quando, come e perché sia nato il matrimonio.

Secondo il pettegolezzo di alcuni mistici antichi si ipotizza possa essere nato quando l'uomo ha preso coscienza di avere anche un'anima ed ha sentito l'esigenza di "legare" anche quella... ma naturalmente sono solo ipotesi, del tutto indimostrabili, e nessuno sa la verità!


Avranno "inventato" il matrimonio per ragioni pratiche, per consolidare gruppi e società, per impedire che il maschio seminasse figli da tutte le parti senza offrire loro qualche possibilità di sopravvivenza.

Con le sole leggi umane probabilmente non avrebbero raggiunto lo scopo che hanno raggiunto rendendolo "sacro".
E' più facile non mantenere fede ad un contratto che mettersi contro il sacro.

Ma nelle società attuali è rimasto qualcosa di quel che un tempo era considerato sacro?

La vita ha perso la propria essenza, o meglio, l'uomo ha perso la propria essenza.

Usa e getta di involucri vuoti, abbiamo perso l'anima e lo spirito. Ci restano solo forme prive di vita.
Mary is offline  
Vecchio 30-01-2007, 12.36.12   #10
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Riferimento: convivenza o matrimonio

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Avranno "inventato" il matrimonio per ragioni pratiche, per consolidare gruppi e società, per impedire che il maschio seminasse figli da tutte le parti senza offrire loro qualche possibilità di sopravvivenza.

Con le sole leggi umane probabilmente non avrebbero raggiunto lo scopo che hanno raggiunto rendendolo "sacro".
E' più facile non mantenere fede ad un contratto che mettersi contro il sacro.

....

.


Parli come se ti riferissi a qualcuno in particolare...
"Chi" avrebbe inventato, chi avrebbe reso sacro, chi poi dissacrato, chi infine svuotato?... noi, tu ed io, non siamo mai responsabili di nulla?

La mia posizione circa il matrimonio la sto esponendo, con molta lungaggine ma spero poco tedio, nella discussione di maxim "l'atto sessuale come componente del matrimonio". Scusa non vorrei ripetermi qui, sennò giustamente, mi cacciano via a calci!

Cordialità
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it