Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-01-2007, 16.33.16   #1
Albert.Potter
Ospite abituale
 
L'avatar di Albert.Potter
 
Data registrazione: 29-12-2005
Messaggi: 72
La felicità esiste?

Ciao visto che siamo in forum psicologico ed anche filosofico, vi vorrei chieder voi cosa intendete per felicità, se per voi esiste o è un concetto astratto.
Varie correnti filosofiche hanno cercato di dare un significato a questa parola, ma la definizione che più mi ha colpito è la definizione data mi sembra dalle correnti dello scetticismo e quella del cinismo, intesa come atarassia, imperturbabilità, assenza di emozioni, cosa che forse soprattutto in questo periodo vorrei raggiungere.
Ricordo bene che fino alla scuola media, fino all’età di 14 anni mi ritenevo felice, ma non nel senso come intendono le correnti che ho citato sopra. Era come se fino alla scuola vivessi ancora nel mondo delle fiabe, non pensavo altro che a giocare, ma come ho terminato la scuola media ed ho iniziato il liceo sono iniziate per me tutte le mie crisi esistenziali. Al liceo la bravura di un ragazzo viene valutata con un numero che in teoria varia da 1 a 10, ricordo che soprattutto al primo anno prendevo tanti tre e al terzo anno non fui nemmeno ammesso. Gli anni successivi provavo un senso d’inferiorità e chi lo sa forse anche d’invidia nei confronti dei due ragazzi più bravi della classe, prendevano sempre 8-9 ed io al più riuscivo a raggiungere una sufficienza stentata nonostante cercassi di impegnarmi al massimo. Inoltre quei due non erano i classici tipi secchioni tutto casa e studio senza una vita sociale, anzi tutt’altro, erano molto svegli e ci sapevano fare anche con le ragazze . Per me il rapporto con gli altri, soprattutto con i miei coetanei era catastrofico, ero timidissimo, mi sentivo un estraneo, un alieno questo me ne resi conto quando ripetevo il terzo anno ed andai alla gita scolastica di cinque giorni. La vita che conducevo era diversa dai miei coetanei, loro uscivano, andavano a ballare in discoteche, corteggiavano, scherzavan con le ragazze, io invece in quel periodo che provavo solo imbarazzo solo a parlarle, diventavo rosso. In cuor mio ho sempre desiderato avere una ragazza dolce, ho preso anche qualche cotta per qualcuna, ma l’imbarazzo ad avvicinarmi era così grande, come la incrociavo scappavo. La mia tristezza è nata proprio da quando in quell’anno in cui non fui ammesso, e dalla gita scolastica, mi sentivo uno sconfitto sia sul piano scolastico, che sociale. Non so quante volte la notte mi addormentavo con le lacrime agli occhi, piangevo ma in silenzio,dentro di me, nel mio animo interiore. Alla fine sono riuscito a diplomarmi, e dopo è venuta l’università che sembra avermi inferto il colpo di grazia. Mi iscrissi al corso laurea d’Informatica, in quanto avevo desiderio di imparare il computer, e come dicevano altri nel mondo del lavoro da più possibilità, ma anche quella mi ha portato lacrime. Il corso di laurea molti dicevan che era pesante perché c’erano esami matematici, che erano complicati non ci si capiva nulla, ma non è stata la matematica a portarmi sofferenze, pianti anzi tutt’altro. La maggior parte degli iscritti considerava come dei mostri gli esami di Analisi Matematica, Algebra, Fisica, Calcolo delle Probabilità, Teoria dell’Informazione, ma per me non sono stati tali, mi sono piaciuti tantissimo,mi facevan anche compagnia, mi confortavano nei momenti più tristi.
I mostri per me sono stati per me quelli che dovevano esser più utili per il mio corso di laurea tipo Algoritmi, Programmazione, Sistemi Operativi, quelli sono stati per me i mostri e tutti gli altri esami in cui bisognava mettersi al computer e realizzare un elaborato o progetto (parola per me diventata odiosissima). Sono stato talmente male con questi esami che sono arrivato al punto di prender tranquillanti e non ho potuto davvero più che ho deciso nonostante appartenessi al vecchio ordinamento di prender la laurea triennale, ed anche per questa ho pianto fino alla fine, alla consegna della tesi. Non ho alcuna intenzione di fare la laurea specialistica, fare altri esami con quei maledetti progetti, questi mi hanno distrutto psicologicamente, fino a che un esame era teorico e c’era un libro da studiare, in un modo o nell’altro sarei riuscito a farlo, bastava studiare il libro. Al contrario mettermi di fronte al computer a fare progetti li stavo male,con l’ansia addosso,senza sapere nemmeno dove iniziare, lo trovavo un problema senza soluzione. La laurea in informatica è stata uno sbaglio, ora l’idea di entrare nel lavoro e proseguire una carriera nel mondo dell’Informatica mi terrorizza. Non voglio fare una cosa che mi ha dato una sofferenza così grande, come lavoro desidererei esser un semplice impegiato, che non deve fare chissà cosa di complicato. Questi sono i motivi per cui sento pieno di tristezza, mi sento come uno sconfitto, è come se nella vita avessi fatto solo sbagli, per ultimo questa maledetta laurea che tengo in Informatica, uno sbaglio più grande di questo non potevo farlo è come se vi avesse condannato. Quindi ora ciò che cerco dalla vita non è la felicità, ma almeno la tranquillità, la serenità, è come se volessi divenire un essere arido, non provare alcuna emozione per niente, pormi di fronte alla realtà in maniera indifferente. Fino a qualche anno fa, stavo male anche perché non riuscivo a trovare una ragazza e provavo tristezza nel vedere gli altri che si fidanzavan così facilmente. Io non sono mai stato con nessuna, non so nemmeno che sensazione si provi nel darle un bacio, ora sembra più nemmeno di importamende di ciò,
Con ciò termino, scusate la lunghezza del mio messaggio, e ringrazio a tutti coloro che hanno avuto la pazienza di leggerlo.
Albert.Potter is offline  
Vecchio 25-01-2007, 18.44.01   #2
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: La felicità esiste?

ciao,se può farti sentire meglio io e te abbiamo molte cose in comune,anch'io infatti come te sono stato benissimo fino alla terza media e poi dalle superiori sono cominciati i guai.anch'io sto passando come te un periodo non facile,però non dobbiamo mollare,io per esempio trovo molta forza nella fede,mi permette di farmi andare avanti e di non mollare.Non so quali siano i tuoi interessi,ma prova a individuare cosa ti piacerebbe fare nella vita e cerca di dare tutto per ottenerlo.e poi un'ultima cosa,non guardare gli altri,perchè siamo tutti esseri umani e non c'è nessuno meglio di te,ricordatelo!nessuno è meglio di un altro,siamo tutti uguali!lo so che il mondo cerca di metterci sempre in competizione l'uno con l'altro,ma dobbiamo fregarcene,perchè siamo tutti uguali,tutti noi andiamo al cesso...
dany83 is offline  
Vecchio 25-01-2007, 23.29.31   #3
Albert.Potter
Ospite abituale
 
L'avatar di Albert.Potter
 
Data registrazione: 29-12-2005
Messaggi: 72
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
ciao,se può farti sentire meglio io e te abbiamo molte cose in comune,anch'io infatti come te sono stato benissimo fino alla terza media e poi dalle superiori sono cominciati i guai.anch'io sto passando come te un periodo non facile,però non dobbiamo mollare,io per esempio trovo molta forza nella fede,mi permette di farmi andare avanti e di non mollare.Non so quali siano i tuoi interessi,ma prova a individuare cosa ti piacerebbe fare nella vita e cerca di dare tutto per ottenerlo.e poi un'ultima cosa,non guardare gli altri,perchè siamo tutti esseri umani e non c'è nessuno meglio di te,ricordatelo!nessuno è meglio di un altro,siamo tutti uguali!lo so che il mondo cerca di metterci sempre in competizione l'uno con l'altro,ma dobbiamo fregarcene,perchè siamo tutti uguali,tutti noi andiamo al cesso...


Ciao ti ringrazio per le tue parole di conforto, ho notato che è molto bello aver fede, mettersi a pregare soprattutto in una chiesa, quelle poche volte che l'ho fatto sentivo dentro me una calma interiore. Penso che per me è stato molto difficile il passaggio nell'età adolescenziale, anche se diciamo non che l'abbia vissuta come la maggior parte dei ragazzi. Infatti si dice che in quell'età nascono i primi amori, baci, cosa che a me è mancata, certo anche ho avuto anche io i miei innamoramenti, cotte. Ma come ho detto ero talmente timido di farmi avanti di fronte alla ragazza che mi piaceva. Il mio interesse principale è la lettura, ora stavo leggendo un libro intitolato "Il taccuino segreto di Cartesio", la filosofia insieme alla storia erano le cose che più adoravo. L'unica cosa bella che sembra aver avuto al liceo è di aver conosciuto la meravigliosa materia della filosofia,di quella io ne sono proprio innamorato, anche la matematica mi piace tanto nonostante inizialmente la trovavo molto complicata. Come lavoro mi sarebbe piaciuto molto l' insegnante, soprattutto di matematica, ma per farlo mi comporterebbe ad iscrivermi di nuovo all'università, per me non ci sarebbero problemi, ma vista la mia età oramai è tardi, ci dovevo pensare prima....
Albert.Potter is offline  
Vecchio 26-01-2007, 09.47.53   #4
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: La felicità esiste?

comunque non è colpa tua se sei timido e hai difficoltà con le ragazze,è solo il tuo carattere...anch'io non è che abbia avuto così tante ragazze...secondo me la timidezza è come l'umiltà,ce l'hanno solo le persone intelligenti...vedrai che prima o poi la troverai una ragazza,non ti preoccupare...
dany83 is offline  
Vecchio 26-01-2007, 15.08.53   #5
Albert.Potter
Ospite abituale
 
L'avatar di Albert.Potter
 
Data registrazione: 29-12-2005
Messaggi: 72
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
comunque non è colpa tua se sei timido e hai difficoltà con le ragazze,è solo il tuo carattere...anch'io non è che abbia avuto così tante ragazze...secondo me la timidezza è come l'umiltà,ce l'hanno solo le persone intelligenti...vedrai che prima o poi la troverai una ragazza,non ti preoccupare...

Beh almeno tu hai avuto qualche ragazza, io nessuna , prima ne facevo un problema ma ora non me ne importa per niente. Spero prima o poi di trovare la donna giusta e che mi accetti per come sono.
Albert.Potter is offline  
Vecchio 26-01-2007, 18.02.23   #6
dany83
Ospite abituale
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 618
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da Albert.Potter
Beh almeno tu hai avuto qualche ragazza, io nessuna , prima ne facevo un problema ma ora non me ne importa per niente. Spero prima o poi di trovare la donna giusta e che mi accetti per come sono.


guarda che storie serie non ne ho mai avute nemmeno io,ho avuto solo qualche storiella di pochi mesi...vedrai che prima o poi troverai la ragazza giusta però se vuoi un consiglio non cercarla a forza,ma lascia che sia il destino a trovartela...
dany83 is offline  
Vecchio 27-01-2007, 14.19.10   #7
Albert.Potter
Ospite abituale
 
L'avatar di Albert.Potter
 
Data registrazione: 29-12-2005
Messaggi: 72
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da dany83
guarda che storie serie non ne ho mai avute nemmeno io,ho avuto solo qualche storiella di pochi mesi...vedrai che prima o poi troverai la ragazza giusta però se vuoi un consiglio non cercarla a forza,ma lascia che sia il destino a trovartela...


Beh devo dire che fino a poco fa ero davvero ossessionato, ma ora anche per alcune recenti delusioni, è come se avessi gettato la spugna e perso la speranza, mi viene in mente la frase di Dante scritta nell'Inferno "Deponete qui ogni speranza voi che entrate in esto loco" (Non ricordo bene che se era scritto precisemante così)
Albert.Potter is offline  
Vecchio 28-01-2007, 22.20.55   #8
Pantera Rosa
Ospite abituale
 
 
Data registrazione: 08-03-2006
Messaggi: 290
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da Albert.Potter
Beh devo dire che fino a poco fa ero davvero ossessionato, ma ora anche per alcune recenti delusioni, è come se avessi gettato la spugna e perso la speranza, mi viene in mente la frase di Dante scritta nell'Inferno "Deponete qui ogni speranza voi che entrate in esto loco" (Non ricordo bene che se era scritto precisemante così)

Sembra troppo presto e alla tua età poi..., "gettare la spugna",credi un pò di
più in te,la timidezza non puoi far altro che accoglierla,
perchè non si risolve, ma potresti migliorarla magari con l'aiuto di una persona
competente in materia.
Non aver paura di porti con le ragazze, osa un pò, con dolcezza, gradatamente...
Al massimo che può succedere è un rifiuto, e allora?
Con tutta probabilità andrà meglio la prossima

Ho letto che ti piace la filosofia e la storia, approfondiscile, arricchisci con letture che ti stimolano.
E' un'ottima cosa avere degli interessi, ti permettono la gioia del conoscere, di scoprire sempre cose nuove!

Se vuoi veramente qualcosa lotta per essa, magari ti costerà tanta fatica ed energia,ma... non mollare!!!
Pantera Rosa is offline  
Vecchio 28-01-2007, 23.33.12   #9
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
.. L'unica cosa bella che sembra aver avuto al liceo è di aver conosciuto la meravigliosa materia della filosofia,di quella io ne sono proprio innamorato, anche la matematica mi piace tanto nonostante inizialmente la trovavo molto complicata. Come lavoro mi sarebbe piaciuto molto l' insegnante, soprattutto di matematica, ma per farlo mi comporterebbe ad iscrivermi di nuovo all'università, per me non ci sarebbero problemi, ma vista la mia età oramai è tardi, ci dovevo pensare prima....
-----------------------

siamo sempre in tempo per ricominciare! Io a trentatrè (sei anni fa), ho lasciato il laboratorio d'analisisono biologa) e sono tornata al mio vecchio amore: i massaggi. Mi sono diplomata in Medicina Tradizionale Cinese e Massaggio Cinese, ho fatto corsi di med. olistica e quant'altro. Ora ho nelle mani ciò che volevo fare.

Per l'amore..ci vuole un po' più di tempo. Sai forse ancora ti conosci poco, ti sei espresso poco in tutta la tua vera identità..quando saprai un po' di più, anche poco poco, di te stesso allora ti potrai trovare in una compagna.
un salutone

feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 29-01-2007, 10.39.39   #10
Albert.Potter
Ospite abituale
 
L'avatar di Albert.Potter
 
Data registrazione: 29-12-2005
Messaggi: 72
Riferimento: La felicità esiste?

Citazione:
Originalmente inviato da Pantera Rosa


Ho letto che ti piace la filosofia e la storia, approfondiscile, arricchisci con letture che ti stimolano.
E' un'ottima cosa avere degli interessi, ti permettono la gioia del conoscere, di scoprire sempre cose nuove!

Se vuoi veramente qualcosa lotta per essa, magari ti costerà tanta fatica ed energia,ma... non mollare!!!

Queste due materie insieme alla matematica ed alla Fisica classica soprattutto quella Newtoniana, devo dire sono proprio il mio amore. Adesso sto leggendo proprio un libro dal titolo "Il taccuino segreto di Cartesio". Credo che se avessi tanti soldi di certo non farei una vita come Briatore e la maggior parte delle persone di spettacolo, anzi detesto proprio la vita mondana, per me quando viene l'estate e trovarmi al mare ed dover andare in locali con amici, rappresenta per me una tortura, quello non è per niente il mio mondo. Mi piacerebbe rinchiudermi in una biblioteca e dedicare la mia vita agli studi, alla conoscenza, e viaggiare anche in altri luoghi e scoprire.... Chi lo sa forse penserò a tutto ciò in quanto dall'adoloscenza mi sono reso conto di sentirmi un estraneo, un alieno nella società.
Albert.Potter is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it