Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 01-08-2007, 23.52.30   #1
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
normale o non-normale?

Chi decide se un comportamento e' normale o non-normale? Ogni societa' ha visione diversa per cio' che riguarda la normalita' dei suoi membri, e cio' che e' considerato come comportamento normale in un posto non lo e' in un altro. E cio' che era considerato anormale in passato puo' non esserlo al giorno d'oggi.
Forse l"anormalita'"e' una stigma assegnata a tutto cio' che e' diverso? con radici simili a quelle del razzismo?
hava is offline  
Vecchio 02-08-2007, 02.21.48   #2
sanvean
Ospite
 
Data registrazione: 10-06-2007
Messaggi: 7
Riferimento: normale o non-normale?

Citazione:
Originalmente inviato da hava
Chi decide se un comportamento e' normale o non-normale? Ogni societa' ha visione diversa per cio' che riguarda la normalita' dei suoi membri, e cio' che e' considerato come comportamento normale in un posto non lo e' in un altro. E cio' che era considerato anormale in passato puo' non esserlo al giorno d'oggi.
Forse l"anormalita'"e' una stigma assegnata a tutto cio' che e' diverso? con radici simili a quelle del razzismo?

La qualifica di normale data a una esperienza e/o a un comportamento è decisa, per così dire, dall'etica dell'ambiente in cui si vive, dall'insieme quindi delle sue norme morali.

Normale sarà quindi tutto ciò che rientra nella...norma, norma inerente e relativa alle usanze in essere nelle diverse forme socio-culturali.

In Cina, ad esempio, viene considerato normale sputare in terra o fare peti in pubblico, o magari richiedere il costo del proiettile al parente di un giustiziato che reclama il corpo del suo caro.

Questa mini-serie di usanze in voga appunto in un'altra situazione sociale non dovrebbe venir considerata anormale tout court quanto invece soltanto diversa da altre manifestazioni culturali, figlie appunto anch'esse dell'etica sociale propria.
sanvean is offline  
Vecchio 02-08-2007, 08.42.58   #3
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: normale o non-normale?

Citazione:
Originalmente inviato da hava
Chi decide se un comportamento e' normale o non-normale? Ogni societa' ha visione diversa per cio' che riguarda la normalita' dei suoi membri, e cio' che e' considerato come comportamento normale in un posto non lo e' in un altro. E cio' che era considerato anormale in passato puo' non esserlo al giorno d'oggi.
Forse l"anormalita'"e' una stigma assegnata a tutto cio' che e' diverso? con radici simili a quelle del razzismo?

forse la "normalita" e la "non-normalita" nasce e sviluppa a seconda delle circostanze sempre per uno scopo preciso e una sua funzione ma che durante il suo corso non si riesce a comprendere nel suo insieme,se non forse dopo molto tempo,quando magari la sua finalita viene a compimento.
acquario69 is offline  
Vecchio 02-08-2007, 11.00.47   #4
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: normale o non-normale?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
forse la "normalita" e la "non-normalita" nasce e sviluppa a seconda delle circostanze sempre per uno scopo preciso e una sua funzione ma che durante il suo corso non si riesce a comprendere nel suo insieme,se non forse dopo molto tempo,quando magari la sua finalita viene a compimento.


io credo piuttosto che la comunita' umana abbia bisogno di confinare il "diverso" come mezzo di protezione dai suoi propri istinti, e pure per acquistare sicurezza sulla propria "normalita'"
hava is offline  
Vecchio 02-08-2007, 14.50.37   #5
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: normale o non-normale?

Citazione:
Originalmente inviato da hava
io credo piuttosto che la comunita' umana abbia bisogno di confinare il "diverso" come mezzo di protezione dai suoi propri istinti, e pure per acquistare sicurezza sulla propria "normalita'"

si..che dire pero' di quelle cose che in un determinato periodo storico si ritenevano "normali" e poi col tempo invece si sono trasformate in "non-normali"? o anche viceversa?
quindi non si potrebbe pure affermare che il concetto di normalita sia al quanto relativo?
acquario69 is offline  
Vecchio 02-08-2007, 16.48.13   #6
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: normale o non-normale?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
si..che dire pero' di quelle cose che in un determinato periodo storico si ritenevano "normali" e poi col tempo invece si sono trasformate in "non-normali"? o anche viceversa?
quindi non si potrebbe pure affermare che il concetto di normalita sia al quanto relativo?


Certamente e' cosi', come pure il fatto che popoli diversi classificano normalita' su basi diverse, ma alla ghettizzazione di gruppi dichiarati come "non normali" non si rinuncia. Cambiano le modalita' delle selezioni, ma il fenomeno rimane.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it