Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 01-02-2007, 19.20.43   #1
Sublimilmente
Ospite abituale
 
L'avatar di Sublimilmente
 
Data registrazione: 26-01-2007
Messaggi: 71
Catalessi emotiva...come superarla?

Parlo di quei momenti, giorni, periodi (si spera brevi) in cui non ti dai pace, sei irrequieto, senti di avere un malloppo di forti emozioni dentro ma non hai gli sbocchi per farle uscire.
O forse, in fondo, non riesci a farle uscire in quei momenti.
O meglio, non vuoi; cioè probabilmente è un senso di insoddisfazione della vita.
Oppure un periodo di insicurezza, una sorta di fuga.
Altre volte ancora, dervia effettivamente da qualcosa di esterno: delusioni, brutte esperienze appena passate, solitudine.

Insomma, che cos'è in fondo?

E, soprattutto, come superarla?
Sublimilmente is offline  
Vecchio 01-02-2007, 20.20.12   #2
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Imparare ad.. ascoltarsi!
Con la consapevolezza che nessuna forzatura fa mutare sul serio la natura di qualcosa!
Dietro ogni blocco, ogni malessere, c'è sempre una celata infelicità..
sta a noi dagli voce, ascoltare dal profondo cosa ci accade.. ricostruire passo a passo il percorso sino al punto ultimo si rottura, di saturazione.. poi un giorno saremo in grado di abbracciarci prima, dando man mano voce alle nostre esigenze da noi stessi negate, taciute..
Lasciamo che sia! Lasciamo che la disperazione esca senza freno, così come si presenta in noi, diamole voce, senza censori, senza censura: né bene, né male.. lacrime, umori, aspettative mancate ma al di sotto di tutto ancora noi vergini, eternamente vergini, eternamente in nascita!
Liberi di..essere.

il segreto? l'ascolto (!)
la vera magia, la più alta potenza..!

..ciao!

Gyta
gyta is offline  
Vecchio 01-02-2007, 20.31.52   #3
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da Sublimilmente
Parlo di quei momenti, giorni, periodi (si spera brevi) in cui non ti dai pace, sei irrequieto, senti di avere un malloppo di forti emozioni dentro ma non hai gli sbocchi per farle uscire.
O forse, in fondo, non riesci a farle uscire in quei momenti.
O meglio, non vuoi; cioè probabilmente è un senso di insoddisfazione della vita.
Oppure un periodo di insicurezza, una sorta di fuga.
Altre volte ancora, dervia effettivamente da qualcosa di esterno: delusioni, brutte esperienze appena passate, solitudine.

Insomma, che cos'è in fondo?

E, soprattutto, come superarla?


Cavolo.. le librerie sono piene di libri che suggeriscono
rimedi adeguati per fronteggiare periodi negativi della vita..da persone che
hanno superato burrasche e cose varie..
certo, stà un poco a noi interpretarle, dare un senso compiuto a emozioni di altri.

Poi risposte le trovi anche leggeno un libro che parla degli indiani del nord america.. delle loro antiche tradizioni.. di uno spirito di libertà e di spiritualità
cui la nostra civiltà non sa più cos'è...valori alternativi ai nostri... che hanno consentito a centinaia di generazioni di persone di vivere la loro esperienza terrena.

Rispondere esaustivamente alla tua domanda è incasinato ...però..
anche il miglior spirito positivo passa momenti di sconforto, di burrasca...
cielosereno52 is offline  
Vecchio 03-02-2007, 20.26.03   #4
Sublimilmente
Ospite abituale
 
L'avatar di Sublimilmente
 
Data registrazione: 26-01-2007
Messaggi: 71
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Si penso che entrambe le vostre proposte siano molto valide
ascoltare se stessi è senz'altro la cosa migliore, ma a volte può servire qualcosa per far scaturire il dialogo interiore, come osservare le esperienze di qualcun'altro

A volte sevirebbe anche un attimo di calma, bisognerebbe concedersi un momento per rilassarsi, chiudere un attimo i contatti col mondo e ritrovarsi...
Sublimilmente is offline  
Vecchio 04-02-2007, 14.58.03   #5
angelo della luce
l.'amore è vita...
 
L'avatar di angelo della luce
 
Data registrazione: 30-06-2004
Messaggi: 99
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

sono tanti quei momenti nella vita....meno male intervallati da altri più sereni ......si legge dovunque di tecniche per gestirsi ,è facile dirsi di guardarsi dentroo.....tutto facile a parole ma ....nel pratico?Prima mi riempivo di cose da fare per sfuggire a me stessa in quei momenti...ora me la prendo con calma ....scrivo tanto tanto....mi lascio andare a me stessa e..una cosa sto facendo che non facevo :elimino le cose che scava scava sono forzature per la mia mente ed il mio corpo...capisci? mi sto trovando bene ....
angelo della luce is offline  
Vecchio 04-02-2007, 19.15.34   #6
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da Sublimilmente
Parlo di quei momenti, giorni, periodi (si spera brevi) in cui non ti dai pace, sei irrequieto, senti di avere un malloppo di forti emozioni dentro ma non hai gli sbocchi per farle uscire.
O forse, in fondo, non riesci a farle uscire in quei momenti.
O meglio, non vuoi; cioè probabilmente è un senso di insoddisfazione della vita.
Oppure un periodo di insicurezza, una sorta di fuga.
Altre volte ancora, dervia effettivamente da qualcosa di esterno: delusioni, brutte esperienze appena passate, solitudine.

Insomma, che cos'è in fondo?

E, soprattutto, come superarla?

Nn ho capito bene quello che ti capita,io ho sensazioni diverse cmq per superarla basta nn pensarci, chiama un amico e parla del più e del meno oppure fai qualcosa che ti faccia divertire e che ti rilassi
Nemo is offline  
Vecchio 04-02-2007, 21.57.47   #7
Patri15
Frequentatrice abituale
 
L'avatar di Patri15
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 822
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da gyta
Imparare ad.. ascoltarsi!
Con la consapevolezza che nessuna forzatura fa mutare sul serio la natura di qualcosa!
Dietro ogni blocco, ogni malessere, c'è sempre una celata infelicità..
sta a noi dagli voce, ascoltare dal profondo cosa ci accade.. ricostruire passo a passo il percorso sino al punto ultimo si rottura, di saturazione.. poi un giorno saremo in grado di abbracciarci prima, dando man mano voce alle nostre esigenze da noi stessi negate, taciute..
Lasciamo che sia! Lasciamo che la disperazione esca senza freno, così come si presenta in noi, diamole voce, senza censori, senza censura: né bene, né male.. lacrime, umori, aspettative mancate ma al di sotto di tutto ancora noi vergini, eternamente vergini, eternamente in nascita!
Liberi di..essere.

il segreto? l'ascolto (!)
la vera magia, la più alta potenza..!

Gyta

Quoto Gyta, perché anch'io credo sia un sistema valido quello da lei suggerito, anzi, forse l'unico.

Un po' alla volta dobbiamo ripercorrere quei sentieri cupi, rivivere le ombre, il dolore, ascoltarli. Fa' male, ma è liberatorio, Sublimilmente.

Le esperienze degli altri possono servire, come può servire un buon libro o un bel film che io trovo molto utili sia per staccare un po' dalla propria presa di coscienza, sia per ritrovarsi.

Con affetto.
Patri15 is offline  
Vecchio 04-02-2007, 22.34.38   #8
Sublimilmente
Ospite abituale
 
L'avatar di Sublimilmente
 
Data registrazione: 26-01-2007
Messaggi: 71
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da Nemo
Nn ho capito bene quello che ti capita,io ho sensazioni diverse cmq per superarla basta nn pensarci, chiama un amico e parla del più e del meno oppure fai qualcosa che ti faccia divertire e che ti rilassi

Il fatto è che neanche io so bene come descriverlo quando mi capita. Il fatto di ascoltare se stessi, come hanno detto, è giustissimo, ma mi capita di non saperlo fare certe volte, ed è questo il problema.
In questo periodo il mio dialogo interiore è un po povero, quasi zero. E mi sono accorta che più o meno adesso ne sto prendendo coscienza perchè prima avevo troppe cose da fare e poco tempo per pensare.
Ora che i miei obblighi si sono rimpiccioliti sento un senso di vuoto a volte. Dovuto in parte per la morte del mio cane poco più di una settimana fa, ma anche da prima avvertivo l'inizio di un malessere.
Poi ieri credo di aver capito: a ottobre ho lasciato il mio ex, stavo con lui da 4 mesi. Non ho rimpianti ne roba del genere, anzi adesso non c'è assolutamente astio rispetto a qualche tempo fa.
Eppure continuo a sognarlo, a pensarci. Ma non lui in quanto LUI, ma a lui in quanto ex RAGAZZO. La verità, credo, è che mi manca uno specchio, una persona accanto, e questo mette in luce la mia "dipendenza" dagli altri, anche se non in senso stretto, ma per quanto riguarda le emozioni. Cioè sembra che serva qualcosa per far scaturire in me la gioia di vivere.
Non è che io sia proprio in catalessi, ma in certi momenti senso un po di nostalgia del periodo in cui ero fidanzata, e un po di tristezza perchè è durato poco, mentre io ci speravo che durasse.

Spero di essere stata abbastanza esaustiva

Sublimilmente is offline  
Vecchio 05-02-2007, 09.52.11   #9
stellanera
Ospite abituale
 
L'avatar di stellanera
 
Data registrazione: 25-01-2007
Messaggi: 45
Question Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da Sublimilmente
Parlo di quei momenti, giorni, periodi (si spera brevi) in cui non ti dai pace, sei irrequieto, senti di avere un malloppo di forti emozioni dentro ma non hai gli sbocchi per farle uscire.
O forse, in fondo, non riesci a farle uscire in quei momenti.
O meglio, non vuoi; cioè probabilmente è un senso di insoddisfazione della vita.
Oppure un periodo di insicurezza, una sorta di fuga.
Altre volte ancora, dervia effettivamente da qualcosa di esterno: delusioni, brutte esperienze appena passate, solitudine.

Insomma, che cos'è in fondo?

E, soprattutto, come superarla?


già...come superare quei momenti in cui si vede tutto nero e non sembra esserci uno scampolo di luce???
occorre "forse" giungere a <<toccare il fondo>>,
guardare "quel" vaso nel quale abbiamo cercato invano di seppellire tutto ciò che ci causava dolore/sofferenza/tristrezza/rabbia/etc..etc... e con fatica (=perchè, non è affatto facile) e iniziare a scavare dentro di noi.
Capire che non sempre siamo infelici per una causa reale...
non riusciamo a "sbloccare"
(cit.-----> malloppo di forti emozioni dentro) ed incanalare in maniera efficace qs sensazioni perchè noi stessi tratteniamo tutto ciò..
raggiungere una vera e propria pax, è un lavoro che costa fatica, perchè talvolta non vogliamo far uscire fuori e guardare per identificare (=quindi riuscire a chiamare ogni stato d'animo nel giusto modo) ciò che ci turba...
in effetti con le pratiche orientali (forse) si può trovare un supporto...
(io mi stò aiutando con dei manuali sul buddismo, sò che non vi frega...ma lo scrivo ugualmente)


ma ciò che credo sia utile è sempre il "confronto" con opinioni diverse..leggere...e vedere se qualcosa può appartenerci o ci assomiglia e quindi farla "nostra"...
stellanera is offline  
Vecchio 05-02-2007, 12.01.27   #10
Nemo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-08-2005
Messaggi: 297
Riferimento: Catalessi emotiva...come superarla?

Citazione:
Originalmente inviato da Sublimilmente
Il fatto è che neanche io so bene come descriverlo quando mi capita. Il fatto di ascoltare se stessi, come hanno detto, è giustissimo, ma mi capita di non saperlo fare certe volte, ed è questo il problema.
In questo periodo il mio dialogo interiore è un po povero, quasi zero. E mi sono accorta che più o meno adesso ne sto prendendo coscienza perchè prima avevo troppe cose da fare e poco tempo per pensare.
Ora che i miei obblighi si sono rimpiccioliti sento un senso di vuoto a volte. Dovuto in parte per la morte del mio cane poco più di una settimana fa, ma anche da prima avvertivo l'inizio di un malessere.
Poi ieri credo di aver capito: a ottobre ho lasciato il mio ex, stavo con lui da 4 mesi. Non ho rimpianti ne roba del genere, anzi adesso non c'è assolutamente astio rispetto a qualche tempo fa.
Eppure continuo a sognarlo, a pensarci. Ma non lui in quanto LUI, ma a lui in quanto ex RAGAZZO. La verità, credo, è che mi manca uno specchio, una persona accanto, e questo mette in luce la mia "dipendenza" dagli altri, anche se non in senso stretto, ma per quanto riguarda le emozioni. Cioè sembra che serva qualcosa per far scaturire in me la gioia di vivere.
Non è che io sia proprio in catalessi, ma in certi momenti senso un po di nostalgia del periodo in cui ero fidanzata, e un po di tristezza perchè è durato poco, mentre io ci speravo che durasse.

Spero di essere stata abbastanza esaustiva


Cosa è il dialogo interiore?E perchè è tanto necessario per te?come riempire il vuoto...Cerca di fare qualcosa che ti diverta e nn ci pensare, cena tra gli amici , una passeggiata, fai qualche sport,vai a correre e suda tantissimo così ti sfoghi e vedrai che il vuoto se ne và...Io nn lo sò cosa è questo vuoto e nn lo so se c'è una persona la fuori che lo possa riempire cmq prova a leggere qualche libro di filosofia che forse il vuoto te lo riempie per un po'... questo vuoto che hai forse nn è molto importante e forse è dato dalla tua insoddisfazione anche perchè tutti sono convinti che lo scopo della vita è essere felici sensa nemmeno sapere bene cosa sia la felicità...Forse è il desiderio che ti rende insoddisfatta , il desiderio che possa sempre esserci qualcosa di meglio o forse mi stò sbagliando.Cmq la cosa migliore per far passare il vuoto è divertirsi e iniziare a pensare di prendere la vita così come viene,e che in questa vita io credo ci siano veramente poche cose importanti e che tutto il resto nn è così importante come la cultura del consumismo porta a pensare,stai attenta agli inganni e cioè questa società porta a pensare che tutte le novità sono belle il problema è che le novità restano nuove solo per poco...
Nemo is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it