Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-07-2007, 21.49.41   #1
ghisirds
Ospite
 
Data registrazione: 24-07-2007
Messaggi: 9
Sviluppo fisico e mentale

Ciao a tutti.
Senza avere nessuna preparazione teorica in questo campo (Mi documenterò meglio se qualcuno si mostra interessato), vi pongo questa domanda:
è il giusto sviluppo dell'organismo a permettere un giusto sviluppo mentale, o è il contrario?
Se qualcuno ne sà qualcosa, si faccia avanti.
Grazie mille

--
Assistenza macchine punzonatrice taglio plasma
ghisirds is offline  
Vecchio 30-07-2007, 01.21.24   #2
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Sviluppo fisico e mentale

Spero che tu non me ne voglia: nemmeno io ho qualche preparazione specifica in materia.
Però la lettura della tua domanda mi ha generato l'esigenza di provare a dare la mia modestissima risposta.
Riflettendo meglio, più che una risposta è una sincerissima confessione di smarrimento dinanzi alla domanda.
Sarò breve: mi ha girato subìto la testa quando mi sono chiesta quale sia il "giusto" sviluppo psichico. Ma in effetti poteva girare anche sul fronte di quale sia il "giusto sviluppo fisico" (per ottenere questo risultato basta immaginare il "giusto" sviluppo fisico... visto da un culturista... oppure visto da un monaco di clausura... o più semplicemente visto da un medico di famiglia).

Mi sono definitivamente persa quando ho cercato di istituire l'assunto nesso tra i due "giusti"....
E' che ho pensato a Quanti (che ad esempio per un handicapo o per un infortunio qualunque) ...hanno dovuto rinunciare ad ogni idea di "giusto" legata al fisico.... eppure vivono (non solo secondo me) una "giustezza" psichica da Titani rispetto a molti culturisti, ....ma anche rispetto a tanti monaci di clausura, e... pensadoci meglio... anche rispetto a tanti medici di famiglia!!!!

donella is offline  
Vecchio 30-07-2007, 12.27.55   #3
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Corpomente

Spiegherò brevemente senza infiorettare con falsi pudori, ognuno pensi ciò che gli pare. Questa è la mia esperienza.

E' stato detto: Nella separazione c'è già il seme della disgrazia.

Corpo e mente sono intimamente legati, possono essere separati e sviluppati singolarmente, ma è meglio in maniera sinergica.

Nel corpo, che è espressione del DNA si trova, in seme, tutto il nostro passato, inteso come umanità dagli albori ad ora ed il nostro futuro.

Ogni realizzazione possibile e ogni dato conquistato sono già qui.
Non abbisogniamo di nulla.
Siamo già illuminati, la Via non è nell'aggiungere, ma semmai nel perdere.

In noi è presente tutto lo scibile noto e tutto ciò che sarà.
Questa affermazione appare pretenziosa, ma solo per chi non ha sperimentato da se stesso che è la realtà.

Il corpo è la nosta biblioteca, per accedervi bisogna conoscerne le porte, avere le chiavi, saper leggere e saper cercare i volumi contenuti, facendo questo diventiamo meritevoli.

Nel corpo è presente la vera conoscenza.
Il processo mentale è posteriore, porta a galla ciò che è indefinito, ma realmente conosciuto, palesando ciò che prima era nascosto, ma perdendone inevitabilmente la conoscenza reale.
La funzione della mente è dirigere l'energia.

La vera conoscenza è inconscia e naturale.

Appare un paradosso, ma solo perchè non si pensa correttamente.
Per giungere ad un corretto pensare bisogna utilizzare la respirazione giusta che non da spazio alla vanità del pensiero e trancia la radice del pensiero superfluo.

Solo l'adesso è reale.

Il lavoro sul corpo è lungo, doloroso e affascinante.
Comprendere , sentire e padroneggiare le 7 connessioni, aprire le sette porte o i sette cancelli, costituire un centro forte sono le fondamenta su cui costruire quello che i Taosti chiamano il corpo d'oro.
Dirigere la propria mente ad un corretto pensiero deve essere fatto costantemente.
Saper muovere e indirizzare l'energia interna separando e unendo il pesante e il leggero, il vuoto e il pieno, il forte e il debole, questo è il modo.

L'addestaramento non finisce mai.

Ultima modifica di visir : 30-07-2007 alle ore 13.39.36.
visir is offline  
Vecchio 30-07-2007, 14.36.45   #4
donella
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-06-2007
Messaggi: 710
Riferimento: Corpomente

Non so se l'autore della discussione saprebbe. Ma io, senza falsi pudori, non sarei affatto in grado di riassumere ciò che hai scritto e (forse) desiderato comunicare.

Il corpo è espressione del DNA e in esso è già tutto. + che OK.

Se - del corpo - una meningite o un ictus "fregano" il cervello.... c'è un bel pezzo di DNA che non avrà più nè atto.... e neanche potenza. E riguarda l'INTERO sviluppo psichico. Probabilmente, poi, anche buona parte di quello fisico

Se - del corpo - un maledetto incidente cancella gli arti inferiori, o la vista, ecc., c'è un altro pezzettino di DNA che non avrà più nè atto nè potenza. Ma riguarderà SOLO alcune possibilità fisiche... la cui vacanza - non di rado - incrementa il raggiungimento di vertici sublimi in quelle psichiche.

Dunque?
donella is offline  
Vecchio 30-07-2007, 16.58.10   #5
visir
autobannato per protesta
 
L'avatar di visir
 
Data registrazione: 02-05-2002
Messaggi: 436
Dunque... per fare ciò che ho schematizzato bisogna essere integri, sani e non completamente disumani.

Tuttavia è "forse" possibile sotto la guida di chi ha già ottenuto, ottenere un certo perfezionamento, anche se mancassero gli arti e un ictus avesse pregiudicato una parte del cervello o che la follia del mondo avesse quasi completamente distutto la capacità di tornare alla normalità.

Di quanto sopra non ho esperienza.
visir is offline  
Vecchio 30-07-2007, 22.02.03   #6
ghisirds
Ospite
 
Data registrazione: 24-07-2007
Messaggi: 9
Riferimento: Sviluppo fisico e mentale

Qualche giorno fa leggevo che un uomo sta vivendo con un cervello grande come un uovo, dovuto ad una malattia da piccolo, che formava del liquido nella scatola cranica.
Eppure sta avendo una esistenza normalissima...!
Anche in questo caso la mente, il cervello si è adattato bene...!
ghisirds is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it