Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 21-05-2007, 16.36.37   #1
ventino
Ospite
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 4
Scelta spinosa

salve a tutti.
mi trovo davanti ad una scelta difficile. per questo posto qui, per sentire qualche consiglio.
mi rendo perfettamente conto che la scelta è e sarà solo mia, non posso delegare questa responsabilità, però a volte alcuni consigli possono indirizzare il ragionamento su strade migliori.

il caso:
(25 anni io) sono stato insieme ad una ragazza (24anni lei) per circa tre anni. eravamo molto innamorati, ma come spesso succede le cose non andavano bene. sono passati tre anni e i sentimenti non sono cambiati. ora mi si ripresenta "l'occasione" per riprovare a rimettere in piedi il rapporto. ho però una cosa che mi blocca. l'ho capita dopo molte riflessioni e qualche ammissione. mi blocca molto il fatto che lei soffra di anorgasmia. non riesce a raggiungere l'orgasmo. capisco che può sembrare una cosa meschina da parte mia, però questa cosa mi mette a disagio. e non posso farci niente. mi sembra quindi più saggio non fare finta di niente, ma capire: 1. se la cosa è superabile da parte sua. 2. se la cosa è accettabile da parte mia. e questo a prescindere da gli altri problemi che sono piuttosto comuni.

ringrazio subito chi darà spunti di riflessione, magari più approfonditi di quelli a cui sono potuto arrivare io.
ventino is offline  
Vecchio 21-05-2007, 22.24.52   #2
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Scelta spinosa

Citazione:
Originalmente inviato da ventino
salve a tutti.
mi trovo davanti ad una scelta difficile. per questo posto qui, per sentire qualche consiglio.
mi rendo perfettamente conto che la scelta è e sarà solo mia, non posso delegare questa responsabilità, però a volte alcuni consigli possono indirizzare il ragionamento su strade migliori.

il caso:
(25 anni io) sono stato insieme ad una ragazza (24anni lei) per circa tre anni. eravamo molto innamorati, ma come spesso succede le cose non andavano bene. sono passati tre anni e i sentimenti non sono cambiati. ora mi si ripresenta "l'occasione" per riprovare a rimettere in piedi il rapporto. ho però una cosa che mi blocca. l'ho capita dopo molte riflessioni e qualche ammissione. mi blocca molto il fatto che lei soffra di anorgasmia. non riesce a raggiungere l'orgasmo. capisco che può sembrare una cosa meschina da parte mia, però questa cosa mi mette a disagio. e non posso farci niente. mi sembra quindi più saggio non fare finta di niente, ma capire: 1. se la cosa è superabile da parte sua. 2. se la cosa è accettabile da parte mia. e questo a prescindere da gli altri problemi che sono piuttosto comuni.

ringrazio subito chi darà spunti di riflessione, magari più approfonditi di quelli a cui sono potuto arrivare io.

E' un tema delicato, come sovente accade su questo forum.
Probabilmente la tua ragazza ha avuto una rigida educazione, oppure fatica a lasciarsi completamente andare, per paura di essere giudicata...

Di certo la sessualità maschile è molto più concentrata, mentre la femminile è
distribuita su ampie zone cutanee e non solo nelle terminazioni nervose dei genitali.

Con queste premesse.. capisci bene che una donna che non prova
orgasmi clitoridei o vaginali... può comunque provare un piacere sessuale diffuso.
Esistono poi tempi di risposta diversi... molto più lunghi in una donna che nell'uomo.
In questo..i preliminari servono ad accenderne la fantasia, a darle il tempo di accogliere la sessualità maschile con una adeguata lubrificazione vaginale.

Credo che poi il vero problema sia che tu vorresti conferme.. della tua bravura maschile, facendola arrivare per forza ad un orgasmo...che lei può anche non desiderare ..cioè, non sentirlo come necessità.

In questo..se tu migliori la tua autostima..supererai il problema, che non è sicuramente marginale...della sessualità.. e dedicherai le tue energie al miglioramento del vostro totale rapporto, se voi vorrete stare asieme una vita che auguro bella e felice
cielosereno52 is offline  
Vecchio 23-05-2007, 01.35.08   #3
ventino
Ospite
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Scelta spinosa

ma sicuramente io avrò necessità di una conferma, però è anche vero che mi pare piuttosto normale averla. non so se tu sia uomo o donna, ma comunque anche quello conta per un uomo nella soddisfazione del rapporto (sia fisico che emotivo). non posso certo negarlo, e ci ho anche lavorato su parecchio. però mi sembra una forzatura cercare esageratamente di farmi andare bene una cosa che non mi va bene. se, come è vero, ho bisogno di conferme non posso cambiarmi per non averne bisogno (magari rischierei di andarmele a cercare in altri campi come il lavoro, lo sport o chissacosa, e francamente non mi va), posso però trovare una donna che si integri bene con questo mio lato diciamo deficitario. non intendo certo diventare un superuomo che non ha bisogno di conferme e rassicurazioni, conosco le mie debolezze e per questo mi pare insensato andare a battere, volontariamente, proprio lì dove il mio dente duole.
devo dire che sicuramente apprezzo il post di risposta per l'acume con cui hai inquadrato il problema, o almeno un'altra sfaccettatura del problema, però la mia decisione (a lungo maturata credimi) è che riconosco i miei limiti di essere umano (anche io ha avuto una educazione improntata alla mancanza di conferme) e che quindi preferisco vivere meglio accettando la cosa, non esasperando certe mie tendenze, ma cercando anche di andare in contro a questo mio modo di "rappresentarmi" i rapporti.
ventino is offline  
Vecchio 23-05-2007, 08.13.06   #4
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Scelta spinosa

Citazione:
Originalmente inviato da ventino
ma sicuramente io avrò necessità di una conferma, però è anche vero che mi pare piuttosto normale averla. non so se tu sia uomo o donna, ma comunque anche quello conta per un uomo nella soddisfazione del rapporto (sia fisico che emotivo). non posso certo negarlo, e ci ho anche lavorato su parecchio. però mi sembra una forzatura cercare esageratamente di farmi andare bene una cosa che non mi va bene. se, come è vero, ho bisogno di conferme non posso cambiarmi per non averne bisogno (magari rischierei di andarmele a cercare in altri campi come il lavoro, lo sport o chissacosa, e francamente non mi va), posso però trovare una donna che si integri bene con questo mio lato diciamo deficitario. non intendo certo diventare un superuomo che non ha bisogno di conferme e rassicurazioni, conosco le mie debolezze e per questo mi pare insensato andare a battere, volontariamente, proprio lì dove il mio dente duole.
devo dire che sicuramente apprezzo il post di risposta per l'acume con cui hai inquadrato il problema, o almeno un'altra sfaccettatura del problema, però la mia decisione (a lungo maturata credimi) è che riconosco i miei limiti di essere umano (anche io ha avuto una educazione improntata alla mancanza di conferme) e che quindi preferisco vivere meglio accettando la cosa, non esasperando certe mie tendenze, ma cercando anche di andare in contro a questo mio modo di "rappresentarmi" i rapporti.

Sperando di non sforare in una chat con questa mia risposta...
concordo con te quando dici che vuoi dare piacere e riceverne conferme..
altimenti anche a me sembrerebbe di "scopare" una bambola gonfiabile..
Che altro... sono sicuro che le tue motivazioni chiare e sincere riusciranno presto a darti quella compagna che sarà al tuo fianco nel modo giusto.
cielosereno52 is offline  
Vecchio 29-05-2007, 18.39.35   #5
NebbiaINvalPadana
Ospite abituale
 
L'avatar di NebbiaINvalPadana
 
Data registrazione: 28-12-2006
Messaggi: 158
Riferimento: Scelta spinosa

per risolvere il problema comincia col darle il mio numero
Scherzi a parte, vale la pena di riflettere, temo che noi poco possiamo aiutarti, ed è un peccato, ma sei tu che devi valutare se questa cosa (a sentirti parrebbe di sì) ti fa vivere male il tuo rapporto.
Mettersi insieme con un bagaglio di dubbi e scarsa convinzione e come partire per una gita sul campo minato.

Se non sei in grado di vivere con questa cosa a cuor leggero vai ad infilarti in un bel casino. Se invece vuoi provare la strada dell'aiuto fallo. Stalle accanto e cerca, con l'aiuto di chi di dovere di risolvere il problema. In fondo basta un po' di buona volontà per tentare.

Se poi va male pazienza, però vale la pena tentarle tutte.
NebbiaINvalPadana is offline  
Vecchio 31-05-2007, 10.47.11   #6
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Scelta spinosa

ciao,
scusa ..ma lei non riesce ad avere l'orgasmo, oppure non "vuole"?

In medicina cinese, di cui mi occupo, l'orgasmo non é uno starnuto. E' frutto di armonia energetica, sanguigna e spirituale.

Ora io dico, se lei non raggiunge l'orgasmo, uno di questi tre "tesori", il sangue,o l'energia o lo shen (spirito-mente-intelligenza-capacità cognitive e relazionali), deve avere uno squilibrio.

E in genere la cosa va così: la persona comincia ad avere un vuoto energetico. attraverso l'energia si produce il sangue ed ecco che un vuoto di energia produce un vuoto di sangue. E siccome lo shen alloggia nel sangue, ovvero é il sangue che lo conserva in sé, che lo rapporta con tutto il corpo e con tutti gli organi e con il cielo, va da sé che se il sangue va in vuoto, lo shen non trova la sua casa e vaga.

Questo spiega non solo l'anaorgasmia, ma anche l'insonnia, lo stress.

Tutto quello che ha una componente mentale, risente del vuoto materiale del corpo. A sua volta qualunque vuoto materiale, intacca lo spirito.

allora bisogna vedere perché sta' ragazza non se ne viene. Dov'é il danno?

E' una paura sua?

E' incapace?

E' lenta e si vergogna a chiedere più tenerezza e preliminari meno affannosi?

ha avuto un trauma?

L'anaorgasmia si guarisce ma solo se se ne comprende a fondo l'origine.

un salutone
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 01-06-2007, 15.26.27   #7
ventino
Ospite
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Scelta spinosa

tutto quello che dici, non posso affermare che sia vero, però comunque lo condivido. è fuor di dubbio che ci sia una componente di non-volontà, noi psicologi diremmo "inconscia" (ma magari è ovvio) legata a cause più articolate. è una ragazza che non sta bene in armonia con se stessa, è chiaro, ha dei problemi sia con il lasciarsi andare che con l'accettare le proprie debolezze. fin lì, tutti possiamo avere dei problemi più o meno simili. il "problema" nasce quando questi problemi di percezione, quindi "mentali", intaccano così seriamente la vita. anche quella di relazione. il problema con l'accettare le proprie debolezze però è che proprio questa debolezza frena dal cercare aiuto, evitando che lei accetti, quindi prenda consapevolezza del problema. il che rende difficile il risolvere il problema.

la domanda successiva è allora: come accettare di avere un problema se il problema in questione è il non ammettere di avere debolezze?

spero di essere stato chiaro eh!
ventino is offline  
Vecchio 01-06-2007, 20.58.28   #8
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Scelta spinosa

Citazione:
Originalmente inviato da ventino
tutto quello che dici, non posso affermare che sia vero, però comunque lo condivido. è fuor di dubbio che ci sia una componente di non-volontà, noi psicologi diremmo "inconscia" (ma magari è ovvio) legata a cause più articolate. è una ragazza che non sta bene in armonia con se stessa, è chiaro, ha dei problemi sia con il lasciarsi andare che con l'accettare le proprie debolezze. fin lì, tutti possiamo avere dei problemi più o meno simili. il "problema" nasce quando questi problemi di percezione, quindi "mentali", intaccano così seriamente la vita. anche quella di relazione. il problema con l'accettare le proprie debolezze però è che proprio questa debolezza frena dal cercare aiuto, evitando che lei accetti, quindi prenda consapevolezza del problema. il che rende difficile il risolvere il problema.

la domanda successiva è allora: come accettare di avere un problema se il problema in questione è il non ammettere di avere debolezze?

spero di essere stato chiaro eh!


Galeotto fu il libro...
In un certo senso...mettiamo che un libro fatto trovare per caso.. dove in quel libro ci sia il possibile specchiearsi dei problemi della ragazza in questione...potrebbe quel libro far emergere il problema ...in modo da affrontarlo....
Boh..magari è una cavolata.. ma se si riesce ad aggirare l'ostacolo della comunicazione diretta.. una probabilità può sussistere di migliorare lo stato
di benessere della persona a cui tieni tanto.
cielosereno52 is offline  
Vecchio 02-06-2007, 02.51.32   #9
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Scelta spinosa

Citazione:
Originalmente inviato da ventino
È fuor di dubbio che ci sia una componente di non-volontà.

Jambo.

Partendo proprio dalla base (scusa se sono diretto):
Ma lei, alla fin fine, vuole o non vuole risolvere questa questione?
Cerca di superare l'ostacolo, o no?
Si sta informando per comprendere cosa ha (da uno specialista, ma non per forza, si possono anche leggere libri sul tema), come agire per risolvere le difficoltà, ecc., o no?

È questo alla fin fine che conta: Ciò che lei vuole. Se lei si trova bene nello stato in cui si trova, se non sente l'esigenza di provare orgasmi, se non mostra interesse per cercare di superare quanto per te è un problema (ma forse non per lei), allora tanto vale.

Uhm... Ma a parte questo, ha lei mai praticato la masturbazione?
Lo chiedo giusto per capire.

Non è che è a-sessuale - senza che ne sia consapevole, e sempre che esista questa a-sessualità come orientamento sessuale oltre etero, omo e bi?

Notte...

P.S.:
Per quanto concerne la scelta: Tu conosci la risposta.
Elijah is offline  
Vecchio 05-06-2007, 16.27.13   #10
ventino
Ospite
 
Data registrazione: 17-05-2007
Messaggi: 4
Riferimento: Scelta spinosa

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Ma lei, alla fin fine, vuole o non vuole risolvere questa questione?
Cerca di superare l'ostacolo, o no?
Si sta informando per comprendere cosa ha (da uno specialista, ma non per forza, si possono anche leggere libri sul tema), come agire per risolvere le difficoltà, ecc., o no?

se lo volesse non sarei qui a porre il quesito. no, non lo fa e credo che ci sia anche qui un non accettare di avere un problema. il che fa esattamente il paio con la sua difficoltà ad ammettere di avere delle debolezze.

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
È questo alla fin fine che conta: Ciò che lei vuole. Se lei si trova bene nello stato in cui si trova, se non sente l'esigenza di provare orgasmi, se non mostra interesse per cercare di superare quanto per te è un problema (ma forse non per lei), allora tanto vale.

non mi pare così semplice scusa eh, ma se una persona ha una nevrosi, vuol dire che il suo io ha trovato solo quel modo per "restare al mondo", per massimizzare i profitti. ma non vuol dire che questo non generi disagio, come poi effettivamente genera. se fosse vero che chi ha un problema sta bene solo perchè "si trova bene nello stato in cui sta" allora a che servirebbe la psicoterapia? probabilmente per lei non è una esigenza l'orgasmo perchè questo vorrebbe dire mettere i discussione cose molto più radicate in lei e più profonde di un orgasmo.


Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
Non è che è a-sessuale - senza che ne sia consapevole, e sempre che esista questa a-sessualità come orientamento sessuale oltre etero, omo e bi?

non ho mai sentito parlare di questa roba sinceramente, non saprei proprio.
ventino is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it