Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-08-2007, 10.50.37   #1
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Talking Fratellanza Universale: punti di vista

Buon giorno a voi !
Premetto che so che probabilmente questa mia curiosità dovrei cercare di soddisfarla nell'area di spiritualità ( o altro ) ma ho notato, leggendo in questa parte del forum, che alcuni hanno idee molto chiare riguardo alla esistenza o non esistenza di una ipotetica fratellanza universale... non so se già precedentemente ci sia stata qualche discussione al riguardo ( in tal caso potreste gentilmente indicarmi quale oppure farmi un sunto ? )...
Comunque avrei piacere se qualcuno avesse modo di espormi il suo puntino di vista ( pro o contro e perché ) al riguardo.

Spero di essermi spiegata bene ...
grazie per l'attenzione
veraluce is offline  
Vecchio 31-08-2007, 13.25.56   #2
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
Buon giorno a voi !
Premetto che so che probabilmente questa mia curiosità dovrei cercare di soddisfarla nell'area di spiritualità ( o altro ) ma ho notato, leggendo in questa parte del forum, che alcuni hanno idee molto chiare riguardo alla esistenza o non esistenza di una ipotetica fratellanza universale... non so se già precedentemente ci sia stata qualche discussione al riguardo ( in tal caso potreste gentilmente indicarmi quale oppure farmi un sunto ? )...
Comunque avrei piacere se qualcuno avesse modo di espormi il suo puntino di vista ( pro o contro e perché ) al riguardo.

Spero di essermi spiegata bene ...
grazie per l'attenzione

Fratellanza universale.. da ultimo degli ultimi..mi permetto di scrivere che tale
fratellanza sembra ricalcare il ruolo di grande anima.. una visione utopistica
della risoluzione del grosso problema esistenziale della solitudine.
Questa solitidine credo sia la traccia che rimane del nostro big beng di creazione, o meglio, della nostra esperienza di materialità in questo mondo fisico, incominciata con la nascita...terminata con la morte.
Siccome questa avventura umana è tosta..e..scontrarsi con il tema della
nera signora mette angosce.. si cerca di recuperare un dialogo di anime..
chiamandoci tutti fratelli..
In realtà..forse siamo fratelli.. ma creati per esperienze diverse... prigionieri
di una fisicità che racchiude l'infinito.
cielosereno52 is offline  
Vecchio 09-09-2007, 15.44.49   #3
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Citazione:
Originalmente inviato da veraluce
..alcuni hanno idee molto chiare riguardo alla esistenza o non esistenza di una ipotetica fratellanza universale...Comunque avrei piacere se qualcuno avesse modo di espormi il suo puntino di vista ( pro o contro e perché ) al riguardo.

Spero di essermi spiegata bene ...
grazie per l'attenzione

ciao veraluce
bel post il tuo e mi meraviglia tantissimo che non sia stato così...stuzzicante.

io posso parlarti per ore di questa idea o tema della fratellanza universale, ma poche righe saranno sufficienti (per adesso )e si tratta di idee mie personalissime che si sono sviluppate in me durante la vita e qualche sana lettura e stimolante discussione.

In verità tutto é partito dalla dualità. Io ho sempre percepito il "fuori di me" come un pericolo e una potenziale aggressione. Perché? Troppo lunga. Vado oltre. Sono sempre stata remissiva-passiva ma auto lesionista, così! passami questo termine!, nel senso che apparivo tranquilla ma dentro mi distruggevo fino ad ammalarmi.

Io odiavo tutti.

ma li odiavo perché li desideravo e quando coloro che odiavo soffrivano, io soffrivo maledettamente. Prima non ci facevo caso, poi col tempo ho trovato in me questa strana cosa che tra l'altro si é evidenziata anche mentre sgambettavo in questo forum, e ci ho lavorato su.

La dualità, ovvero io-l'altro mi faceva soffrire l'inferno.Mi sentivo sola, bisognosa ma odiosa e odiante. Che casino.

Mi sono ammalata per veri motivi ed ho avuto tanto tempo per pensare e d'un tratto ho cominciato a vedere il mio dolore come quello che ogni persona può provare. Perché se scavi, tutti hanno un dolore che li tormenta. Io sono l'altro. Non soffro da sola in questo mondo. E se consolo gli altri, gli altri si ricuorano come succede a me quando mi consolano.

E' un dare e avere gratuito, spontaneo, con delle aspettative di serenità. Io oggi sento l'Unità di me stessa con ogni essere perché soffro e gioisco e mi sento unita a tutti.

Ma sto elaborando ancora. Spero di fare in me più luce.

baci
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 09-09-2007, 18.59.30   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Citazione:
Originalmente inviato da feng qi
....... Perché se scavi, tutti hanno un dolore che li tormenta. Io sono l'altro. Non soffro da sola in questo mondo. E se consolo gli altri, gli altri si ricuorano come succede a me quando mi consolano.

E' un dare e avere gratuito, spontaneo, con delle aspettative di serenità. Io oggi sento l'Unità di me stessa con ogni essere perché soffro e gioisco e mi sento unita a tutti.

Ma sto elaborando ancora. Spero di fare in me più luce.

baci
feng qi


Vero, verissimo.

Fratellanza potrebbe venire anche dai fili invisbili che ci legano gli uni agli altri. Siamo tutti interconnessi basta fermarsi un attimo ad osservare la vita.

Ma si può guardare il fratello solo quando si è capaci di guardare se stessi.

Scoprendo se stessi si scopre, come diretta conseguenza, il fratello.

Un tempo gli "altri" erano solo potenziali nemici, oggi sono davvero miei fratelli che percorrono una strada che può essere più o meno simile alla mia, ma attraversiamo tutti gli stessi boschi, le stesse vallate, le stesse pianure, gli stessi ghiacciai. Alcuni lo fanno a piedi nudi, altri con super protetti mocassini. Alcuni si fanno la strada a piedi, altri con carri armati.

Ma alla fine l'uomo vestito di stracci, quello a piedi nudi, ne avrà fatto vera esperienza.
Mary is offline  
Vecchio 09-09-2007, 20.16.18   #5
wilhelmina frederika
iscrizione annullata
 
L'avatar di wilhelmina frederika
 
Data registrazione: 02-02-2004
Messaggi: 154
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Ma questa fratellanza,non sarebbe altro che empatia???
Secondo me,per provare empatia,serve amore verso se stessi,gli altri,anche la pietas cristiana.
Ma se non si viene educati da bambini verso certi sentimenti,la fratellanza universale non avrebbe una esistenza concreta.
Secondo me è molto difficile,che i pregiudizi razziali,religiosi,non hanno la loro influenza su questa fratellanza.
Io non lo credo possibile....è persino un sentimento superiore a un santo.Anche se madre Teresa di Calcutta,è un esempio quasi perfetto!!!
wilhelmina frederika is offline  
Vecchio 09-09-2007, 21.11.57   #6
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Fratellanza universale come antitesi di discriminazione e razzismo, e' un ideale che non credo raggiungibile. Lo dimostrano gli eterni conflitti mai cessati da che mondo e' mondo, e quella specie di nazionalismo che possiamo trovare in molti paesi e che ci impedisce di sentirci a casa nostra quando espatriamo.
Fratellanza universale dovrebbe superare barriere, differenze culturali, diversita' sociali. Ma non credo che questo sia il caso.
hava is offline  
Vecchio 10-09-2007, 16.55.21   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

buone possibilità che la fratellanza si espanda si avranno quando saranno sparite tutte le religioni, ovvero quando nessuna religione oserà più ritenersi Verità in assoluto da imporre ad altri.


Altra base necessaria sarà la soddisfazione dei bisogni primari di ogni individuo e la possibilità di essere se stessi senza violenza o condizionamento.

Due monaci se ne stavano soli soli in un eremo.
Un giorno uno dei due disse: fratello dovremmo imparare a litigare.

Si, certo, rispose l'altro, come vuoi.

Bene, cominciamo. Questo pezzo di pane è tutto mio. Disse il primo

Si, sì, certo fratello. Come vuoi tu. Tienilo pure.


La fratellanza nasce dentro di noi non può venire da niente che sta fuori.
Mary is offline  
Vecchio 13-09-2007, 23.09.27   #8
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Talking Riferimento: Fratellanza Universale: punti di vista

Intanto ringrazio quelli che sono intervenuti a rispondermi perché ciascuno in modo diverso mi ha "arricchito" .
Personalmente io talvolta paragono la "fratellanza universale" alla "semplice" fratellanza di coloro che sono figli degli stessi genitori... come questi ultimi resteranno sempre fratelli anche se tra loro potrebbero verificarsi dissidi, rancori, gelosie, etc...anche per l'umanità intera avviene la stessa cosa.
Ovvero anche se ci si detesta, ci si allontana, ci si fa del male... la realtà dei fatti è che forse abbiamo solo dimenticato che siamo l'uno lo specchio dell'altro .


Citazione:
Originalmente inviato da Cielosereno32:
In realtà..forse siamo fratelli.. ma creati per esperienze diverse... prigionieri
di una fisicità che racchiude l'infinito.

Concordo pienamente


Citazione:
Originalmente inviato da Feng qi:
In verità tutto é partito dalla dualità. Io ho sempre percepito il "fuori di me" come un pericolo e una potenziale aggressione. Perché? Troppo lunga. Vado oltre. Sono sempre stata remissiva-passiva ma auto lesionista, così! passami questo termine!, nel senso che apparivo tranquilla ma dentro mi distruggevo fino ad ammalarmi.

Io odiavo tutti.

ma li odiavo perché li desideravo e quando coloro che odiavo soffrivano, io soffrivo maledettamente. Prima non ci facevo caso, poi col tempo ho trovato in me questa strana cosa che tra l'altro si é evidenziata anche mentre sgambettavo in questo forum, e ci ho lavorato su.

La dualità, ovvero io-l'altro mi faceva soffrire l'inferno.Mi sentivo sola, bisognosa ma odiosa e odiante. Che casino.

Mi sono ammalata per veri motivi ed ho avuto tanto tempo per pensare e d'un tratto ho cominciato a vedere il mio dolore come quello che ogni persona può provare. Perché se scavi, tutti hanno un dolore che li tormenta. Io sono l'altro. Non soffro da sola in questo mondo. E se consolo gli altri, gli altri si ricuorano come succede a me quando mi consolano.

E' un dare e avere gratuito, spontaneo, con delle aspettative di serenità. Io oggi sento l'Unità di me stessa con ogni essere perché soffro e gioisco e mi sento unita a tutti.

Ma sto elaborando ancora. Spero di fare in me più luce.

Io ho sempre avuto il "difetto" di "immedesimarmi" troppo nell'altro,
dimenticando che forse una certà dualità almeno fisica esiste... ed anche questo talvolta faceva ( e fa ) soffrire l'inferno ( come dici anche tu ).
Credo che le tue elaborazioni siano molto costruttive

Citazione:
Originalmente inviato da wilhelmina frederika:
Ma questa fratellanza,non sarebbe altro che empatia???
Secondo me,per provare empatia,serve amore verso se stessi,gli altri,anche la pietas cristiana.
Ma se non si viene educati da bambini verso certi sentimenti,la fratellanza universale non avrebbe una esistenza concreta.
Secondo me è molto difficile,che i pregiudizi razziali,religiosi,non hanno la loro influenza su questa fratellanza.
Io non lo credo possibile....è persino un sentimento superiore a un santo.Anche se madre Teresa di Calcutta,è un esempio quasi perfetto!!!

Infatti Madre Teresa sarebbe un bell'esempio... da seguire!

Citazione:
Originalmente inviato da Hava:
Fratellanza universale dovrebbe superare barriere, differenze culturali, diversita' sociali. Ma non credo che questo sia il caso.

Hai ragione, ma nel mio piccolo io voglio sperare e impegnarmi a rendere un pochino meno "separatista" questo mondo. Chissà ...?!!


Citazione:
Originalmente inviato da Mary:
buone possibilità che la fratellanza si espanda si avranno quando saranno sparite tutte le religioni, ovvero quando nessuna religione oserà più ritenersi Verità in assoluto da imporre ad altri.


Altra base necessaria sarà la soddisfazione dei bisogni primari di ogni individuo e la possibilità di essere se stessi senza violenza o condizionamento.

Due monaci se ne stavano soli soli in un eremo.
Un giorno uno dei due disse: fratello dovremmo imparare a litigare.

Si, certo, rispose l'altro, come vuoi.

Bene, cominciamo. Questo pezzo di pane è tutto mio. Disse il primo

Si, sì, certo fratello. Come vuoi tu. Tienilo pure.


La fratellanza nasce dentro di noi non può venire da niente che sta fuori.

Quello che hai scritto rende proprio l'idea... condivido

Buona serata a voi!
veraluce is offline  
Vecchio 14-09-2007, 23.52.52   #9
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
quoto hava. quoto hava.

Citazione:
Originalmente inviato da hava
Fratellanza universale come antitesi di discriminazione e razzismo, e' un ideale che non credo raggiungibile. Lo dimostrano gli eterni conflitti mai cessati da che mondo e' mondo, e quella specie di nazionalismo che possiamo trovare in molti paesi e che ci impedisce di sentirci a casa nostra quando espatriamo.
Fratellanza universale dovrebbe superare barriere, differenze culturali, diversita' sociali. Ma non credo che questo sia il caso.

Quotare il post di qualcun'altro la considero in generale una attività un po' oziosa, preferibilmente da evitare.
Ma ogni volta che leggo l'Hava mi viene da quotarlo.
Cosa ci posso fare. E' più forte di me. Quel tono distaccato, agnostico e saggio, anche ragionatamente constatazionista, mi obbliga alla quotazione, abbiate pazienza.

Giusto per coerenza, proverò ad esprimere anche la mia idea, se riesco ad affiancarmi idegnamente al glaciale e serafico hava, l'inasuperabile hava:
diciamo che il principio di fratellanza universale mi evoca un più verosimile principio di stravaganza universale.
marco gallione is offline  
Vecchio 15-09-2007, 12.32.26   #10
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Riferimento: quoto hava. quoto hava.

Citazione:
Originalmente inviato da marco gallione
Quotare il post di qualcun'altro la considero in generale una attività un po' oziosa, preferibilmente da evitare.
Ma ogni volta che leggo l'Hava mi viene da quotarlo.
Cosa ci posso fare. E' più forte di me. Quel tono distaccato, agnostico e saggio, anche ragionatamente constatazionista, mi obbliga alla quotazione, abbiate pazienza.

Giusto per coerenza, proverò ad esprimere anche la mia idea, se riesco ad affiancarmi idegnamente al glaciale e serafico hava, l'inasuperabile hava:
diciamo che il principio di fratellanza universale mi evoca un più verosimile principio di stravaganza universale.


Marco carissimo----ora si che mi hai messa in imbarazzo....mah...cerchero' d'essere degna delle tue lodi, per quanto mi sembri difficile.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it