Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 11-04-2007, 14.42.34   #1
linger
Ospite
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 5
Smile (auto)Dismorfofobia

Ciao a tutti!
Mi iscrivo perchè purtroppo credo di soffrire di diverse patologie (che non sia una patologia anche questa?) ma ultimamente sono piuttosto interessato a questa (auto)dismorfofobia. Non so in effetti se quell' "auto" sia corretto. Ho 28 anni, e questo non può che accentuare il disagio.

Comunque. Di questa, ritrovo in me, molti dei sintomi descritti ad esempio in wikipedia. Avverto in maniera eccessiva i miei difetti fisici. Non entrando nello specifico ritengo, o meglio, sono convinto di essere brutto. Alla fine penso che tutta la mia infelicità (chiamiamolo anche disagio) derivi da questa caratteristica. Gli insuccessi sentimentali sopratutto. Pur non essendo di cultura eccelsa ritengo d'avere un carattere discretamente socievole, ritengo d'essere "ragionevolmente ragionevole" e non troppo stupido. Quindi, presumo che quello che mi manchi sia proprio l'estetica. Ora magari andrà a finire che sono anche una pessima persona interiormente!

Mi chiedevo quando può proprio parlarsi di dismorfofobia. La mia immagine allo specchio non mi da ancora fastidio, tuttavia non riesco a sopportare fotografie e filmati di me stesso. Ho assunto anche comportamenti dispregiativi nei confronti di mia madre, alla quale dicono io somigli. Tuttavia, ogni tanto mi capita di riconoscere la mia estetica migliore di questo o quello, ma la convinzione alla fine rimane. Certo, quando dico "convinzione" sto parlando di un dato di fatto. Il problema è che credo che sia diventato ormai o un presupposto zavorrante che mi impaccia frenando una vita social-sentimentale o una banale scusa per "non correre rischi". Il risultato è che comunque un forte disagio e suppongo anche stati depressivi me li sento addosso.

Anche il migliorarsi, l'automiglioramento del quale ho letto è presente nella mia vita. Leggete, palestre, dentifrici e shampo costosi eccetera. Tuttavia ritengo che NULLA potrebbe comunque migliorare la mia situazione.

Quando parlano dei MEDIA come colpevoli dell'ossesione estetica mi viene da ridere. Che colpa ne avrebbero i media? Di aver formato una società basata sulla bellezza? Ipocrisia. Il bello è bello, sicuramente non c'è stato bisogno di top model, veline eccetera per farcelo scoprire. Darwin insegna il miglioramento della specie.

Di contro anche io disprezzo il brutto presente negli altri, ovviamente maggiormente NELLE altrE.

Spesso mi sento come se fossi (scusate l'esempio di cattivo gusto) un diversamente abile. Sento che la mia estetica mi penalizza oltre l'immaginabile. Ritengo gli altri molto fortunati.

Ovviamente questa problematica che capirete, molto personale, non fa altro che aggiungersi a tutte le altre di una vita normale, come quelle lavorative. Anche se questa è obiettivamente NON FONDAMENTALE, di scapoli ce ne sono a miliardi, alla fine è la situazione che più mi pesa perchè persiste anche quando il lavoro finisce. Soprattutto quando c'è modo di riflettere. Sarà anche ossessione a questo punto.

Pensate come me che (oltre tante altre) io sia ormai affetto in maniera grave dalla dismorfofobia? Si può parlare di FOBIA anche quando la situazione è un dato di fatto?

Purtroppo ho anche la fobia della psicologia! Nel senso che mi rivolgerei molto volentieri da uno psicologo ma .. beh, lo ritengo imbarazzante. Spesso (e nella mia famiglia molto di più) si tende a sottovalutare il disagio mentale/psicologico. Ho pensato molto anche a farmaci antidepressivi ma c'è sempre lo stesso imbarazzo.

Certo alla fine l'oggettività non cambierebbe comunque!

Un saluto a tutti !!
linger is offline  
Vecchio 11-04-2007, 18.58.32   #2
Ile
Ospite
 
L'avatar di Ile
 
Data registrazione: 05-04-2007
Messaggi: 18
Riferimento: (auto)Dismorfofobia

Ciao a tutti!
Mi iscrivo perchè purtroppo credo di soffrire di diverse patologie (che non sia una patologia anche questa?) ma ultimamente sono piuttosto interessato a questa (auto)dismorfofobia. Non so in effetti se quell' "auto" sia corretto. Ho 28 anni, e questo non può che accentuare il disagio.

Comunque. Di questa, ritrovo in me, molti dei sintomi descritti ad esempio in wikipedia. Avverto in maniera eccessiva i miei difetti fisici. Non entrando nello specifico ritengo, o meglio, sono convinto di essere brutto. Alla fine penso che tutta la mia infelicità (chiamiamolo anche disagio) derivi da questa caratteristica. Gli insuccessi sentimentali sopratutto. Pur non essendo di cultura eccelsa ritengo d'avere un carattere discretamente socievole, ritengo d'essere "ragionevolmente ragionevole" e non troppo stupido. Quindi, presumo che quello che mi manchi sia proprio l'estetica. Ora magari andrà a finire che sono anche una pessima persona interiormente!

Ciao!
mi piacerebbe darti qualche consiglio.
Prima di tutto ci tengo a farti sapere il mio punto di vista: secondo me non sei affetto da alcuna patologia, sei solo "insicuro".
Ti posso assicurare che conosco persone che... beh... non possono vantarsi di aver partecipato a Miss e Mr. Universo (per essere gentili) eppure hanno trovato la loro anima gemella e vivono tranquillamente nella società.
Non essere "normali", come tu definisci gli altri, non significa avere un handicap... MA STIAMO SCHERZANDO???


Quando parlano dei MEDIA come colpevoli dell'ossesione estetica mi viene da ridere. Che colpa ne avrebbero i media? Di aver formato una società basata sulla bellezza? Ipocrisia. Il bello è bello, sicuramente non c'è stato bisogno di top model, veline eccetera per farcelo scoprire. Darwin insegna il miglioramento della specie.

Che colpa avrebbero i MEDIA??? te lo dico io: ci inculcano l'ideale della perfezione (o meglio: quella che secondo loro è la perfezione) facendoci sentire perennemente inadeguati. Esempio: che dire delle veline tutte curve e niente pancia??? io porto una semplice II e sai che ti dico? la adoro! almeno quando faccio un pò di sport, che mi piace tanto, non le vedo ballare (che danno anche un gran fastidio)!!!
Poi ho un bruttissimo naso con la gobba!!! ma arrivati ad un certo punto CHI SE NE FREGA!!! pazienza! le persone che mi amano non lo fanno certo per il mio naso, ma per quello che sono dentro!

Per quanto riguarda il citato Darwin: certo insegna a migliorare la specie... ma geneticamente certo i canguri con le orecchie a sventola non vengono eliminati dalla faccia della terra solo perchè non hanno un aspetto simpatico!!!

Come avrai notato l'ho buttata sul ridere... proprio per farti capire che il problema (sei tu a chiamarlo così) non è serio come credi e vuoi far credere.

Purtroppo ho anche la fobia della psicologia! Nel senso che mi rivolgerei molto volentieri da uno psicologo ma .. beh, lo ritengo imbarazzante. Spesso (e nella mia famiglia molto di più) si tende a sottovalutare il disagio mentale/psicologico. Ho pensato molto anche a farmaci antidepressivi ma c'è sempre lo stesso imbarazzo.

Non hai bisogno di psicologi e di certo non andare ad impelagarti con gli antidepressivi... stai attento e non giocare col fuoco... potresti scottarti sul serio.
Ile is offline  
Vecchio 12-04-2007, 00.15.05   #3
linger
Ospite
 
Data registrazione: 26-01-2005
Messaggi: 5
Riferimento: (auto)Dismorfofobia

Ciao!
Grazie per la risposta!

Per prima cosa tengo a precisare che quando parlavo di Handicap ero VOLUTAMENTE esagerato, intendevo amplificare per meglio trasmettere la mia sensazione.
Per quanto riguarda l'insicurezza, beh, senza dubbio hai ragione, ma prenso che sia un'insicurezza giustificata. Dai, onestamente, ciò che è brutto è brutto. Può essere visto più o meno brutto ma ciò che è brutto è brutto!

Il naso con la gobba c'entra poco. Io ho sopratutto un brutto naso. La mia preferita ha il naso con la gobba, se vista di profilo. Però è riconosciuta ad ogni modo come una bellissima ragazza (purtroppo). Anzi, su di lei ci sarebbe da aprire un topic a parte, forse domani lo farò. Nel senso, su certi comportamenti e come interpretarli quando si ha come me "la coda di paglia".

Potrebbe sembrare che io sia un esageratone pessimista. Invece no. Oddio, a meno che non soffra anche di deliri di onnipotenza, posso dire di me di avere un carattere tuttosommato buono. Caratteristica principale è quella di ehm, riuscire facilmente a far ridere la gente (non con trucchi circensi). Sono in grado di sopportare discorsi seri, di dare consigli. Me ne accorgo perchè spesso e volentieri la gente mi cerca per parlare, perchè nel mio piccolo ho aiutato molto più di quanto io sia mai stato aiutato. Di contro posso affermare che come diceva un'amico qui nel forum, negli anni critici per lo sviluppo della ... non so se si tratti di "sessualità" quando intendo tutte quelle cose da adolescenti alle prime cotte ... io ero sempre visto dalle tipe come "l'amico di questo o quello" e mai l'oggetto, il protagonista del discorso. Questa cosa s'è protratta anche negli anni nei quali anche le ragazzette iniziano a diventare donne. Ho subito come tutti vari due di picche (pochi, dato che mi sono ritirato dalle scene), mi sono sentito dire che ero AMICO ma niente di più ... e quindi debbo necessariamente ritenere che l'aspetto conta e come.

Certo gli stro**i non saranno realizzati al 100% anche ad essere belli come brad pitt ma certamente due fatti loro se li fanno. Quelli brutti ma in gamba invece, o sono amici, o alla fine s'accontentano (Se gli va bene) della prima selvaggina che passa. Ed è una cosa triste!

Ad essere volgare insomma ritengo abbastanza paracu*o quelli che dicono che l'aspetto non conta, bensì è importante "l'anima".

CIAO!!!!!!! e grazie ancora
linger is offline  
Vecchio 12-06-2007, 08.49.30   #4
ded
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 1
Post Riferimento: (auto)Dismorfofobia

ciao...non credo di essere la persona adatta per dare consigli, ho 17 anni, ma ho letto il tuo problema, e un po' ti capisco!ti spiego meglio...penso anch'io di aver sofferto di dismorfofobia, ma chi non ne soffre allora??ho guardato su internet e veniva spiegato che la piu piccola fissazione per un problemino estetico è dismorfofobia...quindi a questo punto penso che 7 persone su 10 ne soffrano!
Comunque...io di costituzione sono cicciottella, ho sempre avuto qualche chilo di troppo, e ho passato gli ultimi tre anni (anche 4 forse), a fare diete e sport esagerato!ovviamente, partivo convinta, la prima settimana tutto andava bene, poi...mollavo...e i chili rimanevano quelli!!!
Nell'ultimo anno però, ho vissuto un periodo di depressione, legato a motivi sentimentali e familiari che poi si riflettevano sulla scuola, amici e cosi via...col passare dei mesi, ho scoperto che la maggior parte della mia infelicità e soprattutto della mia insicurezza, era il mio fisico!io non mi piacevo, e di conseguenza ero convinta di non piacere agli altri!così, con calma, ho cominciato una dieta, mangiavo in modo piu sano e meno del solito...col passare dei giorni e delle settimane, vedevo i risultati e li vedevano anche gli amici e i familiari...ed ero felice!!ora sto dimagrendo ancora, con calma e continuo a fare del mio meglio per mantenermi in forma!!
ti ho scritto tutta questa pappardella per farti capire che io la mia felicità l'ho trovata grazie a questa dieta, e migliorandomi, ho trovato la forza per ritrovare la serenità di una volta, vivevo e sto vivendo tutt'ora i problemi famigliari con molta più tranquillità!
Non è un consiglio questo, non sto dicendo che dovresti migliorarti (anche se probabilmente è questo che si capirà dopo aver letto...) perchè cm ha detto la ragazza qui sopra, la gente che ci sta intorno ci ama per quello che siamo, con i nostri pregi e con i nostri difetti!!
Un consiglio invece che ti voglio dare, è di pensare più a te stesso...da come hai scritto nel secondo intervento, devi essere una persona molto buona, che ascolta tanto, aiuta tanto e pensa poco per sè!!sii più egoista, in fondo tutti siamo degli egoisti, pretendi anche tu un pò e non lasciare che gli altri si aprofittino di te!!e vedrai che cosi sarai meno AMICO delle ragazze e forse ti beccherai meno 2 di picche!!
voglio scusarmi in anticipo, ma non sono brava a scrivere, e sono piccolina rispetto a voi penso, quindi il messaggio che volevo far arrivare probabilemente non arriva.... vabbè sono pronta agli insulti.... vi saluto
ded is offline  
Vecchio 12-06-2007, 19.32.01   #5
demaservice
Ospite
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 12
Riferimento: (auto)Dismorfofobia

Citazione:
Originalmente inviato da linger
Ciao a tutti!
Mi iscrivo perchè purtroppo credo di soffrire di diverse patologie (che non sia una patologia anche questa?) ma ultimamente sono piuttosto interessato a questa (auto)dismorfofobia. Non so in effetti se quell' "auto" sia corretto. Ho 28 anni, e questo non può che accentuare il disagio.

Comunque. Di questa, ritrovo in me, molti dei sintomi descritti ad esempio in wikipedia. Avverto in maniera eccessiva i miei difetti fisici. Non entrando nello specifico ritengo, o meglio, sono convinto di essere brutto. Alla fine penso che tutta la mia infelicità (chiamiamolo anche disagio) derivi da questa caratteristica. Gli insuccessi sentimentali sopratutto. Pur non essendo di cultura eccelsa ritengo d'avere un carattere discretamente socievole, ritengo d'essere "ragionevolmente ragionevole" e non troppo stupido. Quindi, presumo che quello che mi manchi sia proprio l'estetica. Ora magari andrà a finire che sono anche una pessima persona interiormente!

Mi chiedevo quando può proprio parlarsi di dismorfofobia. La mia immagine allo specchio non mi da ancora fastidio, tuttavia non riesco a sopportare fotografie e filmati di me stesso. Ho assunto anche comportamenti dispregiativi nei confronti di mia madre, alla quale dicono io somigli. Tuttavia, ogni tanto mi capita di riconoscere la mia estetica migliore di questo o quello, ma la convinzione alla fine rimane. Certo, quando dico "convinzione" sto parlando di un dato di fatto. Il problema è che credo che sia diventato ormai o un presupposto zavorrante che mi impaccia frenando una vita social-sentimentale o una banale scusa per "non correre rischi". Il risultato è che comunque un forte disagio e suppongo anche stati depressivi me li sento addosso.

Anche il migliorarsi, l'automiglioramento del quale ho letto è presente nella mia vita. Leggete, palestre, dentifrici e shampo costosi eccetera. Tuttavia ritengo che NULLA potrebbe comunque migliorare la mia situazione.

Quando parlano dei MEDIA come colpevoli dell'ossesione estetica mi viene da ridere. Che colpa ne avrebbero i media? Di aver formato una società basata sulla bellezza? Ipocrisia. Il bello è bello, sicuramente non c'è stato bisogno di top model, veline eccetera per farcelo scoprire. Darwin insegna il miglioramento della specie.

Di contro anche io disprezzo il brutto presente negli altri, ovviamente maggiormente NELLE altrE.

Spesso mi sento come se fossi (scusate l'esempio di cattivo gusto) un diversamente abile. Sento che la mia estetica mi penalizza oltre l'immaginabile. Ritengo gli altri molto fortunati.

Ovviamente questa problematica che capirete, molto personale, non fa altro che aggiungersi a tutte le altre di una vita normale, come quelle lavorative. Anche se questa è obiettivamente NON FONDAMENTALE, di scapoli ce ne sono a miliardi, alla fine è la situazione che più mi pesa perchè persiste anche quando il lavoro finisce. Soprattutto quando c'è modo di riflettere. Sarà anche ossessione a questo punto.

Pensate come me che (oltre tante altre) io sia ormai affetto in maniera grave dalla dismorfofobia? Si può parlare di FOBIA anche quando la situazione è un dato di fatto?

Purtroppo ho anche la fobia della psicologia! Nel senso che mi rivolgerei molto volentieri da uno psicologo ma .. beh, lo ritengo imbarazzante. Spesso (e nella mia famiglia molto di più) si tende a sottovalutare il disagio mentale/psicologico. Ho pensato molto anche a farmaci antidepressivi ma c'è sempre lo stesso imbarazzo.

Certo alla fine l'oggettività non cambierebbe comunque!

Un saluto a tutti !!

Perchè c'è ancora il tabù del psicologo??? Se hai la bronchite vai dal medico e quando hai un disagio psicologico devi andare dal psicologo!! Anche la mente si può ammalare come il corpo!! Devi andare sicuramente, ti sentirai molto meglio poi........
demaservice is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it