Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-07-2007, 11.16.52   #11
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
L'Aquila romana e i nostri piccoli problemi.

Il simbolo dello spirito guerriero nella antica Roma era simboleggiato dall'Aquila rapace.

Ogni legione, aveva la sua Aquila, che rappresentava dunque lo spirito di Roma nella persona dei suoi legionari, dei suoi centurioni, del censore o del tribuno che li comandava.
Questo simbolo sacro non doveva MAI cadere in mani nemiche.

La storia ci narra che qualche volta successe, quando in battaglia, tutto sembrava perduto e la stanchezza e lo scoramento degli uomini parevano cedere di fronte al barbaro nemico, che la situazione venisse capovolta da un'azione inattesa di un uomo solo.

Il tribuno, o se era già morto in sua vece il centurione anziano (primo pilus) afferrava l'Aquila, e si scagliava nel centro della mischia, proprio dove la battaglia infuriava più dura.
Con un urlo belluino, gli occhi di fuoco e lo stendardo alzato il comandante si buttava, solo e rabbioso contro la moltitudine ostile.
C'è chi ha raccontato che a uomini così di morire pareva non gli importasse.

Si dice anche che lo sguardo di ogni soldato, come in una magia, non poteva fare a meno di vedere questa azione.
Perdere l'aquila era inimmaginabile per ognuno di loro, era perdere più della vita, della famiglia, della patria... era perdere la propria anima.

Allora, si narra che ogni legionario facendo appello a tutto ciò che gli rimaneva attaccasse, anche i feriti si levavano in piedi a combattere dove l'Aquila campeggiava luminosa sopra le urla straziate, il fango e il sangue.
Era un attacco disperato che non ammetteva futuro.

Molte battaglie già perse vennero vinte così.

Victoria Victrix

Ultima modifica di visir : 13-07-2007 alle ore 12.57.56.
visir is offline  
Vecchio 13-07-2007, 23.41.53   #12
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: L'Aquila romana e i nostri piccoli problemi.

Non sono un esperto, ma solo per continuare nel ramo bellum e para bellum, mi riferiscono che tattica, e strategia soprattutto, sono altro che fondamentali nell'arte della guerra. La strategia può anche chiederti di fare un passo indietro, di restare a casa un giro, guardando allo scopo ultimo, che non sarebbe raggiungibile se non passando attraverso la rinuncia intermedia.

Stare fermi un giro secondo me può anche servire.
In questa fase della mia vita, devo dire, solo per la cronaca, sono abbastanza nel ruolo di quello che sta fermo un giro...
marco gallione is offline  
Vecchio 14-07-2007, 09.44.27   #13
falbala48
Ospite abituale
 
L'avatar di falbala48
 
Data registrazione: 18-09-2006
Messaggi: 110
de bello gallicum...

dove gallicum sta per galli, (polli)

parlando di romani nella fattispecie io cioè (antima) farei fabio massimo il temporeggiatore...come si dice dalle mie parti ...orro(sta per ora) vengo e mi spiego.

leggendo le vostre risposte, noto che manca una cosa e cioè la messa nel conto della variante che se poi rsulta pure impazzita...valla avincere una guerra solo con l'aquila...anche se le oche per naura sono aggressive, mi dissocio per un attimo mi sforzo e rifletto, mi pare che antima abbia chiaro ,molto chiaro che la sua amica ,tale vuole restare, quindi queste elucubrazioni mentali a cosa gli servono? a fare la guerra e basta? ma una guerra si fa per vincerla...nessuno vuole uscirne perdente ipotesi peggiore non solo perdente ma anche ferito per dirla in modo pulito. Mi viene anche in mente la barzelletta del capitano e del cuoco cinese , dove il capitano dovendo soddisfare come carlo martello dei bisogni carnali aveva soltanto a disposizione un cuoco cinese, e la necessità assoluta della segretezza dell'impresa, pianificata l'azione interrogati i sottoufficali sulla segretezza viene risposto che a saperlo sarebbero stati soltanto in tre ... il capitano e i 2 sottoufficiali che avrebbero dovuto tener fermo ...il cuoco cinese... orro nessuno tiene in conto la presenza del fidanzato?
falbala48 is offline  
Vecchio 14-07-2007, 11.33.44   #14
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
fidanzati cinesi

Io al fidanzato farei fare la fine del cuoco cinese ... e poi non darei per così valida la certezza che ella (la pulzella agognata dal nostro protetto) sia così restia a cedere alle sue "martellanti" voglie.

Sapeste quante notti brave ho passato con donne che mi pareva che manco mi guardassero.

Quindi in guerra come in amore si combatte con la forza (o la bellezza e il fascino) ma si vince sempre con lo spirito.

Questo significavo con il mio littorio racconto storico.

Ora scusate che devo fare la spesa al super...da quando son single devo fare tutto io in casa, altro che aquila romana! A pollo e patatine mi tocca vivere e l'unica mischia che conosco è la fila per pagare alla cassa svettando alta la fidaty card...legionari! a A me!
visir is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it