Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-07-2007, 21.33.40   #1
annicka
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 01-07-2007
Messaggi: 1
Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Ciao a tutti, sono nuova di questo forum

Mi sto ponendo per la prima volta questo problema, perchè sto effettivamente esagerando. Ho sempre avuto uomini più giovani di me, ma la differenza di età è andata aumentando esponenzialmente con il passare degli anni: a 25 anni stavo con un ragazzo di 20; a 28 anni mi sono sposata con un ragazzo di 25 ( il matrimonio è durato solo 4 anni); a 34 ho cominciato una lunga convivenza con un ragazzo di 22 ( è durata quasi dieci anni); adesso che ho 44 anni sono pazza di un ragazzo di 24 che è attratto però nello stesso tempo, povero, ha paura...

E' vero che sembro molto più giovane, da sempre, ma ho la mia età...secondo voi a cosa è dovuto questo? Perchè proprio non mi attirano quelli più vecchi di me? Mi rendo conto che andando avanti così divento ridicola...help
annicka is offline  
Vecchio 15-07-2007, 00.07.40   #2
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Ciao.
Non ho questa stessa predilezione e posso dirti solo quello che osservo in una mia amica che, invece, è proprio monomaniacale in questo senso.

Premetto che non c'è nessunissima pretesa di assolutizzare alcun "principio", e magari le motivazioni della mia amica valgono solo per lei. Insomma... è solo lo spunto per una possibile riflessione tra chissà quante altrettanto o più consone. Prova a valutare.

Se la mia amica ti rispondesse di persona, ti direbbe che è attratta dal tripudio di fisicità di un giovane.

Conosco le sue storie e molti dei protagonisti maschili, e posso assicurarti che, quanto a "fisicità" interi eserciti di ultraquarantenni sarebbero stati enormemente più significativi (anche) sotto il profilo fisicità rispetto a tanti giovani di mediocri speranze da lei collezionati.

Oltre che le sue storie, conosco LA sua storia, di donna tanto aggressiva quanto superficiale, aspirante manipolatrice priva , completamente priva, dello spessore dialettico che consentirebbe - non dico di manipolare, ma almeno - di "reggere" il confronto con una personalità formata. Inoltre (ma questo è proprio e solo il SUO caso) alcuni suoi vistosi fallimenti che hanno lasciato segni più che tangibili... mentre sono oggettivamente innegabili... non sono in alcun modo "vendibili" a chi possa guardarli con la capacità di sintesi della normale maturità. Mentre, col fascino del mistero con cui si incanta in prima battuta chi ha vent'anni di meno, tutto viene perfettamente "venduto come platino" di autoassunte capacità superiori alla media... a chi quei vent'anni di meno li ha.

La fascinazione dura puntualmente quanto un battito di ciglia: giusto il tempo di passare dalla sola rappresentazione verbale di sè ad un minimo di quotidianità condivisa... ed ecco che anche il ragazzo - magari per istinto più che per ragionamento - arriva a conclusioni forse peggiori rispetto a quelle dell'uomo più maturo (anche perchè normalmente il giovane è più drastico e deciso nelle sue conclusioni, e meno consapevole del dolore che possono portare ad altri)... e il gioco (molto triste) finisce per ricominciare col prossimo ragazzo all'orizzonte.

In due parole, e prescindendo dai particolarismi delle vicende altrui: non potrebbe esserci sotto l'esigenza di voler/dover "guidare" l'altro, piuttosto che fiancheggiarlo o addirittura "seguirlo"?

--------------------

Perdonami se torno sull'esempio della mia "amica", ma più ci rifletto e più mi rendo conto di quanti siano - riflettendo grazie al tuo quesito - i riscontri alla mia lettura, almeno con riguardo a questa persona. Aggiungo alcuni dettagli di fatto che credo utili a farmi comprendere e che, nelle loro macro-dimensioni, potrebbero rendere questa donna davvero paradigmatica ai fini della soluzione del quesito:
- non bella, non "femminile" e di modeste origini, questa donna ha sempre investito più di quel che poteva pur di griffarsi e rendersi vistosamente "speciale" (l'aspirazione ad essere di una Bella Normalità... se ci rifletto... l'ha proprio saltata a piè pari fin dall'adolescenza);
- il contesto familiare le fa vivere come un orrore la prospettiva di "restare zitella", ed è ancora molto giovane quando vede sua madre partire in pellegrinaggio per chiedere ... la "grazia" al santo protettore di farle incontrare marito;
- la "grazia" non viene evidentemente accordata, e, almeno fino ai 38 anni, la predilezione per l'uomo più giovane non assume dimensioni degne di nota; degna di nota, sino a quel punto, è soltanto la famelica ricerca dell'uomo che diventi marito; e la fretta è così tanta, e si vede così tanto, che tutti puntualmente fuggono in capo a pochissimi incontri con lei;
- a 38 anni c'è la svolta: capìta quello con tutte le carte in regola per essere "il principe azzurro" (appena più grande di lei) e, visto che l'esperienza non permette di affidarsi alla dialettica del rapporto... si passa alle vie di fatto: in seguito a DUE incontri... viene annunciata la gravidanza;
- succede l'apocalisse, e davvero è difficile immaginare un contesto più mortificante per una donna, rispetto a quello che si è determinato. Ma tant'è. Il bambino nasce e il padre biologico si ritrae inorridito e incapace di qualunque forma di affettività verso un bambino... in cui lui riesce a vedere tutto fuorchè un bambino e nel caso di specie "suo" figlio;
- sono passati dieci anni da allora, e - recepito il catastrofico fallimento della manovra di arrembaggio forzato - chi doveva faticare per avere un compagno, ha trascorso dieci anni nell'incredibilmente aumentata difficoltà di trovare anche un simulacro di "padre" per il proprio figlio.

Bene: la selezione accurata di ragazzini avviene in modo patologico durante QUESTI dieci anni.

E, attenzione: i ragazzini - attratti dall'eloquente stile "panterato" - vengono di primo acchito catechizzati con la seguente rappresentazione: "io sono una donna eccezionale, basta vedere che ho voluto un figlio e che lo sto crescendo da sola"... "no, non sono divorziata"... " " se non mi sono mai sposata è solo perchè non ho mai incontrato un uomo che meritasse il sacrificio della mia libertà"...............

Ora, parlando seriamente, 'ste frottole non può mica raccontarle a chi abbia più di quarant'anni!!!!!

Ultima modifica di donella : 15-07-2007 alle ore 11.13.31.
donella is offline  
Vecchio 15-07-2007, 14.57.22   #3
crepuscolo
viandante
 
Data registrazione: 19-11-2006
Messaggi: 199
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Citazione:
Originalmente inviato da annicka
Ciao a tutti, sono nuova di questo forum

Mi sto ponendo per la prima volta questo problema, perchè sto effettivamente esagerando. Ho sempre avuto uomini più giovani di me, ma la differenza di età è andata aumentando esponenzialmente con il passare degli anni: a 25 anni stavo con un ragazzo di 20; a 28 anni mi sono sposata con un ragazzo di 25 ( il matrimonio è durato solo 4 anni); a 34 ho cominciato una lunga convivenza con un ragazzo di 22 ( è durata quasi dieci anni); adesso che ho 44 anni sono pazza di un ragazzo di 24 che è attratto però nello stesso tempo, povero, ha paura...

E' vero che sembro molto più giovane, da sempre, ma ho la mia età...secondo voi a cosa è dovuto questo? Perchè proprio non mi attirano quelli più vecchi di me? Mi rendo conto che andando avanti così divento ridicola...help


ma perchè spaventarsi? se sei innamorata va bene così...se ti poni problemi forse non sei del tutto sicura e solo tu sai di cosa...se ti senti ridicola dovresti chiederti ...perchè? Oppure sei convinta che ognuno debba occupare un posto stabilito (dai 20 ai 40, dai 30 ai 50 lì in quel contenitore prego!) fai finta di abitare in un luogo sperduto nel mondo, incontri lui che ha 20 anni, è bello e piacevole , che fai? E non darti regole per favore lì , in quel luogo non ce ne sono...si sa che ogni paese ha le sue...gioca a non avere regole preconfezionate ciao
crepuscolo is offline  
Vecchio 15-07-2007, 15.23.16   #4
Shahruz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2007
Messaggi: 46
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Citazione:
Originalmente inviato da annicka
a 25 anni stavo con un ragazzo di 20; a 28 anni mi sono sposata con un ragazzo di 25 ( il matrimonio è durato solo 4 anni); a 34 ho cominciato una lunga convivenza con un ragazzo di 22 ( è durata quasi dieci anni); adesso che ho 44 anni sono pazza di un ragazzo di 24 che è attratto però nello stesso tempo, povero, ha paura...

Domanda interessante.
Insomma ti trovi solo se il partner sta intorno ai 20-25 anni e poco più.
Mi vengono in mente diverse possibilità: o la tua è la ricerca di un principe azzurro che ha quella fascia d'età, magari un ex di tua madre che non ha potuto sposare. O c'è qualche uomo nella tua famiglia che è morto superata quella fascia d'età e quindi tu ti molli sempre in anticipo per non farlo morire (ci sono vedove di mariti giovani nella tua famiglia?).
Cerca cmq quella età nella vita dei tuoi genitori e nonni e vedi cosa è accaduto: storie andate male, amori impossibili, lutti o amanti.
In ogni caso è un tuo blocco preciso, non sono coincidenze, devi capire a cosa servono queste relazioni e con chi ti stai mettendo quando hai una storia: un ex, un parente che ha in comune il nome, o il mestiere, o l'età quando hanno iniziato la relazione ecc...

Buona ricerca
Shahruz is offline  
Vecchio 20-07-2007, 13.45.30   #5
MurronKara
Ospite
 
L'avatar di MurronKara
 
Data registrazione: 18-07-2007
Messaggi: 11
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Guarda, io ho il problema inverso...Mi sono innamorata di una persona molto più grande di me. Però l'amore va oltre queste cose e se tu davvero provi questo sentimento forte dovresti superare l'ostacolo dell'età. In fondo quello di cui ha paura lui è il giudizio della gente che purtroppo invece di farsi gli affari suoi trova il massimo gusto nell'intrufolarsi nelle faccende altrui. Dunque, se lui prova quello che senti tu nei suoi confronti, vedrai che col tempo diventerà un rapporto a tutti gli effetti, solo vostro, un po' speciale! Vi faccio i miei migliori auguri...è una cosa bellissima.
MurronKara is offline  
Vecchio 20-07-2007, 16.34.22   #6
catoblepa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2006
Messaggi: 282
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Citazione:
Originalmente inviato da annicka
Ciao a tutti, sono nuova di questo forum

Mi sto ponendo per la prima volta questo problema, perchè sto effettivamente esagerando. Ho sempre avuto uomini più giovani di me, ma la differenza di età è andata aumentando esponenzialmente con il passare degli anni: a 25 anni stavo con un ragazzo di 20; a 28 anni mi sono sposata con un ragazzo di 25 ( il matrimonio è durato solo 4 anni); a 34 ho cominciato una lunga convivenza con un ragazzo di 22 ( è durata quasi dieci anni); adesso che ho 44 anni sono pazza di un ragazzo di 24 che è attratto però nello stesso tempo, povero, ha paura...

E' vero che sembro molto più giovane, da sempre, ma ho la mia età...secondo voi a cosa è dovuto questo? Perchè proprio non mi attirano quelli più vecchi di me? Mi rendo conto che andando avanti così divento ridicola...help

Problema diffuso, a quanto pare...ma la gioventù attira, c'è poco da fare. Solo che ci si chiede: perchè solo giovani?
Una risposta potrebbe essere che frequentando giovani uno/a si mantiene giovane, o si illude di mantenersi giovane.
Personalmente non credo nei rapporti con grandi differenze di età, prima o poi emergeranno tutte le differenze, e il castello fra le nuvole crollerà.

Comunque la tua è un'arma a doppio taglio: ti godi la gioventù dei tuoi compagni, ma anche loro cambiano, maturano, e sviluppano esigenze differenti, e , svanito l'effetto e l'eccitazione di frequentare una "donna matura", forse si rivolgeranno altrove, in cerca di qualcuna più adatta alla loro età.....

Comunque "chi vuol essere lieto sia" diceva il Poeta, e "finchè dura fa verdura" aggiungo io....
catoblepa is offline  
Vecchio 25-07-2007, 08.26.44   #7
MassimoVi
Ospite
 
L'avatar di MassimoVi
 
Data registrazione: 23-07-2007
Messaggi: 10
Riferimento: Perchè mi piacciono solo più giovani di me?

Citazione:
Originalmente inviato da annicka
Ciao a tutti, sono nuova di questo forum

Mi sto ponendo per la prima volta questo problema, perchè sto effettivamente esagerando. Ho sempre avuto uomini più giovani di me, ma la differenza di età è andata aumentando esponenzialmente con il passare degli anni: a 25 anni stavo con un ragazzo di 20; a 28 anni mi sono sposata con un ragazzo di 25 ( il matrimonio è durato solo 4 anni); a 34 ho cominciato una lunga convivenza con un ragazzo di 22 ( è durata quasi dieci anni); adesso che ho 44 anni sono pazza di un ragazzo di 24 che è attratto però nello stesso tempo, povero, ha paura...

E' vero che sembro molto più giovane, da sempre, ma ho la mia età...secondo voi a cosa è dovuto questo? Perchè proprio non mi attirano quelli più vecchi di me? Mi rendo conto che andando avanti così divento ridicola...help

Se ti va bene stare con ragazzi più giovani stacci, se non ti va bene non starci, in che modo ti aiuterebbe sapere perchè io penso che a te piacciano ragazzi più giovani ?
CApisco la curiosità, ma se ti dicessi a te piacciono i ragazzi più giovani perchè ... , poi cosa cambierebbe, in che modo migliorerebbe la tua vita ?

Per la quetione del ridicolo, basta che fai un giro in città e guardi le persone come sono vestite e come si comportano e capisci subito che al massimo saresti una dei tanti.

massimo@visualizzazionepositiv a.it
MassimoVi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it